logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



Letture Incrociate - Racconti : La farfalla e il salice piangente
Inviato da niabi il 28/9/2004 22:04:02 (1811 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
Letture Incrociate - Racconti

Scappa, corri, corri! Non voltarti indietro. Maiii! Non farlo, non ancora. Corri nel buio, è buio fuori. Lo è di più dentro.

Non è giusto così. Non dev’essere così. Da cosa scappi? Solo ed esclusivamente da te stesso, da quel te stesso di qualche tempo fa, ed è giusto? Pensaci un attimo, fermati e pensaci un attimo.

Ora voltati. Lentamente, molto lentamente perché potresti spaventarti. Sì, questo lo so!
È sempre buio, guarda. Guardalo con il cuore sorridente e non ti farà più del male.
L’hai creato tu, oppure ti è stato disegnato addosso? Ormai non importa molto, ti sta sempre dietro. Non lo riconosci?

Scappa, corri, corri! Non voltarti indietro. I tuoi passi scricchiolano, affondano pesanti nel terreno.
Attento! Sta per raggiungerti, svelto! Corri di più, più forte. Annaspi, cadi e ti rialzi e lui è sempre lì. Non lo vedi che è sempre lì?
Fruscii tra i sentieri della mente e del cuore, fruscii tra i sentimenti calpestati, tra i mille amori rubati, tra i volti a forza dimenticati…ma non strappati.

Cammina lentamente, non voltarti ancora. Procedi senza rivolgerti indietro, guarda quella farfalla!
Mentre correvi spaventato l’hai quasi schiacciata con il peso del tuo respiro e dei tuoi pensieri. Eppure ha i colori che piacciono a te…il giallo e il blu mischiati sapientemente.

Ora girati piano. Appoggiati a quel fusto, fatti circondare dalla chioma di quel salice piangente.
Ti ricade addosso ma non ti farà male, lui no. Fidati! Prima non ti sei neanche accorto di averlo pericolosamente sfiorato. Guardalo, non distogliere lo sguardo.

È il tuo passato…ti insegue disperato, perché lo sfuggi? Vuole far parte di te, fa già parte di te.
È inutile farlo soffrire inutilmente. Fagli spazio, fallo appoggiare all’albero sofferente, non vuole altro.

Il suo respiro si placa, ti ha raggiunto, ti fa così male averlo accanto?
Perché non riesci a guardarlo? Tendigli allora la tua mano, non la rifiuterà.
È quello che ha da sempre sognato…perché non ce la fai? Che colpa ne ha lui?
È quello che hai creato oppure che il mondo intorno a te ha creato, ma che colpa ne ha lui?

Guarda. Si è calmato. Non ce la fai ancora a perderti nei suoi occhi. Ti capisco, sai? Tienigli solo la mano. Va bene, come vuoi! Lascialo pure dietro di te. Guarda avanti, va bene. Così va bene. Se vuoi non guardarlo, ma non lasciargli la mano.

Continuando solo a correre ti saresti perso la farfalla con i colori che più ti piacciono ed anche il salice piangente, te lo ricordi o no che è il tuo albero preferito?
Lascialo indietro, va bene. Non si offende di certo! Lui ti capisce, ma non lasciargli la mano.

Se sei riuscito a vedere la farfalla con i colori che più ti piacciono ed anche il salice piangente, è anche grazie a lui sai?

Non lasciargli la mano e, quando ci riuscirai, fai combaciare la sua figura e la tua anima…lo farai felice.

Non lasciargli la mano.




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
daniel
Inviato: 29/9/2004 7:06  Aggiornato: 29/9/2004 7:06
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 28/6/2004
Da:
Inviati: 779
 Re: La farfalla e il salice piangente
ciao Niabi. E' un piacere leggerti la mattina all'alba!
Dolce, come sempre, poetica, come sempre, mi hai fatto pensare........
Un altra me presa per mano..
Una persona diversa, ma parte integrante di ciò che siamo.
Rinnegare serve a poco, piangersi addosso meno, e fuggire meno ancora......
Vorrei fosse possibile davvero.....non lasciargli la mano.
Brava Niabi. Bello....
Un bacione
Daniela
massy
Inviato: 29/9/2004 9:38  Aggiornato: 29/9/2004 9:38
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 7/7/2004
Da: Novara
Inviati: 299
 Re: La farfalla e il salice piangente
Cara Niabi,

ho molto apprezzato questo tuo pur breve racconto.

Sarà che è un po' di tempo che devo far pace con me stesso, e con un bel po' di altre cose di me...

E' scritto bene, scorre via ma allo stesso tempo fissa bene alcune cose. Alcune grandi ... no, non verità, quelle sono sempre un po' aleatorie... grandi sensatezze, ecco.

Mi sei molto piaciuta. Ancora brava.

