logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



Pagina (1) 2 »
Letture Incrociate - Racconti : L'ascoltatore
Inviato da giudil il 10/8/2004 10:08:49 (1642 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
Letture Incrociate - Racconti

-Vede, disse la donna in tono ancora più concitato, io sto un’intera giornata chiusa in un ufficio di merda e neon, a scrivere relazioni sul nulla, a sommare numeri su numeri che qualcun altro non si degnerà neanche di leggere e quando arrivo a casa non mi aspettano due calde pantofole ed una poltrona, ma devo ricominciare da capo. Panni da lavare, il bambino che mi rincorre per tutte le stanze incasinando quello che ho appena messo in ordine. La cena che brucia, le sue camicie da stirare, no... non ce la faccio, non ce la faccio più. E pensare alla felicità del giorno in cui ho trovato questo lavoro, pensavo che mi avrebbe cambiato la vita.

Il suo ascoltatore faceva cenno di sì con la testa, mentre correva con gli occhi sulle rughe di stanchezza della donna.
-Non erano questi i patti, sa? No, “amore guarda, quando ci sposiamo, 50 e 50 in tutto, chi l’ha detto che i pannolini dei bambini li deve cambiare sempre la mamma? Non vorrai credere a queste aberrazioni maschiliste.” A parole bravo sì, aberrazioni... ma se il culo di mio figlio non l’ha mai visto. Son buoni tutti a parlare, prima.
I grandi occhi nocciola del suo ascoltatore sembravano così comprensivi, che lei era pronta a tirare fuori veramente tutto. L’aveva appena incontrato, ma era come se lo conoscesse da sempre. Una leggera nevicata sui capelli bruni, un po’ incolti, gli donava un’aria di grande saggezza, a dispetto del sorriso caldo e di quella luce negli occhi che esprimevano una straordinaria freschezza d’animo.
-Lavoro in casa, e lavoro in ufficio. E qui e là siamo trattate sempre con quell’aria di sufficienza di maschio grande capo. Come se non vi ricordaste di essere usciti tutti da qui. Ah guardi, in questo mondo non conviene nascere donna, glielo dico in tutta sincerità.
Per un attimo una piccola onda perturbò il sorriso di comprensione dell’ascoltatore, come se un lieve pensiero fosse passato su un veloce binario temporale per essere considerato in quell’istante e poi svanire. La donna lo prese per un attimo di perplessità e si affrettò a spiegarsi meglio.
-No, è vero, non è sempre così. E gli uomini non sono tutti uguali. Esistono anche quelli talmente pieni di sé che non scendono neanche a considerarci. Voglio dire a considerare l’idea di costruire qualcosa insieme, perché poi, invece, il richiamo della natura lo sentono anche loro, eccome. Se ne stanno a casa dalla mamma (sì un’altra donna, ma che quando si tratta del figlio maschio non capisce più niente) ed escono al tramonto per colpire, come le zanzare. Un colpettino e via, ché tanto per nutrire il loro piacerino meschino ci vuole veramente poco, questione di qualche minuto...
A queste parole l’ascoltatore corrugò la fronte e strinse un poco gli occhi in quella che a lei sembrò una smorfia di solidale sdegno.
-E se una donna si comporta allo stesso modo? Intanto la mamma a casa non ce la vuole più. “Perché la gente che deve dire?” Allora puoi andare a vivere da sola, sì, ma casa tua diventa automaticamente un bordello. Ecco la parità che abbiamo ottenuto con tanti sacrifici: lui un dongiovanni, lei una puttana.
Il suo ascoltatore ora faceva segno di no con la testa, inspirando aria rumorosamente e roteando gli occhi nocciola.




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
Pagina (1) 2 »
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
massy
Inviato: 10/8/2004 11:02  Aggiornato: 10/8/2004 11:02
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 7/7/2004
Da: Novara
Inviati: 299
 Re: L'ascoltatore
Grande!!!

L'ho letto d'un fiato, per la miseria!

Dunque (... mi ricompongo ed infilo gli occhialini con la montatura metallica, che mi levano l'aria da stronzo e mi appiccicano un pochino quella da intellettuale, solo un pochino, però)...

La prima parte è mi ha focalizzato davanti l'isterica che sclera enumerando tutti i (verissimi) difetti di molti uomini.

La pausa con l'astronave mi stava mandando i gioielli di famiglia sotto le scarpe e poi ... BAM! il colpo di genio finale.

