logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



Letture Incrociate - Racconti : B-r-i-c-i-o-l-e (di Rosa) blu
Inviato da niabi il 8/10/2005 13:26:13 (1919 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
Letture Incrociate - Racconti

– Sedevi accanto a me, mi sorridevi intrecciando la tua mano nella mia…e non capivi. –

Dormo con te stanotte, ho paura.
Senza che tu te ne accorga mi sdraio lungo il bordo del letto. No…non credo ti sveglierò e, per una volta, il mio respiro ti accarezzerà senza farti solletico.

Mi basta un angolino per rannicchiarmi nel mio solito modo, per tirare su le ginocchia verso il ventre e sentirmi protetta dal tuo abbraccio…quell’abbraccio che ti esplode dentro perché non ti è più permesso di donarmelo liberamente.
Per non farmi male. Per non farti male.
Sei stanco, e hai pianto.
Hai pianto perché sei stanco, mentre cedevi al sonno stringendo il mio pigiama (…quello con le coccinelle, che portano fortuna!), con le mani sotto al cuscino.
La tua stanchezza attraversa le tue palpebre chiuse per riempire i miei occhi, mentre la luna è alta e fiera in cielo, coperta solo da un velo di nebbia.
Tu dormi, gli occhi ancora più chiusi per quelle lacrime quasi asciutte, e io fermo la mia mano sul tuo viso.
Mi manca non poter più nascondere il mio sguardo nello spazio tra il cuscino e il tuo collo…e non ti faccio solletico. Il mio respiro non ti fa solletico.
Perché non senti il mio respiro?
Non riesco più a trasmetterti nessun calore, nessuna emozione nonostante la mia vicinanza…nonostante i miei occhi appoggiati sui tuoi.
Ho i piedi freddi, sai?
Domattina ti sveglierai con gli occhi ancora umidi, ma non lo saranno per le tue lacrime.

Rosa è stanca e ha freddo, trema perché ha freddo, ha freddo perché è stanca.
Faticosamente, Rosa ansima nel suo letto bianco.
Con una mano stringe il piccolo ciondolo che ha al collo, un quarto di luna azzurra, mentre piange gocce colorate che precipitano lungo le orecchie, gettandosi nei suoi neri capelli.

La nebbia si è portata via un pezzetto di luna, e il suo intenso colore…ma il resto è ancora lì, con il suo contorno troncato, nell’intento di disegnare un buco in cielo.

Svegliati, presto! No, non è la sveglia…è il telefono, t’inganna sempre quel suono simile.
Scaraventi il lenzuolo in aria mentre il tuo cuore si mette a suonare il tamburello.
Ricordati che sarai tu che poi dovrai rifare il letto, non fare il furbo eh!
Vestiti con calma, non sei in ritardo. Guarda che più cerchi di fare le cose di fretta…e più tempo, invece, perdi.
Ma perché pensi di essere in ritardo? In ritardo per cosa poi?
Copriti bene, che inizia a fare freddo…però non piangere.
Ti prego, non piangere.
Sssh! Non sbattere la porta, che svegli tutti. Puoi anche camminare, siamo vicini…perché corri?
Dai, non correre…guarda quante foglie secche in terra, lo sai quanto mi piace camminare sulle foglie e tu invece corri, corri facendole scricchiolare e urti un signore che porta a spasso il suo cane, ehi! Chiedigli scusa! Sì, bella scusa quella della fretta, delle lacrime e della vista appannata; resta il fatto che sei un maleducato, e potresti avergli fatto anche male, sai?
Allora, me la compri quella rosa blu? Non me ne sono dimenticata…ma tu corri perché hai paura di non fare in tempo, ma lo sanno tutti che qui non si corre.
Lo sanno tutti che qui il tempo può sfuggire, anche se tu corri.
Secondo piano, stanza numero diciotto.
Ti perdi nel bianco, come la luna di questa notte nella nebbia.

