logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



Letture Incrociate - Poesie : Versi sciolti
Inviato da Signorina il 30/5/2004 22:00:43 (2029 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
Letture Incrociate - Poesie

Io che non sono più
in questi versi sciolti.
Occhi da vagabondo
cuore randagio.

Lacrime di sale sulle labbra
pelle bruciata dal sole.
Piedi scalzi
corro
deserti sassosi.

Canto il bisogno di esser viva!




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Gabraz
Inviato: 31/5/2004 12:35  Aggiornato: 31/5/2004 12:37
Just can't stay away
Iscritto: 27/2/2004
Da: Venezia
Inviati: 285
 Re: Versi sciolti
L'incapacità di identificazione in ciò che si scrive, oppure la difficoltà a scrivere qualcosa che realmente ci rappresenti e ci dica/mostri chi siamo
(veramente)...Versi sciolti e lontani anche dal proprio autore, dalla mano che li ha creati quindi?Se sì un bel tentativo (direi riuscito) di metaletteratura, se no...be' solo l'esigenza di sfogare nella poesia ciò che di triste e doloroso si ha dentro.
Queste sono le chiavi di lettura che ho raccolto tra i tuoi versi, magari sono azzeccate, magari (ed è l'ipotesi più probabile) non lo sono; comunque sia mi sembra un buon lavoro.

alla prossima

Gabraz
Signorina
Inviato: 31/5/2004 13:15  Aggiornato: 31/5/2004 13:15
Home away from home
Iscritto: 13/9/2003
Da:
Inviati: 589
 Re: Versi sciolti
Grazie Gabraz per il tuo commento. Avrei voluto anticipare io, ma non ce l’ho fatta.
E’ semplicemente una poesia (poesia???) che mi è tornata in mente stimolata dal post di spenny: “Se non mi vedi vuol dire che non esisto”.
Nessuna metaletteratura.
Uno sfogo, di sicuro. Ma è un canto di speranza, piuttosto.
“Io che non sono più” non è un annientamento, un non-riconscersi, ma un piuttosto superarsi e superare ciò che all’umano fa male e andare oltre. E nonostante “il male di vivere” (prendo in prestito un termine che mi è caro) che sfianca spesso il nostro terreno pellegrinaggio, riscoprire che c’è sempre la possibilità di alzarsi vittoriosi sul dolore e cantare, nonostante tutto, il “bisogno di essere vivi”

Grazie ancora per il commento. E’ interessante vedere le mille possibili interpretazioni a cui si prestano le parole, secondo gli occhi e l’anima di chi li legge.
A presto
solaris
Inviato: 31/5/2004 13:36  Aggiornato: 31/5/2004 13:36
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 4/4/2004
Da: Alcadia
Inviati: 2416
 Re: Versi sciolti
non amo la scrittura che è sfogo.
Un mio caro docente utraottantenne l'attaccava duramente perchè vi vedeva chiusura, ripiegamento, resa al mondo.

Espressione opposta alla comunicazione responsabile dell'arte.

Non mi sembra però sia così nel tuo caso.
In fin dei conti i versi sono ingenui, disarmati e personali, ma anche aperti.
Beh che dire..
Indulgo nella tentazione di non dirti nient'altro.


A.
matemati
Inviato: 31/5/2004 23:07  Aggiornato: 31/5/2004 23:08
Home away from home
Iscritto: 13/1/2004
Da: Firenze
Inviati: 1790
 Re: Versi sciolti
Ho letto il tuo commento Signorina, e per quanto mi riguarda hai reso l'idea. Ci ho sentito un alternarsi di sofferenza e speranza, un cadere e rialzarsi che è (o dovrebbe essere) una ripetizione costante nella nostra vita.
Bello il contrasto tra le sensazioni spiacevoli (lacrime salate, sassi che fanno male ai piedi,...) e quelle di vitalità (la corsa ).
Mi piace!
G
Inviato: 1/6/2004 14:29  Aggiornato: 1/6/2004 14:29
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 22/10/2003
Da:
Inviati: 293
 Re: Versi sciolti
Ciao signorinella, il mio personalissimo parere da poche lire, in poche righe:
1. perfetta (o quasi) la prima quartina, sia in termini di senso che forma
2. meno convincente la seconda strofa, a mio avviso potresti lavorarci un po' su per trovare qualche immagine originale e un po' di compattezza nella forma
3. didascalico il verso finale, il messaggio però lo avrei fatto esprimere dall'insieme della poesia piuttosto che da un verso esplcito.

