logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



Concorsi Scaduti: bandi e premiati : Concorso "Parole ed Immagini" (scadenza 06/05/06)
Inviato da She-OZoz il 14/2/2006 0:50:00 (8635 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
Concorsi Scaduti: bandi e premiati

Quota di partecipazione
A MELLANA DI BOVES
CONCORSO "PAROLE ED IMMAGINI"
XVI EDIZIONE - 2006

SCRITTI ED IMMAGINI

In occasione dei festeggiamenti locali, a Mellana di Boves si terrà la sedicesima edizione del concorso "Parole ed Immagini", curata dal Comitato. Con esposizione delle opere presentate (nelle ex-scuole elementari), nei giorni 29, 30 e 31 luglio.

L’inaugurazione e la premiazione avranno luogo nei Padiglioni Espositivi, a Mellana, il 28 luglio alle ore 21, con lettura di brani. I premi ai vincitori e ai partecipanti, consistenti in libri, prodotti locali, potranno essere ritirati dagli autori stessi, da loro delegati o, a richiesta, spediti al loro domicilio (pubblicazioni locali e nazionali con le opere premiate verranno pure inviate gratuitamente).
La partecipazione prevede l'invio, sempre facoltativo ma gradito, di euro 5 per ogni partecipante, a titolo di rimborso spese.
Si potranno inviare, al massimo, tre opere per sezione, o sotto-sezione, da indirizzare alla Biblioteca Civica di Boves (Via Marconi, 2), od alla Casella Postale 11, 12012 Boves, intestata ad Adriano Toselli, entro sabato 6 maggio. I vincitori verranno avvertiti.
Le sezioni saranno le seguenti:
A)Poesia giovane: per autori con età inferiore a 20 anni (indicare la data di nascita). Tema libero, in qualsiasi lingua o dialetto.
B) Poesie a tema libero:
1) in italiano
2) in lingua straniera
3) in dialetti o “lingue naturali" (sempre con testo a fronte in italiano).
C) Prosa giovane: per autori con età inferiore a 20 anni (indicare la data di nascita). Tema libero, in qualsiasi lingua o dialetto.
D) Prose brevi a tema libero (un massimo di cinque cartelle).
E) Abbinamento "Parole ed Immagini": poesie o prose brevi, accompagnate da fotografie, o da opere grafiche o pittoriche, unite in qualsiasi rapporto di relazione.
F)Satira e goliardia: poesie, prose brevi od abbinamenti (con fotografie od opere grafiche).
G)Fiabe e favole, in prosa o poesia
Gli scritti dovranno essere in quattro copie di cui una firmata e tre anonime. Essi non verranno restituiti.

FOTOGRAFIE

1) Ritratto (da uno a cinque scatti, stampe formato compreso tra il 20 x 30 e il 30 x 40, in bianco e nero).
2) Il paesaggio di casa mia (in stampe di formato compreso tra il 20 x 30 e il 30 x 40, a colori: tre scatti).
3) Un viaggio (formato tra il 20 x 30 e il 30 x 40, a colori: tre scatti).
4) Boves, le sue chiese, i suoi santuari, i suoi piloni (da uno a cinque scatti, a colori o in bianco e nero, formato 12 x 18)
5) Tema libero (da uno a cinque scatti, in stampe formato compreso tra il 20 x 30 e il 30 x 40, a colori od in bianco e nero. Riservata a chi partecipa ad almeno un'altra sezione).
Le opere segnalate e vincitrici verranno scelte tra quelle ammesse all’esposizione.
Le opere grafiche o pittoriche, le fotografie e gli abbinamenti (per cui è ammesso il lavoro di gruppo) dovranno avere i dati dell'autore (o degli autori), il titolo, la sezione di appartenenza, il numero di sequenza, indicati sul retro. Le foto di dimensioni inferiori al 30 x 40 dovranno essere montate su "passe-partout" di cartoncino neutro (bianco o nero), non sarà ammesso alcun altro tipo di "cornice". (Il formato massimo complessivo consentito, anche con “passe-partout”, non dovrà, comunque, superare i 30 x 40).
Le opere fotografiche ed artistiche potranno essere ritirate presso la Biblioteca Civica di Boves a partire dai primi giorni di settembre, o, a richiesta, spedite al domicilio.
Non si accetteranno opere che abbiano già preso parte ad altre edizioni del Concorso.
Il giudizio della giuria sarà insindacabile. La partecipazione al Concorso non darà presupposto ad alcun compenso per diritti d'autore ed implicherà l'osservanza delle norme che lo regolano. Le opere vincitrici verranno eventualmente pubblicate. Per ulteriori eventuali informazioni scrivere alla Casella Postale 11 12012 Boves - CN o telefonare al 0171/386951, al 0171/386964, al 0171/386974, in orario serale; fax 0171/380091 (e.mail adriano.toselli@libero.it, da non usare per invio testi).




