logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



vademecum per autori : Il titolo
Inviato da vademecum il 30/1/2003 17:20:00 (11879 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
vademecum per autori

LA SCELTA DEL TITOLO
¨ La maggior parte delle volte lo scrittore è così preso dalla smania di scrivere tutto ciò che ha in mente che, molto spesso dimentica di dovere dare un titolo alla propria opera. La scelta del titolo è l’ultima cosa alla quale si pensa dimenticando che è anche la prima cosa che attira l’attenzione di un Editore.

Il fine principale del titolo deve essere quello di attirare l’attenzione e suscitare la curiosità di chi si trova di fronte ad un dattiloscritto; per questo motivo siate originali e scegliete con cura il titolo da dare alla vostra opera. Evitate di parafrasare titoli di libri già noti, a meno che il vostro non sia un testo umoristico, poiché la reazione dell’Editore potrebbe essere contraria a quella desiderata. Siate originali, cercate di attirare l’attenzione, quindi scegliete con cura il titolo da dare a ciò che avete scritto. Questa regola d’oro vale anche e, soprattutto per chi pubblica su Internet ciò che scrive; sarà proprio un titolo accattivante ed originale ad attirare l’attenzione del navigatore ed a fargli decidere di leggere il vostro racconto piuttosto che il racconto di qualcun’altro.

RAPPORTO TRA TITOLO E CONTENUTO
¨ Innanzitutto è buona norma scegliere il titolo dopo che l’opera è stata riletta e completata, prima di inviarla all’Editore. Se non riuscirete a trovare il titolo adatto non vi scoraggiate perché é sempre molto difficile scegliere il titolo giusto; soprattutto perché il titolo dovrebbe racchiudere in se il senso dell’opera nel suo insieme. Vi renderete conto che non è sempre possibile trovare un titolo che si adatti perfettamente a ciò che avete scritto. Proprio per questo motivo, una certa parte della critica letteraria parla di Arroganza definitoria del titolo . Infatti, molti critici ritengono che nel titolo non può essere contenuta la molteplicità dei messaggi impliciti ed espliciti che incontriamo all’interno di ogni libro e che in realtà i titoli descrivono solo in parte i libri sui quali sono apposti. Altri studiosi del settore ritengono, invece che sia possibile trovare il titolo adatto ad ogni libro, che lo caratterizzi e che faccia capire all’istante il genere al quale l’opera appartiene.
Andando al di là delle diatribe letterarie a me sembra necessario consigliarvi di scegliere con cura il titolo per il vostro libro e di assicurarvi che sia il più attinente possibile a ciò che avete scritto. Fate attenzione a non dire troppo dell’opera nel titolo, a non svelare completamente il contenuto di quello che avete scritto! Mi è capitato di aver capito il finale di un racconto dopo averne letto il titolo e la prima frase. A questo punto che senso ha leggere l’intero racconto quando già sappiamo quale sarà il finale della storia?
Avrete compreso che non sarà facile trovare il titolo che calzi perfettamente alla vostra opera, ma almeno provateci.

IL TITOLO ED IL MERCATO EDITORIALE
¨ Anche se avete impiegato tanto tempo nella scelta del titolo e finalmente siete riusciti a trovare il titolo che a voi sembra il più adatto, se il vostro Editore vi dovesse chiede di cambiarlo, siate pronti a farlo. Nonostante il titolo sia parte vitale della vostra creazione siate pronti a cambiarlo in accordo con le direttive dell’Editore e dell’Editor. Loro sono i professionisti del settore, conoscono il mercato e sanno che cosa può attirare l’attenzione e che cosa lascia indifferente il lettore; quindi accettate i loro consigli di buon grado.
Ricordate che il titolo é la prima cosa che legge chi entra in libreria, insieme alla copertina é quella parte che spinge il lettore a comprare il vostro libro piuttosto che quello di un’altro autore!!!

di Luisa Tucciarelli




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Lizzie
Inviato: 5/10/2011 11:18  Aggiornato: 5/10/2011 11:18
Just popping in
Iscritto: 5/10/2011
Da:
Inviati: 1
 Re: Il titolo
Se permettete, vorrei contestare un'idea espressa in questo articolo: "Ricordate che il titolo é la prima cosa che legge chi entra in libreria, insieme alla copertina é quella parte che spinge il lettore a comprare il vostro libro piuttosto che quello di un’altro autore!!!"
Vorrei precisare che non è solo il colpo d'occhio che spinge a comprare un libro; io, personalmente, leggo sempre anche la trama e qualche brano del libro, e sono solo quelli, alla fine, che fanno capire se il libro merita o no.
Ecco, semplicemente non mi sembrava giusto minimizzare la scelta di un libro al colpo d'occhio di una buona copertina e un bel titolo, che a volte possono essere addirittura usati per "nascondere" la bassa qualità del contenuto dell'opera.
She-OZoz
Inviato: 6/10/2011 11:08  Aggiornato: 6/10/2011 11:08
Daniela
Iscritto: 11/1/2003
Da:
Inviati: 2650
 Re: Il titolo
Ciao Lizzie.
Le generalizzazioni sono pericolose ed è vero che un libro non viene scelto solo per il titolo e la copertina, ci sono molti altri fattori oggettivi e soggettivi (la pubblicità, il passaparola, la trama, il genere...).
Possiamo parlare di tendenze del mercato, un mercato che gli addetti del settore suddividono per età, genere, gusti, livello culturale, etc.
Tu fai bene a non fermarti solo alle apparenze: un libro, anche se è un manufatto che può essere apprezzato esteticamente, ha un valore intrinseco superiore, la maggior parte delle volte.

Il titolo e la copertina di un libro però sono elementi fondamentali, non si spiegherebbe altrimenti perché le stesse case editrici siano così attente nella scelta. Un titolo azzeccato non è garanzia di qualità, ma è come un canto di sirene: affascina, prende e si ricorda più facilmente. Una copertina particolare ha la stessa funzione di un rituale di corteggiamento.
In definitiva, come farebbe un pescatore a prendere pesci senza un amo ben fatto?
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
News001
Iscritti002
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 49 utente(i) online (11 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 49

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 0
Ieri: 0
Totale: 5334
Ultimi: Britt54660

Utenti Online:
Ospiti : 49
Membri : 0
Totale: 49
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it - P.I. 02878050737