logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



Appunti & Incontri : Cerco risposte: a domande difficili
Inviato da LucaBaldelli il 1/3/2006 17:19:06 (3828 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
Appunti & Incontri

di Remo Bassini

Allora su spazio autori di Stampa alternativa c'è pubblicato un mio vecchio racconto (Tamarri). Nessuna fiction e tanta verità: anni fa ho frequantato, per davvero, ragazzi già segnati: canne, furti, nessuna speranza, o sogno. Figli di puttana, nel senso che molti di loro erano effettivamente figli di una prostituta. Ma ragazzi anche dai valori diversi, rispetto a un borghese. Ho visto gesti di solidarietà che non si vedono tra le persone per bene.

Una sera bevo una birra con un ragazzo di 17 anni. Un duro. Parliamo. Mi dice che non ha studiato, che non gli importa di leggere, che non serve, tanto...
Allora io m'ingegno, e, rispolverando soprattutto don Lorenzo Milani, cerco di fargli capire che solo leggendo riuscirà a non farsi pestare i piedi: dal datore di lavoro, in... carcere.
Lui mi ascolta, poi mi dice "Non ho mai letto un libro, io" e infine mi fa:
Voglio leggere un libro. Cosa mi consigli?
Non seppi rispondergli.

Secondo quesito. Qualche ora fa. Viene da me una giovane madre. Scrive: un blog e storie. Storie di vita vissuta, di lavoro, di amori infranti, di fughe. Mi fa leggere qualcosa (leggo: scrive bene), poi mi dice che sta seguendo un corso di scrittura creativa (non è molto soddisfatta: Ci fanno fare dei compitini...), ma, domanda da un milione di dollari, con una semplicità disarmante mi chiede: Come si fa a scrivere un libro?

Allora: alla domanda del diciasettenne non seppi rispondere.
All'aspirante scrittrice invece sì, qualcosina ho detto. Ma non so mica se le ho detto cose furbe.

Cerco (vostre) risposte. A (due) domande difficili.
Grazie.




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.

Autore Albero
hinao85
Inviato: 4/3/2006 18:49  Aggiornato: 4/3/2006 18:49
Home away from home
Iscritto: 8/6/2004
Da: Brescia
Inviati: 1471
 x remo
mia madre è da tempo una lavoratrice interinale, e in effetti in famiglia sentiamo tutti il peso di questa cosa (beh, in famiglia, tra me e lei ), per questo qualche cosa in questo senso la stavo scrivendo. In effetti si parla poco di lavoro, forse perchè questo tipo di letteratura (e non solo letteratura) rimane più che altro strumentale: siamo spesso in contatto con il segretario provinciale di brescia della cgil, che ci informa di queste iniziative. Ad esempio dei giovani bresciani hanno girato un film dal titolo "vangelo secondo precario", che però penso sia destinato ad una visione da "dibattito". Insomma, per strumentale intento che è un tipo di letteratura che forse nasce e muore in certi ambiti, ed è a fruizione degli addetti ai lavori (o meglio dire ai lavori precari ), quindi forse non arriva al grande pubblico.
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti78255
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 26 utente(i) online (5 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 26

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 7
Ieri: 27
Totale: 5656
Ultimi: AGLAundrea

Utenti Online:
Ospiti : 27
Membri : 0
Totale: 27
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it