logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



Pagina (1) 2 3 4 »
Letture Incrociate - Racconti : All'angolo di una via: un sampietrino
Inviato da niabi il 29/1/2006 18:01:16 (2037 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
Letture Incrociate - Racconti

Saverio G. Solo G perché non amerebbe si parlasse di lui, anche se tutti qui parlano di lui: di Saverio il fruttivendolo, di Saverio il parrucchiere, di Saverio il calzolaio, di Saverio lo spogliarellista, addirittura di Saverio il pirata. In ogni caso di Saverio G si tratta, e ciò può bastare per capire che di Saverio G si parla.

Ma questo nuovo Saverio – il rappresentante – suona troppo falso, troppo strano persino a lui…così impacciato di fronte allo specchio, in quel vestito usato e preso in affitto, con i piedi in quelle scarpe con le punte troppo scintillanti.
Più che altro con quelle punte ancora intatte.
Stamani Saverio si ferma più del solito di fronte alla sua immagine e pensa, e pensa che scarpe così non ne ha mai avute.
Sono un regalo di sua nonna Agnese – per la grande occasione – le scarpe del nonno, che ormai erano servite solo per fare bella figura al funerale – quello del nonno appunto – ed era davvero un peccato chiuderle lì dentro con lui, così.
Parole di nonna Agnese.
Ma Saverio non ci pensa alla provenienza delle scarpe, o forse ci pensa fin troppo sentendosi così teso e strozzato dalla cravatta bordeaux che gli ricorda solo la sensazione di un cappio al collo, quella sensazione – ormai sua amica – di ammazza respiro sul nascere.
E, sempre impalato di fronte allo specchio ormai da parecchio tempo, fa le prove per impacchettare bene la sua nuova vita, o almeno quella che da lì a poco potrebbe diventarlo.

– Piacere, mi chiamo Saverio...le posso rubare solo due minuti?

– No, no, no...rubare no. Ho già rubato tanto, pure i minuti no!

E allora ricomincia Saverio, ricomincia ma senza guardarsi più allo specchio.
Effettivamente è stato bravo in tutto, pure a rubare, ma ora deve imparare a mentire…perché neanche lui lo ruberebbe mai un articolo del genere, figuriamoci se lo comprerebbe!

Il nodo della cravatta non ne vuole sapere di stare dritto, mentre Saverio ride pensando all’effetto che potrebbe fare al capo del personale impettito se si togliesse quel laccio; ma quello che invece a sorpresa gli fa più effetto è immaginarsi le espressioni stupite sul viso delle persone che lo conoscono se dovessero incontrarlo vestito in quel modo.
Sì, questo sì che gli fa più effetto.
Gli basta anche solo un pensiero: sua nonna Agnese che si fa il segno della croce simulando uno svenimento e invocando la sua Madonna personale affinché non le porti via il suo unico nipote – perché a casa di nonna Agnese di persone vestite così, vive, non ne sono mai entrate – e finirebbe la sua interminabile preghiera con:

– Ti prego non me lo portare via…in fondo è un bravo ragazzo, solo un po’ scapestrato!

Il nodo più volte accarezzato ha trovato anch’esso il suo posto nel mondo, più o meno comodo.




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
Pagina (1) 2 3 4 »
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
daniel
Inviato: 30/1/2006 9:34  Aggiornato: 30/1/2006 9:34
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 28/6/2004
Da:
Inviati: 779
 Re: All'angolo di una via: un sampietrino
L'ho letto al volo
Ma devo farlo con più calma.
La prima impressione
-strano-
La seconda
-hai cambiato stile-
Per saperne di più...dovrai aspettare stasera!
Un bacione

Dan
yole33
Inviato: 31/1/2006 19:20  Aggiornato: 31/1/2006 19:20
Just popping in
Iscritto: 13/5/2005
Da: germany
Inviati: 4
 Re: All'angolo di una via: un sampietrino
Anch'io trovo il racconto un po' strano, ma tutto sommato mi e' piaciuto. Avrei delle osservazioni da farti sullo stile, ci sono un po' di ripetizioni etc.:

"e ciò può bastare per capire che di Saverio G si parla." secondo me e' una ripetizione.

