logo
 
OzBlogOz

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



Pagina (1) 2 3 »
Letture Incrociate - Racconti : Con l'aiuto della luna e delle stelle, magari...
Inviato da niabi il 10/8/2004 9:52:57 (1747 letture) Notizie dallo stesso autore


newsletter
Letture Incrociate - Racconti

<< Per un soffio di vento, anche oggi, i nostri occhi non si sono incontrati.
Stamattina non ti sei voltato, veramente non lo fai mai.
Sei sempre troppo concentrato a sfrecciarmi davanti che neanche ti accorgi del vento misto a polvere e a stelle che alzi.

Passi sempre con aria da figo, come se sapessi…poi magari sai davvero, che ne so?
Solo tu puoi sapere che ti passa nella testa, se soprattutto qualcosa di me ti passa.
Sarebbe bello, più che altro sarebbe bello saperlo visto che lo sto solo immaginando, e magari immagino quello che nella realtà non è, e non sarà mai con te.
Ma i sogni servono a pennellare allegramente la vita di mille colori diversi, giusto?
È quello che ho provato a spiegarti brevemente anche stamani, prima che la sveglia mi rubasse dispettosamente dalle mani il pennello; mi sono svegliata all’improvviso, quasi spaventata che tu fossi entrato nei miei sogni mattutini ed ho ripensato all’assurdo monologo che ho recitato su un palco buio, con un solo spettatore interessato e un po’ irritato che fosse l’unico ad avere pagato il biglietto; però mi ascoltavi attentamente, come se il mio soliloquio t’interessasse realmente:

“ Sogni…Ma tu lo sai cosa sono i sogni? Prova a rispondermi e, per una volta almeno, a risponderti.
Lo sai o no?
Non hanno consistenza, forma o colore? Non hanno sostanza? Credi che sia veramente così? E, allora, cosa sono se non sono niente?
Dovresti però saperlo…tu che ogni giorno eviti il mio, che in ogni momento cerchi di strapparlo da me, di annientarlo. Gli fai anche male, sai?
No, forse non puoi proprio saperlo. È solo una stupida illusione pensare a te che stai lì a domandarti una cosa simile. Un’illusione a cui però voglio ancora credere, perché se un giorno ti capitasse di domandartelo riconosceresti in un istante il mio, quello che hai sempre provato, forse inconsapevolmente, ad annullare…a uccidere.
Il mio sogno più grande è puro, vitale…è la linfa della mia intera vita, hai provato ad interrompere questo fiume che scorre in me, ci hai provato. Ma non ci sei ancora riuscito, non ci riuscirai mai.
Il mio sogno si rispecchia nei miei occhi, anche quando sono gonfi e pieni di lacrime, anzi si riflette anche meglio in quei momenti perché il luccichio delle lacrime salate riesce a materializzarlo, proprio davanti a te…nei tuoi occhi che sembrano chiusi, spenti. Ma come fai a non accorgertene?
Visto che ancora non mi rispondi te lo dico io cos’è un sogno, magari sarai poi in grado di riconoscere quello che mi tiene compagnia e mi accompagna sempre per mano, quello a cui sono maggiormente legata.




newslettertwittercalendarioforumpubblicità
Pagina (1) 2 3 »
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
riana
Inviato: 10/8/2004 13:32  Aggiornato: 10/8/2004 13:32
Just can't stay away
Iscritto: 26/1/2004
Da:
Inviati: 491
 Re: Con l'aiuto della luna e delle stelle, magari...
Molto romantico...
All'inizio avevo percepito che si trattava di un brano recitato era troppo concitato e pieno di enfasi.
C'è entusiasmo e speranza, potrebbe sembrare banale, scrivere di un sogno, di mille sogni ma è appassionato il modo con cui lo fai.
Ciao, Riana
fernet
Inviato: 11/8/2004 10:54  Aggiornato: 11/8/2004 10:54
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 18/12/2003
Da: Milano
Inviati: 311
 Re: Con l'aiuto della luna e delle stelle, magari...
Non è il mio genere, ma alla fine mi hai convinto: venti righe prima che partisse una bonaria stroncatura, hai svoltato e tutto ha preso una piega diversa... a questo punto, mi viene da dirti solo una cosa: accorcia il brano teatrale. Un lettore meno motivato avrebbe mollato prima della fine e si sarebbe perso qualcosa, mentre il contenuto del monologo puoi renderlo con meno frasi (tieni il golfino, però, quello è un bel tocco).
ciao F
massy
Inviato: 11/8/2004 11:05  Aggiornato: 11/8/2004 11:05
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 7/7/2004
Da: Novara
Inviati: 299
 Re: Con l'aiuto della luna e delle stelle, magari...
Nella prima parte stavo pensando che avrei commentato : "Non è male, ma lo trovo un po' troppo teatrale, troppo da Giulietta che dal balcone parla alla luna e alle stelle".

La svolta finale ha messo a posto tutto, ho sospirato. Con sollievo. E ho potuto apprezzare dall'angolazione giusta.

Computo finale: positivo, assolutamente.

A presto!

M.
niabi
Inviato: 11/8/2004 12:28  Aggiornato: 11/8/2004 12:28
Home away from home
Iscritto: 3/7/2004
Da: dove sorge sempre il sole
Inviati: 969
 Re: Con l'aiuto della luna e delle stelle, magari...
Grazie per i vostri commenti.
Avevo molti dubbi che potesse piacere a qualcuno... perchè in realtà sono due racconti scritti in periodi diversi che ho provato a mettere insieme.

x Fernet:
da quando si aprono le "virgolette" in cima a quando si chiudono è tutta recitazione, compreso quindi il racconto del sogno all'interno del testo teatrale.