– Siedi accanto a me, urli lacrime impregnate di dolore con le tue labbra posate sulle mie…e continui a non capire. –

Cambierebbe qualcosa per te, amore mio, se ti dicessi che neanch’io capisco perché devo morire?
Ricordati della rosa. Sì, una sola…ma che sia blu.




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.

Autore Albero
daniel
Inviato: 8/10/2005 15:04  Aggiornato: 8/10/2005 15:04
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 28/6/2004
Da:
Inviati: 779
 Re: B-r-i-c-i-o-l-e (di Rosa) blu
Credo di capire di cosa stai narrando.
Non ho commenti da fare sulla tecnica (sei sempre tu )e sul contenuto Nia...ti ho già detto tutto.
un bacio
dani

Autore Albero
Shoen
Inviato: 9/10/2005 0:32  Aggiornato: 9/10/2005 0:32
La principessa dei Saiyan
Iscritto: 2/11/2003
Da: Prateria australiana
Inviati: 3529
 Re: B-r-i-c-i-o-l-e (di Rosa) blu
Come sempre, molto candido e gentile. Non so perché, ma i tuoi racconti, se fossero disegni, sarebbero tutti colorati con colori pastello. In senso positivo, intendo.
E poi, con la stessa gentilezza, arriva la pugnalata finale. Mi è piaciuto e mi sono anche un po' commossa...
Ti critico solo il blu. Lo usi sempre. Insieme al marrone, è un colore che proprio non mi piace. Non mi piace neanche un po'


Autore Albero
dotterel
Inviato: 9/10/2005 16:24  Aggiornato: 9/10/2005 16:24
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 25/10/2004
Da: Montopoli di Sabina
Inviati: 792
 Re: B-r-i-c-i-o-l-e (di Rosa) blu
Ma perchè deve morire? E se è cosi' malata, come mai va a piedi? Queste sono le domande che mi vengono spontanee. Detto questo, il tuo racconto è molto delicato, ben scritto, emana dolci sensazioni di affetto e di struggimento tra i due. Però, la morte come solita conclusione, senza la minima spiegazione, senza un accompagnamento che la renda piu' verosimile e anche piu' interessante, è un tipo di finale che incontro spesso leggendo i racconti di scrittori esordienti, e non mi piace molto, perchè la considero una scorciatoia. E visto che scrivi bene, fossi in te farei un ulteriore sforzo e darei piu' corpo alla seconda parte del racconto. Ciao for now
Dot

Autore Albero
Allein
Inviato: 9/10/2005 16:45  Aggiornato: 9/10/2005 16:45
Just popping in
Iscritto: 29/8/2005
Da:
Inviati: 25
 Re: B-r-i-c-i-o-l-e (di Rosa) blu
Dolcezza.
E' questa la parola che viene fuori naturalmente leggendo il tuo racconto, davvero dolce e delicato.
Particolare l'uso dei colori, come la parte delle foglie e del signore col cane. Mi piace molto anche la frase "gettandosi nei suoi capelli"
Come ti è già stato detto però, il finale pare anche a me un po' raffazzonato e decisamente non adeguato al resto del racconto, lascia troppo in sospeso e non si capisce bene cosa succede in realtà.

In sostanza scritto bene, delicato, d'effetto alcune frasi. Finale da rivedere



Rispondi Autore Inviato
 Re: B-r-i-c-i-o-l-e (di Rosa) blu niabi 9/10/2005 20:05
 Re: B-r-i-c-i-o-l-e (di Rosa) blu Jack88 10/10/2005 13:17

Autore Albero
polivier
Inviato: 10/10/2005 13:48  Aggiornato: 10/10/2005 13:48
Just popping in
Iscritto: 8/7/2005
Da: Roma
Inviati: 29
 Re: B-r-i-c-i-o-l-e (di Rosa) blu
CHE PUGNO NELLO STOMACO CHE MI HAI DATO.......
Molto bello, dolce e .... terribilmente doloroso , è vero che la docezza amplifica il dolore.
Spesso ho pensato cosa farei in una situazione uguale a questa..... non dico simile perchè quella purtroppo già la conosco , ma identica a questa. A volte non mi lascia dormire questo pensiero...... Quanto mi mancherebbero quei dolci rimproveri giornalieri che ora mi fanno spesso spazientire,.... ma se mi mancassero improvvisamente ........ non voglio nemmeno pensarci.
Brava a rileggerti presto

Autore Albero
momo70
Inviato: 10/10/2005 22:10  Aggiornato: 10/10/2005 22:10
Home away from home
Iscritto: 17/3/2005
Da: Roma
Inviati: 1147
 Re: B-r-i-c-i-o-l-e (di Rosa) blu
Che dire?

