logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



Pagina (1) 2 3 4 »
Letture Incrociate - Racconti : Boccadirosa - Storia di una donna che scelse di essere libera
Inviato da Ultreya il 29/7/2008 7:24:10 (3433 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
Letture Incrociate - Racconti

Da come scriveva rispecchiava appieno il nickname che aveva scelto per dialogare in quell’affollatissima chat-room, dove sembrava risaltare su tutti gli altri presenti. Una breve fuga sul suo profilo personale, per leggere qualcos’altro di lei.
“Nickname BoccaDiRosa, anni 25, impiegata.”, ripeté farfugliando l'uomo.

Mentre corrugava la fronte proseguendo la lettura del profilo, rivelava appieno i suoi 45 anni; gli occhi contornati da una ragnatela di rughe d'espressione.
La descrizione era accompagnata da una foto della ragazza in costume da bagno; nella posa guardava il mare in lontananza, riparandosi gli occhi dal sole con una mano. Una giovane donna bruna con capelli ondulati che le arrivavano ben oltre le spalle, la pelle brunita che si schiariva appena verso i margini del costume; la sua figura era slanciata e ben proporzionata, il seno era florido e generoso. La tenera sensualità che traspariva da quella foto accese nell'uomo un fermento al ventre.

Doveva contattarla in privato e cercare di conoscerla. Cominciò presentandosi con il suo solito nome falso: Marco. Uno delle centinaia di Marco che frequentano le migliaia di chat-rooms italiane. Ebbe subito il piacere di scoprire che abitava in una piccola città a pochi chilometri da casa sua.
“Dai sei di Sant'Ilario?, io vivo a Parma a pochi chilometri da te.”
“Ciao, ma dai sei di Parma... non ci credo, che forte! Come sei fatto?”
“Sono uno splendido quarantenne, bruno e con un po' di pancetta”

Amava mettere subito le carte in tavola dichiarando spesso qualche suo difetto.
“Mi piacciono gli uomini con la pancetta, sei simpatico hai visto la mia foto?, ti piaccio?”
“Niente da dire sei davvero uno schianto, ce l'hai il ragazzo?”.
“Mi sono lasciata da qualche mese ma ne sono contenta”.
L'eccitazione dell'uomo stava montando sempre di più e sempre più di frequente si umettava le labbra con la lingua, acconciandosi di tanto in tanto i pochi capelli sul capo, con la mano aperta a pettine; lo sguardo fisso sullo schermo non si perdeva una sillaba che BoccadiRosa scriveva.
“Dai, ci stavi male, fatto bene a lasciarlo”
Le pause di lei tra una risposta e l'altra erano sempre molto brevi, come se scrivesse di getto senza badare più di tanto alla forma.
“Si, non ci stavo bene e poi lui mi tradiva con una mia amica. Così gli ho messo le corna anch'io con il suo migliore amico che mi chiamava sempre come il mio nick”
“Boccadirosa?”
“Si proprio così”
“E come mai ti chiamava come la famosa protagonista della canzone di Fabrizio De André?”
“Semplice... perché gli piaceva la mia bocca e come... come lo facevo con lui... beh ci siamo capiti...Poi vivendo proprio a Sant'Ilario...”
“Mi piacerebbe incontrarti e mettere alla prova le tue doti. Chissà se sei proprio brava come dici”.
Appena terminato il suo scritto, l'uomo rimase a guardare lo schermo con l'espressione tipica di chi vuol fregare il gelato ad un bambino. Dinanzi allo schermo Boccadirosa lesse le ultime parole di lui, poi sorrise.
“Senti io stasera sono libera, visto che siamo così vicini se vuoi possiamo andare a bere qualcosa da Bepi, lo conosci il pub di Bepi?”

“Mai sentito ma con te verrei ovunque!!”

Cominciava oramai a fiutare come un cane, l'odore della preda quasi raggiunta. Nel suo studio non esisteva altro che lo schermo del suo computer e le parole della donna.
“E' subito prima di entrare in città, sulla statale. E' sulla destra, ed è l'unico pub lì' intorno, non puoi non trovarlo”
“Ma certo che lo trovo per chi mi hai preso..Va bene alle nove?”
“Immagino avrai visto la mia foto, quindi saprai riconoscermi. Ora vado, ci vediamo alle nove da Bepi.”




