logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



Letture Incrociate - Poesie : La Canna
Inviato da Utopia il 30/12/2003 10:53:22 (1601 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
Letture Incrociate - Poesie

La giovane canna ,
piena della sua forza,
affonda il corpo sul fondo del fiume .

Un giorno ,
vuota della sua non-forza ,
risalirà lentamente
verso la luce ,
e abbandonata
all' originaria corrente ,
si lascerà serenamente cullare
nel vuoto del tutto.




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Lu^^
Inviato: 31/12/2003 18:51  Aggiornato: 31/12/2003 18:51
Just can't stay away
Iscritto: 17/8/2003
Da:
Inviati: 402
 Re: La Canna
Ciau Utopia!

Non ho capito se con canna ti riferissi alla droga o alla canna naturale, perchè quel pillole pillole alla fine mi ha un po' disorientata! Cmq non è male come poesia, è semplice e scorrevole, non è ingarbugliata è questo è positivo... solo forse è un po' troppo semplice, nel senso che alla fine tu volevi descrivere il movimento che compie una canna sul fiume, e non mi sembra ci sia sotto un messaggio...
Utopia
Inviato: 2/1/2004 11:00  Aggiornato: 2/1/2004 11:00
Just can't stay away
Iscritto: 16/12/2003
Da:
Inviati: 331
 Re: La Canna
Ciao Lu^^,
concordo con la tua perplessità riguardo il finale del mio scritto:“Pillole Pillole”, è dovuto da un mio errore avvenuto nel momento della comunicazione della poesia, non essendo una cima del Pc, ho trascritto il termine Pillole in una finestra, pensando di comunicare il titolo del commento (Pillole), che avrei dovuto affiancare al mio scritto.
Riguardo l’altro: “alla fine…” io non intendevo descrivere “il movimento che compie una canna sul fiume”.
Cmq se prendo atto delle considerazioni fatte: “droga o canna naturale?”, “…volevi descrivere il movimento di una canna sul fiume…”, inoltre, se ti sembra che sotto non ci sia alcun messaggio, allora sta a significare che colui che ha scritto questa poesia si fa le canne, metaforicamente parlando. Dispiaciuto di non averti potuto dare di meglio ti saluto e ti ringrazio per la tua attenzione.
She-OZoz
Inviato: 5/1/2004 15:01  Aggiornato: 5/1/2004 15:01
Daniela
Iscritto: 11/1/2003
Da:
Inviati: 2650
 Re: La Canna
Ho cancellato le parole "incriminate"
Shelly
Inviato: 6/1/2004 2:26  Aggiornato: 6/1/2004 2:26
Home away from home
Iscritto: 3/1/2004
Da: ancona
Inviati: 1618
 Re: La Canna
A me la prima strofa è sembrata molto sensuale.Ma non si capisce dove tendi o forse è proprio a questo?La semplicità è un gran pregio ma è enche un pochino fredda.
arzy
Inviato: 7/1/2004 15:12  Aggiornato: 7/1/2004 15:12
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 10/12/2003
Da: Piacenza
Inviati: 1917
 Re: La Canna
La forza della canna sta nel lasciarsi andare, lasciarsi cullare, dalla corrente anche quando avversa. Contrapposizione: la forza della radice (boia chi molla!), l'apparente soccombere del fusto (appunto, solo apparente) all'assalto del mondo esterno. Idem: il filo d'erba con il vento: si piega, si piega ma non si spezza, e si ripiega in attesa di condizioni migliori. Così debole rispetto alle costruzioni dell'uomo, però il Tornado spazza via case e solleva Tir, ma il sottile filo d'erba, pur sbattuto a destra e a manca, no. L'ultima piena del mio fiume, la Trebbia, ha spazzato via di tutto. Si, qualche volta anche le canne, ma solo perchè l'acqua ha portato via l'intera sponda, la collina, il letto del fiume. E per le canne in fondo s'è trattato solo di ... un trasloco. Filosofia di vita. Niente "fumo" nei tuoi versi per me, anzi, giusto l'opposto (il fumo è "fuga" dalla realtà, è negazione, quindi resa).
xamav
Inviato: 10/3/2004 0:35  Aggiornato: 10/3/2004 0:35
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 6/11/2003
Da: Pescara - Roma
Inviati: 1328
 Re: La Canna
Beh, caro Utopia ha il sapore del grande saggio questa tua poesia, ma non mi ha colpito in modo particolare, sento la necessità di un qualcosa che dia più vigore a una visione che sicuramente è interessante e che è buona per un componimento del genere, ma forse dovevi puntare di più sull'intensità che certo è presente nel tema ma un po' meno nelle parole usate, anche se forse volutamente semplici così come dolcemente semplice è ciò che descrivono.

Massimo.
Eagle
Inviato: 23/3/2004 15:30  Aggiornato: 23/3/2004 15:30
il pennuto di OZoz
Iscritto: 27/12/2003
Da:
Inviati: 977
 Re: La Canna
La giovane canna da zucchero, impiantata nel terreno accanto al fiume, non viene rimossa dal vento, oscillando a destra e a manca, uno spettacolo "per me almeno, poi non so" che ho visto tante volte e che armonizza la mia mente, sintonizzandola ai colori chiari e dorati della natura. Niente a che fare con quelle altre canne.. dove e´finito l´antico splendore della natura?
Caro Utopia, per una volta che qualcuno (te) dedica una poesia ad un soggetto triste triste che tutti si dimenticano, viene pure frainteso. A me piace, esprime molto bene il movimento delle canne al vento. Hai altri componimenti in tema di botanica?
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti11454
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 38 utente(i) online (10 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 38

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 1
Ieri: 15
Totale: 5477
Ultimi: ClydeBuddi

Utenti Online:
Ospiti : 38
Membri : 0
Totale: 38
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it