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
She-OZoz
Inviato: 5/8/2006 14:03  Aggiornato: 5/8/2006 14:03
Daniela
Iscritto: 11/1/2003
Da:
Inviati: 2650
 Elenco premiati
In data 28 giugno 2006, la giuria fotografica, formata da Cornelio Cerato, Dora Damiano, Pierluigi Manzone, Adriano Ramella, riunitasi alle 20.30, ha espresso il seguente verdetto.


-----Sezione “Ritratti”

SEGNALATI
- Luca Capoccia – La Morra (Cuneo)
Capacità espositiva supportata da tecnica adeguata, sino a giungere ad apprezzabili risultati estetici, con particolare riferimento alle immagini 1 e 2, “Virginia” e “Anita”.
Fabrizio Giorio – Ivrea (Torino)
Tante buone idee fotografiche, che meritano ulteriori sviluppi.

SECONDO CLASSIFICATO
Filippo Ducly – Aosta
Bella tecnica di stampa e buona composizione (nelle immagini 1 e 4)

PRIMO CLASSIFICATO
Valter Cirillo – Aosta
Per la freschezza dell’immagine, la spontaneità, il delicato stile “anni Settanta”


-----Sezione “Il paesaggio di casa mia”

SEGNALATI
Valter Cirillo – Aosta
Angela Broccini – Pietra Ligure (Savona)
Per il bel paesaggio “classico” e la buona composizione.

TERZO CLASSIFICATO
Michele Siciliano – Boves (Cuneo)
Per l’accurata ricerca bibliografica (Pellegrino).

SECONDO CLASSIFICATO
- Fabrizio Giorio – Ivrea (Torino)
Per l’originalità dell’opera: la bella idea di paesaggi fotografati davvero “da” casa.

PRIMO CLASSIFICATO
Paolo Ferretti – Fornacette di Pisa
Inquadrature efficaci e l’uso del colore per un bel paesaggio classico, ottimamente interpretato.


-----Sezione “Un viaggio”

SEGNALATA
- Rita Batacchi – Roma
Merita menzione l’opera 2, accostamento, tramite figure di bambini, di culture diverse

SECONDA CLASSIFICATA
Valeria Castellino – Mellana di Boves (Cuneo)
Gradevoli composizioni, che rispondono al tema assegnato. Con i tre scatti riguardanti automobili si richiama l’idea “kerouachiana” del viaggio...

VINCITORI
Elena Raimondi e Paolo Cornero – Dogliani (Cuneo)
Per il buon livello tecnico ed il “taglio” delle immagini, con capacità espositiva e presentazione curata...


-----Sezione “Boves, le sue chiese, i suoi Santuari, i suoi Piloni”

SEGNALATO
- Giovanni Sciangula – Mondovì (Cuneo)
Lavoro rispondente al tema, in un bianco e nero non privo di suggestioni..


-----Sezione “Tema libero”

SEGNALATI
- Filippo Ducly – Aosta
Reportage sul mercato, una riuscita ricerca realizzata con capacità compositiva
- Paolo Ferretti – Fornacette di Pisa
Per il notevole gioco geometrico di linee

TERZI CLASSIFICATI EX-AEQUO
- Pierluigi Fornasier – Padova
Per la ricerca cromatica e l’abilità compositiva
- Celestino Giordano – Boves
Per la visione di una scena surreale, onirica... Sarebbe stato bello vedere il tema, originale, maggiormente sviluppato.

