logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



Letture Incrociate - Poesie : Zeroazero
Inviato da solaris il 17/6/2004 18:15:25 (1629 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
Letture Incrociate - Poesie

Maledette le vostre facce, maledetta quella vostra voglia di sentirvi migliori.
Sia maledetto quel volto serio che a stento trattiene il godimento del giudizio.
Maledetta la menzogna con cui sporcate il mio cielo.
Maledetto il lenzuolo su cui replicate il vostro respiro.
E sia maledetto quel giorno che vi sorride perché siete feccia.

Maledetta l’ombra che vi accompagna, schiacciata sotto il peso delle vostre parole.
Maledetto il vostro odore di vivo, che mi impone il ritardo della vostra scomparsa.
E il vostro occhio sia maledetto, pronto a fissarsi nel mio
per punire. Maledetto il mio silenzio.
Maledette le schegge di cui ho paura.

Maledetta la fogna dove bevi,
maledetto il denaro con cui spasimi di corpo,
maledetto tuo figlio, sia maledetto
che ti guardi vivo,
mentre muore.

Maledetta quella rabbia che dispensi brutto muso,
che dispensi e mi alimenta,
infetta saliva per me che ho accettato
l’aria che mi doni.
Io lebbroso, mi costringi all’inchino.

E siate maledetti voi che non amate
le parole di una pietra
che si scaglia contro il vetro
e ammazza
chi mente e giudica. Senza processo.




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
lunagatta
Inviato: 17/6/2004 20:09  Aggiornato: 17/6/2004 20:09
Just can't stay away
Iscritto: 1/2/2004
Da: Monza
Inviati: 273
 Re: Zeroazero
Caro Solaris... sarà il mio umore abbastanza nìvuro (nero, per dirla alla Montalbano... ultimamente sono Camilleri-dipendente) di questa sera, ma questa poesia mi è piaciuta da matti. Stavo per mandarti una mail di commento perchè forse scenderò un po' nel personale (tuo ovviamente.. ), però ho cambiato idea, perchè mi piacierebbe confrontare queste mia riflessioni anche con gli altri, specialmente con chi ha letto i tuoi racconti precedenti.
A volte ho l'impressione che tu ti "nasconda" un po' dietro le metafore, la ricerca lessicale e stilistica... Quasi volessi che il lettore apprezzi il tuo scritto senza permettergli però di vedere quello che l'ha generato, senza dargli la possibilità di mettere a nudo un pezzetto della tua anima; come forma di difesa, credo...
Pur apprezzando, te l'ho sempre detto, il carattere "visionario" dei tuoi scritti, è, sempre secondo il mio modesto parere, quando rinunci, come in questa poesia, agli "scudi" di cui dicevo prima, ai tuoi virtuosismi linguistici, che la tua scrittura diventa veramente efficace, che salta fuori il cuore, oltre che il talento, che colpisce e affonda, che "buca" la pagina.
Del resto, per come la vedo io, se vuoi comunicare agli altri attraverso una qualsiasi forma d'arte, un pezzo della tua anima la devi dare, anche se fa paura...
fiorderica
Inviato: 18/6/2004 9:35  Aggiornato: 18/6/2004 9:35
Vincitore I OzTorneoZen
Iscritto: 8/1/2004
Da:
Inviati: 879
 Re: Zeroazero
Perfetta, a mio modestissimo avviso!
Amara e dolorosa, per te che l'hai composta, per me che la leggo.
Efficace denuncia di un grosso disagio, che intensamente comunichi con la tua scelta verbale
"E il vostro occhio sia maledetto, pronto a fissarsi nel mio
per punire. Maledetto il mio silenzio.
Maledette le schegge di cui ho paura."

Ricchezza interiore, che non si polverizza in poche strofe !

In gamba, Solaris !

erica
senza
Inviato: 18/6/2004 20:41  Aggiornato: 18/6/2004 20:41
Home away from home
Iscritto: 4/4/2004
Da: venezia
Inviati: 3123
 Re: Zeroazero
non avevo letto l'autore, ma, doveva essere di qualcuno di grande.