Non c'è che dire. Bel lavoro. I miei complimenti, Giu(seppe) - errare umanum est, perseverare diabolicum....-

A rileggerti.

M.
niabi
Inviato: 10/8/2004 17:20  Aggiornato: 10/8/2004 17:20
Home away from home
Iscritto: 3/7/2004
Da: dove sorge sempre il sole
Inviati: 969
 Re: L'ascoltatore
Bel racconto Giudil!
All'inizio mi è sembrato un incontro tra uno psicologo e una paziente qualunque, poi invece.
Non vorrei essere nei panni dell'ascoltatore...
Forse però servirebbe come esercizio a tutti.
E' difficile a volte riuscire ad ascoltare veramente...
L'ho sconvolto a mio modo?
Ciao!
lonewolf
Inviato: 10/8/2004 19:30  Aggiornato: 10/8/2004 19:30
Home away from home
Iscritto: 4/7/2004
Da: Roma
Inviati: 2283
 Re: L'ascoltatore
Caro giudil,

il primo pensiero che ho avuto leggendo il tuo racconto è stato:" Ma Giudil mi conosce???".
Questo perchè per un periodo della mia vita ho svolto proprio quella 'professione' senza sapere che lo fosse, altrimenti immagino che mi sarei fatto pagare...
Poi la mia empatia è stata portata via, magari dagli alieni, ed ho imparato a conservarla per me e per i miei cari.

Divagazioni a parte il racconto è ben scritto e le immagini sono ben messe a fuoco.
Le lamentele sono talmente reali che pensavo fossero rivolte a me.
Mi hai coinvolto e guidato con destrezza e precisione fino al colpo di scena rivelatore del finale.

Fantasioso e delicato
puntuale e robusto.

Buono, molto buono.

A rileggerti.
spenny
Inviato: 11/8/2004 14:22  Aggiornato: 11/8/2004 14:22
Home away from home
Iscritto: 29/1/2004
Da: Milano
Inviati: 600
 Re: L'ascoltatore
Caro Giuseppe,

chissa' perche' mi sono sentita tanto coinvolta in questo racconto? ...

Anche a me e' capitato un ascoltatore cosi', e poi me ne sono innamorata, ma questa e' un'altra storia.

Il tuo racconto e' molto bello, ben scritto e coinvolgente.

Mi piace quando un uomo parla come una donna, o nei panni di una donna, lascia delle speranze per il futuro. A parte le considerazioni sociologiche, sei sempre in gamba, bravo.

Ma quella donna che fine fa?

Me lo racconti?

Ciao
Spenny
DavidOfOz
Inviato: 11/8/2004 15:52  Aggiornato: 11/8/2004 15:52
Just popping in
Iscritto: 11/8/2004
Da: un po´qua un po´ là
Inviati: 29
 Re: L'ascoltatore
ciaogidil,
complimenti per il tuo racconto.
Nella prima parte riesci a scrivere un piccolo trattato di sociologia,sia maschile che femminile.E a quel punto credevo che l´ascoltatore si sarebbe rivelato come un uomo che asssentiva con altri scopi,per rivelarsi poi lo stesso tipo di persona del marito.
Poi il pezzo fantascentifico,che mi ha completamente stravolto le idee che mi ero fatto. Mi ha ricordato i sogni del protagonista di "Brazil".
E poi la rivelazione finale,che mi ha sorpreso in pieno.
Ben scritto, non prevedibile,godibile, ironico. Non trovo -ma- da dire.
giudil
Inviato: 12/8/2004 7:29  Aggiornato: 12/8/2004 7:29
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 16/7/2004
Da:
Inviati: 201
 Re: L'ascoltatore x tutti i commenti
Grazie.
x tutti
Sono contento che toccare temi e problematiche del vissuto all'interno di un racconto ironico e (spero) divertente sia stato preso con lo spirito ed il coinvolgimento adatto.
Ascoltatore è ognuno di noi, anche qui su Oz.
A proposito, che macchina avete?

x Massy
dove si trovano quegli occhialini miracolosi che hai tu? i miei sortiscono l'effetto contrario

A presto
Giu
massy
Inviato: 12/8/2004 8:45  Aggiornato: 12/8/2004 8:46
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 7/7/2004
Da: Novara
Inviati: 299
 Re: L'ascoltatore x tutti i commenti
Giu, quella degli occhialini è solo una cosa di cui mi sono auto-convinto: in realtà credo che l'aria rimanga la stessa, ahimè... !

