logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



Letture Incrociate - Racconti : Ventitreagostoduemila
Inviato da oriana il 3/5/2004 22:13:56 (1393 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
Letture Incrociate - Racconti

Avevi un’enorme valigia con le rotelle. Tutto lì dentro era stato piegato con cura, posto e riposto tante volte, tutto in perfetto ordine, meglio equilibrare i lati per poterla chiudere senza rompere la cerniera. La lista delle cose da portarti avevi cominciato a compilarla una settimana prima, la tenevi sul comodino con la tua penna accanto, di tanto in tanto scrivevi, pantaloni bianchi, blu, beige, poi polo rossa, a righe, camicia blu, mutande.

Tua madre aveva lavato e stirato tutto già da tre giorni. Avevi preparato naturalmente il sacchettino per la biancheria sporca, quello per il costume bagnato e due teli da mare, per alternarli nel caso in cui uno dei due fosse umido. Un’altra borsa più piccola la portavi a tracolla. Lì avevi altre due paia di mutande, lo spazzolino e il dentifricio. Mi hai insegnato col tempo che può capitare di perdere la valigia, ed è sempre meglio avere un ricambio di biancheria a parte.
Non sapevi che da quella stretta di mano, non ci saremmo più separati. Ti odiavo perché mi imbarazzavi, non facevo che dirti che eri troppo stupido, tu ti arrabbiavi e ricambiavi e andavamo avanti per ore, batti e ribatti.
Eravamo diciotto in gita, speravo sempre di capitare a pranzo nel tuo tavolo. Ti ricordi quando assaggiai il peperone verde e lungo? Diventai bordeau, mi sentivo esplodere, e tu ridevi a crepapelle e continuavi a prendermi in giro. Gli occhi mi lacrimavano, sentivo un fuoco in gola, però mi divertivo a guardarti ridere. Ti insultavo perché non mi versavi da bere e tu continuavi piegato in due a piangere dal ridere.
E la sera del karaoche? C’era un palco in cui gli animatori si alternavano per far divertire la gente del villaggio. Stavano improvvisando una gara di canto quando chiesero al nostro gruppo un rappresentante disposto a cantare Albachiara. Bastò questo per creare il panico nel gruppo, solo Sandro poteva affrontare una prova simile. No, lui non voleva andare. Nessuno voleva andare. Ancora ora ripensandoci non riesco a capire dove hai trovato la forza di alzarti, salire su quel palco, prendere il microfono e cantare Albachiara. Le tue note un’ottava più alte della base si arrampicavano tra le parole, ma tu non demordevi. Avevi una bella voce, calda e forte. Io sulla mia sedia bianca ridevo imbarazzata e battevo le mani perché ti ammiravo per quello che stavi facendo. La stecca “sei fresca come l’aria” fu accolta da un’ovazione spettacolare. Per me eri già un campione.
Il villaggio turistico di Sharm era enorme, strade, stradine, viuzze. Il pomeriggio, cotti dal sole, ci incamminavamo mogi-mogi a cambiarci, ognuno nelle proprie camere, la tua era accanto alla mia. Quel pomeriggio avevamo scherzato in spiaggia tutti insieme fino a tardi, era l’ultima giorno di gita, la parola d’ordine era stasera-tutti-eleganti. Mi lasciasti davanti alla mia camera, prendendomi in giro, dicevi che sicuramente mi sarei vestita di paillettes! Chiudendo la porta ridevo già, pregustando l’espressione del tuo volto quando saresti passato a prendermi. Ero impaziente mentre mi infilavo la mia canottiera, l’avevo comprata in un bel negozio, mi era proprio piaciuta, era elegantissima. Era rosa e c’era un coprispalle abbinato, anch’esso rosa, di taffettà, che si annodava vicino alla spalla! La gonna lunga nera aveva delle striscette lucide in verticale che la rendevano particolarmente elegante. Una telefonata mi annunciò che stavi per passare. Canticchiavo tra il mascara e il rossetto per non ridere. Mi guardavo allo specchio in continuazione. Ricordo ancora i tuoi occhi appena aprii la porta. Lo so, ero uno splendore con quella canottiera… tempestata di paillets! Cercavo di fare l’offesa perché non facevi che ridere, ma le tue risate erano troppo contagiose. Da allora cominciammo a ridere insieme.




