logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



Letture Incrociate - Racconti : Dentro di te
Inviato da hinao85 il 2/7/2004 18:06:45 (1876 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
Letture Incrociate - Racconti

A volte le sento.
Le tue mani calde, sulle mie, mi incontrano con dolcezza mentre dormo e mi racchiudono in un abbraccio. Mi proteggi costantemente, vegliandomi, e per farlo non riesci quasi mai a prendere sonno.
Le tue amiche sono gelose di noi. Ci invidiano tutte, lo sai? Le loro mani non sono leggere come le tue. Sono mani da manicure, altezzose ed unghiate, che mi feriscono quando mi sfiorano.

Ma anch’io sono geloso di te. Geloso di tutte le mani che ti si avvicinano, che ti sorreggono se ti trovi in evidente difficoltà a sollevare le buste della spesa, che ti richiamano quando, con lo sguardo assorto fuori dal finestrino dell’autobus, non trovano risposta alla domanda: “si vuole sedere?”. Vorrei essere lì, con te, fuori nel mondo. Mentre cammini piano tra mille volti che non ti conoscono, che fuggono verso il lavoro, che non hanno tempo per sorriderti, come invece farei io.

Manca poco, lo sai? Ancora un po’ di pazienza angelo mio e poi potrò tenerti mano nella mano e quei vortici di persone, che ti travolgono, senza fermarsi nel tuo timido sguardo, non ti faranno più paura. Più di tutto voglio conoscere il sole. Finora ho dovuto filtrare ogni raggio di luce attraverso la stoffa. Ma presto cambierà tutto. E poi, lo sai, non voglio più sentirti piangere. Oh sì, te ne stupisci? Io ti ascolto e piango con te. Anzi, quasi mi sembra di sentire il sapore delle tue lacrime, di sentirle scivolare nella bocca. Non riesco ancora a riconoscere distintamente i sapori, ma il tuo pianto, quello sì: è di un amaro intenso.

Ogni tanto sento anche il tuo sguardo triste che, attraversando le fessure tra le imposte, si poggia su di lui. Lo osservi con precisione e ti accorgi che le sue mani non finiscono nel solito quotidiano o nel cestino della pausa pranzo. Il suo corpo continua in lei. E i tuoi occhi, spostandosi su lembi di pelle che si accarezzano, si fanno più disprezzati e più malinconici insieme. Non sai nemmeno tu che cosa senti. Anzi, lo sai, ma ti fa male la consapevolezza che, in fondo, hai ancora bisogno di lui, che lo ami ancora. E fa male anche a me. Vorrei solo che lo dimenticassi. La voce isterica e rimproverante di tua madre, storpiata dal telefono, te lo ricorda sempre. Te lo avevo detto! La sua eco è così forte che anche dopo aver riagganciato la cornetta senti il dovere di rispondere: “sì, mamma, lo so”. Le tue parole, singhiozzanti e spezzate, muoiono sbattute tra le pareti della stanza e ti fanno sentire che sei sola. Ricominci a piangere. Vorrei poterti aiutare, così batto sulla soglia che ci divide. Ma tu sembri non voler sentire. Ti limiti a poggiare le mani tremanti su quella stessa linea di confine, in segno di risposta.

Se solo avessi voce urlerei, e ti direi: “pensa a me, non a lui, a me”! Ma come potresti farlo? Per te il mio volto non sarebbe altro che il prolungamento del suo. I miei occhi sarebbero sempre, malgrado tutto, una condanna e ti ricorderebbero i momenti interminabili passati ad amarlo.
Ma non odi solo la sua immagine, odi anche la tua. La mattina, appena svegli, sento il tuo sguardo deluso che incontra lo specchio e non vede ciò che vorrebbe. E proprio non riesco a comprenderti. Vedi, io non potrei dirlo ma … sei davvero bella. E non importa se non ci credi, perché io lo so! Per ora mi accontento di addormentarmi col battito del tuo cuore, che mi aggiusta il respiro durante il sonno, e di risvegliarmi con il tuo primo passo.

Un mese. Un altro mese e poi sarò da te per potertelo dire. Ti giuro che imparerò in fretta. Presto potrò stringerti tra le braccia ed essere stretto da te. Baciarti con dolcezza e ricevere da te il bacio della buonanotte. Presto ti saprò parlare come vuoi tu. Presto potrò scorgerti da lontano mentre mi cerchi mescolata a quei turbinii umani. E tu ti volterai di scatto, accendendoti in un sorriso, al mio grido: “Mamma, sono qui!”.




