Seguici

Twitter  RSS








Il dottor Anders Jonasson fu svegliato dall'infermiera Hanna Nicander. Mancavano pochi minuti all'una e mezza di notte.

Vai alla soluzione

Eh, sì: Kilgore Trout è di nuovo dentro. Non ce l'ha fatta, fuori.

Vai alla soluzione

Dallo steccato, tra i buchi dei fiori arricciati, li vedevo giocare.

Vai alla soluzione

Il dottor Mendicò improvvisamente si sentì stanchissimo, con le gambe indolenzite e le braccia formicolanti.

Vai alla soluzione

Il succo della storia fin qui.

Vai alla soluzione

Parla la tua lingua, l'americano, e c'è una luce nel suo sguardo che è una mezza speranza.

Vai alla soluzione

La strada che da Casterbridge conduce a nord è deserta e monotona, specie d'inverno.

Vai alla soluzione

Quella notte tutto il mare che si stende lungo le coste occidentali del Borneo era d'argento.

Vai alla soluzione

Esito ad apporre il nome, il bel nome grave di tristezza su questo sentimento, del quale la noia, la dolcezza mi ossessionano.

Vai alla soluzione

Era legata con cinghie di cuoio a una stretta branda con il telaio in acciaio.

Vai alla soluzione

Io sono il dottore di cui in questa novella si parla talvolta con parole poco lusinghiere.

Vai alla soluzione

Non era più una strada ma un mondo, un tempo e uno spazio di cenere in caduta e semioscurità.

Vai alla soluzione

Ormai ciascuno sa come trovare dentro di sé il significato della vita.

Vai alla soluzione

L'uomo con i libri sottobraccio uscì di casa e il mondo non c'era.

Vai alla soluzione

Qui il mare finisce e la terra comincia.

Vai alla soluzione

<< Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 Successiva >>



© 1999-2015 OZoz.it - P.I. 02878050737