logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



Evoè : Cacciatori di conoscenza
Inviato da She-OZoz il 30/1/2003 17:20:00 (3427 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
Evoè

Il 23 aprile 2002 - la notizia non è proprio fresca di stampa - ad Alessandria d’Egitto è stata inaugurata la nuova biblioteca costruita sulle fondamenta di quella leggendaria del mondo classico antico.

C’è da chiedersi che valore abbia oggi tale biblioteca. Enorme, se si pensa che può contenere qualcosa come 8 milioni di volumi. Eppure dubito che nel prossimo futuro guarderemo in direzione dell’Egitto come alla terra depositaria di tutto lo scibile umano. Credo che l’Occidente (gli Stati Uniti in particolare, con la celebre Library of Congress, la più grande del mondo) rimarrà il fulcro del libero pensiero per ancora un bel pezzo.
Il passato non può rivivere, specie poi se il centro d’influenza delle cose del mondo si è spostato dal bacino del Mediterraneo di 2000 anni fa a quella vasta terra a stelle e strisce fra gli oceani Atlantico e Pacifico.
Cos’è oggi la Biblioteca di Alessandria d’Egitto?
Un magnifico simbolo che sancisce anche una sorta di patto planetario pacifista: il sapere non ha, o non dovrebbe avere, confini religiosi, razziali o sessuali. Segna una tappa importante di cooperazione fra nazioni e di rinascita culturale nel mondo.
Tuttavia il mito della Biblioteca di Alessandria a ben guardare non è risorto il 23 aprile 2002. Da molto prima infatti qualcosa di più vasto, facilmente fruibile, diretto, che non richiede scomodi viaggi in aereo, e a dirla tutta neppure di mettere il naso fuori di casa, si trova a portata di mano. Mutatis mutandis, il vero tempio di ogni sapere, la grande miniera delle informazioni - che, per inciso, promette di essere inesauribile -, la biblioteca delle biblioteche è la rete. Ancora una volta un’invenzione degli States che, in ordine di tempo dopo la coca-cola, ha colonizzato il pianeta.
Qualcuno potrà obiettare che le biblioteche sono luoghi seri dove solo le massime opere dell’ingegno umano trovano spazio, mentre la rete è un immondezzaio virtuale dove convivono studi eccelsi sulla teoria dei buchi neri in mezzo a ciarpame pubblicitario, foto pornografiche e peggio ancora. E’ vero, ma volete mettere la soddisfazione di potersi fregiare del titolo di "cacciatori di conoscenza", oltre che di navigatori del web, o nomadi delle rete? E’ tutto molto più eccitante. E’ come essere proiettati in un mondo parallelo dove bene e male e coesistono. Avete oltrepassato lo specchio: quello che troverete è esattamente il riflesso del mondo da cui provenite, solo che tutto viaggia alla impressionante velocità della luce, e da casa vostra potete ritrovarvi a Tokyo piuttosto che a New York o a Sydney nello spazio di un clic. Sta a voi scegliere la meta del vostro viaggio.




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti206
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 31 utente(i) online (1 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 31

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 2
Ieri: 0
Totale: 5435
Ultimi: MindyKibbl

Utenti Online:
Ospiti : 31
Membri : 0
Totale: 31
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it