logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



Appunti & Incontri : Scrivere
Inviato da LucaBaldelli il 11/1/2006 23:37:38 (2725 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
Appunti & Incontri

di Remo Bassini

Scrivere, a chi?
Credo che questo sia il punto di partenza.
Scrivo una storia, per chi?
Certo, per me stesso. Anche per me stesso. Ma mentre scrivo, quando scrivo, so già che cercherò conferme: un amico, un parente, oppure terrò tutto in segreto fino a quando invierò all'editore.
E' la domanda da cui partire, credo.

Non solo per la scrittura.
Faccio il cameriere in un ristorante: bene, chi saranno i miei clienti? Dovrò essere elegante o andrà bene un abbigliamento alla buona, dovrò imparare tre lingue o l'italiano basta e avanza?
Insegno: a chi?
Recito: per chi?
Ecco, sono arrivato al teatro che, insieme alla psicanalisi, anni fa, più della letteratura mi influenzò nel mio modo di scrivere. All'università avevo un docente: mi, ci insegno che un conto è recitare per un pubblico abituato al teatro, un conto è pensare che, magari, un testo classico tu lo devi portare chessò tra gli zingari, in un carcere, in una fabbrica. Cambia tutto.
Per chi scrivere, dunque?
Perché poi, solo poi, si può partire.
Come scrivere una lettera, che è un libro in miniatura: uno scrittore, un lettore.
Il secondo passo è scrivere una lettera a due persone, poi a cento, a mille. Qual è il linguaggio e cosa ho da raccontare?
Ho deciso di partire da queste considerazioni dopo aver letto, in questi anni, scritti di alcuni ozozini.
Spesse volte ho intravisto una buona idea che poi scivola in una forma che vuole stupire a tutti i costi.
Scrivere non è stupire.
Scrivere è comunicare.
E, questo assunto, accomuna due "entità": editori e lettori.
Cioè: il punto di partenza e il punto di arrivo di uno scrittore.




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.

Autore Albero
hinao85
Inviato: 16/1/2006 12:52  Aggiornato: 16/1/2006 12:52
Home away from home
Iscritto: 8/6/2004
Da: Brescia
Inviati: 1471
 Re: Scrivere
beh, se proprio vogliamo parlare di Dante in termini di insegnamento scolastico...
sinceramente non so se avrei capito i brani che ho letto da sola, o se li avrei capiti solo tramite l'uso delle note... non te la fanno nemmeno aprire la Divina senza prima spiegartela per filo e per segno
Comunque mi sono avvicinata a questo volume personalmente in terza superiore, con una professoressa che me l'ha fatto amare tant'era esaltata nel raccontarcelo. Oggi lo sto odiando, perchè il mio nuovo professore, quello dell'università, quello che scrive libri e che ha amici a Yale, quello che non è un semplice professorino anonimo di scuola superiore..proprio quello...è di una noia mortale! Ad ogni parola si ferma a ricercare la radice latina (e per chi non ha mai fatto latino non è che sia facile) ad ogni parola divagazioni su scrittori che non sono Dante...e così la bella Divina è già bella che dimenticata
quindi non mi stupisce un certo odio da parte di alcuni studenti, ma comunque un gran successo di pubblico quando Benigni la recita con passione..
Purtroppo (o per fortuna, non lo so) tutti noi abbiamo imparato a conoscere Dante solo attraverso gli occhi di qualcun altro..
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti11454
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 46 utente(i) online (9 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 46

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 1
Ieri: 15
Totale: 5477
Ultimi: ClydeBuddi

Utenti Online:
Ospiti : 46
Membri : 0
Totale: 46
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it