logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



Letture Incrociate - Poesie : La luna e i falò
Inviato da Lupa il 4/3/2004 22:14:54 (3669 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
Letture Incrociate - Poesie

Guardo le Langhe in fotografia:
prati e noccioli sono gli stessi
del mio quindicesimo compleanno,
un giorno di agosto.
E ricordo te, amica, che sorridi
tenendo in mano la racchetta,
mentre il miracolo di un'istantanea
mi consegna la tua essenza.

Lo sgomento di amare,
il desiderio bruciante, punito,
oh, la pena di crescere.
Sui prati, allora, io e te
e i falò come stelle nell'aria.
Ma la luna, la luna,
poche cose conosco spietate
come la luna sulle Langhe.
Io ti volevo, con la carne,
come l'uomo vuole la donna
nell'anima e nel corpo,
con dolcezza e con furia animale.
con dolore capivo
che vuol dire da adulti esser soli.




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
fiorderica
Inviato: 4/3/2004 23:17  Aggiornato: 4/3/2004 23:18
Vincitore I OzTorneoZen
Iscritto: 8/1/2004
Da:
Inviati: 879
 Re: La luna e i falò
Struggente e bellissima la seconda parte, probabilmente conseguente all'immagine impressa nella foto, nella retina e nel cuore...
Grazie, Lupa!
erica
xamav
Inviato: 4/3/2004 23:28  Aggiornato: 4/3/2004 23:29
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 6/11/2003
Da: Pescara - Roma
Inviati: 1328
 Re: La luna e i falò
Ciao Lupa, innanzi tutto credo il richiamo a Pavese non sia casuale, o sbaglio?
Riguardo la poesia invece devo dire che rappresenti bene un tempo andato che viene riportato alla luce, bella l'immagine della fotografia (scusa il gioco di sensi), mi piace l'uso dei tempi nel finale della tua opera, gli consegna un moto perpetuo che lascia riverberi e malinconia.
Bello stacco dal presente che stempera in un attimo in situazioni tanto importanti e passate e che realizza il tempo incurante di noi stessi, che trascorre inarrestabile e insensibile

Massimo.
Shelly
Inviato: 5/3/2004 2:26  Aggiornato: 5/3/2004 2:26
Home away from home
Iscritto: 3/1/2004
Da: ancona
Inviati: 1618
 Re: La luna e i falò
Questa secondo me è migliore dell' altra che hai inserito.
Innanzitutto la prima strofa: è quella ch emi è piaciuta di più, sei riuscita a trasmettere con parole azzeccattissime e ponderate. Non ne aggiungerei o toglierei nessuna per esprimere meglio la tua sensazione di fronte alla fotografia.
La seconda è senza dubbio accattivante: un passato che forse no è passato perchè lo rivivi in maniera molto vivida e netta come se fosse ancora davanti a te.
O ancora il tempo non è trascorso per te e sei riuscita a dire quello che provi con lirismo o sei un' abile dissimulatrice, in ogni caso doti grandiose per chi vuole essere un poeta.
Complimenti davvero, Shelly.
Lupa
Inviato: 5/3/2004 6:54  Aggiornato: 5/3/2004 6:54
Quite a regular
Iscritto: 15/2/2004
Da:
Inviati: 139
 Re: La luna e i falò
Ti ringrazio per le analisi accurate e intelligenti, per i consigli generosi, per il tempo che mi hai dedicato.

Lupa
Lupa
Inviato: 5/3/2004 6:58  Aggiornato: 5/3/2004 6:58
Quite a regular
Iscritto: 15/2/2004
Da:
Inviati: 139
 Re: La luna e i falò
Sì, il richiamo a Pavese è assolutamente voluto sia nel titolo che nel tema della solitudine che si accompagna all'età adulta.Grazie per il commento e le osservazioni sulle quali lavorerò.

Lupa
Eagle
Inviato: 8/3/2004 13:09  Aggiornato: 8/3/2004 13:09
il pennuto di OZoz
Iscritto: 27/12/2003
Da:
Inviati: 977
 Re: La luna e i falò
Poveretto. Ha proprio bisogno di una compagna per la vita che non lo abbandoni mai più. Intravedo il racconto come un istantanea in bianco e nero, che lascia sgomento, che lascia lacrime in sospeso. Mi sto commuovendo, brava, brava lupetta, ma quei punti.. tin tin tin..andrebbero rivisti, magari va bene via solo qualcuno, minima parte..
AccaLarentia
Inviato: 9/3/2004 23:27  Aggiornato: 9/3/2004 23:27
Just can't stay away
Iscritto: 14/1/2004
Da: Perugia
Inviati: 322
 Re: La luna e i falò
Allora. Premesso che mi è già capitato in precedenza di commentare (molto favorevolmente) un tuo scritto, non posso far altro che ripetermi e rinnovare il caloroso applauso che meriti: nei tuoi pochi versi sono raccolte così tante immagini che la poesia viene letta tutta d'un fiato. Bellissima... davvero non trovo difetti.

