logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



Letture Incrociate - Poesie : Color seppia
Inviato da Autie76 il 23/3/2004 20:41:36 (1535 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
Letture Incrociate - Poesie

Cresce edera, tra mura e calcinacci,
poco più a monte.
La Grande Villa riposa adagiata sul colle.
Il vento intona cadenze di valzer e
danzano foglie secche.
La vecchia inferriata sbieca
non più risplende orgogliosa e fiera.
La polvere s’accumula sul gazebo delle feste.
Ruggine corrode il nostro tempo tormentato.

Attenti agli scalini pericolanti!
Sono solo quattro,
ma assai cedevole è quel granito.

Ballano coppie, splendidamente abbigliate,
nell’ampio salone.
“ In circolo signori, prego.
Attacchi il violino e risuoni la grancassa!”
Ultima danza:
l’alba è ormai prossima.
Nelle stanze, ora vuote, cigola un’imposta.
Ombre scivolano silenziose nei lunghi corridoi.
S’insinuano risalendo la maestosa scalinata
che, biforcandosi ai lati, negli appartamenti conduce.
“ Abbiamo conosciuto tempi migliori, amici miei.”
Sorge il sole, issandosi a fatica fra i monti.

Tempo d’uomini,
tempo di musica,
tempo di sogni,
tempo impietoso.

Mi guardano, interroganti, i loro volti supplicanti.
Color seppia d’un vecchio dagherrotipo.




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Principe
Inviato: 23/3/2004 22:37  Aggiornato: 23/3/2004 22:37
Just can't stay away
Iscritto: 14/11/2003
Da: La Svizzera Verde
Inviati: 305
 Re: Color seppia
L'inizio è una stupenda fotografia... si parte dall'edera sul muro e si sale ... si sale fino a scorgere "La Grande Villa riposa adagiata sul colle" e li in alto ecco il vento che muove le foglie di un autunno che ha già fatto dimenticare le feste estive...

Una parabola del tempo che "impietoso" ci consuma...

Una poesia da gustare, lenta scorre leggera e il lessico ricercato ne addolcisce il contenuto...

mi è piaciuta...
matemati
Inviato: 23/3/2004 23:30  Aggiornato: 23/3/2004 23:30
Home away from home
Iscritto: 13/1/2004
Da: Firenze
Inviati: 1790
 Re: Color seppia
Bello. Il senso del tempo che corrode tutto, gli uomini e le cose. Ma le cose restano, pur cadenti, gli uomini spariscono lasciando solo, nella migliore delle ipotesi, il loro ricordo (ombre e vecchie foto). Mi hai fatto pensare a questo.
E mi hai ricordato la canzone del "Signore di Baux".
Non sono abbastanza esperto da darti suggerimenti tecnici, posso solo dirti che il sentimento c'è tutto.
riana
Inviato: 25/3/2004 19:32  Aggiornato: 25/3/2004 19:32
Just can't stay away
Iscritto: 26/1/2004
Da:
Inviati: 491
 Re: Color seppia
Una poesia-prosa dai versi ritmati, pare che danzino anche quelli al suono dei violini.
Un'atmosfera di antiche dimore della borghesia nobile, non specifichi il periodo storico, ma dall'andamento romanticista della poesia, sembrerebbe una sera di fine Ottoccento.
Nostalgie di tempi antichi appartenuti ai nostri avi... Una retorica sciolta e fine, fregiata da vocaboli e frasiben accoppiati. si direbbro senzsazioni evocate da una vecchia fotografia, qui l'animo dell'autore esce fuori.
Riana
Lupa
Inviato: 26/3/2004 11:15  Aggiornato: 26/3/2004 11:15
Quite a regular
Iscritto: 15/2/2004
Da:
Inviati: 139
 Re: Color seppia
Trovo molto suggestiva questa poesia per l'abile evocazione di un'atmosfera "gattopardesca" e per il senso di irrimediabile perdita che il ricordo comunica. Dal punto di vista tecnico mi ha colpita l'elegante facilità con cui hai giocato sui due piani temporali contrapposti del passato e del presente. complimenti!
fiorderica
Inviato: 26/3/2004 13:48  Aggiornato: 26/3/2004 13:50
Vincitore I OzTorneoZen
Iscritto: 8/1/2004
Da:
Inviati: 879
 Re: Color seppia
Versi delicati e dedicati al tempo, al suo srotolarsi ciclico. Ne cogli il languore, ne provi soffice malinconia che si colora pallidamente come le sfumature del tempo (...color seppia d'un vecchio dagerrotipo). Tutto evapora nei suoni e dai volti, ma persiste nell'"edera che cresce fra mura e calcinacci"; "nella ruggine che corrode il nostro tempo tormentato" .
Questo... è per te, Autie76 !

erica
Eagle
Inviato: 26/3/2004 19:01  Aggiornato: 26/3/2004 19:01
il pennuto di OZoz
Iscritto: 27/12/2003
Da:
Inviati: 977
 Re: Color seppia
Meglio di un autoscatto. Ho visto la bianca villa, vecchia di secoli e intaccata dalle erbacce. Residenti e ospiti sono ormai un cumulo di polvere e qualche fotografia rimasta ne svela i volti, la profondita´dello sguardo, i costumi dell´epoca. Ho l´impressione che tu ti immedesimi in un loro lontano discendente parecchie generazioni piu´avanti, tornando all´antico splendore di famiglia. Mi hai regalato queste impressioni e non e´cpsa da poco, bravissimo!
Shelly
Inviato: 31/3/2004 0:22  Aggiornato: 31/3/2004 0:22
Home away from home
Iscritto: 3/1/2004
Da: ancona
Inviati: 1618
 Re: Color seppia
Non so caro Autie. Sono dei bei versi, ma non riesco a capire la sensazione che mi lasciano perchè sono un pochino confuse tra loro le immagini e le emozioni che emani...come se proiettassi troppo velocemente alcuni momenti chiave della poesia.
Ad esempio il contenuto, cioè lo scorrere del tempo, io l' ho afferrato all' ultima strofa e non sono riuscita a godermi a fondo la poesia.
arzy
Inviato: 1/4/2004 23:06  Aggiornato: 1/4/2004 23:06
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 10/12/2003
Da: Piacenza
Inviati: 1917
 Re: Color seppia
Credo, per il mio sentire, di essere di fronte ad uno dei migliori pezzi del mese, se non il migliore in assoluto

suggestivo, evocativo, avvolgente, romantico e soprattutto drammaticamente, intensamente, profondamente, commoventemente, strappalacrimente, filosoficamentecondensanteilsensodellavitascorrente

tutto questo io l'ho visto al Faro Blu, locale all'aperto dove giovani coppie degli anni cinquanta ancora ballano un liscio carico di ricordi sulla pista annessa al cortile della vecchia cooperativa sociale di periferia

non so che dirti sei entrato dritto nel mio immaginario vissuto profondo suscitandomi spontanee intensissime emozyoni

non ho parole, caro luca: grazie
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti285524
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 67 utente(i) online (9 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 67

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 2
Ieri: 91
Totale: 6225
Ultimi: OmerFolsom

Utenti Online:
Ospiti : 67
Membri : 0
Totale: 67
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it