logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



Letture Incrociate - Racconti : Kim
Inviato da _alessandro_ il 9/10/2010 12:01:50 (1096 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
Letture Incrociate - Racconti

Non era pensabile che potesse andar via. Non era possibile, ma lo aveva fatto. E lui non era presente. Era fuori per lavoro. Stramaledetto lavoro!
Glielo avevano comunicato solo dopo il rientro. Non lo aveva stretto nell'ultimo abbraccio. Non aveva guardato per l'ultima volta i suoi occhi ormai stanchi. E questo non riusciva a passargli. Sapeva già che non gli sarebbe mai passato.

Lo rivede, ora, fiero e muscoloso in cima a una montagnola, pronto alla battaglia del nuovo gioco. Ripensa a quando doveva chiamarlo più volte prima che levasse il muso da un cespuglio sospetto e si riavvicinasse. Ma nessuna lacrima, nessun dolore. Pensieri confusi. Tiene le mani inchiodate al volante e guida piano proseguendo per le vie meccanicamente.
Sinistra, dritto, ancora sinistra, il curvone a destra, stop. L'incrocio, si ferma, lascia passare un'auto ignorando la precedenza. Ne sta arrivando un'altra, più lenta, titubante, l'aspetta paziente. Nessun'altro, via, in fondo a sinistra, dritto, alt. Semaforo rosso, non ha fretta. Verde, via, sempre dritto...
Continua a guidare, calmo, senza accorgersi però della forza disperata con cui stringe il volante, finché il dolore alle mani non lo desta. Molla la presa e finalmente la tanto sospirata esplosione arriva. Inevitabile, pungente, dritta, dallo stomaco alla bocca, con tutta la potenza assordante, rabbiosa e piena d'ansia di quando lo perdeva di vista.
"KIIIIIIIIIIIIIM!", graffia la gola con violenza.
La nebbia provocata dalle lacrime intrappolate lo costringe a chiudere gli occhi. Li strizza tanto da provare l'orribile sensazione di averli inghiottiti. Due rivoli gli sfregiano il viso oleando la stretta al collo.

Giunto a destinazione, parcheggia accuratamente. Retromarcia, prima, ancora indietro, prima. Non per timore di una multa, in quel vicolo e a quell'ora. Lo sterzo è insolitamente duro, pesantissimo. Ancora retromarcia. Così può andar bene. Si convince. Spegne il motore. Lascia trascorrere qualche altro interminabile secondo con le mani aggrappate al volante. Kim non mancherà certo all'appuntamento. Sarà lì ad attenderlo e questo fatto gli trafigge il petto.

Al buio percorre un sentiero ch'è stato tutto loro. I piedi vedono, i sensi ricordano. Sa che è vicino. Nel cielo nero si staglia imponente la figura del vecchio noce, di un nero più scuro. La luna timida gli permette adesso di intravedere la sagoma di un rigonfiamento del terreno. Procede per alcuni passi e si ferma ai piedi del tumulo. Alcune pietre, affiancate una all'altra, vi sono state poste sopra a mo' di lastra sepolcrale. Lo immagina in un'immobilità innaturale, che non gli s'addice. Non può credere che tutto questo sia reale. Non è la terra a gelare il suo corpo, è lui a riscaldarla. Non riesce a dare un senso a quell'impietoso strato che li separa. Un impulso improvviso lo spinge a disseppellirlo con l'illusione che possa ricominciare a respirare. Afferra e sposta due, tre, quattro pietre. Il cuore galoppa dentro il petto. Non c'è tempo, s'affanna, ma quando le dita penetrano appena il suolo, il tocco morbido e freddo della terra lo fa rinsavire. Le sfila subito e resta sospeso a osservarsi le mani. Poi, con calma, rimette tutto al suo posto, esattamente com'era. Quanta cura ha avuto papà a sistemarti qui!

Si rimette in piedi e osserva la tetra campagna intorno. La presenza di Kim lo rassicura, trasforma le tenebre in un luogo discreto e taciturno.

Adesso stai correndo, lo so! Posso vederti!
Ti sei fermato!
Cos'hai visto? Cosa stai puntando?
Sguardo attento, intelligente. Coda all'insù.
Cosa!? Mi hai visto?
No, non sto piangendo!
Non so come piangere, io!
Kim! Vieni qua!


Finge di non sentire, come sempre. Ma non lo richiamerà, non stavolta.




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.

Autore Albero
strammaio
Inviato: 19/10/2010 12:40  Aggiornato: 19/10/2010 12:40
Home away from home
Iscritto: 21/10/2004
Da: Roma
Inviati: 882
 Re: Kim
Ecco, questo stralcio mi ha emozionato.
complimenti per la tua bimba: se è eccezionale dipende anche da chi ha intorno

Rispondi Autore Inviato
 Re: Kim _alessandro_ 20/10/2010 13:23
    Re: Kim daniel 20/10/2010 13:57
      Re: Kim _alessandro_ 20/10/2010 14:41
        Re: Kim daniel 20/10/2010 14:47
          Re: Kim _alessandro_ 20/10/2010 20:08
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti673547
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 46 utente(i) online (8 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 46

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 67
Ieri: 144
Totale: 6253
Ultimi: WilliamNeu

Utenti Online:
Ospiti : 46
Membri : 0
Totale: 46
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it