logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



Letture Incrociate - Racconti : La tua fine
Inviato da _alessandro_ il 23/9/2008 13:49:45 (1519 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
Letture Incrociate - Racconti

E ora eccomi qua.
Ed eccoti là, idiota!

Ti ho dato appuntamento e ci sei cascato, povero ingenuo!


Mi allungo un po’ su questa sedia scomoda verso la piccola finestra.
Sposto la tenda per scrutare meglio ogni tuo contorno.
Ogni volta che ti osservo mi sembri diverso, subdolo.
Sembra che tu stia guardando proprio me, ma m’inganno.
Non puoi vedermi.
E non puoi fermarmi.
Non farai più del male.

Apro il cassetto ed estraggo la pistola.
Uhm!
Non la ricordavo così pesante.
Come l’aria in questa stanza che puzza e mi soffoca.

Apro piano la finestra.
M’investe la brezza.
È quasi capace di dissuadermi.
No!
Il fuoco che ho dentro riesce a vanificarne l’intento benevolo.

Ti vedo meglio adesso, anche se non ti sei spostato.
So che non ti muoverai da lì.
Stai aspettando, vero?
Mi stai aspettando.
Che faccia tosta!
Non abbassi mai lo sguardo, pur cosciente della tua malignità.
Per un attimo ho immaginato di vedere i tuoi occhi supplichevoli di pietà.
Impossibile, non sai che sono qui a spiarti.

Controllo il tamburo, è vuoto.
Sei occhi neri, sconfortanti mi guardano e mi sfidano.
Non mi giudicano, almeno loro.
Riapro il cassetto e tiro fuori la scatola dei proiettili.
Ne prendo uno.
Lo inserisco in uno dei fori cilindrici.
Strano, sembra più leggera adesso.
Tutto sembra più leggero, rarefatto.
Ma non la mia voglia di spappolarti il cervello.
Si rinforza ad ogni istante che passa.

Distolgo lo sguardo per un attimo.
Osservo la rivoltella che tengo con entrambe le mani.
Dovrebbe avere una gittata di qualche centinaio di metri, mi pare di ricordare.
Perfetto!
Non posso sbagliare.
Colgo l’ironia bastarda nei tuoi occhi e mi assale il desiderio di distruggerti per sempre.

Afferro saldamente l’impugnatura con la mano destra lasciando cadere a peso morto l’altra.
Sfiora il pavimento.
Prendo la mira, se così si può dire.
Il grilletto oppone resistenza.
Premo con tutto l’odio e la disperazione che ho in corpo.

Un vento improvviso fa sbattere la finestra e scuote violentemente la tenda.
Nessuno in strada.
Nessuno ha assistito alla tua fine in uno specchio.




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.

Autore Albero
nembo13
Inviato: 27/9/2008 11:02  Aggiornato: 27/9/2008 11:02
Just popping in
Iscritto: 3/12/2006
Da:
Inviati: 2
 Re: La tua fine
Complimenti, imprevedibile.
ottimo finale.
nembo13

Rispondi Autore Inviato
 Re: La tua fine _alessandro_ 4/10/2008 6:41

Autore Albero
Musashi
Inviato: 11/10/2008 20:38  Aggiornato: 11/10/2008 20:38
Quite a regular
Iscritto: 15/12/2006
Da: Reapalus
Inviati: 112
 Re: La tua fine
mi piace, l'ho letto un paio di volte, mi ha colpito, è strutturato bene, ci vuole un po' per farsi unidea chiara di ciò che succede.
Un tale una volta disse: Ciò che vediamo riflesso nello specchio non è ciò che è, ma ciò che vogliamo veere. Come il tuo scritto.

Rispondi Autore Inviato
 Re: La tua fine _alessandro_ 13/10/2008 15:01

Autore Albero
minnie66
Inviato: 15/10/2008 12:04  Aggiornato: 15/10/2008 12:04
Just popping in
Iscritto: 19/8/2008
Da:
Inviati: 5
 Re: La tua fine
Ho dovuto rileggerlo due volte, la fine mi aveva un pò scioccato..ma devo dire complimenti, questa suspance fino alla fine rende la tua opera estremamente scorrevole nella lettura, nel senso che la leggi di corsa perchè non vedi l'ora di conoscere il finale. Bravo!
Minnie66

Rispondi Autore Inviato
 Re: La tua fine _alessandro_ 16/10/2008 13:51

Autore Albero
Ultreya
Inviato: 17/10/2008 8:11  Aggiornato: 17/10/2008 8:11
Just popping in
Iscritto: 18/7/2008
Da: Monfalcone (Go)
Inviati: 13
 Re: La tua fine
Si, mi è piaciuto. Bravo.

Stile piacevole, scorrevole e intrigante. Ottima suspance fino alla fine.


Continua così.



Enrico Ferri

Autore Albero
senza
Inviato: 17/10/2008 12:14  Aggiornato: 17/10/2008 12:14
Home away from home
Iscritto: 4/4/2004
Da: venezia
Inviati: 3123
 Re: La tua fine
era chiaro sin dal principio che avrebbe distrutto qualche mito, sinceramente pensavo al poster di qualche cantante; per esempio se io possedessi una pistola sparerei agli Offspring, miei miti d'infanzia, che hanno cambiato stile e batterista... beh, sparerei anche ai cacciatori, è chiaro

vabbè, non c'entrava nulla.
non è male, si vede che è scritto di fretta, senza stare molto a pensare alle parole, e va bene, perchè anche se non è raffinato l'idea che appare è quella di uno spostato che dialoga tra sé e sé preso nei tormenti del momento
solo una cosa: ti sei accorto che tutto il racconto si basa su un contreneso che in quanto tale gli fa perdere senso? il tipo nello specchio, essendo lo stesso del tipo lì, osserva la sua vittima ed il suo carnefice, e sopratutto è cosciente del fatto che sta per avvenire la sua fine.
possiamo dire, che sia stato distrutto solo uno specchio, dato che l'uomo è ancora lì, nella sua struttura più reale. per distruggersi veramente dovrebbe innanzi tutto rompere tutti gli specchi del mondo e poi fare male anche a sé stesso... mi viene in mente la storia di Rodenbach che un giorno scrisse " dev'esser bello stare nello specchio, bisogna che vi entri", e di fatti è stato trovato morto con la testa fracassata tra i frammenti dello specchio rotto, che tornavano a mostrare la sua immagine.
qual'è l'insegnamento di questa storia? con gli specchi non potremmo mai averla vinta; ma ci sono fallimenti completi, come quello del tuo racconto, e fallimenti che si avvicinano al successo.

