logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



Letture Incrociate - Racconti : Soddisfazioni
Inviato da nonoregistro il 19/2/2004 19:48:55 (1680 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
Letture Incrociate - Racconti

Questa è un racconto vero.
Lisa esiste davvero e c'ha davvero il mondo contro,solo che lei non ha avuto il coraggio di fuggire.
E' un omaggio a tutte le donne che hanno perso il loro dono più grande:l'essere donna.

Lisa cammina sicura.
Occhi di fata Lisa,c'ha il mondo contro.
E lei lo sa.

Gambe lunghe Lisa, dovrebbero inseguire qualcuno un giorno o l'altro.
Invece è lei a fuggire!
Guarda un bar, da lontano sembra un covo di pirati, l'insegna è di quelle di legno, penzolanti.
" Il Ristoro " si chiama.
I tacchi fanno eco nel vicolo buio, nemmeno la luna ce la fa ad entrare qui dentro, sembra il cervello di un barbone ubriaco.
Sigaretta in bocca Lisa, ma fa meno fumo di quello che getta fuori dalla bocca, fa freddo Cristo!
Ma perchè fa sempre così freddo quando muore un angelo?
S'infila nel bar e gli occhi dei pirati sono subito tutti su di lei. Le guardano le gambe, cercano di vederle il seno, ma non arrivano agli occhi, quello no, non possono farlo.
Si siede al banco:" Un whiskey" dice al barista sporco di vita, lui sorride, non sa niente di lei, ma sorride.
Si avvicina un tipo con la barba di sei giorni, puzza come una comitiva di distillerie abusive, le guarda le mani con le unghie lunghe e immagina subito cosa potrebbe fargli con quelle dita.
" Hai delle belle mani" le dice
" Tu no " risponde lei.
Lui, la distilleria, se le guarda e decide che ha ragione lei, si alza e va a sedersi di nuovo al suo tavolo senza sorridere.
Si guarda le mani.
Lisa beve il whiskey tutto d'un fiato come fanno nei film, il calore parte dallo stomaco e si diffonde presto in tutto il corpo.
E'più facile guardarsi intorno adesso.
La testa gira, ma non in modo preoccupante, c'è una specie di sorriso dentro di lei adesso, è come un formicolio incelzante, un solletico di piuma nel cuore.
Guarda un tipo seduto in un angolo, lui guarda il fondo del bicchiere che ha in mano per vedere se ce l'ha davvero un fondo.
Solo qualche risata isolata nel bar, poi solo silenzio, ci sono due al biliardo che fumano guardando la stessa palla sperando che si muova da sola.
Ma non c'è verso.
Lisa mette la mano nella borsa,poi la ritira e il sorriso s'allarga.
Paga il whiskey senza parlare e il barista ancora sorride, non sa ancora niente di lei, ma sorride.
Lascia la borsa sullo sgabello, da lontano sembra una bomboniera di un matrimonio andato male.
Nessuno lo sente quella specie di ticchettio, guardano tutti Lisa, purtroppo per loro, stavolta, negli occhi.
Il freddo della notte la colpisce in pieno petto, ma l'alcool attutisce il colpo.
Cammina verso la fine del vicolo.
Non chiude nemmeno gli occhi quando il boato dell'esplosione squarcia la notte.
Lisa occhi di fata,ora cammina un pò più svelta.
Gambe lunghe Lisa, fuggono di nuovo, il mondo le è un pò più contro, ma sorride.
Un giorno o l'altro quelle gambe dovrebbero inseguire qualcuno.