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
Pagina (1) 2 3 4 »
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
cesaremimmi
Inviato: 29/7/2008 18:16  Aggiornato: 29/7/2008 18:16
Quite a regular
Iscritto: 23/6/2008
Da:
Inviati: 128
 Re: Boccadirosa - Storia di una donna che scelse di esser...
la vendetta della moglie tradita si consuma su un piatto d'argento, con tanto di Martini gettato in faccia al marito. Non è affatto male, secondo me. I dialoghi - che poi sono la parte più difficile - reggono. unico neo: ho troppo presto l'impressione del dejà vu, ma questo dipende da me e soltanto da me.
travel-v
Inviato: 29/7/2008 20:47  Aggiornato: 29/7/2008 20:47
Just popping in
Iscritto: 8/8/2007
Da: lanzarote - canarie
Inviati: 43
 Re: Boccadirosa - Storia di una donna che scelse di esser...
Mi è piaciuto molto. Come hai sviluppato la storia, i dialoghi, le descrizioni, il finale amaro. Cambierei solo il titolo, troppo lungo, e poi non serve definire di che storia si tratta, il racconto si legge in un batterd'occhio e secondo me il titolo è fuorviante, magari è proprio quello che volevi...
ciao
margheghi
Inviato: 30/7/2008 12:41  Aggiornato: 30/7/2008 12:41
Not too shy to talk
Iscritto: 9/5/2006
Da: Milano
Inviati: 95
 Re: Boccadirosa - Storia di una donna che scelse di esser...
Bel racconto... bella narrazione.

Molto visivo, mi sembrava di vedere scorrere i fotogrammi di un film attraverso le tue parole scritte.

Complimenti

marghe
Ultreya
Inviato: 2/8/2008 23:51  Aggiornato: 3/8/2008 13:35
Just popping in
Iscritto: 18/7/2008
Da: Monfalcone (Go)
Inviati: 13
 Re: Boccadirosa - Storia di una donna che scelse di esser...
Vi ringrazio per i commenti, come saprete sono sicuramente uno sprone per chi, come me, da un po' di tempo ha deciso di dedicarsi a questa deliziosa forma d'Arte che è la scrittura.

Un caro saluto

Enrico
il_corvo
Inviato: 7/8/2008 8:09  Aggiornato: 7/8/2008 8:09
Home away from home
Iscritto: 30/11/2004
Da: Carpi (mo)
Inviati: 949
 Re: Boccadirosa - Storia di una donna che scelse di esser...
Complimenti Enrico. Il racconto è scritto in una forma impeccabile. Piena proprietà di vocaboli e lettura scorrevolissima.
Sulle tue qualità direi non vi siano dubbi.

Il racconto.

Ben articolato all'inizio, verosimile nel descrivere le situazioni "da chat", anche se, chiaramente, un po' accellerate nell'evolversi. C'è anche, sempre all'inizio, una buone dose di suspance, con colpo di scena: BoccadiRosa è la moglie. E' stato dalla rivelazione in poi che, a mio giudizio, il racconto perde di smalto, limitandosi in una vendetta sì abbastanza femminile nelle intenzioni, ma vissuta con animo molto maschile nell'esecuzione.
E' chiaramente un mio parere. Rimane il fatto oggettivo di un ottimo racconto.

Bravo.
Ultreya
Inviato: 7/8/2008 14:22  Aggiornato: 7/8/2008 14:24
Just popping in
Iscritto: 18/7/2008
Da: Monfalcone (Go)
Inviati: 13
 Re: Boccadirosa - Storia di una donna che scelse di esser...
Ringrazio anche te per il prezioso commento, "il_corvo".