Rispondi Autore Inviato
 Re: La tua fine _alessandro_ 17/10/2008 14:41
    Re: La tua fine senza 17/10/2008 22:10

Autore Albero
Shoen
Inviato: 17/10/2008 21:31  Aggiornato: 17/10/2008 21:31
La principessa dei Saiyan
Iscritto: 2/11/2003
Da: Prateria australiana
Inviati: 3529
 Re: La tua fine
E' uno scritto simpatico, più che un racconto lo definirei un divertissement o un esercizio di stile. Visto in quest'ottica è divertente e si fa perdonare la struttura singhiozzante, che in altro contesto farebbe venire un po' di maldimare al lettore. Preso con la leggerezza con cui credo tu stesso lo abbia scritto, è divertente (però il finale si intuisce subito!)


Autore Albero
Diana
Inviato: 28/10/2008 11:28  Aggiornato: 28/10/2008 11:28
Just popping in
Iscritto: 22/10/2008
Da:
Inviati: 4
 Re: La tua fine
All'inizio ho pensato banalmente che quest'odio fosse rivolto ad un ex amico forse che poteva averti tolto un amore o la tua fiducia come sarebbe di prassi, quindi trovo che l'idea sia bellissima. Soprattutto come hai reso il fatto che vittima e carnefice, nella tua descrizione, non possono sfuggire l'uno all'altro, ne con i movimenti ne con lo sguardo. Il ritmo mi è piaciuto molto ma non sò pechè, leggendolo, cercavo delle parole più forti, più intense. Non vuole essere una critica, solo una sensazione come lettrice dall'altra sponda.

Autore Albero
ItaloTimateo
Inviato: 30/10/2008 8:52  Aggiornato: 30/10/2008 8:52
Just popping in
Iscritto: 28/10/2008
Da:
Inviati: 30
 Re: La tua fine
CiaO, complimenti per questo racconto e sopratutto per lo stile utilizzato, conciso e secco, che ben si adatta al tema che tratti... da leggere di certo una seconda volta, così da aver una prospettiva privilegiata del suicidio per meglio coglierne le sfumature prima non avvertite... un saluto, ancora bravo..

Rispondi Autore Inviato
 Re: La tua fine _alessandro_ 30/10/2008 16:23

Autore Albero
Fran
Inviato: 9/11/2008 10:23  Aggiornato: 9/11/2008 10:23
Just popping in
Iscritto: 3/11/2008
Da:
Inviati: 13
 Re: La tua fine
Ciao! Un bel racconto, semplice, intrigante e sopratutto intelligente. Concordo, leggendolo due volte si notano molti più dettagli.
viva

Autore Albero
UGO_
Inviato: 24/11/2008 16:30  Aggiornato: 24/11/2008 16:30
Just popping in
Iscritto: 24/11/2008
Da:
Inviati: 2
 Re: La tua fine
Il concetto di fine e di specchio sono forse troppo abusati dalla letteratura dello scorso secolo per essere valorizzati al punto giusto. Per il resto qualcosa trapela dal tuo scritto, nonostante si intende il tuo reale intento. Forse il vento potrebbe portarsi via tutti i valori che addebitiamo alle parole.

Autore Albero
EvaMcCassidy
Inviato: 24/11/2008 18:08  Aggiornato: 24/11/2008 18:08
Just popping in
Iscritto: 24/11/2008
Da:
Inviati: 3
 Re: La tua fine
Molto bello il tuo brano....è splendido, per favore potresti commentare il mio?
Grazie.

Autore Albero
Masmas
Inviato: 30/11/2008 12:15  Aggiornato: 30/11/2008 12:15
Just popping in
Iscritto: 30/11/2008
Da:
Inviati: 1
 Re: La tua fine
Mi è piaciuto. Il personaggio più che spostato mi pare un buon esempio di schizo all'ultimo stadio prima del "decollo finale". La domanda che mi sono fatto appena letto l'ultimo punto è stata: lo sa (il person.) di essere lui? Secondo me lo sa. Comunque complimenti, per la tua "ballata maledetta".

Autore Albero
alex87
Inviato: 13/12/2009 3:10  Aggiornato: 13/12/2009 3:10
Just popping in
Iscritto: 6/7/2008
Da: basilicata, abruzzo
Inviati: 41
 Re: La tua fine
complimenti...il ritmo serrato, le frasi corte e veloci danno al brano la scorrevolezza adatta che ben si sposa con la situazione descritta. se ho capito bene il protagonista non è cosciente del proprio imminente suicidio? schizofrenia? dissociazione? disturbo da depersonalizzazione?

Rispondi Autore Inviato
 Re: La tua fine _alessandro_ 15/12/2009 13:55
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti3962512
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 63 utente(i) online (10 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 63

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 39
Ieri: 99
Totale: 6220
Ultimi: TwilaBeard

Utenti Online:
Ospiti : 59
Membri : 0
Totale: 59
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it