Bello, poetico e struggente, specie per la delicatezza con cui tratteggi ogni gesto.

Credevo che lei fosse già fantasma e che le lacrime di lui appartenessero ad un dolore già concreto.

Per il resto mi associo alla Dani.

Sono felice di aver trovato questo tuo racconto, e mi riserbo un presuntuoso "te l'avevo detto io"

Sei brava Nia

alla prox - by Mo

Autore Albero
Sphinx
Inviato: 11/10/2005 6:30  Aggiornato: 11/10/2005 6:31
Home away from home
Iscritto: 12/6/2005
Da: Firenze
Inviati: 570
 Re: B-r-i-c-i-o-l-e (di Rosa) blu
Quando leggo cose di questo tipo non riesco a dare giudizi sull'espressione e sull'esposizione, ma che importa?

Sei brava a trasmettere con dolcezza un dolore che dolce non lo è affatto. Il tuo stile sospeso tra prosa e poesia fa il resto. Sarà un po' lo stato d'animo che ho in questo periodo, ma mi sono fatto coinvolgere da questo tuo "racconto", che come ho letto in un tuo commento appartiene alla vita vissuta e quindi, per me, ancora più coinvolgente.

Per il resto spero che la prossima volta tu possa scrivere qualcosa di altrettanto bello, ma meno doloroso.

Un abbraccio.

Autore Albero
senza
Inviato: 12/10/2005 14:48  Aggiornato: 12/10/2005 14:48
Home away from home
Iscritto: 4/4/2004
Da: venezia
Inviati: 3123
 Re: B-r-i-c-i-o-l-e (di Rosa) blu
se non puoi cambiarlo che suggerimenti devo darti?
bo
comunque, bellissimo l'inizio
la seconda parte invece è un po' troppo confusa, sono sprazi e millesimi che non hanno senso e non ne danno
brutte alcune cose, terribili
che sbattono tutto in un tono bambinesco ma a questo punto dillo che credi nella purezza dei bambini anche se sono grandi e credono che un pigiama con le coccinelle porti fortuna
hai ripetuto troppo la parola solletico
e perchè le lacrime sono colorate?
e le rose blu?

Rispondi Autore Inviato
 Re: B-r-i-c-i-o-l-e (di Rosa) blu niabi 13/10/2005 21:03

Autore Albero
lonewolf
Inviato: 19/10/2005 23:20  Aggiornato: 19/10/2005 23:20
Home away from home
Iscritto: 4/7/2004
Da: Roma
Inviati: 2283
 Re: B-r-i-c-i-o-l-e (di Rosa) blu
difficile parlare di vita
che scolora piano
goccia a goccia
infrangendo sogni
disperando speranze
privando un respiro
di ogni molecola d'aria
dispersa così
quasi per caso...

in blu dissolve
vacillante e tradita
la promessa eterna
nella gioia e nel dolore
nella salute e nella malattia
per sempre
eterna incompiuta
vola in mille arcobaleni
rotondi e brillanti
verso un cielo
che non sarà
colorato di questo blu
oggi
domani
mai più...

...

tagliente e crudo
strappo
in un disegno di vita
tragicamente incompiuto
senza possibilità
di umana comprensione alcuna
solo dolore
puro
senza oblio
né ristoro
mentre il grigio
divora il blu...



solo un abbraccio...