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
fiorderica
Inviato: 19/2/2004 21:29  Aggiornato: 19/2/2004 21:29
Vincitore I OzTorneoZen
Iscritto: 8/1/2004
Da:
Inviati: 879
 Re: Soddisfazioni
E' stupendo!
La narrazione è sapientemente allusiva e al contempo poetica..
"I tacchi fanno eco nel vicolo buio, nemmeno la luna ce la fa ad entrare qui dentro, sembra il cervello di un barbone ubriaco..".
Le metafore usate esaltano i significati dell'intero racconto.
I periodi hanno il giusto ritmo.
Ho quasi la sensazione di aver letto una canzone oppure la versione in prosa di una poesia.
Complimenti, nonoregistro !
Shelly
Inviato: 19/2/2004 23:28  Aggiornato: 19/2/2004 23:28
Home away from home
Iscritto: 3/1/2004
Da: ancona
Inviati: 1618
 Re: Soddisfazioni
Anche a me ha dato la sensazione di una canzone più che di un racconto. Il fatto del finale a sorpresa in una riga, mi sa che è un pò la tua prerogativa che trovo più azzeccata in questo brano piuttosto che nell' altro.
Ci sono un pò di figure come i tacchi citati da Fiordy ( ), che mi sembrano un pò luoghi comuni, sempre e solo opinione personale.
Secondo me lasci delle avvisaglie che promettono molto di più: aspetto con ansia di leggere qualcos' altro di tuo, in questo momento avverto che stai andando un pò alla ricerca di uno stile tutto tuo. Forse mi sbaglio ma questa è l' impressione che mi hai dato.
Comunque scrivi in modo piacevole e vediamo cosa prometti!
Un salutone Shelly!
AR
Inviato: 20/2/2004 10:03  Aggiornato: 20/2/2004 10:03
Not too shy to talk
Iscritto: 20/1/2004
Da:
Inviati: 72
 Re: Soddisfazioni
Bellissimo.
Fai delle metafore davvero significative e poi con quel tuo ripetere LISA...doni una musicalità al tutto che mi è venuta voglia di leggerla accompagnandomi con un paio di accordi della chitarra...dovrò farlo ;)
Si vede che non hai uno stile ben definito...non è uniforme lo scritto..
ma da umile lettore posso dirti...continua così.

Alla prossima

AR
Principe
Inviato: 20/2/2004 12:57  Aggiornato: 20/2/2004 12:57
Just can't stay away
Iscritto: 14/11/2003
Da: La Svizzera Verde
Inviati: 305
 Re: Soddisfazioni
...ho camminato con Lisa, ho sentito il freddo, ho visto il buio e della morte ho sentito l'odore....

Per quanto riguarda lo stile, la forma e la scorribilità del testo.... WOW!

La descrizione dei luoghi, della situazione mi esalta e l'evolversi della vicenda, con la fantomatica Lisa, Angelo della Morte, che compie il suo ennesimo ed estremo omaggio alla causa.... è terrificante. Bravo

Aspettando il prossimo "viaggio"

nonoregistro
Inviato: 20/2/2004 14:03  Aggiornato: 20/2/2004 14:03
Just popping in
Iscritto: 26/1/2004
Da:
Inviati: 22
 Re: Soddisfazioni
Grazie guaglù speravo che vi piacesse questo racconto, ci tengo molto!
Ar hai capito perfettamente quello che intendevo fare e cioè dare una musicalità a questa storia in modo che rimanga più a lungo nella mente di chi vorrà leggerla!
matemati
Inviato: 20/2/2004 20:50  Aggiornato: 20/2/2004 20:50
Home away from home
Iscritto: 13/1/2004
Da: Firenze
Inviati: 1790
 Re: Soddisfazioni
E ci sei riuscito, altroché! Alla fine della storia mi ero innamorato di Lisa
Forse dico una bestemmia, ma questo ripetere "Lisa" mi ricordava un po'"Mary" dei Gemelli Diversi: non è che lo pensavi come una specie di hiphop?
xamav
Inviato: 21/2/2004 11:18  Aggiornato: 21/2/2004 11:18
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 6/11/2003
Da: Pescara - Roma
Inviati: 1328
 Re: Soddisfazioni
L'ho trovato cupo, mi piace il tuo modo di scrivere, il finale non era decifrabile fino al termine della lettura quindi bravo per come hai saputo calibrare i ritmi del racconto. Belle le metafore usate e il modo di rendere la realtà nei suoi particolari, come i due al biliardo e la pallina, come il tizio che guarda nel fondo del bicchiere o anche l'ubriacone che si osserva le mani. In tutto questo, poi, una sorta di femme fatale, resa benissimo e con non troppe parole che già bastano al lettore per figurarsela nella testa.
Massimo.
Shelly
Inviato: 21/2/2004 18:40  Aggiornato: 21/2/2004 18:40
Home away from home
Iscritto: 3/1/2004
Da: ancona
Inviati: 1618
 Re: Soddisfazioni
Mate ci ho pensato anche io sai?
nonoregistro
Inviato: 24/2/2004 8:22  Aggiornato: 24/2/2004 8:22
Just popping in
Iscritto: 26/1/2004
Da:
Inviati: 22
 Re: Soddisfazioni
In verità avevo in mente Sally di V.Rossi, che è l'autore che piaceva a Lisa.
Cmq sono davvero contento che sia piaciuto il mio racconto, la ricorda per quello che era LISA, lei amava scrivere.
Un saluto a tutti.
NONOREISTRO
Memole
Inviato: 24/2/2004 17:06  Aggiornato: 24/2/2004 17:06
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 2/11/2003
Da:
Inviati: 18
 Re: Soddisfazioni
mi è sembrato di vivere in prima persona ciò che hai scritto...e questo secondo me è il più bel complimento che ti potrei fare, io almeno vorrei riceverlo....Pur essendo un racconto, aveva molto di una poesia....non so, questo è ciò che mi hai trasmesso...
arzy
Inviato: 29/2/2004 23:54  Aggiornato: 29/2/2004 23:54
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 10/12/2003
Da: Piacenza
Inviati: 1917
 Re: Soddisfazioni
Dunque, diamo per scontato tutto quanto è già stato detto di positivo (non posso che associarmi).

