logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



Pagina (1) 2 3 4 »
Letture Incrociate - Racconti : Solo un messaggio, dopo il bip.
Inviato da niabi il 20/11/2004 14:20:40 (1917 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
Letture Incrociate - Racconti

11.01.2004 ore 17:10

“CIAO BELLA GENTE! IO E MICHE NON SIAMO IN CASA…PRIMA O POI CI SAREMO. PERÒ, PER SICUREZZA, LASCIATECI UN MESSAGGIO DOPO IL BIP, ANCHE SOLO PER UN SALUTO SORRIDENTE EH…BIP!”

La segreteria non si tocca, è l’unica cosa di cui si occupa assiduamente. Eh sì! Un messaggio nuovo ogni settimana, per non annoiare…come dice lui.
Inizio seriamente a vergognarmi di lasciare il numero di casa a qualcuno, anche se molti ormai si sono abituati e trovano il messaggio e la sua voce molto divertenti.

“Sono io, Miche. Stasera rientrerò più tardi. Al massimo un’ora dopo. Credo. Ok? Inizia pure a mangiare, se vuoi. Un bacione! A dopo…”

Odio lasciare messaggi a qualcuno che non c’è. Ogni volta mi blocco e inizio a comporre mentalmente quello che devo dire. Ma il risultato è sempre deludente!
Riprendo distrattamente a impaginare un depliant, sono ancora un po’ persa tra la segreteria, il messaggio strambo, sia suo che mio, e gli occhi di Silvia che mi sorridono. Anzi, che da stamattina non fanno altro.

“Perché hai quella faccia?” per me è troppo evidente, ma non so. Magari è una semplice sensazione.

“Che faccia?” lei invece non si smuove né dalla sua espressione, né dall’idea di tenermi all’oscuro di tutto.

“Eddai Silvia! E’ tutto il giorno che sorridi, cioè…non mi dispiace, ma vorrei conoscere almeno il suo nome.”

“Romualdo, ti va bene?”

“No, se ne devi sparare uno a caso no!”

Riprendiamo a manipolare immagini grafiche, tra una fragorosa risata e un’altra, e dopo un po’ anche il suo sorriso luminoso svanisce lasciando il posto a un’espressione un po’ incredula.

Non è ancora paura.

“Che c’è?” mi sono stancata di leggere emozioni e sensazioni sui volti delle persone. È vero, ho imparato a farlo e mi riesce anche bene, ma alla smorfia di terrore di Silvia non trovo proprio niente da associare.

“Michela, ma tu non hai visto niente?”

“No, avrei dovuto?”

“No, no.”

La concentrazione se n’è andata da un pezzo…dissolta dal presunto Romualdo, dai mille sorrisi che si sono incrociati e dall’ultima nuova mimica di Silvia, che ritorna.
Questa volta sposto i miei occhi cercando di seguire i suoi, il mio movimento corrisponde all’aprirsi improvviso della porta a vetro, così ho finalmente l’impressione di cogliere tutto…e niente.




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
Pagina (1) 2 3 4 »
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
lunagatta
Inviato: 21/11/2004 13:53  Aggiornato: 21/11/2004 13:53
Just can't stay away
Iscritto: 1/2/2004
Da: Monza
Inviati: 273
 Re: Solo un messaggio, dopo il bip.

Nia, non ho capito....
Ma chi è l'ultima voce? Mi sento scema, l'ho riletto tre volte ma non riesco a capire, mi sembra che manchi qualcosa...
A parte questo, però, visto che siamo nel mio genere, diciamo, mi sbilancio in qualche consiglio in più del solito. Mi riferisco in particolar modo alla parte dalla voce narrante di Miche.
Secondo me, se posso farti una critica, tendi a rallentare troppo la tensione, mettendo troppe parole e troppe descrizioni nei punti "topici".
L'ingresso dell'uomo, se è imprevisto, deve avvenire in due, tre parole, secondo me.
L'amica che vede uno incappucciato appostato dietro la porta, urlerà al massimo "Miche!" oppure una parolaccia, ma non credo formulerà una domanda restando tranquillamente seduta alla sua scrivania.
E poi, subito dopo: un uomo con un passamontagna, per una persona in preda al panico è prima di tutto un passamontagna con sotto un uomo, oppure una pistola con dietro un uomo, se la si vede a colpo d'occhio.
Io credo che nessuno, in quella situazione riuscirebbe ad osservare i vestiti. Ho letto che interrogando dieci persone che hanno assistito ad una rapina in banca, per esempio, ce ne saranno a malapena due che sapranno dire quanti erano esattamente i rapinatori o se erano uomini o donne o bianchi e neri. Il panico fa sì che si mettano a fuoco solo i dettagli più "straordinari", in questo caso il passamontagna.
Per il resto, le riflessioni nei momenti di "calma" sono ben fatte e anche i dialoghi. Devi solo esercitarti un po' sulle scene di "azione", secondo me, che non è per niente facile, da rendere. Anch'io, scrivendo spesso storie gialle, ci sbatto la testa ogni volta.
Spero di esserti stata utile.
a rileggerti