continua così, ciao
g
Principe
Inviato: 3/6/2004 8:22  Aggiornato: 3/6/2004 8:22
Just can't stay away
Iscritto: 14/11/2003
Da: La Svizzera Verde
Inviati: 305
 Re: Versi sciolti
Una continua lotta per vivere... ci vedo stupende immagini cariche di speranza e di forza... un affrontare e non affondare nonostante tutto...

bella veramente.
SweetyMoon
Inviato: 4/6/2004 9:23  Aggiornato: 4/6/2004 9:23
Home away from home
Iscritto: 3/5/2004
Da:
Inviati: 585
 Re: Versi sciolti
devo dire che la tua poesia mi è piaciuta. Pur nella sua semplicità rende l'idea delle emozioni che volevi esprimere. a me le poesie-sfogo piacciono, perché, forse, solo nel momento in cui si è pieni di qualcosa (rabbia, gioia, tristezza) si può dare ancora più forza a ciò che si esprime.
arzy
Inviato: 5/6/2004 11:07  Aggiornato: 5/6/2004 11:07
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 10/12/2003
Da: Piacenza
Inviati: 1917
 Re: Versi sciolti
E dopo aver letto la tua poesia esco dal sito e me ne vò per la città a viver la mia vita confortato ed accompagnato dal tuo canto rabbiosamente attanagliosamente abbarbicato lungo la costa che sala alla vetta della vita.

giudizio in una emozione: entusiasmante.
Autie76
Inviato: 7/6/2004 21:40  Aggiornato: 7/6/2004 21:40
L'iscritto più vecchio di OZoz
Iscritto: 18/8/2003
Da: Far West
Inviati: 600
 Re: Versi sciolti
Ciao Signorina,
come è già stato fatto notare la prima quartina possiede una dote d'intensità sconosciuta al resto della tua opera.
Cercherei, se fossi in te, di non dire certe cose ma di farle provare.
" Canto il bisogno di essere viva" è quello che noi tutti facciamo, inconsciamente a volte, quando decidiamo di scrivere.
" Lacrime di sale sulle labbra
pelle bruciata dal sole."
Non sono immagini prive di emozioni ma mi appaiono troppo scontate, poco intense se capisci che intendo.
Prova a scavare di più nelle tue emozioni.
Comunque s'intuisce che vuoi comunicare qualcosa di profondo.
A presto.
Occhidigatto
Inviato: 8/6/2004 6:59  Aggiornato: 8/6/2004 6:59
Just popping in
Iscritto: 14/2/2004
Da: Roma
Inviati: 6
 Re: Versi sciolti
questa poesia mi ha lasciato qualcosa anche se forse la fine è un pò troppo brusca.
Cmq mi ha trasmesso una bella emozione, quell'emozione che si prova nel cercare se stessi
in una poesia.
Eagle
Inviato: 24/6/2004 13:51  Aggiornato: 24/6/2004 13:51
il pennuto di OZoz
Iscritto: 27/12/2003
Da:
Inviati: 977
 Re: Versi sciolti
Di solito questo genere di malinconia è tipico di chi resta a piedi e deve farsi tanti chilometri in un territorio terribile e sconosciuto. Allora si che vengono fuori dei gran momenti di poesia (è accaduto pure a me). Si vede chiaramente la sofferenza per qualcosa di banale e avverso, la molla poetica è saltellante e coinvolge ampi spazi della natura umana. Scritto così di fretta hai lasciato qualche errore ortografico, ma la fretta ti ha coinvolto anche in un limpido abbraccio di situazioni che si mescolano diverse fra loro.
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti7374
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 56 utente(i) online (11 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 56

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 7
Ieri: 8
Totale: 5529
Ultimi: CarmelTreg

Utenti Online:
Ospiti : 56
Membri : 0
Totale: 56
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it