logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



Letture Incrociate - Poesie : Risacca
Inviato da smoje il 20/2/2009 19:06:29 (1032 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
Letture Incrociate - Poesie

Vorrei vedere il mio corpo
ferito
dalle lame dei tuoi occhi
che non sanno mentirmi
dalla tua fuga troppo lenta
dal tuo cuore che trema
se ci sfioriamo le dita
in un timido addio.

Amore inevitabile,
impalpabile fine,
come le onde alla riva.
Che mi ferisca il mare.
Vorrei strozzare il tempo
per non lasciargli il tempo
di curarci la pelle




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
suncity
Inviato: 20/2/2009 19:24  Aggiornato: 20/2/2009 19:24
Quite a regular
Iscritto: 24/7/2007
Da: Terni
Inviati: 122
 Re: Risacca
Bella prova Smoje proprio quello che piace a me...
L'ho letta una prima volta e non mi è dispiaciuta poi ho continuato a leggerla e mi piace sempre di più!
Non hai ferito il mio gusto con strane punteggiature e maiuscole messe ad honorem, sei stato molto più chiaro e limpido del solito, insomma mi sei piaciuto...
Quanto è forte e bello quest'amore che descrivi, più la leggo e più mi piace!
senza
Inviato: 20/2/2009 20:09  Aggiornato: 20/2/2009 20:09
Home away from home
Iscritto: 4/4/2004
Da: venezia
Inviati: 3123
 Re: Risacca
si sente che è ispirata da un momento doloroso, e questo va bene, però non è abbastanza curata.
prima di tutto gli occhi che feriscono sono una cosa piuttosto risaputa, e quindi non di certo originale
"Amore inevitabile,
impalpabile fine,
come le onde alla riva."
questo pezzo mi sembra che voglia dire ben poco
certo, l'amore può essere inevitabile, e la fine impalpabile, ma in che rapporto stanno queste due cose? e poi, non mi pare che le onde del mare siano simili ad una fine impalpabile.
questa frase, così breve, intrappolata da due punti
"Che mi ferisca il mare."
poi, graffia abbastanza il corpo della poesia. penso che eliminarla o metterla in un altra posizione migliorerebbe di molto il componimento
comunque non ti scoraggiare!
satine85
Inviato: 20/2/2009 20:44  Aggiornato: 20/2/2009 20:44
Not too shy to talk
Iscritto: 5/10/2006
Da: Campobasso/Potenza
Inviati: 94
 Re: Risacca
Qui le tue poesie si distinguono dalle altre.
Il concept di "Risacca" è buono. Avrei preferito però che traducessi la prima strofa in altre parole, più complesse e originali. Non mi piace la ripetizione di "tempo" nella chiusa.
Sai fare di meglio.
northernrock
Inviato: 21/2/2009 16:59  Aggiornato: 21/2/2009 16:59
Just popping in
Iscritto: 26/1/2009
Da:
Inviati: 18
 Re: Risacca
Una poesia breve, che proprio per questo motivo evidenzia maggiormente quelle che possono essere le impurità della trasparenza.
Tre possessivi ravvicinati in prima strofa sono leggermente stonati, la già evidenziata ripetizione di "corpo" nell' ultima strofa pure.
Probabilmente hai scritto di getto, sul rasoio dell'emozione senza prestare particolare cura a ritmo ed in generale alla parte metrico\sintattica, ho anche qualche perplessità sulla versificazione (perchè, per esempio, il "ferito" merita un capitolo a sé? Non puoi accorparlo al primo verso?).
Passando ai contenuti, un noto subito un cuore-amore che un poco mi dà l'orticaria, per il resto concordo con quanto è già stato detto in precedenza, in particolar modo da "senza".
Passando al bicchiere mezzo pieno, posso dire che sei un osservatore acuto ed un sensibile parafulmine di emozioni, il che sicuramente può dare una grossa mano nella composizione e suggerire a piene mani ispirazione che non sempre è accessibile.
Un qual certo masochismo in prima strofa che sottolinea ancora una volta lo stretto rapporto tra amore e odio (in conflitti tra persone diverse ed anche all'interno della stessa) che a suo tempo Catullo seppe descrivere in modo illuminante.
Aspetto altre tue composizioni per poterti inquadrare però meglio e nel sentire e nello stendere parole.
Buona poesia.

northernrock
suncity
Inviato: 21/2/2009 18:23  Aggiornato: 21/2/2009 18:25
Quite a regular
Iscritto: 24/7/2007
Da: Terni
Inviati: 122
 Re: Risacca
A questo punto sono convinta che il mio gusto per la poesia sia completamente opposto a tutti quelli che scrivono in Letture Incrociate, alcune delle precedenti poesie tue, Smoje, mi davano un senso di fatica, la lettura era resa complicata da strane cose che ci andavi a mettere in mezzo delle incomprensibilità, delle stranezze ortografiche ecc..., questa che secondo me è un gioiello di chiarezza e suona come un violino (forse sto esagerando, ma era per rendere l'idea), non piace a nessuno....Mah.......