Enrico.
Misteradam
Inviato: 10/8/2008 17:32  Aggiornato: 10/8/2008 17:32
Just popping in
Iscritto: 10/8/2008
Da: Roma
Inviati: 2
 Re: Boccadirosa - Storia di una donna che scelse di esser...
Il racconto è coinvolgente ed il ritmo abbastanza incalzante, e ciò fa si che il lettore rimanga coinvolto nella narrazione e non si perda fra le righe. Se devo darti un consiglio, io non metterei la virgola dopo il punto interrogativo, non è bella da vedersi ed è anche grammaticalmente non corretta. Per il resto il linguaggio è abbastanza adeguato all'argomento, e non scade in volgarismi, anche se la tentazione di mettercene qualcuno a volte ci sarebbe. Nel complesso la lettura è stata abbastanza gradevole.
gigio63
Inviato: 17/8/2008 22:02  Aggiornato: 17/8/2008 22:02
Just popping in
Iscritto: 17/8/2008
Da: Cremona
Inviati: 10
 Re: Boccadirosa - Storia di una donna che scelse di esser...
Complimenti per la struttura del racconto: il misto di emozioni che evoca rende gradevole la lettura e incuriosisce tanto da spingerti a leggere con avidità e attenzione fino alla fine.
Anche il finale è adeguato a tutto il racconto anche se avrei preferito leggere di un diverso atteggiamento della cameriera: come dire, un pò scontata, quindi non in linea con l'intera struttura che invece è travolgente, molto chiara e scorrevole. Il tuo modo di descrivere del resto è molto efficace. Ancora complimenti. Luigi
Gio_Depp
Inviato: 26/8/2008 11:43  Aggiornato: 26/8/2008 11:43
Just popping in
Iscritto: 31/7/2008
Da:
Inviati: 12
 Re: Boccadirosa - Storia di una donna che scelse di esser...
Il mio giudizio sul racconto è sicuramente positivo sia per la storia che per il modo con cui è stata narrata.
Eventuali appunti che posso fare sono:
1-alcune frasi e scene sembrano scorrere troppo velocemente. Io avrei spezzettato alcuni periodi (alla Carver, o Salinger per intenderci) giusto per far prendere fiato al lettore e magari per farlo riflettere.
2-alcuni dialogi della seconda parte sono troppo lunghi e sembrano non spontanei. Una donna irata difficilmente fà un bel discorso ....
Le mie osservazioni sono comunque inizie rispetto al parere positivo. Bravo.
stradlater
Inviato: 2/9/2008 14:32  Aggiornato: 2/9/2008 14:32
Just popping in
Iscritto: 7/3/2008
Da:
Inviati: 5
 Re: Boccadirosa - Storia di una donna che scelse di esser...
..il chat-approccio è abbastanza inverosimile.. ..la riCreazione della situazione-da-chat abbastanza stereotipata.. .."tenera sensualità/fermento al ventre"..poco convincente.. ..lui che si mette a piangere abbassa ulteriormente il livello di realisticità.. .."(...)..non servo le carogne"..battuta retrò-anacronistica che sembra uscita da un film tipo:"il figlio dell'ispettore marlowe..-sorriso-.. ..stile gradevole.. ..felice l'intuizione di sComporre il pezzo in paragrafetti.. .."dopo aver, diciamo...vagliato le mie doti?"..MeravigliosA battuta..
danne
Inviato: 17/9/2008 16:42  Aggiornato: 17/9/2008 16:42
Just popping in
Iscritto: 17/9/2008
Da: Roma
Inviati: 3
 Re: Boccadirosa - Storia di una donna che scelse di esser...
Per un uomo è sicuramente difficile scrivere un racconto, in prima persona, con protagonista una donna. Il racconto breve permette di non cadere in facili errori "testosteronici". In questo caso alcuni tratti sono realistici e si potrebbe dire che una donna, quella donna sopratutto, potrebbe pensarla così.
Chat room, martini, fabrizio de andrè, accompagnatrici, marito fedifrago medico: le cose tra loro cozzano, ma non per questo infastidiscono la lettura.
Il giudizio non starò a darlo, ma avendolo letto, senza aver abbandonato la presa, come accade per altri racconti è di certo un buon giudizio.
Ultreya
Inviato: 18/9/2008 5:24  Aggiornato: 18/9/2008 5:24
Just popping in
Iscritto: 18/7/2008
Da: Monfalcone (Go)
Inviati: 13
 Re: Boccadirosa - Storia di una donna che scelse di esser...
Ringrazio di vero cuore tutti i commentatori e le circa 700 persone che hanno sfogliato le pagine di questo mio racconto.

Ringrazio i gestori del sito che considero veramente utilissimo e ben fatto.


Un sorriso a tutti.


Enrico Ferri
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti01453
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 47 utente(i) online (5 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 47

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 0
Ieri: 15
Totale: 5477
Ultimi: ClydeBuddi

Utenti Online:
Ospiti : 47
Membri : 0
Totale: 47
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it