logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



Letture Incrociate - Poesie : Fiori d'artificio
Inviato da smoje il 11/6/2008 23:41:54 (1411 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
Letture Incrociate - Poesie

Ne ho incontrate di stelle.
Nel silenzio di Ofena
e in quel vento d’agosto
sulle labbra
a tremare
e l’odore del legno.

Poi un fremito lieve. Improvviso
di un timido chiodo.
Esplodono piano
come fiori d’artificio.
Per rendere eterno quell momento di cielo
Ora che sono alto e fermo
ed ho la pelle di rughe
e l’anima a cerchi
ora che ho vita nelle vene,
non bisogno d'inchiostro,
le vedo ai miei piedi
un tappeto infinito.
Io non posso toccarlo, mi accarezzano loro
Come foglie
Raccolte




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
proteo
Inviato: 14/7/2008 21:36  Aggiornato: 14/7/2008 21:36
Just popping in
Iscritto: 14/7/2008
Da: Crema
Inviati: 3
 Re: Fiori d'artificio
complimenti è una bella poesia.amo molto l'odore del legno,ma trovo difficile non aver bisogno d'inchiostro....ciao
Morgana0083
Inviato: 22/7/2008 18:45  Aggiornato: 22/7/2008 18:45
Just popping in
Iscritto: 22/7/2008
Da:
Inviati: 5
 Re: Fiori d'artificio
Davvero bella e suggestiva, esprime sensazione che sembrano reali e palpabili con mano..
senza
Inviato: 25/7/2008 16:59  Aggiornato: 25/7/2008 16:59
Home away from home
Iscritto: 4/4/2004
Da: venezia
Inviati: 3123
 Re: Fiori d'artificio
sicuramente alcuni versi sono molto suggestivi, a partire dal titolo stesso e per terminare con "e l’anima a cerchi" ma altri proprio no. non mi piacciono nemmeno i versi ipermetropi ed in generale trovo la tua poesia un insieme di immagini varie e variabili su cui con fatica azzarso l'interpretazione ( anzi, meglio che non ci provi nemmeno altrimenti rischio di dire una tale assurdità che tutti da domani si domanderanno se ho disimparato a leggere o se ho problemi mentali )
giudizio discontinuo
smoje
Inviato: 28/7/2008 13:14  Aggiornato: 28/7/2008 13:14
Autore dell'anno 2008
Iscritto: 19/4/2005
Da: L'Aquila
Inviati: 648
 Re: Fiori d'artificio
uè, grazie per i commenti (il bisogno d'inchiostro, che tra l'altro alla rilettura successiva è diventato sete) è un discorso un po' lungo; adesso mi rendo conto che per godere a pieno di una cosa che mi è capitata nel passato più o meno recente (che sia bella o brutta) non ho più bisogno di metterla in versi, come forse mi succedeva prima. che poi mi venga lo stesso lo stimolo di farlo, è innegabile.
senza, mi sa che uno degli scopi delle mie poesie (se così si possono chiamare) è quello di far correre quel rischio al lettore (non mi piace essere esplicito, e mi sa che questa è una forma inconscia di pudore, o di narcisismo, o di difesa o non lo so) e comunque sappi che siccome ti è piaciuto il titolo, lo stesso sarà il titolo per la mia seconda raccolta, che sarà pubblicata (ora non so se da AEO, minimum fax, tracce, noubs...), quindi il suo successo editoriale, e la mia relativa ricchezza, dipenderà da te
senza
Inviato: 29/7/2008 11:35  Aggiornato: 29/7/2008 11:35
Home away from home
Iscritto: 4/4/2004
Da: venezia
Inviati: 3123
 Re: Fiori d'artificio
wow! che onore!
quando pubblicherai mi farai avere una copia?
e già che ci sei perchè non mi dedichi la raccolta?
potrei posare per la copertina ( o fare la copertina ) o diventare la tua musa ispiratrice!
smoje
Inviato: 29/7/2008 15:06  Aggiornato: 29/7/2008 15:06
Autore dell'anno 2008
Iscritto: 19/4/2005
Da: L'Aquila
Inviati: 648
 Re: Fiori d'artificio
eheheh noto una "leggera" vena di ironia...
ma faccio finta di niente assumendo la posa da poeta bohèmien superpartes (o da tonto) e non ti ricordo che sia le muse sia le modelle solitamente posano nude solo perchè ti so (e so anche me) felicemente impegnata...
comunque sulla copia....te la farò avere con piacere (non so se suona più come una promessa o una minaccia)
e già che ci sei...non è che vuoi anche la prima pubblicazione? (metti che la vuoi regalare a una che ti sta sulle pal... o che vuoi cominciare la scorta invernale per il camino...) anche quella aveva un titolo niente male, non è che me l'hai suggerito tu inconsciamente?
senza
Inviato: 29/7/2008 16:14  Aggiornato: 29/7/2008 16:14
Home away from home
Iscritto: 4/4/2004
Da: venezia
Inviati: 3123
 Re: Fiori d'artificio
ironia?? più seria di così!!
fiorderica
Inviato: 7/8/2008 9:59  Aggiornato: 7/8/2008 9:59
Vincitore I OzTorneoZen
Iscritto: 8/1/2004
Da:
Inviati: 879
 Re: Fiori d'artificio
Entro, dopo tanto tempo, e... paff... m'imbatto in questi versi bellissimi ed interessanti.