!1 "Impalpabile fine" ci sta tutto e anche bene, a me ha dato l'idea del confine, e quindi fine, che disegnano le onde sulla riva che è impalpabile perché indefinibile quasi che esista per poi non esistere più, così come la fine di un amore, magari un amore che deve finire per motivi esterni alla propria volontà, sta così bene con amore inevitabile che mi trasmette il senso di qualcosa di destinato che non si poteva vivere altrimenti.

!1bis "ferito" sta da solo perchè è il senso stesso di tutto quello che viene dopo, e mi piace che stia da solo perchè si distingue.


!2 "Cuore-amore" primo non fanno rima, secondo che c'è di male ad usare parole strausate se nel contesto ci stanno senza disturbare?

!3 Come fate a non sentire la forza di queste parole, meglio di "Odi et amo" quello era il germoglio di un modo di sentire l'amore questa è un'immagine ancora più forte, preferisco sentire il dolore, le ferite del tuo amore, piuttosto che non averti amato mai.

!4 Vorrei strozzare il tempo
per non lasciargli il tempo

Giusto e sacrosanto ripetere tempo, è quello, il maledetto, che ci angustia e ci porta via le persone che vogliamo che restino vicino e alla fine ci porta via anche i ricordi.

Scusa Smoje, può anche essere che ho interpretato male i tuoi versi, ma io li sentiti vibrare nelle mie esperienze, e li ho interpretati così, e per quello che mi hanno trasmesso li ho difesi: a modo mio...
northernrock
Inviato: 21/2/2009 19:26  Aggiornato: 21/2/2009 19:26
Just popping in
Iscritto: 26/1/2009
Da:
Inviati: 18
 Re: Risacca
Trovandomi a letto influenzato, trovo subito tempo per risponderti dal momento che mi sento chiamato in causa dall'80% dei tuoi didascalici punti.
Capisco il fervore intellettuale nella foga della tua replica ma qui nessuno mi pare abbia messo in dubbio la tua soggettività: ognuno ha dato il parere per quel poco che gli compete senza ( e sarebbe il colmo) entrare nel merito dei commenti precedenti ma solo del componimento.
Credo che poi l'autore stesso possa rispondere con indiscutibile chiarezza su quelle che sono le idee che hanno guidato la sua mano senza il bisogno di una medium o di interprete proprio in virtù di quella soggettività che contraddistingue il pensiero in un regime liberale.
Circa le mozioni d'istanza che presenti, voglio solo aggiungere che nessuno ha parlato di rima cuore-amore ma, era pure precisato, di concetti. Comunque se questa non è una rima (in questo caso interna) mi piacerebbe sapere proprio da te di cosa si dovrebbe trattare...
Sulla fine impalpabile affermi che fine può essere simile a confine, ci può stare soprattutto sulla scorta dell'accezione latina del finis però accordarlo all'altro concetto è cosa più ardua che tu riesci a spiegare bene solo in parte.
"Ferito", la tua idea è questa, la mia è un'altra, dal momento che poesia non è politica e non vi sono elezioni e conseguentemente campagne elettorali alle porte, io tengo la mia idea, tu la tua senza che nessuno affermi la sua superiorità della sua in quanto il valore è esattamente il medesimo.
Riguardo alla ripetizione "tempo", "tempo", rileggendo attentamente potrebbe essere anche passabile ma mi ripeto, in un componimento che fa della brevità il suo punto forte è generalmente controindicato abusare delle ripetizioni.
Infine non replico alla butade su Catullo ma da quando ho letto il tuo commento sto cercando (non me ne voglia l'autore qui in contumacia ) presso l'indice analitico delle antologie sotto la lettera "S" ma ancora non mi riesce di trovarlo...evidentemente non sono al passo coi tempi.
Buona serata.

northernrock
suncity
Inviato: 21/2/2009 19:50  Aggiornato: 21/2/2009 19:50
Quite a regular
Iscritto: 24/7/2007
Da: Terni
Inviati: 122
 Re: Risacca
Fondamentalmente non ce l'avevo con te, sai sono facile ad infervorarmi, la mia era una constatazione sul gusto, quello che a me piace agli altri non piace, accade perfino con le mie poesie, quelle che io credo da quattro soldi sono quelle preferite da chi legge, allora su questa base ho fatto un pochina di polemica, ma non te la devi affatto prendere sul personale.

