logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



Letture Incrociate - Racconti : Sommergibili di carta
Inviato da dilaghi il 12/6/2004 16:00:40 (2075 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
Letture Incrociate - Racconti

Prima pubblicazione su OZoz.it: 12/6/2004
Racconto rimosso su richiesta di andrea dilaghi




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
lunagatta
Inviato: 12/6/2004 18:51  Aggiornato: 12/6/2004 18:51
Just can't stay away
Iscritto: 1/2/2004
Da: Monza
Inviati: 273
 Re: Sommergibili di carta

carino, davvero carino...
e molto pragmatico, anche...
Shoen
Inviato: 12/6/2004 23:42  Aggiornato: 12/6/2004 23:42
La principessa dei Saiyan
Iscritto: 2/11/2003
Da: Prateria australiana
Inviati: 3529
 Re: Sommergibili di carta
Lo sai che mi è piaciuto davvero? Forse il mio giudizio è "inquinato" per il fatto che questo scritto mi ricorda tantissimo una persona, però... Pur non essendo un vero racconto, nel senso che rivela solo un "flash", mi ha lasciato a bocca (e cuore) aperti. Il sapore un pò amaro, introverso e vagamente (impressione mia) cinico mi ha conquistata. Bravo.
Un unico consiglio: rivedi qualche virgola (quelle malefiche non mancano mai di nascondersi alla vista, durante le correzioni...). Non per niente, ma è un peccato che una imprecisione nelle pause rovini un piccolo lavoro così bello.
senza
Inviato: 13/6/2004 19:55  Aggiornato: 13/6/2004 19:55
Home away from home
Iscritto: 4/4/2004
Da: venezia
Inviati: 3123
 Re: Sommergibili di carta
un mondo dietro a queste poche righe, ci scorgo, fanno riflettere... bisognerebbe aprire una sezione chiamata: pensieri, dato che non può essere definito un racconto...
sembra tanto l'inizio di un film che si concluderà male...
ci scriverei un libro iniziando così
cosa volevi dire: credo, la gente non capisce, i genitori non capiscono, non tutto quello che facciamo ha un motivo, una logica, o avrà riscontri nel nostro essere futuro...
oppure è proprio tutto il contrario
ero un maschiaccio sono cresciuta romantica e paranoica, avrei voluto gooicare di più con le bambole che tanto adesso sarei triste lo stesso, ci avrei strappato le gambe
bello corto e d'effetto, come ho già detto, fa pensare.
hinao85
Inviato: 13/6/2004 23:25  Aggiornato: 13/6/2004 23:25
Home away from home
Iscritto: 8/6/2004
Da: Brescia
Inviati: 1471
 Re: Sommergibili di carta
complimenti!mai pensato a lavorare come bigliettinaio dei baci perugina??? A parte gli scherzi, è uno scritto molto bello e (come già detto) dà da pensare. Forse proprio per questo è migliore, perchè lascia appunto libero il lettore di adeguare l'esperienza personale al tuo scritto. Quindi ognuno ci si può rispecchiare. Complimenti! Hinao85
elianto84
Inviato: 14/6/2004 1:50  Aggiornato: 14/6/2004 1:50
Just popping in
Iscritto: 4/6/2004
Da: Pisa versus Vasto
Inviati: 14
 Re: Sommergibili di carta
Lo vedo troppo bene come incipit di un testo teatrale... sarà che mi sto appassionando al genere... Grande respiro merita grandi sviluppi, augh. La punteggiatura mi sembra a posto; meglio non lasciarsi prendere dalla smania di piantare virgole ovunque, è graficamente sgradevole e azzoppa sul nascere qualunque esercizio stilistico (in my opinion). Continua così che vai forte. A rileggerti.
vasco
Inviato: 15/6/2004 6:39  Aggiornato: 15/6/2004 6:39
Just popping in
Iscritto: 6/4/2004
Da:
Inviati: 21
 Re: Sommergibili di carta
L'infanzia non ignora la sua relazione con la morte; avverte la sua presenza perchè sa che dovrebbe essere l'elemento da lei più distante. Ciò trova conferma pure nei giochi dei bambini, che non sono ingenui nelle loro finte guerre, ma sono gli unici ad analizzare seriamente una barchetta di carta che affonda.
Un estratto immediato e riflessivo sul gioco al di là dei significati che gli esterni cercano di dargli.
solaris
Inviato: 18/6/2004 10:00  Aggiornato: 18/6/2004 10:00
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 4/4/2004
Da: Alcadia
Inviati: 2416
 Re: Sommergibili di carta
dilaghi
questo racconto
ha il pregio di farsi ascoltare
e muovere pensieri.

Il sommergibile è uno specchio in cui il riflesso
non capovolto,
disorienta
lasciando le parole
leggibili.

E' uno scritto sottile ed acuto
ma arioso e ben musicato.

Bene davvero.


