logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



Letture Incrociate - Poesie : Sguardi
Inviato da moro il 6/3/2011 19:30:00 (1269 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
Letture Incrociate - Poesie

Sguardi che nascono cosi
come fulmini nel sole d’estate
che sfuggono dagli occhi nostri
cosi liberi dalla nostra volontà

sguardi che s’incontrano
primi pianti d’ un illusine
l’ennesima, ancora bambina
che finirà
come un coltello nella carne
ancor prima di crescere

sguardi che nascono cosi
come nuvole nere nel cielo d’estate
ladri di parole mai osate, catturate
dalle profondità d’un cuore troppo timido
nulla li ferma
cosi liberi dalla nostra volontà

sguardi che nascono cosi improvvisamente
e riempiono il silenzio di parole silenziose, mai dette
mentre nasce un’altra effimera realtà
che si perde in una crudele illusione
sguardi
le prime scintille di un fuoco che prima o dopo
brucerà anche l’anima

sguardi che nascono cosi
come rombi di vulcani di colpo svegli
colorando un viso di rosso
costringendo a fare un passo in più
quel passo più desiderato e temuto
riempiendo il silenzio di parole silenti
messaggi scritti sul colore degli occhi
letti da chi va oltre una semplice emozione

sguardi, un fiume di parole che scorre
sulla pesantezza di un silenzio di ghiaccio
ascoltate da chi va oltre i contorni d’una realtà
destinata a perdersi nell’ennesima illusione




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
senza
Inviato: 16/3/2011 21:15  Aggiornato: 16/3/2011 21:15
Home away from home
Iscritto: 4/4/2004
Da: venezia
Inviati: 3123
 Re: Sguardi
di questa poesia anzitutto non mi convince la metrica, troppo diseguale, troppo allungata nelle ultime strofe rispetto alle prime; in secondo luogo non mi piace la ripetizione di "sguardi che nascono cosi"
certo s'intuisce tra le immagini, a volte dolci, a volte macabre ( tipo il coltello infilzato nella carne ) una certa foga romantica, che nel tuo caso sembra starsi sviluppando proprio adesso...
il mio consiglio? leggiti i grandi romantici e osserva bene la metrica della poesia classica!
moro
Inviato: 17/3/2011 12:29  Aggiornato: 17/3/2011 12:29
Not too shy to talk
Iscritto: 16/8/2010
Da:
Inviati: 66
 Re: Sguardi
1 commento!!! il primo, finalmente lo aspettavo con ansia, ormai avevo perso le speranze

in effetti a me questa poesia piace molto, perché rispecchia un episodio appena vissuto. adesso che non vedo più questa persona sento veramente la mancanza del suo sguardo, tra noi non c'è mai stato nulla, solo sguardi perché era una storia impossibile, però per me quelgi sguardi erano felicità

le immagini macrabe sono riferite al dolore per l'impossibiltà di andare oltre gli sguardi e la consapevolezza che presto non avrei più rivisto quella persona (cosi è, infatti)

io sono riluttante a chimarla poesia, perché anche me non piace la metrica (sinc non ho notato quello che hai detto tu) e neanche la forma, perché sono poco poetiche, più simili a una canzone (come la maggior parte dei miei scritti)

però mi piace il tema e l'emoziane che trasmette

sono molto più bravo nelle poesie sull'amicizia o su quelle pessimistiche

non condivido il termine "foga romantica", perché non mi sento un romantico e nei miei scritti è quello meno presente e quello in cui non riesco a scrivere al meglio.

scrivo molto dell'amicizia e degli amori rinnegati (cioè di persone che rifutiano di far vedere il prorpio amore per la paura di perdere una persona e cercano di ignoralo)

grazie per il consiglio metterò a posto la metrica
moro
Inviato: 20/3/2011 12:01  Aggiornato: 20/3/2011 18:47
Not too shy to talk
Iscritto: 16/8/2010
Da:
Inviati: 66
 Re: Sguardi
ho sistemato la metrica, va meglio cosi:

SGUARDI

Sguardi che nascono cosi
come fulmini nel sole d’estate
che sfuggono dagli occhi
cosi liberi dalla nostra volontà

sguardi che s’incontrano
primi pianti d’ un illusine
l’ennesima, ancora bambina
che finirà
come un coltello nella carne
ancor prima di crescere

sguardi che nascono come
nuvole nere nel cielo d’estate
ladri di parole mai osate
catturate dalle profondità
d’un cuore troppo timido

sguardi improvvisi
che riempiono il silenzio
di parole mai dette, osate
mentre nasce un’altra effimera
realtà, che si perderà in un’altra
crudele illusione

sguardi che nascono come
rombi di vulcani di colpo svegli
colorando un viso di rosso
costringendo a fare un passo in più
passo più desiderato e temuto

Sguardi che riempiono
il silenzio di parole silenti
messaggi scritti sugli occhi
letti da chi osa andar oltre
una semplice emozione





sguardi improvvisi, come
un fiume di parole che scorre
sulla pesantezza d’un silenzio
di ghiaccio, sguardi che nascono
cosi, prime scintille d’un fuoco
che scalderà l’ennesima realtà
destinata a perdersi in un’altra illusione


secondo me è meglio rispetto a prima, però l'utlima strofa non mi piace per nulla e anche nelle altre ci sono dei difetti

voi cosa pensate?
senza
Inviato: 20/3/2011 17:36  Aggiornato: 20/3/2011 17:36
Home away from home
Iscritto: 4/4/2004
Da: venezia
Inviati: 3123
 Re: Sguardi
che dire, con queste modifiche la poesia ci ha davvero guadagnato in musicalità! e rispetto a prima, ha meno l'aspetto di una canzone. se anche a te piace di più vuol dire che il lavoro che facciamo su ozoz riesce a dare i suoi frutti!
comunque farei ancora qualche piccola modifica: ad esempio
"che sfuggono dagli occhi nostri
cosi liberi dalla nostra volontà"
qui la ripetizione nostri/nostra è brutta
"improvvisi sguardi
che riempiono il silenzio"
anche questo pezzi non suona al meglio, perché non fare "sguardi improvvisi" o "silenzio improvvisamente riempito da sguardi"

ps: avrei comunque riguardato la poesia!
moro
Inviato: 20/3/2011 18:45  Aggiornato: 20/3/2011 18:45
Not too shy to talk
Iscritto: 16/8/2010
Da:
Inviati: 66
 Re: Sguardi
grazie davvero per tutti i consigli, sono contento che ti sia piaciuta!

ho modificato la poesia con sguardi improvisi sgurdi e tolto l'aggettivo nostri

non mi ero reso conto, grazie davvero

PS: spero che venga commentata anche da altri utenti, cosa che già mi aspettavo...

modifico il commento dove c'è la poesia inserendo le ultime modifiche cosi è più facile commentare per gli altri
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti6512536
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 39 utente(i) online (5 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 39

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 65
Ieri: 88
Totale: 6168
Ultimi: WaylonThow

Utenti Online:
Ospiti : 39
Membri : 0
Totale: 39
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it