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
korallo
Inviato: 2/7/2004 21:36  Aggiornato: 2/7/2004 21:36
Not too shy to talk
Iscritto: 11/6/2004
Da:
Inviati: 88
 Re: Dentro di te
Mi ha colpito molto...
Per un buon pezzo non avevo capito che si trattasse delle parole di un bambino ancora non nato alla madre, anzi mi chiedevo se chi stesse parlando fosse una ragazza o un ragazzo. Poi me ne sono reso conto, e ci sono rimasto. Bello, dà speranza, fa sorridere nonostante le sofferenze della madre, fa pensare che qualche gioia, qualche gioia magari enorme, è ancora possibile.
hinao85
Inviato: 2/7/2004 21:44  Aggiornato: 2/7/2004 21:44
Home away from home
Iscritto: 8/6/2004
Da: Brescia
Inviati: 1471
 Re: Dentro di te
thanks. Era appunto l'effetto che desideravo. Puoi dirmi quando l'hai capito??? Spero non troppo presto! ciao ciao!
korallo
Inviato: 2/7/2004 21:47  Aggiornato: 2/7/2004 21:47
Not too shy to talk
Iscritto: 11/6/2004
Da:
Inviati: 88
 Re: Dentro di te
Alla fine del terzo paragrafo. Mi sono ricordato il titolo e ho capito di cosa stavi parlando;)
hinao85
Inviato: 2/7/2004 21:53  Aggiornato: 2/7/2004 21:53
Home away from home
Iscritto: 8/6/2004
Da: Brescia
Inviati: 1471
 Re: Dentro di te
eh beh...effettivamente..dovrei pensare a un altro titolo!!!
ranuncolo
Inviato: 3/7/2004 10:33  Aggiornato: 3/7/2004 10:33
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 12/3/2004
Da:
Inviati: 362
 Re: Dentro di te
ciao hinao85. Bè, un lontanissimo parente
di Lettera ad un bambino mai nato, simpatico
nell'ideazione però non mi ha convinto, in alcuni
passaggi, semplici imprecisioni ( i sapori Si
distinguono, le donne incinte Si vedono belle
a prescindere - questione di ormoni - quantomeno da un certo periodo della gestazione in poi, ma capisco che a te serve
il contrario, non esagerare però ), " occhi
disprezzati? " cosa vuol dire: volevi dire forse
sprezzanti?
Uhm..turbinii umani: non mi convince tanto...

di contro belle le immagini del piccolo che
"tira i calcetti" per farsi sentire, che vive tutti
i pensieri della mamma sulla propria pelle, che
scalpita per poterla consolare, che "addirittura"
pensa ad abbracciarla!!!

