logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



Letture Incrociate - Racconti : Il vicino
Inviato da Simulacro il 29/3/2006 17:55:09 (1511 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
Letture Incrociate - Racconti

Ormai non ne potevo più, era sempre lì, storpio e aggobbito, ad emulare tutto quello che facevo.
Non ricordo nemmeno da quanto tempo fosse mio vicino, forse c’era ancor prima che mi portassero qui. Avevo tentato in tutti i modi di eludere il suo sguardo, di nascondermi da lui, ma era impossibile era sempre nello stesso punto ad aspettarmi. Credo che mi abbia studiato per anni, era capace di eseguire le stesse reazioni a qualsiasi situazione contemporaneamente alle mie. Qualche volta sono addirittura caduto nel dubbio che fossi io a copiare lui.

Passavamo l’intera giornata ad osservarci. Ho cercato in tutti i modi di farlo cadere in qualche sbaglio, ma era troppo furbo, era sempre un passo avanti a me, ho cominciato a pensare che mi leggesse nella mente. Il suo occhio mi esasperava, sembrava perforare le mie sinapsi per arrivare a carpire qualsiasi mio pensiero, sembrava quasi di poter leggere nel suo sguardo la mia prossima mossa. Dovevo trovare il modo di eliminarlo dalla mia vita.
Il tormento era troppo grande, cominciai ad incidermi tagli e segni sulle braccia per tenermi sveglio e attivo, era l’unico modo. Non osavo immaginare cosa sarebbe potuto accadere se mi fossi addormentato, il solo pensiero di ritrovarlo al mio risveglio nell’ombra accanto alla mia branda mi terrorizzava.
Quale sarebbe potuta essere la sua prossima mossa? Se davvero poteva leggermi nella mente ben già sapeva che ormai stavo progettando il modo di eliminarlo; quindi la sua azione sarebbe stata più veloce della mia o ci saremmo uccisi a vicenda, nello stesso momento per puro sfogo della sua follia emulativa?
Ormai rifiutavo perfino di muovermi, al solo pensiero del suo ripetermi sentivo il desiderio di vomitare. Negli ultimi giorni ho pensato di tenere gli occhi chiusi e aguzzare le orecchie per sentire se si fosse avvicinato, così magari stancandosi della mia non curanza sarebbe andato via ad imitare e far impazzire qualcun altro…
Ma quando riaprii gli occhi la mia stanca pupilla si riflesse nel suo morboso sguardo…era ancora lì ad osservarmi.
Al limite, oltre la cosiddetta ultima goccia in un folle urlo d’isteria, che sentii riecheggiare dalla sua maledetta bocca, raccolsi il vaso da notte che era vicino ai miei piedi e corsi verso di lui. Il suo cranio, l’avrei voluto vedere in mille pezzi. Nella frenetica carica mi accorsi dei suoi occhi iniettati di sangue e per un attimo imprecisato mi chiesi se anche in quel momento, non dettato dalla normale razionalità, stesse copiando le mie espressioni. Ma non ha importanza, il forte clangore dell’impatto del vaso con la testa del mio vicino e del suo con la mia, segnò quello che doveva essere la fine.
Improvvisamente sentii svanire tutto quello che mi circondava, percepivo particelle di silenzio agitarsi e sussurrarmi morbose certezze, ero disteso al suolo frammentato in miriadi di pezzi.
Il suo sadico sguardo continuava a fissare i miei occhi ormai stanchi, unica parte del corpo che non mi era stata portata via dal lento infrangersi del mio piccolo mondo. Nel silenzio più totale sentii solo il familiare suono del suo malato ghigno …aveva vinto, e stavolta non avrei potuto fare niente se non l’essere osservato. Ero per sempre suo prigioniero.

Il forte suono rimbombò in tutta la torre….-Ehi Slater non mi dire che è ancora lui?- -Guardi lei stesso- ribatté la sentinella al medico di turno. Con un piccolo stridio la fessura visiva della cella si aprì e lo sguardo sconcertato del dottore raccolse la stramba e familiare scena.
Sul muro ovest della stanza accovacciato tra cocci di ceramica e piccoli frammenti di vetro il paziente numero 58 stringeva tra le mani l’unica scheggia leggermente integra. Con le braccia sanguinanti per gli innumerevoli tagli e un folle sorriso sul volto continuava a specchiare i suoi occhi in quel “insulso” frammento di specchio……




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.

