logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



Concorsi Scaduti: bandi e premiati : Concorso Letterario "Lama e Trama" (scadenza 14/09/07)
Inviato da She-OZoz il 18/8/2007 0:00:00 (3718 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
Concorsi Scaduti: bandi e premiati

Gratuito
Art. 1 - La città di Maniago e la Provincia di Pordenone, in collaborazione con Associazione Pro Maniago, Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Slow Food e Consorzio Coltellinai Maniago, bandiscono la quinta edizione del concorso letterario LAMA E TRAMA per racconti di genere giallo e noir. La partecipazione è aperta a tutti i cittadini italiani, europei, extraeuropei, senza limiti di età.

Art. 2 - Il tema del concorso è legato alle lame e ai coltelli, prodotto che contraddistingue l'industria e l'artigianato di Maniago, denominata appunto Città delle Coltellerie. I fabbri maniaghesi sin dalla seconda metà del 1400 hanno coltivato e perfezionato un'abilità particolare nel forgiare il metallo, dando forma a coltelli, utensili per contadini e boscaioli, nonché spade ed altre armi per le truppe della Serenissima Repubblica di Venezia. Questa tradizione tuttora si protrae e porta Maniago a primeggiare in tutto il mondo per la sua qualificata produzione.

Art. 3 - I racconti di genere giallo e noir dovranno ispirarsi esclusivamente a lame e/o armi e oggetti da taglio, per sviluppare con libera creatività l'intreccio della narrazione. L'elaborato dovrà essere rigorosamente inedito e in lingua italiana. Ogni autore potrà partecipare con un solo elaborato. L'elaborato dovrà pervenire entro e non oltre le ore 12,00 del giorno 14 settembre 2007 (farà fede la data del timbro postale), in 5 copie dattiloscritte o a stampa di computer, al seguente indirizzo:

ASSOCIAZIONE PRO MANIAGO
Via Umberto I° n. 2
Casella Postale n. 74
33085 - MANIAGO (PN)

Sulla busta potranno essere riportate le generalità del mittente, nel caso di eventuale restituzione al mittente stesso dovuta a disguidi postali. L'organizzazione provvederà, all'arrivo, a estrarre i materiali dalla busta e a distruggere la medesima, per garantire l'anonimato degli elaborati. L'organizzazione non risponderà a eventuali richieste, comunque pervenute, circa l'arrivo dei plichi (è dunque consigliato, ma non obbligatorio, l'invio a mezzo raccomandata A.R.).

Art. 4 - Il testo del racconto (titolo escluso), che in nessun caso verrà restituito all'autore, dovrà avere una lunghezza massima di 14.400 battute spazi inclusi. L'elaborato dovrà essere stampato o dattiloscritto solo su carta formato A4. Le copie degli elaborati dovranno essere anonime, e recanti vicino al titolo un codice scelto dall'autore. Stesso codice e titolo dovranno essere ripetuti su una busta chiusa, da inviarsi unitamente all'elaborato, che dovrà contenere al suo interno un foglio ove siano riportati in maniera assolutamente chiara e leggibile: le generalità dell'autore/autrice (nome e cognome), il suo indirizzo (completo di via, numero civico, codice di avviamento postale, località di residenza e provincia), recapiti telefonici ed elettronici (indirizzo e-mail), insieme a una dichiarazione liberatoria che autorizzi l'eventuale pubblicazione dell'opera.

Art. 5 - Gli elaborati che non rispettano le caratteristiche richieste saranno esclusi dal concorso, senza alcun obbligo di comunicazione da parte dell'organizzazione. L'organizzazione si riserva di pubblicare le opere vincitrici e segnalate come meritevoli dalla giuria.

Art. 6 - La giuria della 5° edizione 2007 del concorso LAMA E TRAMA è composta da 3 membri:
Luigi Bernardi (scrittore), presidente;
Patrick Fogli (scrittore);
Giancarlo Narciso(scrittore).
Per il premio speciale LAMA (FORCHETTA) E TRAMA coadiuva la giuria Cinzia Scaffidi di Slow Food.