La mia attenzione emotiva è attratta dalle metafore legate al titolo e sgranate, come in un rosario, ad effetto nell'intera poesia.

Trovo del puro lirismo nella comparazione dell'infinito stellato - come esplosione di fiori - con l'immagine che si da di sé, la pelle di rughe
e l’anima a cerchi, senza bisogno di inchiostro nelle vene poiché il prato di stelle ai suoi piedi - come foglie raccolte - conferma il fluire della vita in tanta magnificenza.

Accidenti, bravo smoje!!! Confermo di essere una tua fan imperitura!!

fior
leobloom
Inviato: 7/8/2008 13:13  Aggiornato: 7/8/2008 13:13
Home away from home
Iscritto: 18/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 509
 Re: Fiori d'artificio
Iniziamo. da dove? beh, dal titolo: fiori d'artificio. cosa significa? oddio e chi lo può sapere. I fiori d'artificio sono una tecnica di decorazione del marmo, ma anche (mi pare) una festa pirotecnica (ligure? boh, non so), ma posta nel contesto della poesia potrebbe rappresentare un'esplosione floreale che vada a mostrarsi sotto qualche cielo, oppure potrebbe essere un simbolo della eccessiva ricercatezza dei fiori. comunque, sarà perché non lo riesco ad inquadrare, ma questo titolo mi provoca disagio e non lo riesco ad apprezzare.

Passiamo alla poesia. l'inizio disegna nel mio cervello la notte del 10 agosto, quell'incontrare (presumibilmente con lo sguardo) di stelle sotto il cielo di un paesino di una comunità montana abruzzese (dove probabilmente si gode di un'ottima panoramica del cielo e le stelle sono un po’ più vicine), unite all'odore del legno (falò), non fanno che dire: notte di san lorenzo.

poi c'è la parte meno chiara: il fremito, il chiodo e l'esplosione dei fiori d'artificio (ho anche tentato di trovare notizie se ad ofelia ci fosse il 10 agosto qualche spettacolo pirotecnico, ma niente). il problema per la mia comprensione è il soggetto. potrebbe essere "stelle", ma non è molto chiaro. cosa esplodono? Ritornando ai versi Esplodono piano / come fiori d’artificio, si potrebbe ipotizzare che le stelle cadenti esplodono piano (lentamente e senza rumori), ma l'immagine "come fiori d'artificio" mi lascia perplesso, poiché non riuscendo a capire cosa diavolo sono, la similitudine perde per il mio senso visivo tutto il suo possibile fascino.

il seguito è interessante. l'uomo ha compiuto un passaggio, è andato oltre, ha quasi passato il ponte. alto e fermo, la pelle di rughe e l'anima a cerchi sono immagini decisamente particolari, perché indicano la maturazione dell'uomo dando la sensazione dell'albero che cresce: soprattutto l'anima a cerchi ricorda la maturità dell'albero che per stabilirne l'età si deve contare i cerchi del suo tronco, più ne sono più è grande. la similitudine con l'albero prosegue anche dopo: tappeto infinito, non posso toccarlo e foglie raccolte.

