logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



Letture Incrociate - Poesie : 2 agosto 1980 (10:26)
Inviato da Panzer il 30/8/2010 18:00:51 (1528 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
Letture Incrociate - Poesie

Mordendo la polvere
accusava il destino
e strappava bestemmie.

La faccia severa
più triste di lui
fissa attenta il dolore.

La città era coperta
e l'uomo, colpevole.




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.

Autore Albero
Panzer
Inviato: 13/9/2010 18:52  Aggiornato: 13/9/2010 18:54
Home away from home
Iscritto: 5/1/2009
Da: Bologna e dintorni
Inviati: 960
 Re: 2 agosto 1980 (10:26)
Ora cercherò di svelare l'arcano della mia poesia.

Come ho detto nel mio primo post, quest'anno, per la prima volta, ho partecipato alla cerimonia della strage. Negli anni precedenti non mi sono mai posto il problema, non ho mai sentito "mia" quella ricorrenza, o per meglio dire, non l'ho mai fatta "mia" decidendo di parteciparvi. Menefreghismo? pigrizia? non lo so.
Quest'anno è invece scattato in me "qualcosa", qualcosa che mi ha spinto a partire da casa e recarmi appositamente in città per "ricordare".
Come ho scritto sempre il quel post, è stata un'esperienza "significativa" che mi ha "toccato" e lasciato un "segno" in me.

Come nasce questa poesia?
Scrivere una poesia sul tema, a dire la verità, non l'avevo affatto premeditato. E' scaturita!
Perché quei versi?
Quel giorno ho avuto modo, tramite i TG, di vedere e rivedere quelle drammatiche immagini in bianco e nero. Più e più volte. Ma la cosa che mi aveva veramente colpito, non erano tanto le immagini ma l'audio, le voci e le parole dei primi soccorritori che scavavano tra le macerie.
A un tratto, un lampo! ho sentito la voce di un soccorritore, fuori dal campo di ripresa dell'operatore Rai, che bestemmiava! Una bestemmia nitida, una bestemmia che ad ascoltarla e riascoltarla, nulla aveva di blasfemo.
Ho pensato a quell'uomo e allo spettacolo osceno che stava assistendo. Ho pensato all'immobilità, al suo essere inerme di fronte allo scempio. Ho pensato a una città ferita, ricoperta di polvere e di vergogna per il genere umano.

Rispondi Autore Inviato
 Re: 2 agosto 1980 (10:26) Panzer 29/9/2010 14:12
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti11769
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 50 utente(i) online (9 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 50

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 1
Ieri: 20
Totale: 5524
Ultimi: JYNMelba43

Utenti Online:
Ospiti : 50
Membri : 0
Totale: 50
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it