sabrina

p.s ti prego, spiegami quella cosa del finale!
niabi
Inviato: 21/11/2004 14:03  Aggiornato: 21/11/2004 14:03
Home away from home
Iscritto: 3/7/2004
Da: dove sorge sempre il sole
Inviati: 969
 Re: Solo un messaggio, dopo il bip.
Luna, la voce nel finale è un estraneo a tutto! Non ha niente a che fare con nessuno, ha solo avuto il numero di telefono di Andrea per lavoro e gli hanno raccontato questa storia.
Non ci crederai, nessuno ci crede. Ma ho vissuto parte di quello che ho raccontato, ho visto da vicino una pistola, a pochi cm. dal mio viso e ti assicuro che io di com'era vestito me lo ricordo ancora molto bene.
Io non sono riuscita ad esempio a entrare in panico, non ci sono riuscita e poi sono crollata dopo.
All'inizio ho proprio creduto che fosse uno stupido scherzo...di mio fratello, dei miei amici, una finzione insomma.
Quindi in questo racconto ho cercato di riportare quelle sensazioni. Tutto qui.
senza
Inviato: 22/11/2004 10:05  Aggiornato: 22/11/2004 10:05
Home away from home
Iscritto: 4/4/2004
Da: venezia
Inviati: 3123
 Re: Solo un messaggio, dopo il bip.
sinceramente m'aspettavo qualcosa di diverso dal titolo e dall'inizio, qualcosa che sarebbe potuto piacermi di più
e poi vedo inizio e fine staccati dal resto, un modo forse per addolcire il racconto e dargli quel che di quotidiano che ti contrddistingue, ma non mi è molto chiaro, perchè appunto è troppo staccato, e mi sembra come se l'ultima telefonata non c'entri niente...
cmq è strano perchè non ho sentito la tensione che immagino crei una situazione del genere, e non ho nemmeno capito bene com vada a finire...
scusa, l'ho letto ieri mentre chattavamo quel discorso assurdo ( ricordi? ) e lo commento durante la lezione di chimica, quindi è probabile che l'abbia letto malamente
scintilla
Inviato: 25/11/2004 22:55  Aggiornato: 25/11/2004 22:55
Just popping in
Iscritto: 1/9/2004
Da:
Inviati: 43
 Re: Solo un messaggio, dopo il bip.
Ciao Niabi
ho letto il tuo racconto "Solo un messaggio, dopo il bip." devo dire che è divertente nei dialoghi e nei ragionamenti del personaggio portante, Miche. Immagino Silvia, minuta e delicata, tremare sotto le minacce del rapinatore, e fin qui ci siamo.
Se provi a rileggerlo ti renderai conto che spesso non si capisce qual'è il personaggio che agisce. I vari personaggi parlano sempre usando la prima persona presente, sia Miche che -IO-, che solo all'ultimo si scopre che si chiama Andrea (forse). Chi è che viene a conoscenza della storia solo quando gli danno il recapito? Andrea??? E poi perché quasi un anno dopo?
E alla faccia della mia Sara, che fine fa Miche? Un'idea me la sono fatta, ma... Se sono io che non ho capito mi spieghi cos'è successo.
Ciao, ciao da scintilla.
scintilla
Inviato: 25/11/2004 22:56  Aggiornato: 25/11/2004 22:56
Just popping in
Iscritto: 1/9/2004
Da:
Inviati: 43
 Re: Solo un messaggio, dopo il bip.
Ciao Niabi
ho letto il tuo racconto "Solo un messaggio, dopo il bip." devo dire che è divertente nei dialoghi e nei ragionamenti del personaggio portante, Miche. Immagino Silvia, minuta e delicata, tremare sotto le minacce del rapinatore, e fin qui ci siamo.
Se provi a rileggerlo ti renderai conto che spesso non si capisce qual'è il personaggio che agisce. I vari personaggi parlano sempre usando la prima persona presente, sia Miche che -IO-, che solo all'ultimo si scopre che si chiama Andrea (forse). Chi è che viene a conoscenza della storia solo quando gli danno il recapito? Andrea??? E poi perché quasi un anno dopo?
E alla faccia della mia Sara, che fine fa Miche? Un'idea me la sono fatta, ma... Se sono io che non ho capito mi spieghi cos'è successo.
Ciao, ciao da scintilla.
niabi
Inviato: 26/11/2004 12:46  Aggiornato: 26/11/2004 12:46
Home away from home
Iscritto: 3/7/2004
Da: dove sorge sempre il sole
Inviati: 969
 Re: Solo un messaggio, dopo il bip.
...questo racconto mi è proprio uscito male!