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
solaris
Inviato: 4/5/2004 12:59  Aggiornato: 4/5/2004 12:59
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 4/4/2004
Da: Alcadia
Inviati: 2416
 Re: Ventitreagostoduemila
cara oriana
cercherò di essere diretto.
Ho avuto difficoltà a leggere questo racconto fino alla fine ed ero in dubbio se scriverti la mia opinione.
Poi ho pensato che alla fine i commenti possono essere per tutti un'occasione di confronto.
Allora cerco di avventurarmi con un po' di pudore in questo commento, sperando di non urtare in alcun modo la tua sensibilità.

Forse la chiave per interpretarlo era l'ironia.
Spero che fosse una descrizione ironica delle impressioni futili e passeggere in vite plastificate e poco interessanti.
Se così è avrei calcato di più la mano perchè non sembrasse al contrario un racconto da interpretarsi letteralmente.

Se così fosse invece, se fosse l'inizio di un innamoramento quello che descrivi in senso stretto, allora la mia difficoltà a sentire questo racconto è sostanziale.
Non so, davvero, non mi dice niente perchè è probabile che il contesto, le descrizioni, gli oggetti soffochino i gesti, le riflessioni, i movimenti.
Dentro una busta, fastidiosa, rumorosa.

Perdonami se non sono stato capace di entrare nelle righe che hai scritto.

alla prossima!

A.
criscia
Inviato: 4/5/2004 19:56  Aggiornato: 4/5/2004 19:56
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 1/1/2004
Da:
Inviati: 349
 Re: Ventitreagostoduemila
ciao oriana! il tuo racconto a me non è dispiaciuto. è scritto in modo semplice ed è molto dolce. certo, forse un pò lineare, senza troppi atifizi o costruzioni di periodi, ma comunque amabile per quanto mi riguarda.
ho solo un rimprovero : la punteggiatura; sei ancora debole sotto questo aspetto (lo sono molto anche io), ma una volta imparata quella, la lettura risulta molto più semplice. ho notato molte distorsioni soprattutto nella lista della roba da mettere in valigia, in cui andava messo il due punti e dove ci sono delle virgole da rimettere apposto fra la lista dei vestiti. se rileggi con calma te le accorgerai anche te
ciao cri
dilaghi
Inviato: 5/5/2004 6:52  Aggiornato: 5/5/2004 6:52
Quite a regular
Iscritto: 19/3/2004
Da:
Inviati: 105
 Re: Ventitreagostoduemila
Nemmeno a me dispiace questo racconto nela sua semplicità. Sembra una storia raccontata a bassa voce, con tanta cura dei dettagli e dove riesci a cogliere il momento di inizio di innamoramento fatto di complicità-rivalità, simpatia e non poca dolcezza. Insomma, l'inizio di un amore vissuto in modo solare, non tormentato e contorto. Certo, quello che si scrive può non piacere a tutti, ma un racconto è fatto da chi lo scrive e un po' anche da chi lo legge.
matemati
Inviato: 5/5/2004 22:56  Aggiornato: 5/5/2004 22:56
Home away from home
Iscritto: 13/1/2004
Da: Firenze
Inviati: 1790
 Re: Ventitreagostoduemila
Prendiamolo com'è questo racconto: l'inizio di una storia d'amore, fra giovani mi par di capire, quando ancora tanti particolari "leggerini" sembrano molto importanti. Fa tenerezza in fondo. E mi piace il tema conduttore del "ridere", prima l'uno dell'altro, poi insieme.
(Se poi i protagonisti non fossero tanto giovani...beh sarebbe un altro paio di maniche )

Attenzione all'ortografia però, specie delle parole straniere: BORDEAUX, KARAOKE, etc.!
fernet
Inviato: 6/5/2004 8:13  Aggiornato: 6/5/2004 8:13
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 18/12/2003
Da: Milano
Inviati: 311
 Re: Ventitreagostoduemila
mah... ma lasci molte cose un pò lì: quanti anni hanno (più o meno...)? Sono in gita scolastica o si sono conosciuti alla partenza?
La cosa peggiore: il villaggio di Sharm col Karaoke ! So che sono razzista, ma la combinazione villaggio+karaoke usato in modo non ironico mi provoca eruzioni cutanee ...
La cosa migliore: la descrizione della valigia di lui è molto acuta e ben fatta ...
Hai occhio: riparti da lì.
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti226193
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 53 utente(i) online (7 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 53

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 22
Ieri: 36
Totale: 5647
Ultimi: churchdram

Utenti Online:
Ospiti : 49
Membri : 0
Totale: 49
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it