Maledetta l’ombra che vi accompagna

E siate maledetti voi che non amate
le parole di una pietra
che si scaglia contro il vetro

Maledetto il mio silenzio.
Maledette le schegge di cui ho paura.

ma sono solo frasi toccanti, cariche, sature e stupende, ognuna di esse infatti mi ha colpita.
leggo e rileggo e trovo geniale e scopro cose nuove che poco a poco si svelano.
se come ha detto Lunagatta ti nascondi dietro ad un certo stile, fai solo bene. ti evita la banalità e t'identifica.
anche se le parole sono più semplici del solito, solo il sentimento appare chiaro, il resto lo rileggo trovandolo geniale.
mi chiedo se il titolo si riferisca al fatto che nessuno vince, mai.
ti vedo in ginocchio, sperando solo in una particolare vendetta.

senza
Signorina
Inviato: 19/6/2004 17:57  Aggiornato: 19/6/2004 17:57
Home away from home
Iscritto: 13/9/2003
Da:
Inviati: 589
 Re: Zeroazero
Ammazza…oh! Altro che scomunica!!!
Il tuo anatema in versi è rabbioso e violento.
Un pugno nello stomaco, un dito in un occhio, una mazzata sul collo. Così mi sorprendi e così mi lasci. Se questo era l’intento: EFFICACE!!!
Le sequela di maledizioni mi atterrisce e mi sgomenta…
I “figli” quasi quasi mi addolorano… (eh si, sti poveri figli… tutto pagano!)
“Signorina” dirai “ma che caspita di commento è??” E ci hai ragione! E che mi hai lasciato senza parole…

“E siate maledetti voi che non amate
le parole di una pietra
che si scaglia contro il vetro
e ammazza
chi mente e giudica. Senza processo.”

Ed è qui, soltanto qui, che riesco a specchiarmi nella forza della tua poesia.
E forse, questi ultimi versi si valgono tutto il resto.
Bye
hinao85
Inviato: 20/6/2004 12:35  Aggiornato: 20/6/2004 12:35
Home away from home
Iscritto: 8/6/2004
Da: Brescia
Inviati: 1471
 Re: Zeroazero
Non posso far altro che accodarmi all'apprezzamento generale! Come già hanno detto gli altri, una delle parti più significative è quella in cui parli dei figli ... che ti guardi vivo mentre muore.... molto forte!
Ma, a mio avviso, anche la parte in cui sottolinei con forza...quel volto serio che a stento trattiene il godimento del giudizio... perchè non c'è nulla di più vero e di più sentito.

Dato il tuo stile volevo chiederti un suggerimento: con che giudizio componi i tuoi versi? Te lo chiedo perchè mi capita di voler dire qualcosa che mi sembra "poetico" ma sfugge ai canoni della poesia stessa e quindi diventa più un racconto... non so se hai capito!

Ancora mille complimenti! Bellissima!
Principe
Inviato: 25/6/2004 8:34  Aggiornato: 25/6/2004 8:34
Just can't stay away
Iscritto: 14/11/2003
Da: La Svizzera Verde
Inviati: 305
 Re: Zeroazero
Carico di odio... odio profondo... l'odio migliore...

è odio mosso da amore...

si sente nelle parole, scivolar via e segnare i volti di questa poesia...

solo una cosa... zero a zero...

'sto odio finisce per pareggiare altro odio?

oppure è un modo di compensare... il bene...

a rileggerti
arzy
Inviato: 9/7/2004 16:19  Aggiornato: 9/7/2004 16:19
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 10/12/2003
Da: Piacenza
Inviati: 1917
 Re: Zeroazero
ho visto un uomo, la figura di un uomo avvalto in un tabarro nero, immane figura stagliata contro la luna, lanciare rombanti, roboanti, rindondandi, urlanti maledizioni che riempivano l'intera scena

stupendo

stupenda la spossatezza finale, la conclusione apparentemente affrettata che altro non è se non lo scaricamento d'energie dopo tanto urlante sfogo.

mi accodo agli elogi
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti103255
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 19 utente(i) online (3 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 19

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 10
Ieri: 27
Totale: 5656
Ultimi: AGLAundrea

Utenti Online:
Ospiti : 19
Membri : 0
Totale: 19
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it