Il guaio è che, se io lo rileggo, fila liscio nella mia testa.
Ora ti rispondo con un p.m., che la speranza che qualcuno entri in quello che ho raccontato, senza le mie indicazioni, ce l'ho ancora!
Secondo me, quando non si riesce a trasmettere immagini e situazioni con chiarezza, vuol dire che non è mica tanto scritto bene.
hinao85
Inviato: 27/11/2004 22:31  Aggiornato: 27/11/2004 22:31
Home away from home
Iscritto: 8/6/2004
Da: Brescia
Inviati: 1471
 Re: Solo un messaggio, dopo il bip.
non è vero che è scritto male. A me è piaciuto moltissimo. Devo dire che anch'io maturo le sensazioni con una specie di ritardo. Una volta, nella casa dei miei parenti a Rio, m'è capitato che un uomo, forse armato (dico forse perchè era buio e dopo che tutto era finito i miei parenti dissero che forse si trattava di un ombrello...) cercasse di entrare in casa. Aveva fatto passare la presunta arma tra le inferriate della porta. Io fino all'ultimo non ho capito niente e pensavo fosse uno scherzo, anche quando mia cugina mi ha fatto nascondere sotto al letto. Certo, è successo che ero un pò più piccolina (avevo 12 anni), ma io sono un pò tonta, mi accorgo dopo delle cose!
Quindi mi è sembrata perfetta la descrizione dei vestiti che dà la giusta connotazione del tempo di metabolizzazione dell'accaduto da parte della ragazza. In parte (nonostante la drammaticità dell'evento che ben traspare dalla collega tremante, dallo schiaffo, dai pianti...) è divertente anche il discorso interiore fatto dalla protagonista, soprattutto sul fatto dei gentiluomini che non esistono più e sul gabinetto con la tavoletta alzata !
Insomma, mi è piaciuto proprio tutto. Però una critichina, anche se piccolina te la faccio pure io:
il pezzo finale proprio non ci sta. A parte che non ho capito che fine ha fatto la ragazza, ma poi uno che chiama così, per vedere che è successo, è un pò troppo indiscreto. E poi lo inserisci anche come voce narrante, che spezza del tutto l'armonia precedente del racconto. A parte questo, forse dovresti ripetere il nome di Andrea quanto quello di Miche, per completare le due differenti giornate e dargli una vera anima da narratore.
Cmq ti rinnovo i miei complimenti. Secondo me se aggiusti queste due cosette è praticamente perfetto.
hinao85
Inviato: 27/11/2004 22:34  Aggiornato: 27/11/2004 22:34
Home away from home
Iscritto: 8/6/2004
Da: Brescia
Inviati: 1471
 Re: Solo un messaggio, dopo il bip.
un'altra cosa.. che cercava in uno studio grafico??? per un pezzo ho pensato che fosse interessato a qualcosa di particolare e che non fosse un comune malvivente (per quella frase: non troverai niente in uno studio grafico...).
Spero mi spiegherai tutto, ci tengo a capirlo bene! ciao ancora!!!
francyroma
Inviato: 28/11/2004 1:13  Aggiornato: 28/11/2004 1:13
Just popping in
Iscritto: 19/4/2004
Da: Italia
Inviati: 27
 Re: Solo un messaggio, dopo il bip.
Ciao! Sono nuova e questo è il primo racconto che commento. Allora...Mi piace molto la tua ironia, la caratterizazione della protagonista. Però:
1) Non descrivi i personaggi. Non riesco a vedere la tua faccia, i tuoi occhi, quelli di Silvia...Non riesco a vedervi. Le immagini che si formano nella mia mente sono frammentarie e incomplete.;
2) Un pò come tutti, non capisco il finale, è troppo confuso e sembra non azzeccarci niente. Insomma, sei morta, ferita o cosa? (nel racconto, intendo)
3) Non soffermarti solo sulla descrizione delle emozioni. C'è anche l'azione. Drescrivere, in modo da "far vedere", "far capire" la psicologia dei personaggi, gli ambienti, il fisico, va bene basta che non sia a discapito dell'azione...
matemati
Inviato: 28/11/2004 2:06  Aggiornato: 28/11/2004 2:06
Home away from home
Iscritto: 13/1/2004
Da: Firenze
Inviati: 1790
 Re: Solo un messaggio, dopo il bip.
Francamente, non capisco tutte queste critiche e dubbi sul finale.
Io l'ho capito subito (e mica sono più intelligente degli altri!), e devo dire che mi ha anche commosso, con quel messaggio che contiene solo IO senza più MICHE, e dà un tono di allegria ormai forzata, quasi da "sopravvivenza".
Mi è piaciuta anche la scansione dei 6 messaggi che fa crescere la tensione.
Penso che la scena della rapina potrebbe essere un po' più rapida, ma anche qui certi particolari come l'abbigliamento kitsch del ragazzo e le sbarre alla finestra del bagno danno un tono tragicomico che non guasta.