... e, sempre a proposito: purtroppo ho una macchina con cavalli a sufficienza per rimorchiare in porto un transatlantico, se fosse anche anfibia... !

Alla prossima, e bravo ancora!
senza
Inviato: 12/8/2004 8:48  Aggiornato: 12/8/2004 8:48
Home away from home
Iscritto: 4/4/2004
Da: venezia
Inviati: 3123
 Re: L'ascoltatore
credo che bisognerebbe proprio inventare un lavoro simile, ma poi ci sarebbero molti scrittori in meno in circolazione! mi sono immaginata bene la donna che parlava ( all'inizio dopo aver letto degli occhi nocciola ho creduto che l'ascoltatore fosse un cane, per un istante ), l'ho vista gesticolare e poi imbarazzarsi pensando di aver esagerato, ma sentendosi molto meglio. e poi era portatrice di grandi verità sugli uomini, mi chiedo se quella dei cavalli sia vera...
massy
Inviato: 12/8/2004 8:50  Aggiornato: 12/8/2004 8:50
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 7/7/2004
Da: Novara
Inviati: 299
 Re: L'ascoltatore
Giu, perdonami se rispondo a Senza qui, nel TUO spazio!

Senza, può darsi che lo sia. Da donna, dovresti dircelo tu...

M.
senza
Inviato: 12/8/2004 8:55  Aggiornato: 12/8/2004 8:55
Home away from home
Iscritto: 4/4/2004
Da: venezia
Inviati: 3123
 Re: L'ascoltatore
beh fin ora ho frequentato solo due ragazzi patentati essendo la mia una giovane età, e le macchine erano dei genitori... tra i miei amici farò mente locale: dirò subito che un tipo con una decappottabile bianca stracciata di sua proprietà ha fatto cilecca parecchie volte ma... non so! eheh
hinao85
Inviato: 19/8/2004 14:06  Aggiornato: 19/8/2004 14:06
Home away from home
Iscritto: 8/6/2004
Da: Brescia
Inviati: 1471
 Re: L'ascoltatore
Ciao Giudil!
Beh, che dire: a parte la questione delle auto che hai sollevato, il tuo racconto l'ho trovato davvero stupendo! Concordo pienamente con tutti quelli che già ti hanno commentato: anch'io arrivata alla parte "spaziale" avevo avuto un attimo di ripensamento sull'ottima parte iniziale, ma mi sbagliavo pienamente! Complimenti, non è da tutti calarsi così bene nei panni del sesso opposto, se non ti avessero chiamato con il tuo vero nome avrei pensato che fossi una ragazza !
ciao ciao!!!
fiorderica
Inviato: 24/8/2004 15:02  Aggiornato: 24/8/2004 15:02
Vincitore I OzTorneoZen
Iscritto: 8/1/2004
Da:
Inviati: 879
 Re: L'ascoltatore
Ironico, surreale e molto divertente ! ahahah

A rileggerti!

erica
solaris
Inviato: 29/8/2004 11:10  Aggiornato: 29/8/2004 11:11
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 4/4/2004
Da: Alcadia
Inviati: 2416
 Re: L'ascoltatore
bene giudil!
il tuo racconto scorre acuto e sagace
è ben scritto
tanto da mostrare con pochi tratti
quegli ambienti prima volutamente lasciati nel vago
e poi strappati alla contestualizzazione
tre volte in poche righe
ottenendo un sano senso di straniamento
cui deputare
uno sguardo ironico
e un pensiero semplice e maturo.

nel genere comunque un elaborazione personale,
ben articolata e mai statica.

con un finale in delicata dissolvenza a impreziosire il tutto.

A.
lamù
Inviato: 3/9/2004 11:00  Aggiornato: 3/9/2004 11:00
Home away from home
Iscritto: 27/10/2003
Da:
Inviati: 1409
 Re: L'ascoltatore
Ho apprezzato tantissimo l'ironia di questo racconto e la figura dell'ascoltatore, che rendi bene.
La prima parte non mi era molto piaciuta, ma dopo averlo letto tutto, ha la sua funzione strumentale, ben mixata con il resto della storia.
Il sogno e il finale, con l'ascoltatore che se ne va in bicicletta, sono grandiosi.
brava
lamù
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti4018348
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 51 utente(i) online (9 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 51

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 40
Ieri: 64
Totale: 5942
Ultimi: PatriciaD4

Utenti Online:
Ospiti : 51
Membri : 0
Totale: 51
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it