Concorso Letterario "Ore Contate" (scadenza 12/02/05)

Data 14/1/2005 0:05:17 | Argomento: concorsi scaduti

Gratuito
2 a EDIZIONE DEL CONCORSO LETTERARIO "ORE CONTATE"

(Apri il cassetto dove hai riposto il tuo racconto, il tuo diario, ciò che ti ha fatto passare alcune ore con i tuoi pensieri, oppure scrivi le tue fantasie di oggi, strappando un po’ di tempo alle attività di sempre, ai tanti doveri)

Io sono certa che nulla più soffocherà la mia rima, il silenzio l’ho tenuto chiuso per anni nella gola come una trappola da sacrificio, è quindi venuto il momento di cantare una esequie al passato (Alda Merini)
REGOLAMENTO

Possono partecipare al concorso tutte le scrittrici dilettanti italiane e straniere, che abbiano compiuto 16 anni.
Le opere potranno narrare quotidianità, mistero, thriller, viaggi, fantasia, amore……
Il premio è la pubblicazione, in una raccolta dal titolo “Ore contate”, delle quattro opere vincitrici.
La Casa Editrice, che i Comitati Pari Opportunità decideranno tra una rosa di proposte, è libera di apportare alle opere premiate le modifiche che si renderanno necessarie per esigenze editoriali.

Le opere presentate dovranno rispondere ai seguenti criteri:
- Essere inedite;
- Essere scritte in italiano;
- Dovranno contenere da 13.000 a 70.000 caratteri (indicativamente da 7 a 40 cartelle: 30 righe per cartella e 60 battute per riga);
- Essere presentate in supporto cartaceo, non manoscritto (meglio se accompagnate da copia su dischetto informatico) e completamente anonime;
- Essere contrassegnate da un titolo e da un motto, riportato nella prima pagina del dattiloscritto;
- Essere accompagnate da una busta chiusa contenente il nome, l'indirizzo e la data di nascita della scrittrice. Sulla busta dovranno essere riportati il motto e il titolo dell'opera.
La mancanza di uno o più criteri richiesti renderà nulla la partecipazione.

Ciascun concorrente potrà presentare un numero libero di opere.

Non è consentito assegnare il premio allo stesso autore per più di un’opera, qualora si verificasse tale circostanza, il premio sarà assegnato nell'ordine ai successivi qualificati.

Gli originali dovranno pervenire in duplice copia entro il 12 febbraio 2005 (fa fede il timbro postale o il timbro di protocollo per le opere consegnate a mano) al seguente indirizzo:

Concorso Letterario
Comitato Pari Opportunità
Comune di Pavia
Piazza Municipio, 2
27100 Pavia

La Giuria sarà formata da esperti di letteratura e scrittori. I nominativi dei giurati saranno mantenuti segreti sino alla definizione delle graduatorie.

La Giuria procederà all'apertura delle buste dopo la definizione delle quattro opere vincitrici. Le decisioni della giuria saranno inappellabili.

La premiazione dei vincitori si terrà nel mese di Maggio presso l’Approdo degli Eustachi, via porta Pertusi, 6/a, alla presenza di personalità degli Enti organizzatori, Casa editrice, Mass media, Sponsor.

Tutti i partecipanti riceveranno un apposito invito.

I Comitati Pari Opportunità si impegnano a far stampare n. 1.000 copie della raccolta dei racconti vincitori con il titolo di “Ore Contate” 2^ edizione entro Giugno 2005.

Si impegnano altresì a pubblicizzare in ogni forma pubblica ed in ogni manifestazione letteraria organizzata dai propri Enti la raccolta pubblicata.

La Casa Editrice che provvederà alla stampa, si occuperà della distribuzione dell’opera al proprio circuito nazionale, comprese le mostre mercato che si terranno in periodi utili.

Ognuna delle vincitrici ha diritto ad avere n.50 copie del libro.

Gli originali non saranno restituiti e, tranne i racconti vincenti e quelli segnalati come meritevoli per eventuale stampa successiva da parte della casa editrice, saranno distrutti dopo la proclamazione dei vincitori.

La partecipazione al concorso sottintende la presa visione e l'accettazione integrale delle norme contenute nel presente bando.

Per informazioni: Comitato Pari Opportunità Comune di Pavia tel.0382 399421 - e.mail centroparita@comune.pv.it



Questa notizia proviene da OzBlogOz
http://www.ozoz.it/ozblogoz

L'indirizzo di questa notizia è:
http://www.ozoz.it/ozblogoz/modules/news/article.php?storyid=1551