logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



Pagina (1) 2 3 4 ... 6 »
Letture Incrociate - Racconti : Passi
Inviato da lunagatta il 19/4/2004 22:22:15 (1828 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
Letture Incrociate - Racconti

I rumori sono strani. A volte, per due persone diverse, lo stesso suono può apparire come la più dolce delle melodie, oppure come un orribile fastidio. O anche, nella stessa persona, lo stesso rumore può suscitare reazioni completamente opposte, in due momenti diversi della vita. Quello che prima ci dava fastidio, all’improvviso può diventare addirittura confortante…

Come è successo per il russare del marito della vedova Faglia, del terzo piano. Prima lei era costretta a usare dei tappi per le orecchie, ma ora, me lo ha confidato lei stessa, ora che lui non c’è più, è l’unico suono che riesce a farla addormentare, se lo evoca nella testa…
Quando sopra al mio appartamento abitavano i Gasparotti, una coppia giovane con un bambino piccolo, i loro passi sopra la testa mi innervosivano. Questo anche perché erano molto rumorosi, soprattutto quelli di lei, che camminava per casa con zoccoli di legno ed era sempre di corsa, ma non solo per questo, credo…
Rompevano il mio silenzio, ecco.
Interrompevano i miei pensieri e non sapevo mai quando sarebbe successo, così potevano interrompere un brutto pensiero, ma anche uno bello e, se il primo sarebbe tornato sicuramente, dopo un po’, a tormentarmi, il secondo poteva essere perso per sempre…
Non avevo molti bei pensieri, prima, anche se Rosaria, la mia assistente sociale, mi diceva sempre che dovevo sforzarmi di averne più che potevo.
Però non era facile. Non era facile per niente.
Questo prima che i Gasparotti se ne andassero e al loro posto arrivasse lei.
E’ stato un lunedì mattina, solo due giorni dopo che finalmente, sopra di me fosse fatto silenzio. E’ arrivato un camion dei traslochi, non molto grande, quasi la metà di quello che aveva portato via la roba dei Gasparotti, che sembrava non finire più mentre la facevano scendere giù dalle scale...
Ci era voluta una giornata e mezza, per svuotare quel piccolo appartamento, ma è bastata una mattinata per portare su le poche cose di Maria Sole.
So come si chiama perché me lo ha detto lei. Non quel lunedì mattina, però. Allora ero solo riuscito ad intravederla dalla finestra, mentre discuteva con i trasportatori, con un foulard rosa pallido legato sui capelli, però mi ricordo che sono rimasto affascinato a guardare la sua roba…
C’erano strani mobili: dalla forma antica, ma dipinti di colori vivaci e decorati altrettanto vistosamente. Sembravano usciti da una favola, oppure arrivare da quei posti lontani, dove è estate tutto l’anno e sembra non esistere il grigio, da nessuna parte…
C’erano anche tre grossi quadri, tra le sue cose. Avrei tanto voluto poterli vedere, ma erano tutti e tre coperti con dei teli robusti.
Sono pronto a scommettere che anche i quadri sono allegri e pieni di luce come i mobili e come i vestiti di Maria Sole, quando la vedo uscire, tutte le mattine…
Da quel lunedì, i suoi passi, sopra la mia testa, sono il mio accompagnamento musicale quotidiano.
Sono leggeri, perché di solito cammina scalza, ma io li sento lo stesso, anche perché non faccio nient’altro, quando lei è in casa, quasi trattengo il respiro…
La sento quando si sposta da una stanza all’altra e immagino cosa sta facendo. A volte, per gioco, la seguo.
Il suo appartamento è esattamente identico al mio.
Una zona giorno, con cucina all’americana, di 5,7 metri per 4,2. Un bagno di 3 metri per 2,5 e una camera da letto di 3,1 metri per 3,8. Dimenticavo: un disimpegno di m.1,2 per 0,90.
Ho anche provato a misurare i suoi passi, con i miei, ma non è facile, basandosi solo con il rumore.
Però l’ho osservata camminare, in strada e, secondo me, non ho sbagliato di tanto. Fa dei passetti piccoli, anche perché non è molto alta, dev’essere circa sul metro e sessanta, però è slanciata e ben proporzionata. Ha i capelli lunghi e lisci, però li tiene sempre legati in modi bizzarri, almeno quando esce e porta spesso dei cappelli ancora più strani.
Forse è per questo, per il modo eccentrico con cui si veste, che gli uomini non si accorgono che è bellissima…