"– No, no, no...rubare no. Ho già rubato tanto, pure i minuti no!" forse bisognerebbe aggiungere qualcosa tipo "penso' Saverio". Ho letto la frase un paio di volte per capire…

"d’incamminarsi, ma non prima di passarsi ancora una volta un dito sulla cicatrice mal cucita" -- incmminarsi, passarsi...fanno rima forse dovresti trovare un sinonimo…

"appoggiava i suoi raggi sui sampietrini storti delle viuzze del centro e li appoggiava delicatamente anche sui capelli neri di Evelina.
Saverio, invece, appena la vide le poggiò una mano sul capo" -- appoggiava, appoggiava, poggio'

"e passi da uomo da affari alternati ancora a salti per evitare grate e tombini –" dopo affari ci metterei una virgola, se no sembra tu parli di affari alternati…

yole
momo70
Inviato: 2/2/2006 22:28  Aggiornato: 2/2/2006 22:28
Home away from home
Iscritto: 17/3/2005
Da: Roma
Inviati: 1147
 Re: All'angolo di una via: un sampietrino
momo70
Inviato: 2/2/2006 22:29  Aggiornato: 2/2/2006 22:29
Home away from home
Iscritto: 17/3/2005
Da: Roma
Inviati: 1147
 Re: All'angolo di una via: un sampietrino
Leggendo questo racconto la prima cosa che salta agli occhi è la diversità di stile dagli altri tuoi scritti. E’ chiaro che c’è da parte tua la ricerca di un nuovo approccio alla prosa. L’esperimento non è riuscitissimo ma del resto è da considerarsi un racconto di transizione.
Questo scritto si chiama “Sampietrino” ma potrebbe anche chiamarsi “L’imprevisto” oppure semplicemente “Saverio G.”, il problema sta nel fatto che nessuno di questi titoli è sbagliato, in quanto tu svolgi la storia facendola travasare da una tematica all’altra, di volta in volta dimenticando la pista precedente. Ti faccio un esempio che forse renderà meglio l’idea. Prendo le descrizioni di Saverio e le riordino dall’ultima alla prima…


Un uomo a testa bassa, con le mani e una cravatta bordeaux nelle tasche dei pantaloni e una giacca mal piegata sotto il braccio, dondolante su gambe che seguono il ritmo di una melodia silenziosa.
..
Qui tutti conoscono Saverio G come l’uomo che gira con in tasca un sampietrino
..
Qui tutti conoscono Saverio G, ma se non si è sicuri si tratti proprio di lui allora basterà chiedergli come sta, sì esattamente così…un semplice: come stai Saverio?
..
Saverio composto e ordinato sulla sedia, con la sua tazzina di caffè ben in vista e quell’ingombrante valigetta finalmente ai piedi
..
Una rapida sistemata alla cravatta e Saverio si dirige con passo sicuro verso il responsabile del personale
..
Da una veloce e approssimativa media matematica Saverio decide che è ora d’incamminarsi
..
Stamani Saverio si ferma più del solito di fronte alla sua immagine e pensa, e pensa che scarpe così non ne ha mai avute
..
Il nodo della cravatta non ne vuole sapere di stare dritto, mentre Saverio ride pensando all’effetto che potrebbe fare al capo del personale impettito se si togliesse quel laccio
..
E allora ricomincia Saverio, ricomincia ma senza guardarsi più allo specchio
..
Ma Saverio non ci pensa alla provenienza delle scarpe, o forse ci pensa fin troppo sentendosi così teso e strozzato dalla cravatta bordeaux che gli ricorda solo la sensazione di un cappio al collo
..
Stamani Saverio si ferma più del solito di fronte alla sua immagine e pensa, e pensa che scarpe così non ne ha mai avute.
..
Ma questo nuovo Saverio – il rappresentante – suona troppo falso, troppo strano persino a lui…così impacciato di fronte allo specchio, in quel vestito usato e preso in affitto, con i piedi in quelle scarpe con le punte troppo scintillanti.
..
Saverio G. Solo G perché non amerebbe si parlasse di lui, anche se tutti qui parlano di lui: di Saverio il fruttivendolo, di Saverio il parrucchiere, di Saverio il calzolaio, di Saverio lo spogliarellista, addirittura di Saverio il pirata. In ogni caso di Saverio G si tratta, e ciò può bastare per capire che di Saverio G si parla.

Questo di Saverio è un racconto, l’altro parla dell’imprevisto, e poi c’è la metafora del sampietrino che vorrebbe amalgamare il tutto senza riuscirci.

Io ti consiglierei di concentrarti sul protagonista ed affrontare una tematica per volta.

