logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



Pagina « 1 (2) 3 4 »
Letture Incrociate - Racconti : Il blocco - parte prima
Inviato da Vincenzo68 il 12/11/2006 18:04:42 (2162 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
Letture Incrociate - Racconti



Sulla soglia di casa trovò il suo fidanzato, seduto sui gradini.
«Nenè» fece buttandoglisi al collo «che sorpresa!».
«Ti sorprendi?» sbuffò lui, «cinque giorni che non ti fai né vedere né sentire… e ti sorprendi?».
«Amore, hai ragione, potrai mai perdonarmi?».
Era possibile non perdonare un angioletto? No, non era possibile, si disse Andrea. La strinse a sé e la bacio. Le tette di Floriana, quarta misura, schiacciate sul suo petto, gli procuravano sempre un’erezione immediata. «Cos’è, cinque giorni di astinenza ti fanno questo effetto?» domandò lei. Risero entrambi. «Vieni saliamo, il nemico ci ascolta! E ci vede anche.» fece Floriana indicando con il mento le persiane socchiuse della casa di fronte.
Varcata la soglia di casa, Andrea tentò di spogliarla subito; lei lo fermò «aspetta, prima devo fare una doccia. Sono tutta sudata» e corse in bagno, senza dargli il tempo di protestare.
Quando uscì, il fidanzato si era già tolto giacca, cravatta e pantaloni. Era rimasto in camicia e slip. Tolta la camicia, rimase immobile a farsi ammirare dalla sua ragazza. Non frequentava una palestra ma faceva quasi ogni sera i suoi esercizi a casa: qualche flessione, un po’ di addominali e via. Floriana impazziva per quei muscoli appena pronunciati, per quella forma a V che si disegnava sul corpo di Andrea. Lei si sfilò l’asciugamani e questa volta fù lei a compiacersi degli sguardi del suo ragazzo. Alta, la vita sottile, collo, gambe e braccia ben modellati; i capelli lunghi, neri, bellissimi, le scendevano quasi fino al fondoschiena. Quell’aria candida, poi, abbelliva i suoi tratti ancor più delle divine proporzioni, come le definiva Andrea, che la natura le aveva donato.

Alle sette del mattino seguente, Floriana era già al lavoro. Riavvolse il nastro del piccolo registratore e si mise ad ascoltarlo mentre si preparava il caffè. L’odore arrivò nella camera da letto. Andrea si presentò in cucina, nudo. Floriana non lo degnò di uno sguardo. Sembrava tutta intenta a riavvolgere e riascoltare il nastro.
«Amore, il caffe!» disse Andrea affrettandosi a spegnere il fuoco «è diventato una schifezza!».
«Oh, mi dispiace, non mi ero accorta. Puoi rifarlo tu per favore?» rispose Floriana continuando ad armeggiare col registratore, «usa l’altra caffettiera, quella da sei tazze. Ma prima mettiti qualcosa addosso».
«Agli ordini!». Quando ritornò, in mutande, Floriana gli sorrise «Nenè, ho trovato la frase che mi serviva!».
«Per il tuo romanzo?» chiese lui.
«Si, ascolta» alzò il volume del registratore : “… quello è un morto che cammina…”.
Andrea rimase a bocca aperta. «Ma… ma… ti rendi conto che potrebbe trattarsi del progetto di un omicidio?».
«Si Nenè, lo so.» rispose Floriana con quella sua aria candida. Solo che, adesso, Andrea la trovava sconcertante.
«Adesso caro Nenè» riprese lei «mi fai il grandissimo favore di rivestirti e passare dai carabinieri con questo nastro, prima di andare al lavoro».
«Va bene» fece lui «ma vorranno parlare con te. Vorranno sapere dove hai registrato quella conversazione.».
«Lo so, lo so, ma nel frattempo avrò già finito di scrivere il mio ultimo capitolo. Anzi, puoi riferire che sarò da loro fra un’oretta, diciamo alle otto e mezza?».
«Sei sicura che non si siano accorti di niente quei due?».
«Non lo so Nenè, ma penso di no. Avrebbero cercato di fermarmi non ti pare?».
«Non hai notato niente? Non li hai visti in faccia?».
«No Nenè. Mi sono fermata a bere qualcosa in sei o sette bar, ma ero tutta concentrata a leggere un libro».
«Bene!» fece lui. Arrossì leggermente sotto lo sguardo di Floriana «beh, per te voglio dire… se non li hai visti in faccia…».
«Vai adesso Nenè, che si fa tardi».