BREVE DISSERZIONE MITOLOGICA: Narra la leggenda che Romolo e Remo furono tratti in salvo da una Lupa, che li portò nella sua grotta e li accudì. Successivamente, un pastore romano trovò casualmente i due gemelli sulla riva del fiume e decise di affidarli alle cure amorevoli della moglie, tale Acca Larentia. Ora, considerando che in alcune versione della storia la Lupa altro non è che la stessa Acca Larentia, non è che per caso siamo lontani parenti????
Lupa
Inviato: 10/3/2004 10:17  Aggiornato: 10/3/2004 10:17
Quite a regular
Iscritto: 15/2/2004
Da:
Inviati: 139
 Re: La luna e i falò
L'amore per la scrittura ci apparenta più delle nostre stesse origini mitiche! Un bacio,

Lupa
Lupa
Inviato: 10/3/2004 10:17  Aggiornato: 10/3/2004 10:17
Quite a regular
Iscritto: 15/2/2004
Da:
Inviati: 139
 Re: La luna e i falò
L'amore per la scrittura ci apparenta più delle nostre stesse origini mitiche! Un bacio,

Lupa
Lupa
Inviato: 10/3/2004 10:18  Aggiornato: 10/3/2004 10:18
Quite a regular
Iscritto: 15/2/2004
Da:
Inviati: 139
 Re: La luna e i falò
L'amore per la scrittura ci apparenta più delle nostre stesse origini mitiche! Un bacio,

Lupa
Lupa
Inviato: 10/3/2004 10:18  Aggiornato: 10/3/2004 10:18
Quite a regular
Iscritto: 15/2/2004
Da:
Inviati: 139
 Re: La luna e i falò
L'amore per la scrittura ci apparenta più delle nostre stesse origini mitiche! Un bacio,

Lupa
arzy
Inviato: 29/3/2004 12:00  Aggiornato: 29/3/2004 12:00
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 10/12/2003
Da: Piacenza
Inviati: 1917
 Re: La luna e i falò
Ti commento dopo sei tentativi di lettura, dove rispetto alla poesia, al suo modo d'essere, al suo significato, continua a prevalermi il pregiudizio negativo nato dal fatto che hai scelto un titolo famoso d'un altro altrettanto famoso autore.

lo so, poi alla fine è tuttaltra musica, ma il pregiudizio negativo per quel fatto non mi molla un attimo e questo condiziona tutta la lettura

sulla poesia in sè, invece, niente da dire: l'evocazione sofferta di quella bellissima luna che languidamente illumina le Langhe, suscitando inappagati desideri amorosi

l'amore a due, l'amore consumato nei prati, alla complice luce dei falò e, alla fine, il ritrovarsi soli con i propri tormentati ma avvolgenti (l'anima)ricordi

beh, come potrebbe non coinvolgere, non piacere?
Lupa
Inviato: 31/3/2004 13:28  Aggiornato: 31/3/2004 13:28
Quite a regular
Iscritto: 15/2/2004
Da:
Inviati: 139
 Re: La luna e i falò
Caro Arzy, voglio ringraziarti per i commenti analitici e mai frettolosi e aggingere qualcosa sulla scelta del titolo che non ti è piaciuta: è vero, come tu stesso hai notato in un altro luogo, la mia poesia cerca di attenersi a criteri di classicità. Tra questi rientra la tecnica dell'allusione, usata dagli alessandrini in poi, in base alla quale si allude a un'opera conosciuta.
Certo questo presuppone che il poeta privilegi un tipo di pubblico colto nonchè in grado di capire la citazione e questa scelta elitaria potrebbe anche non essere condivisa o sembrare
presuntuosa. Ti ringrazio comunque per tutto perchè come sempre le critiche aiutano a riflettere.

Alla prossima, Lupa:
lozero
Inviato: 31/3/2004 17:57  Aggiornato: 31/3/2004 17:57
Just popping in
Iscritto: 26/3/2004
Da: Pescara
Inviati: 50
 Re: La luna e i falò
Malinconicamente dolce sei qui. Diversa da altri tuoi versi che ho letto e che mi hanno colpito maggiormente.
Forse sbaglio ad andare a ritroso. Sarebbe più giusto seguire una logica cronologica nelle letture (sempre che la cronologia qui presente sia quella reale, e relativa alla stesura). Riconoscibilissimo, però, il tuo stile asciutto ed essenziale, pur se qui meno crudo che altrove.
robo13
Inviato: 21/11/2004 19:34  Aggiornato: 21/11/2004 19:34
Not too shy to talk
Iscritto: 15/11/2004
Da: brescia
Inviati: 65
 Re: La luna e i falò
BELLA NON POSSO DIRE ALTRO CHE NON SIA GIà STATO DETTO, COMUNQUE SOTTOLINEO CHE I VERSI:
mentre il miracolo di un'istantanea
mi consegna la tua essenza
SONO SPETTACOLARI, DI QUELLI CHE RESTANO DENTRO
BRAVA, CHE INVIDIA(COSTRUTTIVA SPERO)
Gabraz
Inviato: 21/11/2004 19:44  Aggiornato: 21/11/2004 19:44
Just can't stay away
Iscritto: 27/2/2004
Da: Venezia
Inviati: 285
 Re: La luna e i falò
limpida e ruvida
semplice ed "istantanea" appunto.
come fare poesia col cuore.

brava

gabraz
senza
Inviato: 5/1/2005 10:04  Aggiornato: 5/1/2005 10:04
Home away from home
Iscritto: 4/4/2004
Da: venezia
Inviati: 3123
 Re: La luna e i falò
ho scelto questa poesia perchè mi ha subito ricordato un libro di Pavese
e la tua poesia ci assomiglia
anche se alcune frasi non mi hanno trasmesso nulla nel complesso è bella
sottolieno questa:
mentre il miracolo di un'istantanea
mi consegna la tua essenza.
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti9755
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 53 utente(i) online (9 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 53

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 9
Ieri: 15
Totale: 5524
Ultimi: JYNMelba43

Utenti Online:
Ospiti : 53
Membri : 0
Totale: 53
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it