Autore Albero
faust
Inviato: 29/3/2006 20:26  Aggiornato: 29/3/2006 20:26
Home away from home
Iscritto: 8/8/2005
Da: l'isola che c'è
Inviati: 854
 Re: Il vicino
Inquietante questo viaggio dentro la mente di uno schizofrenico, però reso bene!
A rileggerti!

Autore Albero
Manuel
Inviato: 30/3/2006 15:24  Aggiornato: 30/3/2006 15:24
Home away from home
Iscritto: 23/2/2004
Da: Cagliari
Inviati: 1219
 Re: Il vicino
Ho trovato il tuo racconto molto gradevole.
Scritto bene, in maniera semplice, hai mantenuto vivo il mio interesse dall'inizio alla fine. Nonostante si intuisca quasi subito lo sdoppiamento di personalità, porti comunque avanti la storia con grande disinvoltura.
Complimenti

Rispondi Autore Inviato
 Re: Il vicino Simulacro 30/3/2006 19:44

Autore Albero
sabbia
Inviato: 2/4/2006 11:49  Aggiornato: 2/4/2006 11:49
Quite a regular
Iscritto: 4/1/2006
Da: provincia Milano
Inviati: 195
 Re: Il vicino
Scusami Simulacro, ma io sono molto sincera.
Lo stile è un po' monotono, alcuni errori tipo "noncuranza" (è una parola), "si riflettè" (non si riflesse), la doppia personalità è palese dal terzo periodo.
Secondo me devi lavorare ancora un po' per arrivare ad un racconto.

Sabbia

Rispondi Autore Inviato
 Re: Il vicino Simulacro 2/4/2006 12:28

Autore Albero
acorba67
Inviato: 3/4/2006 9:55  Aggiornato: 3/4/2006 9:55
Just popping in
Iscritto: 23/2/2006
Da: Mariano Comense
Inviati: 34
 Re: Il vicino
Angosciante, claustrofobico, se il tuo intento era scatenare nel lettore certe sensazioni il tuo scopo e' pienamente riuscito.
Non mi sono piaciute alcune parti del racconto che zoppicano, un esempio?
<<.. era capace di eseguire le stesse reazioni a qualsiasi situazione contemporaneamente alle mie >>; sembra una bici con le ruote quadre, non scorre.
Ci sono anche parecchi inversioni che alla lunga, a mio parere, stancano un po' <<Ma quando riaprii gli occhi la mia stanca pupilla si riflesse nel suo morboso sguardo...>>

Le note positive sono nell'atmosfera che riesci a creare ed a trasmettere.

Ciao

Autore Albero
senza
Inviato: 3/4/2006 13:47  Aggiornato: 3/4/2006 13:47
Home away from home
Iscritto: 4/4/2004
Da: venezia
Inviati: 3123
 Re: Il vicino
interessante l'atgomento
subito sospettavo si stesse guardando allo specchio, ma questo non rende banale il tuo racconto
solo che poteva esser scritto molto meglio, io l'avrei semplicemente allungato, avrei descritto qualcosa in più qualche avvenimento particolare in modo che salisse l'apprensione nel lettore
infatti manca secondo me una sorta di crescendo, forse per la brevità del brano
poi, non s'accorge dei dottori? e loro non fanno nulla?

Autore Albero
Psiconauta
Inviato: 5/4/2006 9:30  Aggiornato: 5/4/2006 9:30
Just can't stay away
Iscritto: 14/3/2005
Da: Pisa-Venezia
Inviati: 245
 Re: Il vicino
Una buona idea realizzata male. Lo stile è qualitativamente piatto, nei punti in cui intendevi innalzarlo di livello diventa addirittura sgradevole. Ci sono errori di vario genere.

Autore Albero
bubu
Inviato: 5/4/2006 15:48  Aggiornato: 5/4/2006 15:48
Just popping in
Iscritto: 5/4/2006
Da: Torino
Inviati: 14
 Re: Il vicino
ciao....ho letto tutto d'un fiato il tuo racconto...si fa leggere bene e a mio parere non è così scontato...peccato però che arrivi subito al dunque senza far crescere la suspance che ogni lettore vorrebbe ( almeno per quanto mi riguarda è così) quando legge qualcosa,,,,sopratutto di questo genere... qualche errore che altri lettori ti hanno già fatto notare....comunque scrivi ancora sarà un piacere rileggerti e ricommentarti..ciao. bonni
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti3814326
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 49 utente(i) online (4 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 49

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 38
Ieri: 56
Totale: 5920
Ultimi: NicoleRetz

Utenti Online:
Ospiti : 49
Membri : 0
Totale: 49
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it