Art. 7 - A insindacabile giudizio della giuria, saranno assegnati i seguenti premi:
a) al 1° classificato assoluto, vincitore della 5° edizione del concorso: premio in denaro del valore di 1.500 Euro più coltello artigianale LAMA E TRAMA, realizzato dai maestri coltellinai maniaghesi;
b) e c) a ciascuno degli autori delle 2 opere segnalate ex aequo: premio in denaro del valore di 500 Euro più coltello artigianale LAMA E TRAMA, realizzato dai maestri coltellinai maniaghesi;
d) premio speciale “LAMA (FORCHETTA) E TRAMA”. Fra tutti i racconti partecipanti, la giuria – coadiuvata dalla Sig.ra Cinzia Scaffidi dell’Associazione Slow Food – selezionerà un racconto che, oltre alla caratteristiche regolamentari, presenti anche un'ambientazione o elementi specifici inerenti il cibo e la cultura gastronomica. Il racconto riceverà un premio di euro 500 offerti dallo Slow Food di Maniago. Il premio speciale, che sarà assegnato indipendentemente dalla classifica generale di Lama e Trama, garantirà anche la pubblicazione del racconto nell'antologia annuale. Tutti i premi sono al netto della ritenuta fiscale del 25% e comprensivi di eventuale I.V.A.

I vincitori verranno contattati telefonicamente e a mezzo telegramma con adeguato anticipo rispetto alla data della premiazione (vedi Art. 9). Il premio dovrà essere ritirato personalmente dai vincitori o - in caso di impossibilità - da un familiare o persona di fiducia tramite delega scritta.

Art. 8 - L'organizzazione non è tenuta in alcun modo a comunicare ai partecipanti notizie circa le valutazioni espresse dalla giuria sulle opere in concorso: non saranno dunque tenute in considerazione eventuali richieste di giudizi o pareri. L'organizzazione divulgherà esclusivamente i nomi degli autori e i titoli delle opere premiate, oltre ai nomi degli autori e ai titoli delle opere segnalate come meritevoli dalla giuria e inserite nell'antologia del premio. Non verrà data risposta ai messaggi di posta elettronica che dovessero contenere quesiti già espressamente chiariti dal presente regolamento.

Art. 9 - La premiazione avrà nel mese di novembre 2007 presso il Comune di Maniago (Pn). La partecipazione al concorso comporta la totale accettazione del presente regolamento.

NOTA BENE - Si ricorda ai concorrenti:

1. che - al termine dei lavori di valutazione da parte della giuria - verranno resi noti, nei tempi e nei modi scelti dall'organizzazione, SOLO i nomi del vincitore, dei due segnalati ex aequo e dei dieci racconti selezionati per la pubblicazione nell'antologia di LAMA E TRAMA; la giuria NON fornirà né giudizi né valutazioni nel merito dei singoli racconti né altra informazione circa i piazzamenti;

2. che NON verranno prese in considerazione richieste di informazioni, comunque pervenute, che facciano riferimento a questioni chiaramente contenute nel presente regolamento.

http://www.lamaetrama.it




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
She-OZoz
Inviato: 19/11/2007 9:10  Aggiornato: 19/11/2007 9:10
Daniela
Iscritto: 11/1/2003
Da:
Inviati: 2650
 Elenco premiati
Vince Lama e Trama 2007 la toscana Ramona Marchioni
Secondi ex aequo Silvia Tebaldi ed Ernesto Maria Volpe
Premio Lama (Forchetta) e Trama ad Anna Grazia Giannuzzi

Su quattro premiati, tre sono donne: gran finale in rosa per la quinta edizione del concorso maniaghese,
da quest'anno indicato tra i migliori 50 concorsi letterari italiani, insieme ai più noti e prestigiosi.
Commozione venerdì all'evento in omaggio di Giorgio Scerbanenco

Clicca sulla foto per la versione in alta definizioneLA PRIMA VOLTA DI UNA DONNA. Per la prima volta sul gradino più alto del podio di LAMA E TRAMA sale finalmente una donna: vincitrice assoluta della quinta edizione del concorso maniaghese riservato a racconti gialli e noir ispirati a lame e coltelli è la toscana Ramona Marchioni da Montemurlo, in provincia di Prato, con il racconto "Sopra di te cinque orizzontale". Si tratta di una esordiente assoluta: Ramona - che insegna in una scuola materna - dice di amare la scrittura fin dalla più tenera età, ma di non aver mai trovato grande attenzione attorno alle sue "composizioni letterarie". "Sopra di te cinque orizzontale" è il suo primo racconto, confessa, non senza soddisfazione. Un debutto dunque coronato dal massimo successo.