Tuttavia.

Per me "c'ha" è una licenza grammaticale di grande azzardo. Il letttore della casa editrice che riceve il tuo racconto probabilmente non ti perdona, non ti capisce, non ha voglia di pensare ad una licenza e così non supera, grazie a quel "c'ha", la seconda riga dell'introduzione.

Va bene la musicalità, il ritmo da canzone e il linguaggio poetico, ma tutto deve mantenersi assolutamente reale. Va bene nella fase della introduzione canzonettistica "sembra un covo di pirati" ma, più avanti, ritornando alla realtà, non parlerei di pirati, ma di gente vera, di avventori, di esseri umani concreti, non di figure di fantasia.

Il barista che sorride sempre sembra il cretino del villaggio. A posteriori, invece, diventa tristissima questa figura che riceve chi arriva senza sapere che altro non è che la vile mano che gli porta la morte (e lui, ancora, sorride: terribile!!!).

La brevità del contesto non consente approfondimenti sui personaggi, però il tipo con la barba lunga che se ne va subito dopo l'inutile approccio non è altro che uno zombie senz'anima. Una certa caratterizzazione ulteriore non stonerebbe,

Idem per la figura di Lisa e per le sue motivazioni.

Vero infatti che giochi tutto sul finale imprevisto ed imprevedibile.

Oggettivamente bello, hai costruito la trama secondo uno schema che condivido assolutamente però, subito dopo lo scoppio della bomba due parole di motivazione e di contestualizzazione sono assolutamente indispensabili.

Molto ben fatta tutta la parte finale con l'evolvere lento dell'azione da quando lascia la borsa sullo sgabello fino alla fine.

Prosegui.
nonoregistro
Inviato: 1/3/2004 13:03  Aggiornato: 1/3/2004 13:03
Just popping in
Iscritto: 26/1/2004
Da:
Inviati: 22
 Re: Soddisfazioni
La motivazione del gesto di lisa è in lisa stessa.
Eagle
Inviato: 25/3/2004 18:19  Aggiornato: 25/3/2004 18:19
il pennuto di OZoz
Iscritto: 27/12/2003
Da:
Inviati: 977
 Re: Soddisfazioni
Mmm..c´e´qualcosa che non quadra. So che dovrei commentare positivo, visto che non vado mai sul "no" ma questa volta mi incarnero´nella proverbiale cattiveria dell´intellettuale fabrizio, mamma mia, se mi legge! Parlo di qualche cosa d´inverosimile, il comportamento del marinaio ubriaco nella bettola, che si risiede in seguito ad un "no" secco di Lisa. la calma che e´rimasta dentro, con pervasione, pur gli sguardi rivolti verso di lei..inverosimile, ben detto, e una bella ragazza come Lisa fosse entrata in un luogo simile ne sarebbe uscita straviolentata, picchiata, derubata e uccisa. Puo´bastare? Esagero´?
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti6710473
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 55 utente(i) online (7 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 55

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 67
Ieri: 79
Totale: 6181
Ultimi: AntoniaRhk

Utenti Online:
Ospiti : 55
Membri : 0
Totale: 55
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it