A.
Banshee
Inviato: 19/6/2004 13:53  Aggiornato: 19/6/2004 13:53
Just popping in
Iscritto: 13/5/2004
Da: Firenze
Inviati: 14
 Re: Sommergibili di carta
Breve, semplice e toccante. Mi piace il sommergibile di carta, forse non sarà così, ma ho idea che ci si senta un pò esclusi a costruire sommergibili mentre tutti gli altri costruiscono aeroplani e barchette. Come li costruivi? Sarei curiosa di vederne uno. Mi ha colpito l'inizio, la prima frase, per questo l'ho letto. E' corto ma intenso. Un racconto breve dovrebbe essere questo. Avere un senso, comunicare di colpo un'emozione...Bravo!!!
fernet
Inviato: 25/6/2004 8:51  Aggiornato: 25/6/2004 8:54
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 18/12/2003
Da: Milano
Inviati: 311
 Re: Sommergibili di carta
bello, bello proprio. Di quelli che in dieci righe scatenano ridde di riflessioni ... perfetto per un tema di maturità (sarà un complimento? Mah...) e per descrivere le mie decisioni tra i 15 ed i 25 anni.. lo stamperò e lo darò a chi mi chederà perchè ho studiato economia e commercio e credo che questo sia proprio un complimento.
ranuncolo
Inviato: 27/6/2004 23:12  Aggiornato: 28/6/2004 7:14
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 12/3/2004
Da:
Inviati: 362
 Re: Sommergibili di carta
ciao dilaghi, sei proprio tu.

poetico
ironico
in questa, un tocco cinico

un sorriso ( amaro ) alla Manfredi.

che dirti d'altro?

che in questo brano, come sempre, commuovi,
fai riflettere, sorridere con la semplicità
disarmante di un candido del ventesimo secolo.
ineccepibile.
niabi
Inviato: 2/2/2005 20:21  Aggiornato: 2/2/2005 20:21
Home away from home
Iscritto: 3/7/2004
Da: dove sorge sempre il sole
Inviati: 969
 Re: Sommergibili di carta
Ogni tanto lo rileggo perché mi piace tantissimo, ero convinta di averti già lasciato il mio pensiero, invece no
È questa frase: “Ma io, in quel modellare aerei che cadono e barchette che affondano, non ci vedevo futuro.” che racchiude tutto e fa riflettere.
Hai cambiato nome a qualcosa che affonda lo stesso, anche le barchette si piegano di lato, a volte, e sempre affondano e s’inzuppano d'acqua. È come se questo bimbo abbia trovato un nome al suo “insuccesso”, così da non vederlo più come tale ma diverso da tutti gli altri, questo sì.
Anche non volendo, mi viene sempre in mente quel bimbo che nella pubblicità “cattura” l’aereo nella scatola. Mitico!
dilaghi
Inviato: 19/2/2005 9:36  Aggiornato: 19/2/2005 9:36
Quite a regular
Iscritto: 19/3/2004
Da:
Inviati: 105
 Re: Sommergibili di carta
Grazie a tutti dei commenti che alla fine diventano più corposi del testo. Quando si riesce a far pensare, a passare ad altri delle emozioni è sempre una soddisfazione. Questo racconto per me è un po' un condensato di quello che a volte si vede nello sguardo di certi bambini (e non solo) quando non riescono a essere all'altezza della situazione. Oppure, come mi piace pensare, quando credono di non esserlo.
Grazie ancora a tutti,
Andrea
strammaio
Inviato: 19/2/2005 13:51  Aggiornato: 19/2/2005 13:51
Home away from home
Iscritto: 21/10/2004
Da: Roma
Inviati: 882
 Re: Sommergibili di carta
Disincanto.
parlerei di disincanto e no ndi cinismo, parlerei della vista lunga di chi non dovrebbe avere - per il senso comune - le risposte e le idee chiare... e invece... sbalordisce...

Mi è piaciuto molto, mi piace i l fatto che il sommergibile sia proprio di carta (poteva essere di lego!)... perchè per noi la carta non è un materiale come un altro, è il campo per seminare noi...
cicala
Inviato: 26/2/2005 21:45  Aggiornato: 26/2/2005 21:49
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 28/12/2004
Da:
Inviati: 48
 Re: Sommergibili di carta
Questa tua prosa perfetta mi ha richiamato un mio testo di qualche tempo fa. Lo allego.

Se immergi qualcosa di dritto, si spezza senza rumore o dolore apparente; lo togli e ritrova salute, tranne che gronda non poco.
Inutile tentare di nuovo per scoprire ove nasca l'errore: l'arto, il bastone si curvano sempre, e sempre ritrovano a secco la linea di prima.
Niente da fare: meglio cercare un legno piegato, e sperare che l'acqua lo sani.
arzy
Inviato: 26/2/2005 22:21  Aggiornato: 26/2/2005 22:21
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 10/12/2003
Da: Piacenza
Inviati: 1917
 Re: Sommergibili di carta
davvero straordinaria la capacità di condensare in poche righe un senso profondo che rivela il carattere del bimbo furbetto capace di andare oltre il consueto, oltre la regola del così fan tutti

intenso, profondo, ti strappa l'ammirata riflessione
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti2186518
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 48 utente(i) online (4 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 48

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 21
Ieri: 99
Totale: 6220
Ultimi: TwilaBeard

Utenti Online:
Ospiti : 48
Membri : 0
Totale: 48
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it