Seguici

Twitter  RSS








La voce femminile si diffonde dall'altoparlante, leggera e piena di promesse come un velo da sposa.

Vai alla soluzione

Una sera me ne stavo a sedere sul letto della mia stanza d’albergo, a Bunker Hill, nel cuore di Los Angeles.

Vai alla soluzione

Tutti oramai lo chiamavano don Ciccio.

Vai alla soluzione

La neve sulle montagne si stava sciogliendo e Bunny era già morto da molte settimane prima che arrivassimo a comprendere la gravità della nostra situazione.

Vai alla soluzione

L'anno dei miei novant'anni decisi di regalarmi una notte d'amore folle con un'adolescente vergine.

Vai alla soluzione

Essendo un animale notturno, in genere vado a letto dopo lo spuntare dell'alba.

Vai alla soluzione

Era inevitabile: l'odore delle mandorle amare gli ricordava sempre il destino degli amori contrastati.

Vai alla soluzione

"Natale non sarà Natale senza regali" borbottò Jo, stesa sul tappeto.

Vai alla soluzione

L'agente scese dalla macchina esattamente quattro minuti prima di beccarsi una pallottola.

Vai alla soluzione

Misia Mistrani l'ho conosciuta il 12 febbraio del 1978.

Vai alla soluzione

La miglior cosa sarebbe scrivere gli avvenimenti giorno per giorno. Tenere un diario per vederci chiaro.

Vai alla soluzione

Quando avevo quattro mesi, mia madre morì all'improvviso, e mio padre dovette occuparsi di me tutto da solo.

Vai alla soluzione

Ehi, guarda quell'uomo. Aspetta, fa' come se niente fosse, continuiamo a chiacchierare...

Vai alla soluzione

Uno scrittore non dimentica mai la prima volta che accetta qualche moneta o un elogio in cambio di una storia.

Vai alla soluzione

«Pierre, in giardino c'è qualcosa che non va,» disse Sophia.

Vai alla soluzione

<< Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 Successiva >>



© 1999-2015 OZoz.it - P.I. 02878050737