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
Pagina (1) 2 3 4 ... 6 »
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
lunagatta
Inviato: 21/4/2004 17:04  Aggiornato: 21/4/2004 17:04
Just can't stay away
Iscritto: 1/2/2004
Da: Monza
Inviati: 273
 Re: Passi
nessun commento?
è perchè nessuno mi conosce, oppure perchè il racconto è troppo lungo e i miei lettori sono morti tutti prima della metà, oppure vi ha fatto così schifo che l'unico commento possibile sarebbe stato "lascia perdere"??

matemati
Inviato: 21/4/2004 17:22  Aggiornato: 21/4/2004 17:22
Home away from home
Iscritto: 13/1/2004
Da: Firenze
Inviati: 1790
 Re: Passi
Per quel che mi riguarda, è solo perché l'ho appena visto, cmq l'ho salvato (ho dei testimoni ) e appena possibile lo leggerò e ti farò sapere.
Però che è un po' lungo è vero, forse "intimidisce" all'inizio: Abbi fede!
criscia
Inviato: 21/4/2004 19:32  Aggiornato: 21/4/2004 19:32
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 1/1/2004
Da:
Inviati: 349
 Re: Passi
ciao lunagatta. hai ragione, siamo degli scansafatiche ultimamente. ora lo stampo e domani lo commento. promesso. e non ti preoccupare per la lunghezza... qualche coraggioso prima o poi si trova: vedi me
cri
lunagatta
Inviato: 21/4/2004 19:59  Aggiornato: 21/4/2004 19:59
Just can't stay away
Iscritto: 1/2/2004
Da: Monza
Inviati: 273
 Re: Passi
grazie ai due primi coraggiosi...
Lo so che è lungo per gli standard del forum, ma pensate che finora non ho mai provato a mettere nulla sul sito, perchè non avevo niente di abbastanza corto: quello che ho scritto finora va dalle 150 pagine in su...
Credo di non essere molto una tipa da racconti, a volte sono partita con l'idea di una storia breve, ma poi mi sono svegliata intorno alla pagina 80 chiedendomi cosa volevo farne veramente,,,
comunque, mi auguro che succeda la stessa cosa a chi vorrà leggermi...
Grazie per l'impegno promesso e non vedo l'ora di leggere i vostri commenti.
matemati
Inviato: 21/4/2004 20:09  Aggiornato: 21/4/2004 20:09
Home away from home
Iscritto: 13/1/2004
Da: Firenze
Inviati: 1790
 Re: Passi
Ma è bellissimo! Sei riuscita a metterti completamente nei panni del protagonista, cosa tutt'altro che facile, e a costruire una storia emozionante tutta dal suo punto di vista. Il personaggio dell'autistico (o presunto tale) è rappresentato perfettamente, x quanto ne so io: sei un'esperta del settore o ti sei documentata?
Scusa se ho criticato la lunghezza a priori, lungo lo è, ma scorre benissimo e l'ho letto senza fatica. E al finale, manca poco che la lacrima non spuntava anche a me
Ottimo esordio!
lunagatta
Inviato: 21/4/2004 20:32  Aggiornato: 21/4/2004 20:32
Just can't stay away
Iscritto: 1/2/2004
Da: Monza
Inviati: 273
 Re: Passi
Sono felice che ti sia piaciuto, davvero contenta! Per rispondere alle tue domande, non sono un'esperta e non mi sono nemmeno documentata più di tanto (a parte Rain Man). Per questo infatti ho deciso che il protagonista non dovesse essere veramente autistico, perchè non volevo correre il rischio di "esagerare" con le possibilità di una persona realmente affetta da una malattia così grave e di darne un ritratto falsato...
Non volevo parlare dell'autismo, è soltanto che il protagonista mi è venuto così...
solaris
Inviato: 21/4/2004 21:09  Aggiornato: 21/4/2004 21:09
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 4/4/2004
Da: Alcadia
Inviati: 2416
 Re: Passi
ciao lunagatta, questo è il mio primo commento.
E sono un po' intimidito dalla cosa.
Comunque spero tu abbia piacere di essere così coinvolta nel mio..esordio.

Ho letto con piacere il tuo racconto e, se come intuisco dal post precedente possa essere questa una preoccupazione per te, non ho avuto alcuna difficoltà a leggerlo fino alla fine


Non amo un analisi tecnica in senso stretto. Cerco di offrirti una considerazione quanto più organica del testo che mi hai permesso di leggere.