insomma, un racconto gradevole, ad effetto e che meritadi essere curato un pochino di più. a rileggerti presto!
hinao85
Inviato: 3/7/2004 11:05  Aggiornato: 3/7/2004 11:05
Home away from home
Iscritto: 8/6/2004
Da: Brescia
Inviati: 1471
 Re: Dentro di te
hai ragione..forse essendo ancora piccola ho cercato di dare un'immagine della maternità che avevo io, è vero, non mi sono preoccupata di fare ricerche su ormoni o cose del genere. Grazie di avermelo detto, starò più attenta la prossima volta a non cadere in queste dimenticanze!
mosaiko
Inviato: 3/7/2004 15:28  Aggiornato: 3/7/2004 15:28
Just popping in
Iscritto: 26/6/2004
Da:
Inviati: 28
 Re: Dentro di te
Molto bello. Mi piace il fatto che sia giocato sull'ambiguità del personaggio, che alla fine si rivela nient'altro che una vita in fieri. Certo non è esatto scientificamente, ma credo che non volessi pubblicare un trattato sulla maternità. Il tuo linguaggio denota una grande sensibilità e una grande fluidità nel descrivere sensazioni ed emozioni così grandi, così intense. L'unica cosa è quell'aggettivo "disprezzati", che non ho inteso bene. Ma per il resto, è un'ottima prova. Complimenti davvero
hinao85
Inviato: 3/7/2004 17:22  Aggiornato: 3/7/2004 17:22
Home away from home
Iscritto: 8/6/2004
Da: Brescia
Inviati: 1471
 Re: Dentro di te
Hai proprio centrato quello che volevo esprimere. D'altronde, se si scrivesse solo ciò che la scienza vuole...
E' vero quell'aggettivo stona un pò (un pò più di un pò..)! Grazie dei consigli!
Shoen
Inviato: 3/7/2004 20:42  Aggiornato: 3/7/2004 20:42
La principessa dei Saiyan
Iscritto: 2/11/2003
Da: Prateria australiana
Inviati: 3529
 Re: Dentro di te
Sarà perché son donna ma mi è piaciuto tanto che mi sono commossa… Riguardo i dettagli su ormoni e simili ne so quanto te, quindi non metto bocca… Ma questo racconto è di una dolcezza e una sensibilità gioiosamente femminili.
Che fosse il bambino a parlare l’ho capito quando racconti della gente sull’autobus che lascia sempre il posto alla donna, perché mia madre mi ha detto che quando aspettava me non poteva fare due fermate di metro senza che le lasciassero quindici sedili… E facendo due più due col titolo l’ho capito. Ma ti dirò: è meglio saperlo da subito, perché rende ancora più tenera la storia.
L’amore di un bambino per la madre prima ancora di nascere (nonostante l'egoismo di lei), un legame innato e biologico ancora non bistrattato dalla vita che trascorreranno insieme… E’ davvero bello. Brava, Hinao, i miei complimenti.
hinao85
Inviato: 3/7/2004 22:03  Aggiornato: 3/7/2004 22:03
Home away from home
Iscritto: 8/6/2004
Da: Brescia
Inviati: 1471
 Re: Dentro di te
grazie, sei tu ora a commuovermi!!!
niabi
Inviato: 4/7/2004 12:32  Aggiornato: 4/7/2004 12:32
Home away from home
Iscritto: 3/7/2004
Da: dove sorge sempre il sole
Inviati: 969
 Re: Dentro di te
Ciao hinao85...ho appena letto il tuo racconto, mi è piaciuto davvero tanto! Forse sono anche l'unica che non vorrebbe sapere dall'inizio che è la voce di un bambino che deve ancora nascere a parlare, è stata una piacevole sorpresa quando l'ho capito andando avanti nella lettura! Il titolo è perfetto così secondo me e tutto è descritto con molta dolcezza e sensibilità, ormoni a parte! Infatti non è detto che nella fantasia di ogni mamma il proprio bimbo non riesca a dialogare con lei e a percepire sapori ecc. fin dall'inizio, no? Ciao!
solaris
Inviato: 4/7/2004 14:41  Aggiornato: 4/7/2004 14:41
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 4/4/2004
Da: Alcadia
Inviati: 2416
 Re: Dentro di te
delicata
si svolge
tra mani

in riflesso
tradisce
amore

è miracolosa dualità
dell'anima che chiede speranza
come cibo come aria,
anima
dentro
il corpo che riluce,
ed è suo
e non è suo.

bene hinao,
bene.


A.
senza
Inviato: 4/7/2004 17:04  Aggiornato: 4/7/2004 17:04
Home away from home
Iscritto: 4/4/2004
Da: venezia
Inviati: 3123
 Re: Dentro di te
molto dolce.
pensandoci ( io l'ho capito perchè ho dato una sbirciatina alla frase finale ) si poteva intuire che si trattasse in realtà del figlio, ma su questo punto non metto bocca.
forse avrei insistito un po' sullo sconforto della madre, invece bene per quanto riguarda le sensazioni del bambino, mi sono piaciuti sopratutto i pezzi in cui si parlava delle mani.
tutto è velato di rosa, rosa bianco e grigio, un bell'effetto.

senza
lonewolf
Inviato: 5/7/2004 13:51  Aggiornato: 5/7/2004 13:51
Home away from home
Iscritto: 4/7/2004
Da: Roma
Inviati: 2283
 Re: Dentro di te
Cara hinao, ho trovato il tuo racconto molto romantico e molto dolce anche se forse un pochino onirico.
Ho trovato molto interessante la gelosia delle amiche per un rapporto esclusivo, unico ed inarrivabile.
E' molto femminile, a mio modo di vedere, il modo in cui immagini che il volto del bimbo sia il prolungamento del volto di un 'Lui' che però trovo un po' troppo estraneo alla storia.
Mi hai comunque fatto riflettere sulla possibilità dell'uomo di seminare la vita e fuggire via, e sul desiderio della donna di sentir crescere dentro di se una vita che sia frutto del seme giusto.
Mi hai trasmesso anche la sensazione che il bimbo sia un maschietto, non so se anche per te è così?
Bruttino quel disprezzati
Il quarto paragrafo mi è sembrato un po' confuso e forse avrebbe avuto bisogno di una rilettura più accurata da parte tua.
La fine del quinto paragrafo è particolarmente dolce, ci si rileva la tua sensibilità, ed e quasi poetica. .
Nel complesso mi è piaciuto.
Complimenti soprattutto per la scelta dell'argomento, che trovo azzeccato e non tra i più facili, ed anche per alcune frasi veramente belle.
daniel
Inviato: 5/7/2004 16:17  Aggiornato: 5/7/2004 16:17
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 28/6/2004
Da:
Inviati: 779
 Re: Dentro di te
ciao. mi sembra il caso di contraccambiare i complimenti! Bello, veramente, dolcissimo e tenero. Sei veramente brava. Un po' sognatrice ma brava.
continua così, che vai alla grande.
Baci Baci
daniel
hinao85
Inviato: 5/7/2004 17:38  Aggiornato: 5/7/2004 17:38
Home away from home
Iscritto: 8/6/2004
Da: Brescia
Inviati: 1471
 Re: Dentro di te
Grazie a tutti dei vostri ultimi commenti.