M.
Forever
Inviato: 29/9/2004 11:11  Aggiornato: 29/9/2004 11:11
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 24/7/2004
Da: Roma
Inviati: 1979
 Re: La farfalla e il salice piangente
Splendido racconto dalle tinte delicate color pastello. Narrazione senza sbavature, lineare, scorrevole, elegante.
Che appunto potrei farti Niabi? La semplicità è la tua forza e la capacità di trasmettere serenità è un dono raro. Grazie.
scintilla
Inviato: 29/9/2004 14:24  Aggiornato: 29/9/2004 14:24
Just popping in
Iscritto: 1/9/2004
Da:
Inviati: 43
 Re: La farfalla e il salice piangente
Ciao Niabi

Quello che siamo lo dobbiamo indissolubilmente a quello che abbiamo vissuto, a come lo abbiamo vissuto e al perché.

Fugire da noi. Vi sembra possibile? o quantomeno produttivo?

Bel brano su un argomento che mi affascina.

L'ho letto volentieri, indicata la scrittura - sincopata - che crea patos.

Ciao da scintilla.
matemati
Inviato: 29/9/2004 19:56  Aggiornato: 29/9/2004 19:56
Home away from home
Iscritto: 13/1/2004
Da: Firenze
Inviati: 1790
 Re: La farfalla e il salice piangente
Anzitutto, grazie per questo racconto: è uno spunto di riflessione profondo di cui tutti possiamo aver bisogno.
E' così vero e importante quello che dici che è difficile farti delle critiche: se proprio proprio devo

Citazione:
tra i sentimenti calpestati, tra i mille amori rubati, tra i volti a forza dimenticati…ma non strappati.


questa fila di rime stride un po'.

Ma x il resto il ritmo è sostenuto, le immagini originali ed evocative. Tanto da salvarlo dal rischio di sembrare una delle solite "lezioni di vita" tipo quelle che ci arrivano in pps
Brava!
lonewolf
Inviato: 29/9/2004 20:36  Aggiornato: 29/9/2004 20:36
Home away from home
Iscritto: 4/7/2004
Da: Roma
Inviati: 2283
 Re: La farfalla e il salice piangente
Cara niabi,

ci regali un racconto breve ma delicato e profondamente psicologico.

Tratteggiato con sfumature evocative ed intime pur nella sua semplicità consente di riflettere sulla propria vita.

Descrivi bene il sottile equilibrio che regola il flusso temporale della nostra vita e la difficolta umana di accettarne serenamente lo svolgimento.

Più flusso di coscienza che racconto vero è proprio gode dell'atmosfera poetica di cui lo hai intriso e soffre forse qualche ripetizione ed assonanza di troppo.

Nel suo genere è un buon lavoro che mi ha fatto pensare e che ho letto con semplicità e piacere.

Bene.

A rileggerti.
senza
Inviato: 30/9/2004 20:03  Aggiornato: 30/9/2004 20:03
Home away from home
Iscritto: 4/4/2004
Da: venezia
Inviati: 3123
 Re: La farfalla e il salice piangente
sento gl'influssi di qualcuno o sbaglio?
ma mi spiace non mi è piaciuto, non l'ho capito, non mi ha preso. è troppo fantasticato, troppo uno il contrario dell'altro, e poi mi puzza la differenza tra le altre cose tue che ho letto
sa tanto da asino che cerca d'afferrare la carota legata alla sua testa o di qualcuno che scappa dalla propria ombra ( beh, forse il senso era questo )
cè una frase: lo è più dietro, riguardala
niabi
Inviato: 30/9/2004 20:22  Aggiornato: 30/9/2004 20:22
Home away from home
Iscritto: 3/7/2004
Da: dove sorge sempre il sole
Inviati: 969
 Re: La farfalla e il salice piangente
Grazie per i vostri commenti...

Per Senza: gl'influssi che hai percepito derivano da un mio stato d'animo, l'ho scritto in un mio momento, che può essere quello di molti oppure no.
Probabilmente dice qualcosa solo a chi entra nello stesso stato d'animo, non so...
Sulla differenza tra questo testo e gli altri miei racconti sono d'accordo con te, c'è e si percepisce bene. Non scrivo nello stesso momento e questo forse era più uno sfogo di una persona che a volte scappa dalla propria ombra che un testo vero e proprio.
L'ultima frase del tuo commento sinceramente non l'ho capita.
Ciao!
senza
Inviato: 30/9/2004 20:38  Aggiornato: 30/9/2004 20:38
Home away from home
Iscritto: 4/4/2004
Da: venezia
Inviati: 3123
 Re: La farfalla e il salice piangente
per forza non l'hai capit l'ho sbagliata!
mi riferivo ad una tua frase all'inizio, io l'aggiusterei
giudil
Inviato: 30/9/2004 22:47  Aggiornato: 30/9/2004 22:47
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 16/7/2004
Da:
Inviati: 201
 Re: La farfalla e il salice piangente
L'ho letto tre volte e ho capito cose diverse.
Cangiante. Come i colori della farfalla.
La prima volta correvo, scappavo, ma non sapevo perché.
La seconda mi sono guardato in giro, mi hanno colpito i colori.
La terza mi sono fermato, appoggiato al tuo salice e mi sono fatto raggiungere, dolcemente, dai ricordi.
Evocativa Niabi.
A presto
Giu
fernet
Inviato: 1/10/2004 11:05  Aggiornato: 1/10/2004 11:06
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 18/12/2003
Da: Milano
Inviati: 311
 Re: La farfalla e il salice piangente
... mi piace tutto, tranne una cosa:

"...fai combaciare la sua figura e la tua anima…" non è il concetto, è il come lo dici che mi distaccano un pò dall'atmosfera che hai creato fino a quel punto ... come mangiare le lasagne più buone del mondo e trovare nell'ultimo boccone un sassolino (scusa il greve paragone, ma sto per uscire a mangiare...). Forse troppo descrittivo? Forse "far combaciare" non suona bene ?.Non so argomentarti oltre la mia osservazione e di questo mi scuso.

a rileggerti
F
solaris
Inviato: 9/10/2004 14:56  Aggiornato: 9/10/2004 14:56
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 4/4/2004
Da: Alcadia
Inviati: 2416
 Re: La farfalla e il salice piangente
immaginare che solo non smettendo di amare ciò che una volta si è amato,
si possa riconoscere altra bellezza nei passi a venire..

sai io
penso che le figure che hai disegnato siano auspici di un sereno cosciente abbandono alle cose
un sospiro lento
distesi i nervi
limpido il viso illuminato
fra i ricordi pendenti

un passato che se lo guardi non ti insegue più trafelato e minaccioso
ma attende solodi esser portato con sè.

io ti dico
è un bel testo.
mi chiedo solo
ma me lo chiedo da un po'
che accade se in quel passato
c'è una malattia dell'anima?

a volte mi rispondo
che dalle malattie dell'anima
impossibile
è guarire.
strano passato che stringe la mano
fino a segnarla.

A.
vexia
Inviato: 27/1/2005 19:36  Aggiornato: 27/1/2005 19:36
Home away from home
Iscritto: 26/1/2004
Da: Spello
Inviati: 873
 Re: La farfalla e il salice piangente
ciao nia...
sai che quando leggo i tuoi racconti, mi sembra sempre che le storie siano sospese tra le nuvole, ovattate, in un mondo di colori tenui?
non so, mi fa quest'impressione, anche se il racconto parla di dolore e sofferenza...che alla fine possono però essere accettate con serenità: mi sono piaciuti sia il significato che le metafore; per il resto, scrivi bene e sai coinvolgere...
Dira
Inviato: 18/11/2007 11:29  Aggiornato: 18/11/2007 11:29
Just popping in
Iscritto: 17/11/2007
Da:
Inviati: 9
 Re: La farfalla e il salice piangente
Eccomi qui, finalmente sono approdata anch'io su Ozoz!
E il mio primo commento non poteva che andare a te cara Sonia...
Questo tuo racconto non l'avevo ancora letto... e devo dirti che mi ha colpito molto. Mi ha colpito perchè tocca un argomento per me molto importante: la fuga dal passato. Io per anni mi sono comportata proprio come il protagonista del tuo racconto: di fronte al mio passato scappavo.Perchè a volte il passato fa paura, e arriviamo a pensare che, se ci fermassimo anche solo un istante ad ascoltarlo, potrebbe ucciderci... Mentre l'unica soluzione che abbiamo è proprio quella che suggerisci tu:"Guardalo con il cuore sorridente e non ti farà più del male."... già, è proprio così. Dobbiamo imparare a guardarlo con amore, con comprensione... quello è l'unico modo per guardare il Passato, per non farcene distruggere.
Noto anche un'interessante coincidenza: questo tuo racconto è stato pubblicato verso la fine del 2004... periodo particolare della mia vita... periodo che ha contrassegnato l'inizio della mia riappacificazione col mio passato! Che singolare coincidenza...
Mi piace quando scrivi che continuando a scappare il protagonista si sarebbe perso anche la farfalla e il salice piangente (che è il mio albero preferito tra l'altro!), che ama tanto. Mi piace come immagine... perchè è il nostro passato che ha creato il nostro presente. Perchè senza quel passato (forse di dolore) oggi non saremo in grado di apprezzare la gioia e la bellezza delle piccole cose (il salice e la farfalla).
Mi piacciono le immagini che crei Sonia... sono poetiche, evocative.
Bel racconto Sonia, intenso, profondo... dal ritmo incalzante... mi ha colpito proprio tanto.
Un abbraccio
niabi
Inviato: 18/11/2007 16:02  Aggiornato: 18/11/2007 16:02
Home away from home
Iscritto: 3/7/2004
Da: dove sorge sempre il sole
Inviati: 969
 Re: La farfalla e il salice piangente
Benvenuta Ally e serena permanenza!

Grazie per il tuo commento, l'hai proprio spulciato per benino!

Io invece come racconto lo sento molto distante, ma questo è normale.

nia
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti1840339
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 17 utente(i) online (1 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 17

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 18
Ieri: 55
Totale: 5926
Ultimi: LeahHanks3

Utenti Online:
Ospiti : 17
Membri : 0
Totale: 17
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it