In ultima istanza, penso che abbondare con le descrizioni e il colore in prosa finisca sempre nel dare un tono ridondante alla storia. Al contrario, un tono asciutto renderebbe meglio l’amarezza del protagonista.

Secondo me questo racconto è ancora work in progress, ci devi lavorare… ne vale la pena!

A rileggerti prestissimo - Mo
matemati
Inviato: 6/2/2006 23:15  Aggiornato: 6/2/2006 23:15
Home away from home
Iscritto: 13/1/2004
Da: Firenze
Inviati: 1790
 Re: All'angolo di una via: un sampietrino
Cara Nia, sai che sono sempre stato franco con te, e lo sarò anche stavolta, e pazienza se mi odierai
Insomma, questo racconto non mi è piaciuto: forse è colpa mia, ma non ho capito bene il senso della storia.
Sì, "l'imprevisto è dietro l'angolo", ma non mi pare che questo "imprevisto" cambi molte cose nel protagonista. Protagonista che non m'ispira particolare simpatia o sensazioni di altro genere, un ragazzo "senza qualità" ma anche senza particolari punti d'interesse. Lo stesso direi per gli altri personaggi, prima fra tutti Evelina, di cui non si riesce a sapere gran che: eppure Saverio deve averla conosciuta bene, o deve cmq avergli lasciato qualcosa, visto che ancora si porta dietro il sanpietrino...poi già il fatto di averle dato un nome sembrerebbe predisporre a una sua caratterizzazione...che io però non ho colto.

Lo stile è cambiato, certo, e questo non è un male, è giusto sperimentare altre strade...però mi sembra che tu abbia perso così quel sentimento che ti era proprio, e che a me personalmente piaceva molto...insomma, se devo tirare le somme, direi che è un racconto "freddo".
Vedi se riesci a conciliare le due cose, eh?
Alla prossima!
niabi
Inviato: 7/2/2006 21:56  Aggiornato: 7/2/2006 21:56
Home away from home
Iscritto: 3/7/2004
Da: dove sorge sempre il sole
Inviati: 969
 Re: All'angolo di una via: un sampietrino
Sono d’accordo con quello che tutti voi avete scritto e figuriamoci se me la prendo Mate, io stessa trovo questo racconto strano (che è il termine più carino) ma è stato un tentativo per – e qui letture incrociate tremerà – imitare un pochetto Fante e il suo Arturo Bandini.

Ma non ho preso bene in considerazione che lui era il grande Fante…ed io sono io

Pessimo risultato, lo ammetto…forse perché neanch’io mentre lo scrivevo sapevo se volevo scrivere di sto Saverio, di Evelina o del sampietrino…ho le idee chiare io!

Riproverò anche grazie ai vostri suggerimenti, motivo per cui ho postato lo stesso il racconto pur sapendo com’era.

Grazie a tutti!

nia
ambrarara
Inviato: 8/2/2006 13:56  Aggiornato: 8/2/2006 13:56
Just popping in
Iscritto: 1/1/2005
Da: galliate lombardo
Inviati: 12
 Re: All'angolo di una via: un sampietrino
L'ho letto più volte per cercare di capire il senso di quell'ultima pagina. Sembra che tu abbia voluto finirlo per forza perchè non sapevi che fartene di un tizio con un sampietrino nella valigetta.
Riguardo allo stile, è lineare ma troppo ricco di gerundi e di aggettivi che ne rallentano il ritmo... Qualche passaggio poteva essere evitato in quanto inutile ai fini del racconto. Posso farti notare un errore? un pronome usato a sproposito:" Saverio non ci pensa alla provenienza delle scarpe." Quel CI è un pronome che si riferisce alla provenienza delle scarpe, già presente nella frase e quindi inutile, semba una banalità, ma frena la lettura, peraltro abbastanza piacevole. Ma poi, che fine ha fatto Evelina ?
massy
Inviato: 28/2/2006 10:35  Aggiornato: 28/2/2006 10:35
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 7/7/2004
Da: Novara
Inviati: 299
 Re: All'angolo di una via: un sampietrino
Bello.

Ben scritto, si fa leggere d'un fiato.

Una storia qualunque, ma non scritta in un modo qualunque.

Mi è piaciuto.

Di appunti tecnici neanche uno.

A rileggerti.

M.
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti577343
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 48 utente(i) online (4 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 48

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 57
Ieri: 64
Totale: 5943
Ultimi: LouellaSne

Utenti Online:
Ospiti : 48
Membri : 0
Totale: 48
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it