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
Pagina « 1 (2) 3 4 »
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Vincenzo68
Inviato: 12/11/2006 20:19  Aggiornato: 12/11/2006 20:19
Not too shy to talk
Iscritto: 21/9/2006
Da: Palermo
Inviati: 55
 Re: Il blocco - parte prima
Ci tengo a precisare quanto segue:

Questa storia me la sono inventata. Quindi, anche i personaggi (coi loro nomi e cognomi) e le situazioni nelle quali vengono a trovarsi, appartengono alla mia fantasia. Qualche omonimia e/o fatto che abbia rispondenza con persone esistenti e fatti accaduti, è puramente casuale.
ShatzyShel
Inviato: 25/11/2006 19:55  Aggiornato: 25/11/2006 19:55
Quite a regular
Iscritto: 22/10/2005
Da:
Inviati: 134
 Re: Il blocco - parte prima
Ciao Vincenzo, do volentieri il via ai commenti!
Quindi quindi, scommetto che i tuoi autori preferiti sono Camilleri e Sciascia, no?
non vedo l'ora di leggere la seconda parte del tuo scritto (sono 2 parti o più?) perchè solo in funzione del tutto posso avere una visione completa. In altre parole questa parte è molto descrittiva, mi pare di avere letto una guida turistica di Palermo, ma è chiaro che se questo è funzionale ai fini dello scioglimento del giallo, lo scoprirò solo alla fine.
Certo è scritto bene.
Ti consiglio di stare attento ai punti di vista: quello prevalente è, ovviamente quello di Floriana ma ad un certo punto, a pag 1 c'è: «per tutto il tempo i loro sguardi si erano posati sulle tette e sulle cosce di Floriana» laddove mi aspettavo un «sue tette/sue cosce».
A pag 2 c'è (credo) una svista: andrea dice: «sei sicura che non si siano accorti di niente quei 2?»
Mi sembra una svista perchè Floriana non ha notato nessuno e nessuno ha mai insinuato che i sospettati fossero 2: nella registrazione si sente una sola voce (a meno che non parlassero in coro).
Altra cosa (oggi sono un po' criticona, ma lo faccio senza malizia, giuro) Floriana "fumò una sigaretta, si fece portare il conto, bevve il caffè" sembra che Floriana non paghi il caffè!

Concludo invidiando Floriana che ha la vita sottile pur avendo mangiato 3 panini con i gamberetti e salsa rosa, un gelato nocciola e panna e una cosa per ogni bar in cui si è fermata!!!
A presto
Vincenzo68
Inviato: 26/11/2006 13:30  Aggiornato: 26/11/2006 13:30
Not too shy to talk
Iscritto: 21/9/2006
Da: Palermo
Inviati: 55
 Re: Il blocco - parte prima
Ciao ShatzyShel,

si, adoro Camilleri e venderei l'anima al diavolo per riuscire a scrivere come Sciascia.
Non preoccuparti, la seconda parte è anche l'ultima, non ho scritto un romanzo a puntate.

"...(oggi sono un po' criticona, ma lo faccio senza malizia, giuro)..."

Io ho trovato molto utili le tue critiche. Farò senz'altro tesoro dei tuoi consigli.

La invidio anch'io Floriana. O meglio, invidio la persona che me l'ha inspirata.
Forse non mi crederai ma c'è una mia amica che mangia di tutto e in continuazione e si mantiene in perfetta forma (e senza fare nessuno sport).

Ciao e grazie di cuore per i consigli
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti11869
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 48 utente(i) online (6 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 48

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 1
Ieri: 20
Totale: 5524
Ultimi: JYNMelba43

Utenti Online:
Ospiti : 48
Membri : 0
Totale: 48
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it