logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



Pagina « 1 2 (3) 4 »
Letture Incrociate - Racconti : Il blocco - parte prima
Inviato da Vincenzo68 il 12/11/2006 18:04:42 (2176 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
Letture Incrociate - Racconti



Un’ora e mezza più tardi, Floriana si presentò alla stazione dei carabinieri. La fecero accomodare nell’ufficio del maresciallo Tuttolomondo, comandante la stazione di M.
«Vuol dirmi tutto di quel nastro?» chiese il maresciallo. Floriana chiese il permesso di accendersi una sigaretta e riassunse i suoi movimenti del giorno prima, i bar dove si era seduta, le vie che aveva percorso.
Aveva avuto l’impressione di essere seguita a un certo momento? No. Sicura di non ricordarsi nessun volto, di non avere udito niente, seduta ai tavolini dei bar? Sicurissima! Stava leggendo. Nell’autobus, al ritorno, non aveva notato qualche faccia strana? Ancora no.
«beh» riprese il maresciallo «potrebbero averla seguita in macchina»
«E’ possibile, ma non m’è parso. Sono quasi sicura di no».
«Non ha notato niente di strano rientrando a casa?».
«No».
«Bene!» disse il maresciallo – Si, bene, benissimo! pensava, questa qui non ha visto né sentito un accidente di niente!
L’accompagnò fino all’uscita della caserma, le strinse la mano e la seguì con lo sguardo per un pò.
«Bella fimmina ah?» disse il piantone strizzando l’occhio al maresciallo.
«Bella si, bellissima. Ma io, ormai, penso solo a mia moglie» mentì il maresciallo, ché durante il colloquio, qualche fantasia gli era venuta, sopra a quella fimmina.

Floriana rientrò a casa e rimase per un po’ seduta in cucina, a riflettere sulla faccenda. Tante volte aveva scritto di assassini e mafiosi nei suoi romanzi e racconti, ma adesso era lei a trovarsi coinvolta in quella situazione: reale, che però, tale, non le sembrava.
- Nel quale si tratta della cosidetta nuda verità, che non convince nessuno, e di verità «aggiustate», che invece sembrano più autentiche della realtà -.
Cosi aveva intitolato il secondo capitolo del suo “Le memorie di Maigret”, Georges Simenon. Con qualche aggiustatina, pensò Floriana, potrei scriverci su un racconto o un romanzo. Il romanzo! Doveva rileggersi l’ultimo capitolo che aveva finito quella mattina e apportarvi gli ultimi ritocchi. Bevve una tazzina di caffè freddo, rimasto nella caffettiera da sei, e si mise al lavoro. Al pari della scrittura vera e propria, del momento della creazione, le piaceva quella fase del suo lavoro. Adorava rileggersi, vocabolario e libro di grammatica accanto, aggiungendo ma, molto più spesso, togliendo, intere frasi, periodi o paragrafi. A quel lavoro da maestrina, - come lo aveva definito Simenon, intollerabilmente noioso diceva (ma ben consapevole dell’importanza che avesse nel mestiere della scrittura) - Floriana si dedicava con passione.
Finì il lavoro che erano già le due e mezza. Si preparò il pranzo e cioè: telefonò alla rosticceria vicino casa sua e si fece portare una porzione, abbondante, di pasta al forno. La mangiò nel vassoietto con la forchetta di plastica fornita dalla ditta. Mangiò anche un po’ di frutta che il nonno si premurava di farle avere ogni giorno, dalle sue terre, nelle quali coltivava di tutto. Grazie al nonno, ricco possidente e proprietario di un’azienda vinicola che esportava in tutto il mondo, Floriana poteva dedicarsi a tempo pieno alla sua attività di scrittrice, ché di certo non le garantiva entrate sufficienti per poter campare.
Soddisfatta, si abbandonò nel divanetto della sua stanza e si addormentò.




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
Pagina « 1 2 (3) 4 »
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Vincenzo68
Inviato: 12/11/2006 20:19  Aggiornato: 12/11/2006 20:19
Not too shy to talk
Iscritto: 21/9/2006
Da: Palermo
Inviati: 55
 Re: Il blocco - parte prima
Ci tengo a precisare quanto segue:

Questa storia me la sono inventata. Quindi, anche i personaggi (coi loro nomi e cognomi) e le situazioni nelle quali vengono a trovarsi, appartengono alla mia fantasia. Qualche omonimia e/o fatto che abbia rispondenza con persone esistenti e fatti accaduti, è puramente casuale.
ShatzyShel
Inviato: 25/11/2006 19:55  Aggiornato: 25/11/2006 19:55
Quite a regular
Iscritto: 22/10/2005
Da:
Inviati: 134
 Re: Il blocco - parte prima
Ciao Vincenzo, do volentieri il via ai commenti!
Quindi quindi, scommetto che i tuoi autori preferiti sono Camilleri e Sciascia, no?
non vedo l'ora di leggere la seconda parte del tuo scritto (sono 2 parti o più?) perchè solo in funzione del tutto posso avere una visione completa. In altre parole questa parte è molto descrittiva, mi pare di avere letto una guida turistica di Palermo, ma è chiaro che se questo è funzionale ai fini dello scioglimento del giallo, lo scoprirò solo alla fine.
Certo è scritto bene.
Ti consiglio di stare attento ai punti di vista: quello prevalente è, ovviamente quello di Floriana ma ad un certo punto, a pag 1 c'è: «per tutto il tempo i loro sguardi si erano posati sulle tette e sulle cosce di Floriana» laddove mi aspettavo un «sue tette/sue cosce».
A pag 2 c'è (credo) una svista: andrea dice: «sei sicura che non si siano accorti di niente quei 2?»
Mi sembra una svista perchè Floriana non ha notato nessuno e nessuno ha mai insinuato che i sospettati fossero 2: nella registrazione si sente una sola voce (a meno che non parlassero in coro).
Altra cosa (oggi sono un po' criticona, ma lo faccio senza malizia, giuro) Floriana "fumò una sigaretta, si fece portare il conto, bevve il caffè" sembra che Floriana non paghi il caffè!

Concludo invidiando Floriana che ha la vita sottile pur avendo mangiato 3 panini con i gamberetti e salsa rosa, un gelato nocciola e panna e una cosa per ogni bar in cui si è fermata!!!
A presto
Vincenzo68
Inviato: 26/11/2006 13:30  Aggiornato: 26/11/2006 13:30
Not too shy to talk
Iscritto: 21/9/2006
Da: Palermo
Inviati: 55
 Re: Il blocco - parte prima
Ciao ShatzyShel,

si, adoro Camilleri e venderei l'anima al diavolo per riuscire a scrivere come Sciascia.
Non preoccuparti, la seconda parte è anche l'ultima, non ho scritto un romanzo a puntate.

"...(oggi sono un po' criticona, ma lo faccio senza malizia, giuro)..."

Io ho trovato molto utili le tue critiche. Farò senz'altro tesoro dei tuoi consigli.

La invidio anch'io Floriana. O meglio, invidio la persona che me l'ha inspirata.
Forse non mi crederai ma c'è una mia amica che mangia di tutto e in continuazione e si mantiene in perfetta forma (e senza fare nessuno sport).

Ciao e grazie di cuore per i consigli
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti316159
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 43 utente(i) online (4 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 43

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 3
Ieri: 22
Totale: 5803
Ultimi: FosterMcAl

Utenti Online:
Ospiti : 42
Membri : 0
Totale: 42
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it