logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



Letture Incrociate - Poesie : Personae
Inviato da Principe il 20/4/2004 22:26:37 (1372 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
Letture Incrociate - Poesie

Prima pubblicazione: 3/12/2003 15:50:28
Ora indosserò la mia maschera,
la maschera che nasconde
la sofferenza, il dolore
e mostra soltanto il paradiso

con la mia maschera
voglio tutto, posso tutto
voglio l'inferno, posso il paradiso.

In me si fondono bene e male
amore ed odio, vita e morte
in me il nulla
il paradiso senza pensieri

Ma basta un riflesso
uno sguardo alla terra ed uno al cielo
per farmi capire che dietro la maschera

vi è un anima strazziata dai conflitti
calpestata dalle contraddizioni,
messa al muro dal caos della mente
una mente a volte cattiva;

ma vedo anche un anima che combatte
per inseguire un sogno impossibile
il sogno di una vita
e combatte contro tutto e tutti
ed è pronta ad affrontare la morte
per la sua libertà.

Vedo un anima ribelle, combattente
sognatrice, ma soprattutto libera

Ora convivo con la mia maschera
siamo diventati uno;
non trovo più i confini
tra la mia persona e la maschera
tra la realtà e la fantasia,
se mai ci sono stati confini.

In me regnano i pensieri, i dubbi
vinti soloda un amore profondo,
forte, più forte della morte,
un amore per la vita, per i sogni
per la gente che conosco
e che dovrò conoscere

e per una persona speciale,
verso la quale nutro un sentimento
di amore profondo,
che va oltre la materia
che tocca il cuore, perchè il cuore è divino
perchè il cuore è libero,
che apre le porte della mente

un amore libero e profondo
sino algi estremi dell'infinito universo

Gente del mondo godetevi il vostro sogno di libertà con la maschera che volete,
ma siate pronti al riflesso, al riflesso di morte




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Utopia
Inviato: 17/12/2003 21:29  Aggiornato: 17/12/2003 21:29
Just can't stay away
Iscritto: 16/12/2003
Da:
Inviati: 331
 Re: Personae
Emerge da questi versi il sentito travaglio spirituale e culturale dell’autore, come se stesse a cavallo ad un suo momento di transizione, in quanto inizialmente emergono riflessioni dai sapori orientaleggianti, facendoci assaporare la sua volontà di vivere la vita, della consapevolezza della propria Libertà e del suo sentirsi tutto e nulla, come:

La visione taoista della fusione degli opposti “ In me si fondono bene e male amore ed odio, vita e morte”

La conflittualità dei pensieri “dal caos della mente”

Il concetto dell’ Intuizione “…Ma basta un riflesso uno sguardo alla terra ed uno al cielo per farmi capire…”

Il concetto di Vacuità (Sunyata) “ in me il nulla”

Della Meditazione “ il paradiso senza pensieri”

Del Ribelle “ Vedo un anima ribelle”, nobile e massima consapevolezza della propria evoluzione spirituale.

Il concetto di Amore. Inteso come massima espressione di Libertà

E sulla Apertura di Cuore, contrapposta al Mentale

Per poi cadere contraddittoriamente, quasi ad oscurarsi nella parte finale, da quei richiami che sono le sue origini occidentali, come:

Il voler apparire “ Ora indosserò la mia maschera “, dimenticando che un essere Libero, non indosserebbe mai una maschera, poiché è al di là delle comuni proiezioni “ la maschera che nasconde la sofferenza, il dolore e mostra soltanto il paradiso” , ma si abbandona al tutto distaccandosi dai propri ed altrui pensieri.

Il percorso che va dall’interno verso l’esterno “ In me regnano i pensieri, i dubbi vinti solo da un amore profondo”, ripercorrendo la strada dell’essere condizionato dall’altrui presenza, distraendosi dal reale viaggio del se.

Dal concetto della Morte, accennato nel testo

Personalmente questi conflittuali versi, come ho già detto, nascondono una profonda lotta interiore tra il condizionante conosciuto e la libertà del conoscere, li trovo interessanti e vivi, in quanto mi hanno fatto assaporare e cavalcare quella che amo definire la comune onda dell’esistenza.
riana
Inviato: 17/3/2004 9:47  Aggiornato: 17/3/2004 9:49
Just can't stay away
Iscritto: 26/1/2004
Da:
Inviati: 491
 Re: Personae
Con stile ,che definirei espressionistico, riveli cio'che nasconde la maschera.
Noi scrittori attingiamo alla saggezza orientale (come ha magistralmente citato Utopia), per raggiungere la consapevolezza di poter combattere e sconfiggere i conflitti interiori che ci attanagliano.
Ci accomunano in questa "lotta", i sentimenti come la visione nella sua unicità della vita, l'orrore per la morte, l'eterno alternarsi di pensieri negativi a quelli positivi e soprattutto l'amore, quale fonte di energia vitale.
Complimenti, un abbraccio, Rianal
Eagle
Inviato: 23/3/2004 15:02  Aggiornato: 23/3/2004 15:02
il pennuto di OZoz
Iscritto: 27/12/2003
Da:
Inviati: 977
 Re: Personae
Sei riuscito a creare un parallelismo melodrammatico del film di Jim Carrey "The Mask" affidandoti ad una tua visione, mixando i tuoi stessi elementi creativi sfuggendo sia dall´ironia sia dall´orrore della morte, come se la maschera ti conducesse in un tempo tutto tuo, li dove nell´oltre, ad altri, non sia possibile vedere come scorrono i tuoi giorni, le tue ore con esatezza. Sempre piu´elaborato e distante dal nostro mondo. Ancora bravo principe
Signorina
Inviato: 24/4/2004 18:31  Aggiornato: 24/4/2004 18:31
Home away from home
Iscritto: 13/9/2003
Da:
Inviati: 589
 Re: Personae
Ciao Principe. Tanto tanto intensa la tua poesia. Il caro e quanto mai vero tema della “maschera”. Da filopirandelliana non può lasciarmi indifferente.
Non ho sicuramente gli strumenti per fare una critica stilistica alla tua poesia – a parte qualche osservazione, che poi ti dirò – ma alcuni contenuti che, tra i versi, affermi con forza, mi arrivano dentro e richiamano il mio sentire.


