logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



Letture Incrociate - Poesie : Qualche stella in meno
Inviato da smoje il 23/3/2006 17:25:07 (1562 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
Letture Incrociate - Poesie

C’è qualche stella in meno, questa notte
è il passato che si stringe,
i ricordi che chiudono i vetri.

In fondo al carro vedevo le tue mani
quell’orsa allattava i nostri baci
E Cassiopea. Cassiopea eri tu
e quella spiaggia infinita
C’è qualche stella in meno, questa notte
Il cielo è troppo grande
per capirlo
Ma io no.
Perché io
questa notte
sono la notte




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
faust
Inviato: 23/3/2006 18:35  Aggiornato: 23/3/2006 18:37
Home away from home
Iscritto: 8/8/2005
Da: l'isola che c'è
Inviati: 854
 Re: Qualche stella in meno
Mi piace molto l'ultima parte
"Il cielo è troppo grande
per capirlo......"
Trasmette il senso dell'infinito,
dell'eterno proposito dell'uomo di comprendere il segreto dell'immenso cielo stellato,
dell'anelito umano di far parte di questo magico mondo che parla d'Amore.
(A proposito d'amore, chi è Cassiopea? )


niabi
Inviato: 23/3/2006 22:15  Aggiornato: 23/3/2006 22:15
Home away from home
Iscritto: 3/7/2004
Da: dove sorge sempre il sole
Inviati: 969
 Re: Qualche stella in meno
I primi versi li ho trovati molto coinvolgenti (anzi, a partire dal titolo della tua poesia) - una strana dolcezza amara - però non è che sia riuscita a legarli molto bene al resto, nonostante la ripresa del primo verso nella strofa successiva.

Bella la figura dell'orsa e nel complesso il tutto spinge ad alzare la testa e a guardare cielo e stelle, che tanto è lì che si svolge tutto o è quello il luogo dove l'uomo vorrebbe arrivare per provare anche solo per poco quella sensazione d'infinito.

Io avrei chiuso con il verso "il cielo è troppo grande per capirlo" forse perchè, più che per una questione di musicalità e stile, mi è semplicemente piaciuto molto.

Ciao Smoje

nia
leobloom
Inviato: 24/3/2006 9:25  Aggiornato: 24/3/2006 9:25
Home away from home
Iscritto: 18/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 509
 Re: Qualche stella in meno
Allora, diciamo pure che non mi è piaciuta molto: il ritmo è ben cadenzato, anche se la disposizione di alcune virgole mi hanno lasciato perplesso alla prima lettura, in particolare C’è qualche stella in meno, questa notte/è il passato che si stringe. io avrei messo una virgola dopo notte, dato che questa notte è il passato che si stringe non mi piace come periodo.

Altra cosa che mi ha poco convinto è: "C’è qualche stella in meno, questa notte/Il cielo è troppo grande/per capirlo/Ma io no." mi suona davvero strano, soprattutto quel "ma io no" è come se fosse una stonatura nel susseguirsi del pensiero. a mio avviso (mio personalissimo giudizio) se aggiungevi anche un io lo capisco, o un io lo comprendo, il pensiero ne avrebbe acquistato in fluidità. Guarda che su quel verso c'ho sbattuto la testa (ah, ecco perchè ho smarrito il ben dell'intelletto...).
senza
Inviato: 26/3/2006 13:46  Aggiornato: 26/3/2006 13:46
Home away from home
Iscritto: 4/4/2004
Da: venezia
Inviati: 3123
 Re: Qualche stella in meno
l'argomento m'attira ed il titolo prometteva bene, anche il significato è bello ma non il modo in cui l'hai scritto, l'ho trovato piatto e poco poetico
bella solo in fondo al carro vedevo le tue mani
francy
Inviato: 9/4/2006 14:16  Aggiornato: 9/4/2006 14:16
Just can't stay away
Iscritto: 30/3/2005
Da: Brindisi
Inviati: 289
 Re: Qualche stella in meno
"qualche stella in meno
questa notte
è il passato che si stringe
i ricordi che chiudono i vetri"

"E Cassiopea. Tu"