SECONDO CLASSIFICATO
Fabrizio Giorio – Ivrea (Torino)
Per il lavoro di reportage

PRIMO CLASSIFICATO
- Valter Cirillo – Aosta
Per capacità tecnica, ottimo lavoro di camera oscura, ricercatezza stilistica e cura compositiva.


In data 29 giugno 2006, dalle ore 20, la giuria della sezione “Parole ed Immagini”, formata da Sergio Carletto e Sandro Dutto, ha proposto questo verdetto, condiviso dalle altre due giurie (di scritti e fotografie)

-----Sezione “Parole ed Immagini”

SEGNALATI
Jhoan Lucia(na) Dryton Drago – Nus (Aosta)
Belle immagini, coloratissime, e tentativo di sviluppare un abbinamento con parole evocative..
Alida Pellegrini e Claudia Contrucci – Pistoia
Curioso disegno (di Claudia Contrucci), accanto ad un testo semplice che vi si richiama.
Danilo Picco e Mdgdpx – Cuneo
Intensa immagine allegata ad un testo di autentica poesia.
Manuela Faccani - Ravenna – Laura ed Enzo Lodesani – Modena
Lavoro di grande impegno, consistenza, vastità, sia nell’immagine che nel testo.
Vittore Giraudo – Cuneo
Per il valore satirico dell’opera, di grande originalità, con testo poetico notevole, che non lascia fiato nel suo implacabile incalzare, procedendo quasi per evocazioni, visioni. L’immagine è pertinente, il testo, decisamente “impertinente”, invece, come si conviene all’autentica satira.

SECONDE CLASSIFICATE
Elena Giraudo – Roccavione – e Monica Lerda – Cuneo
Per un lavoro di grande delicatezza, sia nella parte di uno scritto stilisticamente valido, che in quella di disegni semplici ma efficaci.

PRIMI CLASSIFICATI
Pierluigi Fornasier e Daniela Antonello – Padova
Testo intenso, in abbinamento, sin alla fusione perfetta, con l’immagine
Egidio Belotti e Franco Blandino – Cuneo
Testi poetici intensi con parte grafica elegante ed efficace, fumettistica, che potrebbe essere ancora sviluppata.


In data 30 giugno 2006, alle ore 21, la giuria per la parte “scritti”, formata da Valentina Biarese, Alberto Bosi e Giuseppe Perosino, si è riunita e ha deliberato.
(Per quanto riguarda la sezione di “dialetti e lingue naturali” il verdetto era già pervenuto, il 23 giugno, con data 12 giugno, da Guido Musso - Barba Guido - e Remo Bertodatti).


-----Sezione “Poesia giovane”

SEGNALATA
- Carol Cravero – Saluzzo (Cuneo) con “Sospiro confuso”
La giuria sceglie di segnalare la presente poesia per la capacità suggestiva di alcune immagini richiamate dai versi. Intensa risulta ad esempio la sequenza della delusione tracciata dalle due quartine centrali, sebbene non così chiara nel sesto verso; altrettanto viva la chiusa che fornisce, insieme al titolo, la chiave di interpretazione per l'intero componimento.

SECONDO CLASSIFICATO
- Luca Paesetti – Pianengo (Cremona) con “Bugia”
La giuria ha valutato interessante l'uso della narrazione in prima persona dall'autore nel suo componimento: è una scelta che, unita ad un sapiente uso di “enjambements”, genera un effetto di naturalezza e rende i versi quasi un monologo interiore pronunciato da un bambino. I versi sono inoltre costellati di riferimenti all'infanzia (il gioco, il palloncino, le mani paffute) che sottolineano la gravità della menzogna di fronte all'innocenza di un fanciullo, metafora evidente della buona fede dell'uomo.

