logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



Letture Incrociate - Poesie : “Guernica, aprile 1937: scendea dalle nuvole fischiando feroce sorella morte”: contro tutte le guerre
Inviato da arzy il 7/2/2008 23:43:22 (2245 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
Letture Incrociate - Poesie

Giorno di mercato, gente di campagna,
tutta la piazza già affollata,
arrivano ancora altri contadini,
quando a sorpresa suona campana.



Sono le sedici, sedici e trenta,
cinque minuti arriva l’aeroplano,
con la svastica in mostra sulle ali
a bassa quota sfiora i coppi rossi.

Tutti col naso volto al cielo
ad ammirare il bombardiere,
certo a Guernica è solo di passaggio
nessuna traccia d’obiettivi militari.

Ma il Fuhrer e quell’Italiano
hanno studiato nuove strategie
calar le bombe per la distruzione
mirando al cuore della stazione.

Cinque minuti di scoppi e fumo
esce dalle nuvole un altro aeroplano,
ancora tedesco, ancora nazista,
lancia le bombe in pieno centro.

Urla pianti disperazione
negata ai civili ogni via di fuga,
per oltre tre ore fuoco e distruzione
strage imprevista per oltre diecimila.

Nessuno scampo, morta pietà,
non sono risparmiate case isolate,
gli incursori agiscono con scienza,
certo ne è morta la coscienza.




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.

Autore Albero
Shelly
Inviato: 14/2/2008 16:10  Aggiornato: 14/2/2008 16:22
Home away from home
Iscritto: 3/1/2004
Da: ancona
Inviati: 1618
 Re: “Guernica, aprile 1937: scendea dalle nuvole fischian...
Arzy, avevo scritto un signor commento, ma mi si è cancellato.
Proviamo di nuovo.
La tua poesia è come al solito ben scritta, ma non riesco a rintracciarne una coerenza nelmodo in cui la presenti.
Mi sembri a tratti giornalistico, ad altri un pò sentezioso, altre voltte ancora dipingi con le parole come solo tu sai fare.
Mi chiedo, cosa volevi esprimere di preciso?
Personalmente, preferisco una coerenza che riesca a condurmi nei meandri della poesia, mentre qui noto un pochino di confusione.
Tutto ok? Sembra che qualcosa ti abbia scombussolato.
Comunque, cerco ti riscrivere la sotto la versione che ne darei io!
Besos
She.

Giorno di mercato,
la piazza già affollata
e arrivano ancora contadini,

quando
suona
la campana.

Sono le sedici,
le sedici e trenta,
cinque minuti e

arriva l’aeroplano,
con la svastica
sfiora i coppi rossi.

Tutti col naso al cielo
ad ammirare.
E'un bombardiere.

-E'solo di passaggio, signore?-
-Certo, ragazzo!-
-A Guernica non ci sono obbiettivi!-

Ma il Fuhrer e l’Italiano
hanno nuove strategie
calar le bombe sulla stazione

puntano al cuore,
la distruzione.
Cinque minuti e

un altro areoplano
sempre nazista,
lancia bombe nel centro.

Tre ore.
Di urla e pianti
di scoppi e folgore

di nessuno scampo.
La pietà
muore.

Le case
vicine e isolate
sfiorite e vinte

dall'incursore
greve
di scrupolosa incoscienza.
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti9554
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 57 utente(i) online (6 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 57

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 9
Ieri: 15
Totale: 5524
Ultimi: JYNMelba43

Utenti Online:
Ospiti : 57
Membri : 0
Totale: 57
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it