logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



Pagina (1) 2 »
Letture Incrociate - Racconti : Uomo al cellulare (in un campo di battaglia)
Inviato da LeonardoC il 23/1/2006 9:33:19 (2070 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
Letture Incrociate - Racconti

Sul campo di battaglia da qualche ora si combatte furiosamente.
Le due fazioni opposte sparano all’impazzata cercando di abbattere il maggior numero di nemici.
Nella confusione i sergenti gridano ordini ai propri soldati: la strategia e la disciplina possono fare la differenza in quella grottesca situazione umana.

Ovunque piovono proiettili e di tanto in tanto dei velivoli bombardano la zona.
Un gran polverone allora si solleva e una nebbia terrestre avvolge ogni cosa.
Ma non si smette di sparare, anzi, approfittando della confusione i soldati avanzano contro il nemico per coglierlo di sorpresa.
Ovunque sono esplosioni, urla e sofferenza.
Attraverso una nuvola di polvere si scorge una figura assai strana, la sagoma di un uomo avanza nella guerra.
Veste un completo gessato di colore scuro, una camicia bianca ineluttabilmente immacolata, destinata a rimanere incontaminata.
Nella destra tiene saldamente una valigetta scura.
I capelli ben pettinati sono appena mossi dallo spostamento d’aria che le esplosioni inevitabilmente creano.
Si muove tra i combattenti, nel bel mezzo del campo di battaglia, eppure non porta armi e nemmeno indossa protezioni di sorta.
Nella sinistra ha un cellulare ultimo modello e, urlando per farsi sentire al di sopra dell’osceno suono della devastazione, cerca di parlare con il suo misterioso interlocutore dall’altra parte del mondo e del telefono.
“Può ripetere, prego!”
Urla, mentre un soldato gli finisce addosso facendolo barcollare e costringendolo ad abbandonare per un istante appena la sua conversazione.
Il militare chiede scusa, in silenzio, con un cenno del capo.
L’uomo con il cellulare ricambia, seccato, alzando leggermente la testa e tornando a volgere la propria attenzione alla conversazione mentre contemporaneamente controlla di non essersi macchiato nel contatto con quel sozzo esemplare di essere umano.
Mentre parla le due fazioni opposte effettuano un assalto all’arma bianca e si azzuffano proprio dove se ne stava l’unico civile della zona, proprio dove camminava l’uomo con la valigetta ed il cellulare satellitare di ultima generazione.
I soldati si azzuffano, picchiandosi ferocemente, colpendosi e ferendosi fino alla morte ma nessuno colpisce l’uomo con la valigetta che, con fatica, senza mai smettere di parlare con l’oscuro interlocutore, esce dalla zuffa completamente illeso.
Si sposta velocemente per evitare di essere nuovamente coinvolto in simili animalesche vicende.
Perplesso si guarda intorno mentre i soldati sparano e si ammazzano, mentre gli aerei continuano a seminare odio e distruzione, mentre ovunque regnano la confusione della guerra e della violenza: eppure nulla lo distrae o lo interessa, unicamente teso all’ascolto di quella voce al telefono.
Sembra che gli stia comunicando qualcosa di importante, qualcosa che potrebbe cambiare il presente del mondo.
L’uomo della valigetta ascolta preoccupato e si fa scuro in volto.
Colto da atroci dubbi appoggia la ventiquattrore al suolo e, senza smettere di ascoltare la voce al telefono, la apre e ne estrae una cartina topografica.
Annuisce al suo misterioso interlocutore mentre dispiega la mappa dell’intera zona.
Segue le indicazioni che riceve controllando le coordinate spaziali del campo di battaglia.
Una granata rotola con finta indifferenza fino a lui ma l’uomo con il cellulare non si scompone, assorto nella consultazione della mappa, afferra la bomba con l’unica mano libera momentaneamente strappata al controllo della cartina, e la getta alle sue spalle lanciando un’occhiataccia di disapprovazione ai militari poco distanti.




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
Pagina (1) 2 »
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.

Autore Albero
LeonardoC
Inviato: 23/1/2006 10:19  Aggiornato: 23/1/2006 10:19
Not too shy to talk
Iscritto: 1/12/2005
Da: Trebaseleghe (PD)
Inviati: 95
 Re: Uomo al cellulare (in un campo di battaglia)
Il testo nasce da un’idea del 2 luglio 2005.
L’intento è quello di descrivere il paradosso
rendendo esplicito e in qualche modo comico il
collegamento tra guerra ed economia, mettendo in
luce il fatto che molte guerre nascono e vengono stabilite a tavolino.
Nelle mie intenzioni il protagonista della
vicenda si rifa all’ uomo con la valigetta che
compare nei videogame Half Life e Half Life 2,
con una strizzatine d’occhio all’agente Smith di Matrix.

Autore Albero
Tumnus
Inviato: 23/1/2006 13:07  Aggiornato: 23/1/2006 13:07
Quite a regular
Iscritto: 22/1/2006
Da:
Inviati: 184
 Re: Uomo al cellulare (in un campo di battaglia)
Mi è piaciuto molto!
Il significato è chiaro e non è trasmesso in modo pesante o scontato: c'è quella sottile ironia che rende la lettura più piacevole.
Ho apprezzato anche la presenza di periodi brevi, che sono quelli che uso anche io e che preferisco!