PRIMO CLASSIFICATO
- Ioan Daniel Cuculiuc – Sansepolcro (Arezzo) con “Correnti“
La giuria ha valutato particolarmente interessante il componimento per il suo attento equilibrio mantenuto fra la semplice descrizione e la metafora. S'intravedono sentimenti, emozioni, ferite dell'anima, abilmente richiamate da voci allegoriche, da statue che si affaticano come uomini, da soffi di vento taglienti come lame, da brezze che diventano mistiche sotto cieli notturni. Efficaci risultano i versi anche sul piano formale, dove l' uso dell'allitterazione e il riproporsi delle assonanze (la e nei primi tre versi della seconda strofa, la o negli ultimi tre) genera un ritmo particolare.


-----Sezione “Poesia”

SEGNALATI
- Giuseppe Voarino – Cuneo con “Haiku”
Parole come vivide macchie di colore su una tela a sfondo tenue.
- Rocco Santorsola – Battipaglia (Salerno) con “Nell’aria pungente”
Atti d’amore che inizia”fresco”come il nuovo giorno il cui domani si riflette negli occhi della persona amata.
- Katia De Luca – Mottola (Taranto) con “Diario di trincea”
Parole di rassegnazione di un uomo che vive in un ambiente di guerra dove la vita è legata all’imponderabile ed in attesa di un domani che forse non sorgerà.
- Giuseppe Calabretta – Roma con “L’amore normale”
Descrizione con termini ironici di un sentimento dipanatesi in gesti, parole comuni, ma sempre rinnovatesi.
- Gian Luca Endemini – Mondovì (Cuneo) con “Un viaggio lungo un giorno”
Il cammino della vita equiparato allo scorrere del tempo di una giornata ritmata dai suoni e dalle armonie della natura..


TERZI CLASSIFICATI EX-AEQUO
- Leda Panzone Natale – Pescara con “Il mio amico down”
Offerta e richiesta di amore ad un bambino, che pur nella sua limitazione fisica,esprime con l’armonia dei gesti il suo ringraziamento alla vita.
- Ludovica Mazzuccato - San Martino di Venezze (Rovigo) con “Finalmente”
Tramontati gli appetiti sessuali con il declinare del vigore fisico si manifesta il lato delicato di un amore rimasto per tanto tempo inespresso.

SECONDA CLASSIFICATA
- Camilla Targa – Fiumicino di Roma con “Un vecchio sul molo”
Efficace rappresentazione in termini concisi del rapporto-colloquio, ormai intessuto di ricordi fra un vecchio ed il mare.

PRIMO CLASSIFICATO
- Giovanni Bottaro – Pisa con “Tramontava la tua ultima notte”
Il rapporto madre-figlio descritto con dolci e delicate parole come tenui sono i colori e l’atmosfera che accompagna il trapasso della persona amata.

PRIMO CLASSIFICATO LINGUA STRANIERA
Egidio Belotti – Fossano (Cuneo) con “Sunday evening”
Il componimento, che si svolge attraverso raffinate spirali di associazioni di immagini, mette in valore le possibilità di morbida fluidità proprie della lingua inglese.


-----Sezione “Prosa giovane”

PRIMA CLASSIFICATA
- Martina Zago – Oderzo (Treviso) con “La marea del deserto”
La giurìa ha valutato particolarmente interessante il lavoro che oscilla tra la descrizione precisa, quasi scientifica, del paesaggio e l'atmosfera irreale e magica che sprigiona dai luoghi attraversati. Apparentemente nel testo non c'è trama, ma il periodare breve e conciso ha una forza evocativa che porta a immaginare una storia intensa e sentimenti contrastanti nell'io narrante.
e “La biblioteca dei miei sogni”
La giuria segnala il lavoro per qualche spunto di originalità anche se non sempre limpida. La narrazione orbita intorno al tema della lettura sviluppando una trama di sapore quasi cinematografico.


-----Sezione “Prosa”

SEGNALATI
- Francesco Dell’Olio – Ravenna con “Palline da flipper”
Amori impossibili e velleità letterarie che finiscono in sbronze colossali e liti da osteria: un modo di sbandati reso non senza verve.
- Stefano Borghi – Cassina De Pecchi (Milano) con “Voleva solo fare goal”
Cosa c’è di più naturale, in un bambino ma non solo, di “voler fare goal”? Un testo decisamente poco ottimista sulla casuale indifferenza della vita.
- Alida Pellegrini – Pistoia con “Un gatto”
L’amicizia presuppone l’eguaglianza? Sembrerebbe di no, da questo testo che gioca con garbata ironia sul parallelo tra femminino umano e felino.