“ma vedo anche un anima che combatte
per inseguire un sogno impossibile
il sogno di una vita
e combatte contro tutto e tutti
ed è pronta ad affrontare la morte
per la sua libertà.

Vedo un anima ribelle, combattente
sognatrice, ma soprattutto libera”


Credo sia la fatica di ogni uomo che voglia passare in questo mondo con un minimo di coscienza e consapevolezza. Credo sia la sofferenza di ogni anima sensibile davanti alle contraddizioni del vivere.
Credo sia il grido di ogni anima coraggiosa che lotta per l’affermazione di quello che Winnicott chiamava il “Vero Sé”. L’unico che ci può dare il reale senso dell’esistenza, l’affermazione del nostro esistere in questa vita. Il resto è maschera: maschera modellata sulle “richieste” del mondo.
Ma credo, come dici tu, che non sempre ci sia antitesi tra maschera e “essere”: spesso la maschera è solo una parte di noi, quella che più facilmente piace al mondo, quella che è meno doloroso e compromettente mettere in gioco… ma che pur sempre ci appartiene. Ma che mai ci lascia quella sensazione di “piena autenticità”, perché c’è sempre quella parte che dietro di essa si nasconde e che grida perché le sia riconosciuto diritto di esistere davanti al mondo.
Ecco che libero veramente è colui che ha il coraggio di questo passo. Colui che ha il coraggio di lasciare che maschera e persona possano coesistere armoniosamente. Non colui che scioglie quelle contraddizioni, che sono congenite con la vita stessa dell’uomo – sarebbe utopia! – ma colui che vola alto sopra queste contraddizioni, le accetta come parte integrante del proprio essere e non se ne lascia imprigionare.
Questa è la breve riflessione che la tua poesia mi stimola.
Bravo, è un tema importante e coraggioso.

Dal punto di vista stilistico mi domando con quale logica ha deciso di “raggruppare i versi” (scusa il termine non esattamente “tecnico” ma non sono una critica letteraria e ho dimenticato molto della metrica studiata a scuola!). Mi pare più per numero che per contenuto. O è solo un errore nel postare la poesia?
Lasci a metà dei contenuti in una strofa, per poi iniziare una nuova strofa che è il seguito di quella precedente (es. IV strofa e V strofa).
E infine mi lasciano un po’ perplessi i versi da “In me regnano i pensieri, i dubbi” fino alla fine. Li sento un po’ forzati, un po’ meno fluidi rispetto a quelli precedenti. A mio sentire stonano un po’.

Comunque bravo!
senza
Inviato: 17/8/2005 14:09  Aggiornato: 17/8/2005 14:09
Home away from home
Iscritto: 4/4/2004
Da: venezia
Inviati: 3123
 Re: Personae
che dire?
bo ogni tanto mi piace guardare cosa c'era prima di me e così oggi l'ho fatto
ed ogni volta che ti leggo rimango ammaliata stupita confusa e non so bene come esprimere un giudizio
perchè questa non è una poesia
è qualcosa che non andava scritto così
credo andasse ampliato in un racconto con un vero personaggio ed una vera storia, sarebbe stato qualcosa di molto bello
così invece credo si perdano un sacco di cose, un sacco di pensieri
si perde molto
mi disturba che andando così spesso a capo tu abbia usato parole così semplici, così dirette
il problema, almeno per me, è che andando a cercare l'inizio della riga successiva avevo giusto il tempo per pensare a cosa avevo appena letto sentendo delle grandi emozioni, certo, che però m'impedivano di capire le parole che stavo scorrendo
alla fine sembra solo una riflessione dal malinconico sentore di poesia che aleggia nel tempo tra una parola e quella successiva; una bella riflessione.
riguardo al tema, beh, tocchi anche troppi aspetti, ci sarebbe da parlare per ore ( ed è sempre per questo che mi auguro che tu abbia ripreso ciò per trasformarlo in un racconto, visto che probabilmente non leggerai molto presto il mio commento, e che comunque n'è passto di tempo da quando hai scritto, e forse non riprenderai in mano la tua pagina word solo per un mio consiglio )
tra l'altro è un tema che sento molto, perchè s'avvicina alla menzogna, ma forse in modo involontario
e beh, hai già detto tutto tu
in conclusione, ho sentito molto leggendo, ma il modo in cui ti sei espresso per me non va bene
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti11454
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 38 utente(i) online (5 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 38

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 1
Ieri: 15
Totale: 5477
Ultimi: ClydeBuddi

Utenti Online:
Ospiti : 38
Membri : 0
Totale: 38
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it