Autore Albero
matemati
Inviato: 24/10/2005 21:37  Aggiornato: 24/10/2005 21:39
Home away from home
Iscritto: 13/1/2004
Da: Firenze
Inviati: 1790
 Re: B-r-i-c-i-o-l-e (di Rosa) blu
Nia, non finisci mai di stupirmi

Pensa che alll'inizio credevo che il malato fosse lui...e già la storia era angosciante così, del tuo tipico angosciante delicato e meraviglioso. Poi andando avanti s'insinua il sospetto del significato reale, e prende sempre più al cuore, mentre impari a conoscere la protagonista attraverso tanti sprazzi delicati (proprio "briciole") dei suoi sentimenti, gusti, pensieri, abbigliamento...ben vengano il blu e le coccinelle in questo senso!
Il finale dopo tanta poesia arriva secco e diretto, ma l'ultima frase scioglie il cuore.

Naturalmente la mia solita criticuzza ce l'ho E' proprio necessario quel breve passaggio alla terza persona? Mi stona, forse c'era un altro modo per inserire il nome della protagonista. Che ne dici?

Sempre in attesa dei tuoi scritti,
Mate.

Autore Albero
tabata
Inviato: 2/11/2005 13:45  Aggiornato: 2/11/2005 13:45
Just popping in
Iscritto: 2/11/2005
Da: Milano
Inviati: 2
 Re: B-r-i-c-i-o-l-e (di Rosa) blu
Ciao!
Mi sono iscritta oggi e sto leggendo qualche racconto... questo tuo mi ha colpita per i sentimenti che trasmette. In qualche modo mi ricorda alcuni scrittori giapponesi (lo "spirito" che si affianca al letto, la morte, che è un tema ricorrente in autori come Yoshimoto o Murakami). Mi è piaciuta molto anche l'immagine della luna.
Tabata

Autore Albero
Summerjam
Inviato: 29/1/2006 11:44  Aggiornato: 29/1/2006 11:44
Just popping in
Iscritto: 20/1/2006
Da: Forlì
Inviati: 11
 Re: B-r-i-c-i-o-l-e (di Rosa) blu
Non ho molto da aggiungere a quello che è già stato detto....allo stesso modo tenterò di dire qualcosa di nuovo.... ammiro la scelta stilistica dei mezzi toni, dove i colori smorzati si sposano con i silenzi e i sussurri... è difficile dare un colore a ciò che ci circonda e anche i termini stessi (secondo il mio modo di vedere le cose),che siano concreti o astratti, possono esssere abbinati a determinate sfumatoure di colore... ad esempio per me la pace è arancione... non so se mi sono fatto intendere...
Non mi preoccuperei troppo di scrivere con distacco, non è questo che si chiede ad uno scrittore. La cronaca è tutta un'altra cosa (lo dico perchè l'ho sperimentata e la sperimento tutt'ora). Chiunque scriva un racconto o un libro (fatta eccezione dei best sellers, dove un certo coinvolgeimento nella vicenda da parte dell'autore c'è comunque), lo fa in base all'esperienza... non so se hai visto "La Tigre e la neve", c'è un passaggio molto bello dove Benigni raccontando alla madre una esperienza che lo ha estasiato, non riesce ad attirare la sua attezione e si incolpa di questo.
"Non era lei, ero io.
Ero io che non le avevo raccontato bene quello che avevo sentito.
Non avevo fatto sentire bene l'emozione che avevo provato.
Rimasi talmente male che dissi - ma ci sarà nel mondo uno che di mestiere trova le parole giuste , che le sa mettere in un modo che quando gli batte il cuore a lui gli fa battere il cuore anche a quell'altro?"....
Semplice, forse anche semplicistica come definizione, ma per me le cose non si discostano molto dalla realtà.
La strada che percorri secondo me è giusta

Rispondi Autore Inviato
 Re: B-r-i-c-i-o-l-e (di Rosa) blu niabi 29/1/2006 14:15
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti11969
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 54 utente(i) online (9 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 54

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 1
Ieri: 20
Totale: 5524
Ultimi: JYNMelba43

Utenti Online:
Ospiti : 33
Membri : 0
Totale: 33
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it