Rispondi Autore Inviato
 Re: Uomo al cellulare (in un campo di battaglia) LeonardoC 23/1/2006 18:10

Autore Albero
Sanchez
Inviato: 23/1/2006 15:44  Aggiornato: 23/1/2006 16:00
Home away from home
Iscritto: 20/9/2005
Da: Amsterdam
Inviati: 1003
 Re: Uomo al cellulare (in un campo di battaglia)
caro leonardoc,

il tuo racconto sembra quello di un ragazzino delle elementari che scrive un temino sulla guerra.
inoltre usi espressioni fuori luogo come"L’uomo della valigetta" invece di L'uomo con la valigetta. guarda che l'uomo del monte e' una pubblicita'.
consiglio: leggi il dottor stranamore di peter george.

rispettosamente

manuel sanchez

Rispondi Autore Inviato
 Re: Uomo al cellulare (in un campo di battaglia) LeonardoC 23/1/2006 18:18

Autore Albero
dotterel
Inviato: 23/1/2006 18:20  Aggiornato: 23/1/2006 18:25
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 25/10/2004
Da: Montopoli di Sabina
Inviati: 792
 Re: Uomo al cellulare (in un campo di battaglia)
Soliti problemi, temo: altamente improbabile che un uomo, a meno che non sia un alieno, rimanga impassibile di fronte ad una carneficina; soldati, ma anche il protagonista, come macchiette più che come personaggi ben delineati; luogo e tempo della battaglia neanche supponibili. Del resto lo dici tu stesso che l'ispirazione ti è venuta da un videogame e non dalla lettura approfondita di giornali e libri sulla guerra.
Se ti solletica l'idea di una persona che rimane impassibile, visto che il leit-motiv del racconto sembra essere questo, potresti costruire la trama intorno ad una realtà che conosci a fondo.

Rispondi Autore Inviato
 Re: Uomo al cellulare (in un campo di battaglia) LeonardoC 23/1/2006 22:37

Autore Albero
Sphinx
Inviato: 23/1/2006 21:48  Aggiornato: 23/1/2006 21:48
Home away from home
Iscritto: 12/6/2005
Da: Firenze
Inviati: 570
 Re: Uomo al cellulare (in un campo di battaglia)
Non riesco a capire alcune critiche che ti sono state fatte. Tu stesso hai scritto da dove proviene l'ispirazione per questo racconto.
Non è che mi sia piaciuto tantissimo, questo te lo devo dire, ma non capisco le critiche alla surrealità della scena.
E' vero, i personaggi sono solo delle macchiette, ma a me sembra ovvio che tu lo abbia fatto sapendolo benissimo.

In definitiva, uno spunto interessante.

Ciao

Rispondi Autore Inviato
 Re: Uomo al cellulare (in un campo di battaglia) LeonardoC 23/1/2006 22:15
    Re: Uomo al cellulare (in un campo di battaglia) Sanchez 25/1/2006 15:58
      Re: Uomo al cellulare (in un campo di battaglia) LeonardoC 26/1/2006 9:51
        Re: Uomo al cellulare (in un campo di battaglia) Sanchez 26/1/2006 14:01
          Re: Uomo al cellulare (in un campo di battaglia) LeonardoC 26/1/2006 18:13
            Re: Uomo al cellulare (in un campo di battaglia) Sanchez 26/1/2006 19:10
              Re: Uomo al cellulare (in un campo di battaglia) LeonardoC 26/1/2006 20:41
                Re: Uomo al cellulare (in un campo di battaglia) Sanchez 26/1/2006 20:50
                  Re: Uomo al cellulare (in un campo di battaglia) She-OZoz 27/1/2006 0:17
        Re: Uomo al cellulare (in un campo di battaglia) LeonardoC 26/1/2006 14:02

Autore Albero
AccaLarentia
Inviato: 24/1/2006 0:37  Aggiornato: 24/1/2006 0:37
Just can't stay away
Iscritto: 14/1/2004
Da: Perugia
Inviati: 322
 Re: Uomo al cellulare (in un campo di battaglia)
Se posso dire la mia...

Premetto che non ho letto i commenti precedenti per cui mi scuso per eventuali ripetizioni.

L'idea mi pare piuttosto originale, insolita: quest'uomo con la valigetta è davvero un tipo inquietante. Tuttavia, a mio avviso ci sono alcuni particolari che appesantiscono di molto la narrazione e di conseguenza la lettura: l'uso eccessivo di aggettivi

ad esempio:
"la strategia e la disciplina possono fare la differenza in quella grottesca situazione umana." ---> quel grottesca mi pare un pò una forzatura, magari bastava che tu dicessi semplicemente "in situazioni come quelle",

frasi troppo brevi che frammentano un pò troppo lo "scorrimento visivo" (buona questa)

ad esempio:
"E detto questo l’uomo conclude la conversazione al cellulare, si alza in piedi e dalla valigetta estrae quella che a prima vista potrebbe sembrare una grossa pistola.
Alzando un braccio, l’uomo in abiti civili spara un razzo di segnalazione dritto verso l’alto.
Un razzo fumoso colore arancione si innalza nel cielo fino a raggiungere vette precluse all’umana stirpe.
Impossibile non notarlo.
Tutti i soldati smettono quindi di sparare e di uccidere, dubbiosi e sconcertati: cosa sta succedendo?, si domandano l’un l’altro."

e immagini quantomeno curiose

ad esempio:
"Una granata rotola con finta indifferenza fino a lui"---> cosa significa che una granata "rotola con finta indifferenza"??

Per il resto, ho apprezzato l'immagine surreale che dai al protagonista, che avanza indifferente del caos che lo circonda.

Ciao,
Cristiano.

Rispondi Autore Inviato
 Re: Uomo al cellulare (in un campo di battaglia) LeonardoC 26/1/2006 13:54
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti8375
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 47 utente(i) online (6 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 47

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 8
Ieri: 8
Totale: 5529
Ultimi: CarmelTreg

Utenti Online:
Ospiti : 47
Membri : 0
Totale: 47
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it