Clicca sulla foto per la versione in alta definizione
SECONDO POSTO EX AEQUO: UN RITORNO E UN NOME NUOVO. Il secondo posto ex aequo vede il ritorno di Silvia Tebaldi da Ferrara, che già lo scorso anno aveva conseguito lo stesso piazzamento. Il racconto con cui la Tebaldi si è aggiudicata nuovamente un posto nell'albo d'oro del concorso è "Il Carnaghi alla corte del Re Cremisi". Silvia Tebaldi vive a Bologna, patria del giallo italiano, e lavora in una biblioteca: nel 2006 era stata premiata per il racconto "Metafore aziendali". Condivide con lei la seconda posizione Ernesto Maria Volpe, 47 anni, da Pontecagnano, in provincia di Salerno, con il racconto "Il pugnale di Dostoevskij". Ingegnere elettronico, Volpe lavora per la Telecom, è sposato e padre di due bambini. Giornalista pubblicista dal 1987, a seguito di una lunga collaborazione con la rivista Clicca sulla foto per la versione in alta definizioneSuperbasket (per la quale firma nuovamente dallo scorso settembre), ha collaborato dal 2001 al 2005 con il quotidiano "La città di Salerno" (gruppo Repubblica-L’espresso) come critico cinematografico. Scrive di cinema anche per il sito web pagine70.com. Volpe ha già una matura esperienza in fatto di scrittura: ha pubblicato quattro opere di narrativa, l'ultima delle quali - il romanzo "Incroci mentali" (2005) - ha vinto a Bologna il premio "Arcangela Todaro Faranda". Ha partecipato a numerosi concorsi letterari, risultando più volte vincitore o finalista.

Clicca sulla foto per la versione in alta definizioneLAMA (FORCHETTA) E TRAMA. Il premio speciale messo in palio da Slow Food per il miglior racconto che, oltre agli obbligatori riferimenti a lame e coltelli, contenga anche spunti di carattere enogastronomico, va quest'anno ad Anna Grazia Giannuzzi per il racconto "Solo l'inizio è sempre uguale". Nata a Ozieri (Sassari) nel 1963, la Giannuzzi è laureata in giurisprudenza. Vive e lavora a Trento, presso il Commissariato del Governo, dove si occupa di immigrazione e cittadinanza. Nel 2005 con il marito ha adottato tre bambine. Si interessa di pari opportunità e politiche di genere, e collabora con l’Università di Trento al progetto "ReSisters". Nel '93 ha pubblicato sul mensile Marie Claire "Casa Cucina", il suo primo racconto; nello stesso anno "ha pagato" - sottolinea, con una certa amarezza - per vedere pubblicato su un'altra rivista il racconto "Il mercoledì del signor Frankestein". Nel 2005 il suo racconto "Desideri" è apparso sul sito Altainfedeltà. Da quest'anno firma sul blog RosaStanton la rubrica "Di mamma (non) ce n’è una sola". Collabora occasionalmente con testate giornalistiche locali e partecipa al blog Nina's. Ha nel cassetto un romanzo e una raccolta di racconti, pronti per la pubblicazione. Le auguriamo di cuore che, come già accaduto per altri premiati di LAMA E TRAMA, il sogno diventi presto realtà.
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti272470
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 56 utente(i) online (9 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 56

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 2
Ieri: 79
Totale: 6185
Ultimi: CliffVardo

Utenti Online:
Ospiti : 56
Membri : 0
Totale: 56
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it