Credo che tu abbia scritto ascoltando molto intimamente i passi di cui parli, ognuno di essi è facilmente percepibile e questo rende tutto..vivo. E' secondo me qualcosa da cui una buona scrittura non può prescindere. E qualcosa di molto prezioso, da alimentare a mio parere con la ricerca di una confidenza maggiore con l'articolarsi e svolgersi del pensiero, con le parole incerte e monche che spesso lo dicono. Cerca di dare ad esse l'ascolto che hai saputo dare ai simboli precisi e sensibili che così bene le oggettivano.
Forse i fogli si sporcheranno un po' ma un racconto allora spotrebbe risultare tremendamente, enormemente vivo.

Complimenti e buon lavoro!
..spero di non essere stato noioso o inadeguato!

A.
spenny
Inviato: 22/4/2004 9:55  Aggiornato: 22/4/2004 9:55
Home away from home
Iscritto: 29/1/2004
Da: Milano
Inviati: 600
 Re: Passi
Riesco solo a dire che vorrei saper scrivere così.

E' davvero molto bello, ben scritto, limpido. E poi è umano, a me piacciono molto le storie piene dei pensieri, più che delle parole dei protagonisti.

Da uno a dieci ti do 20.000! Cum Laude.
Brava
Spenny
lunagatta
Inviato: 22/4/2004 20:26  Aggiornato: 22/4/2004 20:28
Just can't stay away
Iscritto: 1/2/2004
Da: Monza
Inviati: 273
 Re: Passi
Solaris, ti assicuro innanzitutto che non sei stato noioso!
Però non sono sicura di aver capito bene quello che hai voluto dirmi...
Se il tuo appunto è del tipo: buone le intenzioni ma potevi linguisticamente articolarle meglio, ti rispondo che la cosa è un po' voluta, nel senso che, avendo scelto di raccontare la storia in prima persona, come leggendola dalla mente di una persona che ha grossi blocchi nella testa, per forza di cose ho dovuto mettere dei "non so", di fronte a delle emozioni che lui non sapeva o non voleva affrontare. Come dire che le parole che mancano sono quelle che il protagonista non riesce a pensare...
Questo non per "giustificarmi", solo per chiarire meglio, sempre che io abbia ben capito la tua critica, cosa di cui non sono affatto sicura...
In ogni caso grazie per avere scelto il mio racconto come "battesimo" per i tuoi commenti!
Spenny, mi fai arrossire...
grazie di cuore!
solaris
Inviato: 23/4/2004 0:03  Aggiornato: 23/4/2004 0:03
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 4/4/2004
Da: Alcadia
Inviati: 2416
 Re: Passi
ciao lunagatta..
felice di non essere stato noioso.
Spiacente di esser mancato in chiarezza e cerco di riparare.
Il mio appunto non era strettamente linguistico..o meglio..
Volevo dirti che secondo me avresti potuto ascoltare maggiormente i pensieri spezzati e dare ancora più spazio a quei non so, a quelle fughe del pensiero che si spezza e si sporca in pause e digressioni. Proprio ciò che, mi rendo conto dalla tua risposta, hai provato a fare giustamente in accordo a un discorso in prima persona, ecco..l'avrei fatto con intensità e frequenza ancora maggiore. forse ci rimette la fluidità della narrazione, indubbiamente. Ma è a mio parere un rischio che puoi correre, perchè controlli bene la tua scrittura.

Ti ringrazio molto per l'attenzione a ciò che ti ho scritto e alla prossima.

Buonanotte.