Ecco, scusami se mi permetto, ma io avrei agito in questo modo. Per il resto, mi apprezzo tantissimo i tuoi versi che personalmente mi danno un forte senso di tranquillità. Non brillano, non sono incivisivi, proprio per questo motivo, a mio avviso, arrivano a comunicare al lettore, ciò che egli vuole che sia.
dotterel
Inviato: 10/4/2006 7:42  Aggiornato: 10/4/2006 7:42
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 25/10/2004
Da: Montopoli di Sabina
Inviati: 792
 Re: Qualche stella in meno
La trovo suggestiva e malinconica, e trasmette emozioni. Forse "il cielo è troppo grande per capirlo" mi sembra un po' forzato perchè il cielo non è che esattamente capisca le cose. Ma per il resto mi piace e trovo belle le immagini delle mani in fondo al carro, di Cassiopea e della spiaggia infinita, e della tua identificazione con la notte. Ha una buona musicalità, i versi si snodano con naturalezza. Ciao ciao
riana
Inviato: 10/4/2006 10:39  Aggiornato: 10/4/2006 10:39
Just can't stay away
Iscritto: 26/1/2004
Da:
Inviati: 491
 Re: Qualche stella in meno
L'avevo commentata tempo fa ma era andato perso...
La prima strofa è struggente e malinconica, racchiude il fluire dei ricordi in un cuore solo.
Contemplare le stelle, il firmamento, le costellazioni come un mondo a cui indirizzare i propri interrogativi e cercare risposte o profezie di un futuro.
Gli occhi dell'immaginazione a volte hanno molte diottrie e sono più potenti dei telescopi.
fiorderica
Inviato: 27/4/2006 10:44  Aggiornato: 27/4/2006 10:44
Vincitore I OzTorneoZen
Iscritto: 8/1/2004
Da:
Inviati: 879
 Re: Qualche stella in meno
Oh capperi ! M'era sfuggita questa meraviglia!

Smoje non sei solo uno scrittore ironico e fantasioso, sai anche regalare bellissime emozioni in versi !

In questa poesia riscontro un piacevole accostamento della tua ' notte ' ad un cielo imbronciato per il distacco inatteso.
Ne apprezzo la musicalità, che rende fluido il tuo pensiero e lo avvicina alla percezione del lettore, rendendolo partecipe.

Bella, Smoje!

Grazie.
fiorderica
matemati
Inviato: 1/5/2006 21:26  Aggiornato: 1/5/2006 21:26
Home away from home
Iscritto: 13/1/2004
Da: Firenze
Inviati: 1790
 Re: Qualche stella in meno
Certo che me ne perdo di cose ultimamente!

Questa x esempio mi era sfuggita, e sarebbe stato un peccato non leggerla.
Mi affascina come immagini e come sentimento.
Mi piace anche il ritmo "libero", a versi disuguali, che non stonano affatto.

Solo non ho capito

Citazione:
Ma io no.


In che senso? Che io non sono troppo grande per essere capito, o che io posso capire il cielo? Dal contesto sarei per la seconda ipotesi, ma grammaticalmente non torna...

Poi sì, anch'io leverei qualche virgola: precisamente prima di "questa notte", in entrambi i versi.

Cmq bravo!
arzy
Inviato: 2/5/2006 16:39  Aggiornato: 2/5/2006 16:39
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 10/12/2003
Da: Piacenza
Inviati: 1917
 Re: Qualche stella in meno
Non è frequente leggere versi che sanno coinvolgerti nella loro nenia suadente come nel tuo caso.

Del resto non sei certo una sorpresa. Non resta che ringraziarti per questo regalo alla lettura piacevole, un pò amara ma suadente, delicata.

Shoen
Inviato: 3/5/2006 18:18  Aggiornato: 3/5/2006 18:18
La principessa dei Saiyan
Iscritto: 2/11/2003
Da: Prateria australiana
Inviati: 3529
 Re: Qualche stella in meno
Che carina!!


(è il commento più complesso che sono riuscita ad articolare )
smoje
Inviato: 4/5/2006 16:20  Aggiornato: 4/5/2006 16:20
Autore dell'anno 2008
Iscritto: 19/4/2005
Da: L'Aquila
Inviati: 648
 Re: Qualche stella in meno
Grazie ragazzi, per le critiche (falso), per le lodi (falso modesto), e comunque per l'occhio che avete buttato su questi versi (falso magro)
Alla prossima (è una minaccia )
sabbia
Inviato: 7/5/2006 20:19  Aggiornato: 7/5/2006 20:19
Quite a regular
Iscritto: 4/1/2006
Da: provincia Milano
Inviati: 195
 Re: Qualche stella in meno
E' bellissima Smoje! non c'è nulla che non mi piaccia, bella!

Complimenti.

Sabbia
ferdiscenko
Inviato: 2/8/2006 1:03  Aggiornato: 2/8/2006 1:03
Just popping in
Iscritto: 2/8/2006
Da:
Inviati: 3
 Re: Qualche stella in meno
Sono una persona sintetica. Mi piace delle cose prendere solo quel che mi piace, e cestinare il resto. Spero non ti offenda, in fondo son troppo uomo per capire qualcun'altro.

1- c'è qualche stella in meno questa notte: ecco un pensiero che non mi è mai capitato di solcare.

2-E Cassiopea: io AMO l'ermetismo e amo il linguaggio che oltrepassa il contenuto. questa pausa apparente dettata dall'E improvviso disegna uno squarcio che attira sicuramente l'attenzione. Forse ripete qualcosa che non è mai stato detto: immagino così la figura di un conosciuto del quale non conosco profilo.

Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti239205
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 16 utente(i) online (2 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 16

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 2
Ieri: 40
Totale: 5673
Ultimi: MargotElli

Utenti Online:
Ospiti : 16
Membri : 0
Totale: 16
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it