tirando le somme ho trovato alcune parti veramente notevoli come carica emotiva e bellezza visiva, ma il senso del tutto mi sfugge, mi accarezza, ma io non posso toccarlo (citazione :D)
smoje
Inviato: 25/8/2008 8:16  Aggiornato: 25/8/2008 8:16
Autore dell'anno 2008
Iscritto: 19/4/2005
Da: L'Aquila
Inviati: 648
 Re: Fiori d'artificio
beh, anche se non si fa, mi par d'uopo una spiegazione, sia perchè adoro avere una fan in fiorderica e poi perchè io sono un fan (sul serio) dei commenti di leobloom, della sua attenzione nella lettura e della sua perizia nel cogliere le metafore. le stelle che ho incontrato finora non sono astri, ma quelle cose (belle, brutte, commoventi, piccole, immense, ecc.) che hanno toccato la mia attenzione, che mi hanno acceso una scintilla. il titolo è si, un qualcosa per simboleggiare un'esplosione di emozioni ma anche di delicatezza. il primo soggetto sono loro, i giorni passati nel paesino di ofena, gli incontri con le ragazze, gli odori, ecc. poi il soggetto diventa "le poesie" che "vogliono" essere scritte, in modo insistente (il chiodo) ma senza diventare palesi (timido). quelle emozioni/poesie esplodono piano, come appunto i fiori d'artificio. il fremito è il passaggio da emozione a poesia. il resto del tuo commento è più o meno quello che volevo dire, l'albero, i cerchi, ecc (il bisogno d'inchiostro vorrebbe dire che prima non appena provavo quel fremito avevo una specie obbligo - che forse potrebbe sembrare forzato - a imbrigliare quelle sensazioni in un foglio di carta, non so, forse per essere sicuro di non dimenticarle) ora è come se, prendendo me come albero, le emozioni sono la linfa, e quindi parte di me, e le mie poesie sono le foglie, e quindi comunque parte di me, che sarei (in pieno delirio di onnipotenza) una specie di tramite tra le une e le altre, e diventano una sorta di tappeto, che non posso toccare ma che comunque c'è, e lo sento. e poi raccolte, perchè un insieme di poesie è una...raccolta, no?
grazie grazie grazie e scusate i vaneggiamenti
leobloom
Inviato: 29/8/2008 14:14  Aggiornato: 29/8/2008 14:14
Home away from home
Iscritto: 18/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 509
 Re: Fiori d'artificio
oh ho un fan... vorrà dire che farò un libro con tutti miei commenti e lo pubblico, così almeno una copia la vendo (e ti faccio pure la dedica)

comunque tornando seri, credo che il fremito lieve = poesia sia poco chiaro. non ci sono punti che lascino presaggire la poesia come soggetto, anche se (devo ammettere) che ora si spiegano alcune cose ambigue (come i chiodi).

beh un saluto e al prossimo commento
smoje
Inviato: 29/8/2008 15:51  Aggiornato: 29/8/2008 15:51
Autore dell'anno 2008
Iscritto: 19/4/2005
Da: L'Aquila
Inviati: 648
 Re: Fiori d'artificio
lo so leo, mi capita spesso, ma non riesco ad essere più chiaro. ho un odio per le descrizioni inequivocabili. e poi, visto che io faccio fatica a trovare un verso, una parola, è giusto che anche chi legga si sforzi un po' nell'interpretare
suncity
Inviato: 21/10/2008 12:40  Aggiornato: 21/10/2008 12:40
Quite a regular
Iscritto: 24/7/2007
Da: Terni
Inviati: 122
 Re: Fiori d'artificio
Non capisco proprio il tuo modo di punteggiare.
Accidenti ci provo, ma niente non ce la faccio , anche qui dove ci doveva stare una virgola c'è un punto e viceversa, oppure niente, oppure un punto per un due punti. Se esistono delle regole di punteggiatura perchè non usarle?

Questa poesia, però, tutto sommato, mi piace e ti dico di più, non è poi così ermetica come ti ho rimproverato per l'altra, l'ultima parola è di sicuro la chiave chiarificatrice del componimento.

Alcune immagini però, pur essendo piacevoli, sembrano di troppo, slegate (verso 6 e 8).
Ultima critica: ritmo smozzicato nei versi troppo dissimili tra loro.
Mi piace molto il messaggio, ma non troppo la forma.
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti14280
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 53 utente(i) online (11 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 1
Utenti anonimi: 52

Karma68S98, Altro...

Membri Membri:
Oggi: 14
Ieri: 11
Totale: 5632
Ultimi: Karma68S98

Utenti Online:
Ospiti : 44
Membri : 0
Totale: 44
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it