A.
fiorderica
Inviato: 24/4/2004 12:42  Aggiornato: 24/4/2004 12:42
Vincitore I OzTorneoZen
Iscritto: 8/1/2004
Da:
Inviati: 879
 Re: Passi
Questo racconto è perfetto, nella forma, nel lessico, nelle pause, nei contenuti !!!!!
Hai usato una bellissima delicatezza; hai reso i tuoi personaggi vivi e palpitanti dall'inizio alla fine. Ho avuto l'impressione di conoscerli tutti!
Come spesso mi accade per racconti coinvolgenti, mi hai lasciato il gusto di saperne di più!
Sei bravissima, lunagatta!! Complimentoni !!!!!
erica
criscia
Inviato: 24/4/2004 15:33  Aggiornato: 24/4/2004 15:33
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 1/1/2004
Da:
Inviati: 349
 Re: Passi
sono tremendamente in ritardo e me ne scuso lunagatta (probelemi di tempo), però sono contentissima di averlo letto e mi associo a fiorderica. che dire? è veramente molto bello. sotto tutti i punti di vista. ho solo da imparare.
brava!
cristina
giudil
Inviato: 25/10/2004 17:00  Aggiornato: 25/10/2004 17:00
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 16/7/2004
Da:
Inviati: 201
 Re: Passi
Forse è un mio limite, perché magari sono abituato a leggere schifezze (dico quelle comprate in libreria, eh), ma in un racconto così non trovo critiche da farti.
Allora per non scadere nella pura adulazione ti dico che cosa mi è piaciuto di più.
- I personaggi principali sono perfetti, sono veri, tridimensionali, hanno peso (e leggerezza nel caso di Maria Sole). Mi fa impazzire come Andrea fa i suoi esercizi di autocontrollo, quando recita il condominio o le citazioni di Wilde. E' bellissima la caratterizzazione psicologica che nel caso della ragazza si sostanzia nei comportamenti e addirittura nella leggerezza del... trasloco.
Anche nel caso di Andrea in cui è difficilissimo non (s)cadere nei luoghi comuni o nei modelli il personaggio è tratteggiato in maniera delicata, senza sfruttare morbosità, la tragicità della sua infanzia è elegantemente posta in ombra, riportata opportunamente in terza persona dalle confidenze di Rosaria (grande artificio, ma ci hai pensato o ti è venuto così?).
Anche il linguaggio. Un'altra difficoltà enorme da superare, farne la voce narrante ma doverlo rendere obbediente alle regole della sua condizione psicologica. Naturalissimo.
La prosa scorrevole senza eccedere in confidenzialismi, ma colorita nei punti cruciali.
Sono fortunato perché il mio amore per la lettura mi impedisce di essere invidioso

Complimenti.
Giu
Lupa
Inviato: 25/10/2004 17:46  Aggiornato: 25/10/2004 17:47
Quite a regular
Iscritto: 15/2/2004
Da:
Inviati: 139
 Re: Passi
E' un racconto coinvolgente e delicato insieme, ha lo stile calibrato e asciutto di Craver, si insinua lentamente in chi legge e, alla fine dà la sensazione che il cuore, o la mente, abbiano fatto un passo avanti.
E' una di quelle cose, poche, che possono "entrare a far parte dell'esperienza di un lettore", come ha detto benissimo Hemyngway.
Complimenti!

Lupa
buba76
Inviato: 25/10/2004 23:11  Aggiornato: 25/10/2004 23:11
Not too shy to talk
Iscritto: 18/5/2004
Da:
Inviati: 56
 Re: Passi
Bene, mi asciugo gli occhi e comincio:
mi hai fatto palpitare il cuore per tutte e sei le pagine.

Sei riuscita a dare voce ad un uomo fragile e profondo, hai tratteggiato la sua storia senza spenderti in inutili rievocazioni, hai creato una donna lieve e profumata, di cui il mondo è ricco (ma pochi se ne accorgono).

E' un argomento che mi tocca molto, in Andrea ho rivisto molte persone incontrate nella mia vita.

Continua così, leggerti è sempre un momento speciale
B.
dilaghi
Inviato: 26/10/2004 9:02  Aggiornato: 26/10/2004 9:03
Quite a regular
Iscritto: 19/3/2004
Da:
Inviati: 105
 Re: Passi
Delicato e forte nello stesso tempo, è questa la sensazione che resta dopo averlo letto. Sinceramente non trovo nemmeno io consigli da dare o suggerimenti, mi pare che ci sia solo molto da imparare, almeno nel mio caso, da questo stile lineare e preciso, da questo esporre le emozioni in modo credibile ed efficace.
Insomma, uno di quei pochi testi che ti viene di dire "vorrei averlo scritto io". Complimenti, e a rileggerti
Andrea
lunagatta
Inviato: 26/10/2004 19:22  Aggiornato: 26/10/2004 19:22
Just can't stay away
Iscritto: 1/2/2004
Da: Monza
Inviati: 273
 Re: Passi
Ma cos'è il mio compleanno? ?
Che bello questo "ripescaggio", grazie a tutti !
Per Giudil: un ringraziamento particolare per quello che mi hai fatto vedere in questo racconto che era sfuggito persino a me.
La "trovata" di Rosa non è stata meditata, semplicemente si è generata da sola, come l'unica possibile. Andrea non è certo uno che si piange addosso, non poteva certo sbrodolare la sua vita addosso alla ragazza dei suoi sogni...
Giu, Lupa, Buba e Dilaghi: grazie davvero. Se le mie parole vi hanno dato delle emozioni, credetemi, ora siamo pari .
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti14172
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 46 utente(i) online (9 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 46

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 14
Ieri: 10
Totale: 5535
Ultimi: CorineSchw

Utenti Online:
Ospiti : 46
Membri : 0
Totale: 46
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it