TERZO CLASSIFICATO
- Alberto Gatti – Cossato (Biella) con “Il regno dei cieli”
“E’ più facile che un cammello passi per la cruna di un ago…”. La famosa sentenza evangelica viene sviluppata in chiave paradossale, ma tutt’altro che arbitraria: alla fine il regno dei cieli – l’armonia interiore – è l’unica cosa che non si puo’ comprare.

SECONDI CLASSIFICATI EX-AEQUO
- Norberto Sabatini – Ribolla (Grosseto) con “L’incantesimo del Venerdì Santo”
Fine descrizione della crisi creativa di un direttore d’orchestra che sta per mettere in scena il “Parsifal”. Il testo si muove con tocco leggero tra il simbolismo romantico di Wagner e gli scenari evocativi d’una vacanza in Toscana.
- Federica Galli – Reggio Emilia con “Natale alla finestra”
In una pagina insieme densa e lieve il testo riesce a dire solitudine e speranza di una piccola immigrata, in un delicato passaggio tra culture e lingue diverse.

PRIMO CLASSIFICATO
- Stefano Borghi – Cassina De Pecchi (Milano) con “Sono una donna”
Il lato oscuro della mondializzazione: dolore, morte e fedeltà alla vita nella storia in prima persona di una prostituta nera, nella quale contenuti “forti” vengono espressi in un linguaggio crudo ma efficace, che si colora di cadenze ancestrali.


-----Sezione “Fiabe”

SEGNALATO
- Alberto Gatti – Cossato (Biella) con “La leggenda dell’albero di Natale”
La giurìa ritiene di segnalare questo breve racconto che ripropone la leggenda dell'albero di Natale in una versione nuova, semplice e curiosa.

SECONDO CLASSIFICATO
- Willy Piccini – Trieste con “Il generoso Dento da Dentilant”
Una fiaba originale dove il racconto di un bambino fa rivivere la realtà di una vita povera e difficile ma ricca di valori. Le donne che si recano nei campi a "far fieno", quelle che si caricano il corpo dell'amica morta per accompagnarla al cimitero, i bambini che gettano gli ossi di seppia nel fiumiciattolo... sono le immagini che danno al testo l'impronta più suggestiva e il sapore del tempo passato. La seconda parte di pura fantasìa è piacevole nella sua immediatezza e semplicità. La giuria ha ritenuto assegnare a questo lavoro fresco e genuino scritto in modo corretto e lineare, il secondo premio.

PRIMO CLASSIFICATO
- Ornella Fiorentini – Ravenna con “Il poeta ed il granchio”
Chi non ha mai pensato (e sperato) di poter campare della propria fantasia? Forse il protagonista di questa fiaba, in un mondo dove un granchio che sembra d'oro può trasformarsi in un vaso di miele, in un favo, in una Scuola..., ci riuscirà. Una fiaba originale dove il tema della poesia s'intreccia con la poesìa stessa. Di piacevole lettura, il testo scorre e le immagini che scaturiscono immergono il lettore in scenari affascinanti fatti di visioni fantastiche ma non completamente irreali.

----Sezione “Satira”

SEGNALATO
- Vittore Giraudo – Cuneo con “Alito”
Uno scambio di significati e di riferimenti a doppio senso animano questo breve testo, in equilibrio tra satirico e demenziale.

PRIMI CLASSIFICATI
- A.T. Trepàz alias Piero Pezzoni, Alessandro Tacconi, Massimo Travella – Dairago (MI)
Divertissement animato da una verve paradossale spesso trascinante, che gioca su una notevole gamma di registri, dal tragico al nevrotico-demenziale.
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti98149
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 18 utente(i) online (1 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 18

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 9
Ieri: 22
Totale: 5806
Ultimi: VonDendy3

Utenti Online:
Ospiti : 18
Membri : 0
Totale: 18
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it