Piuttosto avrei un altro paio di appunti (scusa Nia, ma tanto ormai ci sei abituata )
- non ho figurato come sono disposte le ragazze in ufficio, non so se capisci cosa intendo, i vari "giochi di sguardi" tra loro e con il rapinatore mi hanno un po' confuso
- mi sta sulle scatole Andrea quando dice "stasera stordirò Miche con un sacco di parole": ma cos'è un sadico? Di solito le persone logorroiche non si rendono conto del loro difetto, o per lo meno non lo "premeditano"

Vai Nia che il racconto è recuperabile
niabi
Inviato: 28/11/2004 16:04  Aggiornato: 28/11/2004 16:04
Home away from home
Iscritto: 3/7/2004
Da: dove sorge sempre il sole
Inviati: 969
 Re: Solo un messaggio, dopo il bip.
Grazie per i vostri commenti…
Siccome per rispondere a tutti dovrei lasciare un post chilometrico, vi rispondo con un p.m….che la speranza ho fatto bene a non perderla!
Oppure Mate, sei proprio contorto come me!
il_corvo
Inviato: 8/12/2004 10:41  Aggiornato: 8/12/2004 10:41
Home away from home
Iscritto: 30/11/2004
Da: Carpi (mo)
Inviati: 949
 Re: Solo un messaggio, dopo il bip.
Ho letto il tuo racconto Niabi. Inzomma!!!
Io sono tra quelli a cui il racconto è parso riuscito così e così.
Ho letto in uno dei tuoi commenti di risposta, che ti sei rifatta alle sensazioni che hai provato in prima persona in una situazione del genere.
Il lettore che non ha mai avuto la sfortuna di trovarcisi, fatica un po' a provare la percezione di terrore che fatalmente si dovrebbe provare. Troppi commenti allo svolgersi rapido degli eventi e commenti per lo più ironici e tragicomici.
Il finale, inoltre, l'ho dovuto rileggere per cercare di capirci qualcosa.
In conclusione. Dallo scorrere fluido delle parole, noto in te molta "stoffa", ma credo tu possa fare ....molto meglio!

erica
Inviato: 9/12/2004 8:53  Aggiornato: 9/12/2004 8:53
Quite a regular
Iscritto: 26/8/2003
Da: Vicenza
Inviati: 146
 Re: Solo un messaggio, dopo il bip.
A me è piaciuto molto, senza se e senza ma. Il finale trovo sia in linea con il resto, un "proiettile" dopo l'altro! E' una miscela appassionante tra di "tragedia" e vita quotidiona... la mente che è presente con il suo modo di vedere abituale anche nei momenti più concitati.
E' morta alla fine... ci vuole un pò a capirlo, come quando si è veramente sotto schok!
Complimenti...
massy
Inviato: 10/12/2004 11:24  Aggiornato: 10/12/2004 11:24
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 7/7/2004
Da: Novara
Inviati: 299
 Re: Solo un messaggio, dopo il bip.
Ben scritto, molto buoni il ritmo e i dialoghi.

Un po' fumoso il finale , nel pur riuscito crescendo dei messaggi.

Direi che migliori a vista d'occhio...

M.
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti910150
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 77 utente(i) online (17 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 77

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 9
Ieri: 17
Totale: 5801
Ultimi: ShalandaPe

Utenti Online:
Ospiti : 77
Membri : 0
Totale: 77
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it