Concorso di Poesia in Dialetto "Vie della Memoria" (scadenza 31/10/07)

Data 14/10/2007 21:10:00 | Argomento: concorsi scaduti

Gratuito
1) Lo SPI CGIL Abruzzo bandisce il concorso di poesia in dialetto “Vie della memoria”, aperto a tutti, senza distinzione di età, di sesso, di convinzioni politiche e culturali. Il concorso vuole affermare la perenne attualità dei valori che fondano le collettività: la memoria, la storia, l’impegno civile, il lavoro, la bellezza, il rispetto, l’attenzione agli altri.
2) Si può concorrere con un minimo di tre poesie, inedite e non premiate in precedenza, composte in un qualsiasi dialetto italiano, che utilizzino le più diverse soluzioni metriche, stilistiche e formali, sui temi del lavoro e della storia civile e sociale.

3) La giuria, composta da Ottaviano Giannangeli (Presidente Onorario); Marcello Teodonio (Presidente Effettivo); Domenico D’Aurora (Segretario dello SPI Abruzzo), Alba Orti (Responsabile Progetto Memoria SPI Nazionale) Maria Teresa Barnabei, Marco Del Prete, Vittorio Monaco, Cosimo Savastano (membri della giuria), valuterà le composizioni e, a suo insindacabile giudizio, formerà una graduatoria di merito di testi segnalati e di testi finalisti, tra i quali designerà il vincitore.

4) Le composizioni devono giungere alla segreteria del Premio di poesia dialettale “Vie della Memoria”, SPI CGIL Abruzzo, Via B. Croce, 108, 65126 Pescara (Segretaria del Premio: Maria Pia De Nicola), in copia corretta e finale d’autore, e con traduzione in italiano, su supporto informatico, entro il 31 ottobre 2007.

5) La cerimonia di premiazione del premio avverrà il 15 dicembre 2007, in luogo che sarà tempestivamente comunicato a tutti i partecipanti.

6) La poesia che risulterà vincitrice verrà premiata con medaglia d’oro.

7) La commissione si riserva la possibilità di istituire altri premi.

8) Le poesie finaliste e segnalate saranno pubblicate in un volume.

9) La partecipazione al concorso implica da parte del concorrente l’autorizzazione alla trattazione dei dati personali ai sensi della Legge 675/96 e successive integrazioni e modificazioni. I lavori non saranno restituiti. Con l’invio degli elaborati al concorso, i concorrenti cedono i diritti d’autore, relativamente alle poesie inviate, allo SPI Abruzzo, che potrà, secondo le decisioni della giuria del premio, valutarne la relativa pubblicazione. Ogni Autore risponde sotto ogni punto di vista della paternità dell’opera e dichiara di accettare in toto il presente Regolamento.

per informazioni:
Spi CGIL Regionale 085.4543338
Maria Pia Di Nicola 348.3863923
Fax 085 4543351
E-mail: spireg@abruzzo.cgil.it
http://www.spiabruzzo.it

Bando



Questa notizia proviene da OzBlogOz
http://www.ozoz.it/ozblogoz

L'indirizzo di questa notizia è:
http://www.ozoz.it/ozblogoz/modules/news/article.php?storyid=3188