x Niabi: già, anche se forse avrei dovuto attenermi di più a certe questioni più "ormonali" non era la mia intenzione iniziale così come tu hai intuito. Io non so se un bambino realmente "pensi" nella pancia della mamma, ma sicuramente la ama già da morire, o no?

x lonewolf: sei nuovo? ti faccio il mio benvenuto!Cmq devo fare ancora il test per sapere il sesso del bambino ! Scherzi a parte, forse il suo istinto protettivo e quella certa "rivalità" con il padre che ho voluto trasmettere portano davvero ad intuire che il bimbo sia un maschietto. Anche se io non ci avevo pensato, mi hai preceduta .

Grazie anche a solaris( dovremmo commentare i tuoi commenti, tanto sei poetico ) senza e daniel!!! Mi fa molto piacere che questo mio brano vi sia piaciuto!
Ciao a tutti!
matemati
Inviato: 8/9/2004 9:11  Aggiornato: 8/9/2004 9:11
Home away from home
Iscritto: 13/1/2004
Da: Firenze
Inviati: 1790
 Re: Dentro di te
Ciao Hinao, volevo proprio leggere qualcosa di tuo. E mi è capitato questo su cui c'è poco da commentare: lo trovo quasi perfetto. Non sto a ripetere i pregi (tanti) e i difetti (pochissimi) che hanno già notato gli altri.
Solo un punto non mi convince:


Citazione:
Ogni tanto sento anche il tuo sguardo triste che, attraversando le fessure tra le imposte, si poggia su di lui. Lo osservi con precisione e ti accorgi che le sue mani non finiscono nel solito quotidiano o nel cestino della pausa pranzo. Il suo corpo continua in lei. E i tuoi occhi, spostandosi su lembi di pelle che si accarezzano, si fanno più disprezzati e più malinconici insieme


Credo che si parli del padre, che lei ancora spia di nascosto, e che sta con un'altra donna. Ma non mi sembra molto chiaro, e comunque il linguaggio è un po' troppo "alato" per un bambino, rispetto a come si esprime nel resto del racconto.

Tutto qui: per il resto, bei sentimenti, belle immagini, buono stile. Brava!
oblivion
Inviato: 8/9/2004 12:01  Aggiornato: 8/9/2004 12:01
Just popping in
Iscritto: 18/7/2004
Da:
Inviati: 18
 Re: Dentro di te
Veramente delicato e commovente. Un racconto molto ben scritto, supportato da una sensibilità fuori dal comune. Mi ha messo proprio di buon umore. Complimenti e alla prossima.
jack_frost
Inviato: 19/12/2005 20:14  Aggiornato: 19/12/2005 20:14
Just popping in
Iscritto: 19/12/2005
Da:
Inviati: 23
 Re: Dentro di te
1) mi permetto di dissocciarmi dagli elogi e dal generale apprezzamento. non intendo offendere la tua sensibilità, quindi le critiche prendile come costruttive.
2)apprezzo l'idea, ok. e l'impegno, ok. e la sensibilità,ok.
3)non apprezzo il fatto che il racconto sia infarcito di luoghi comuni (del tipo lacrime=dolci e amare; abbracciare=calore) e da tutta una serie di sensazioni che sono state riassunte e banalizzate in parole come "dolcezza" e aggettivi triti e ritriti come "triste"
4) mi pare un racconto superficiale, un bozzetto sull'amore(quello dei luoghi comuni) per riviste come "oggi", "dipiùtv" etc..
5) le metafore e il linguaggio non sono originali nè simpatiche o ironiche, sanno tanto di ragazzo-del-liceo-che-imita-uno-scrittore-famoso. diceva un tale che non bisogna scrivere di cose che non si conoscono.
6)sono sicuro saprai apprezzera le critiche e farne tesoro, come dice Gollum.
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti5452687
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 51 utente(i) online (3 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 51

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 54
Ieri: 92
Totale: 6347
Ultimi: Ludie20619

Utenti Online:
Ospiti : 51
Membri : 0
Totale: 51
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it