Smoje non ha affatto bisogno di un avvocato io come ho spiegato nel mio commento ho voluto difendere la mia personale interpretazione della sua poesia, ho voluto difendere le emozioni che mi ha trasmesso, tanto che me ne scuso nel mio commento con il nostro Smoje che continua ad essere contumace.
Poi io l'avvocato di Smoje tzeee, l'ho quasi sempre criticato

Oltre al significato latino in molte poesie di Montale puoi trovare la spiaggia intesa come confine e da questo l'associazione mi è venuta spontanea magari sarà sbagliata e il contumace mi contraddirà, ma ti ripeto ho fatto il commento A MODO MIO, forse è un buon modo di fare commenti, questa nostra discussione sarà molto utile al contumace per capire cosa sia riuscito effettivamente a trasmettere, che ne dici?

Buona guarigione!
northernrock
Inviato: 21/2/2009 20:11  Aggiornato: 21/2/2009 20:11
Just popping in
Iscritto: 26/1/2009
Da:
Inviati: 18
 Re: Risacca
Grazie per gli auguri.
Sì, sicuramente l'autore avrà spunti di riflessione e comunque non preoccuparti, non disdegno gli scambi di vedute anche se accesi, l'importante è che abbiano una ratio alle spalle ed in questo caso mi sembra ce l'abbiano.
Un poco di pepe ci vuole....altrimenti qua mi pare il camposanto...tutti muti....
Saluti
suncity
Inviato: 21/2/2009 20:16  Aggiornato: 21/2/2009 20:16
Quite a regular
Iscritto: 24/7/2007
Da: Terni
Inviati: 122
 Re: Risacca
Eh già qualche commento in più non dispiacerebbe, c'è un po' di avarizia...
Bene sono contenta di aver trovato un buon interlocutore,
a rileggerti presto,
buonanotte!
smoje
Inviato: 23/2/2009 10:58  Aggiornato: 23/2/2009 10:58
Autore dell'anno 2008
Iscritto: 19/4/2005
Da: L'Aquila
Inviati: 648
 Re: Risacca
ecco qua il contumace, che in realtà è tale solo perchè non ha internet a casa, quindi dal venerdi pomeriggio, può leggere solo il lunedi mattina, sperando di non essere licenziato...
mmazza quanti commenti. provo a dire la mia:
suncity: grazie avvocà
Satine: grazie (però mi piaceva l'idea di non lasciar tempo al tempo)
senza: vabbè, il grazie vale per tutti beh, quasi tutto è risaputo, dai greci in poi...quel pezzo, secondo me invece vuol dire molto (che raramente, convengo, equivale a "bene"), l'amore inevitabile può essere in relazione con una fine impalpabile, cioè una fine-non fine, finta, forzata, proprio come l'onda alla riva: l'onda con la risacca sparisce, finisce, ma poi ne sopraggiunge un'altra, all'infinito, per cui non so se si può considerare finita. che mi ferisca il mare, lo ammetto, mi piaceva come concetto, come musicalità, ma non c'entra niente. p.s.: ovvio che non mi scoraggio, ci mancherebbe...
rocciasettentrionale: sui 3 possessivi, mi sa che hai ragione, sulla ripetizione di (corpo? tempo) ho già detto, il ferito l'ho messo da solo per staccarlo da "vorrei vedere il mio corspo" che così è come se lo volessi vedere e basta, come dal di fuori, e per far risaltare come mi sentivo (non è nuovissima, la poesia). sui contenuti: beh, odio cuore/amore (ma solo se insieme, sennò sono concetti piuttosto importanti...), e questo non mi sembrava il caso, ma i commenti servono anche a questo. il masochismo, quello si, volevo farlo risaltare. per le altre mie composizioni, beh, ne ho già postate parecchie, ed anche più recenti. (prova sotto la lettera C...)
ciao e...grazieeee
Morganafata
Inviato: 18/6/2009 9:22  Aggiornato: 18/6/2009 9:22
Just popping in
Iscritto: 18/6/2009
Da:
Inviati: 2
 Re: Risacca
Gli amanti trasportano con i loro impeti sensazioni nuove, incredibili, uniche, capaci di far palpitare il cuore e i sensi. Un' incredibile atmosfera ricca di emozioni e sentimenti.
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti520201
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 49 utente(i) online (8 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 49

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 5
Ieri: 26
Totale: 5681
Ultimi: ChasSwallo

Utenti Online:
Ospiti : 49
Membri : 0
Totale: 49
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it