Ciao a tutti!
fernet
Inviato: 11/8/2004 12:35  Aggiornato: 11/8/2004 12:35
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 18/12/2003
Da: Milano
Inviati: 311
 Re: Con l'aiuto della luna e delle stelle, magari...
confermo: se puoi, accorcia il brano teatrale
ciao F
lonewolf
Inviato: 11/8/2004 17:28  Aggiornato: 11/8/2004 17:29
Home away from home
Iscritto: 4/7/2004
Da: Roma
Inviati: 2283
 Re: Con l'aiuto della luna e delle stelle, magari...
Cara niabi,

confermi ancora una volta che la tua scrittura è scorrevole e gustosa.

Nel complesso il racconto mi ha convinto, pur nel suo recitato divagare.

Ti confesso però che ho sofferto molto per riuscire a leggerlo tutto, il testo teatrale è veramente molto lungo e monocorde, anche se ben scritto.

Istiga un po' all'abbondono precoce della lettura e contribuisce mixato con i pensieri avvolgenti della protagonista a creare un vago senso di confusione che mi ha colpito durante la lettura.

Forse l'operazione di fusione dei due racconti merita un'altra occasione.

Anche perchè il tuo stile non è niente male.

Romantico ma preciso
trasognante eppure concreto
con un paio di autentiche perle
ben incastonate sulla trama
ma lievemente confuse dall'ordito.

A rileggerti.
giudil
Inviato: 11/8/2004 21:15  Aggiornato: 11/8/2004 21:15
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 16/7/2004
Da:
Inviati: 201
 Re: Con l'aiuto della luna e delle stelle, magari...
Quasi sussurrato. Dolcissimo in alcuni passaggi, come quello delle stelle che giocano. Ossessivo nell'insistenza iniziale del sogno che vuole, e proprio vuole farsi notare. Sensuale nel soffio di vento e nel golfino. Capisco che possa scoraggiare il lettore pratico, quello che vuole una svolta ogni dieci righe. Per questo me lo sono letto in un raro momento di tranquillità.
E l'ho molto apprezzato.

A presto
Giu
senza
Inviato: 20/8/2004 7:20  Aggiornato: 20/8/2004 7:20
Home away from home
Iscritto: 4/4/2004
Da: venezia
Inviati: 3123
 Re: Con l'aiuto della luna e delle stelle, magari...
sinceramente ( non offenderti ti prego! ) l'ho trovato un po' noioso... questo sogno molto facile da cogliere secondo me è troppo tirato per le lunghe, anche se il ritmo non è lentissimo ogni tanto mi perdevo tra le righe
e la timidezza assurda dei protagonisti fà un po' medie, se capisci quello che intendo...
non so bene cos'altro dirti, quindi al massimo ci penso un po' su e poi commento meglio
niabi
Inviato: 20/8/2004 13:12  Aggiornato: 20/8/2004 13:12
Home away from home
Iscritto: 3/7/2004
Da: dove sorge sempre il sole
Inviati: 969
 Re: Con l'aiuto della luna e delle stelle, magari...
Tranquilla Senza, non mi offendo! Nei miei racconti, non so perchè, ti perdi sempre.
Penso che sia proprio quello che scrivo e come lo faccio a lasciarti ogni volta (anche nell'altro racconto hai avuto più o meno le stesse reazioni!) con quel senso di noia e di banalità...
Ma a me non piace molto scrivere della realtà, quella la vediamo tutti.
Per quanto riguarda i personaggi io non li trovo particolarmente timidi, ci vanno piano!
A questo punto sarei curiosa di ricevere un tuo commento anche sul primo racconto che ho postato qui (l'unico che non mi hai ancora ucciso! ) perchè quello forse era l'unico un pò reale.
Ciao e, comunque, grazie per averlo letto e per il commento.
Sonia
solaris
Inviato: 29/8/2004 10:44  Aggiornato: 29/8/2004 10:44
Sostenitore di OZoz
Iscritto: 4/4/2004
Da: Alcadia
Inviati: 2416
 Re: Con l'aiuto della luna e delle stelle, magari...
allora..
sai credo ci siano delle cose preziose che devi portare avanti.

la sensazione che ho avuto nel leggere è che tu riesca a scrivere vedendo molto chiaramente l'emozione che ti si addensa nel petto
prima di farlo.
e' una ricchezza limpida e sfaccettata
che sai e sai raccontare in un quadro
sincero e ospitale.

però..
se queste chiare immaginazioni di essere
possibile
così leggere da richiedere un linguaggio naive
coerente ed efficace a suo modo senza dubbio,
non fossero che
la ricostruzione di un mare
placidamente
ossequioso a una costanza ritmica?
prova a cambiare la musica della tua scrittura
nell'armonia, nel tempo delle battute,
partendo dalle medesime sensazioni, probabilmente
la scrittura stessa ti sorprenderà
con incrinazioni e controtempi

e allora
nella ricerca
il materiale sarà incandescente
più difficile da maneggiare
ma esaltante per te e per chi ti leggerà ancora.

A.
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti4417350
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 49 utente(i) online (4 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 49

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 44
Ieri: 55
Totale: 5932
Ultimi: MajorD1466

Utenti Online:
Ospiti : 49
Membri : 0
Totale: 49
Lista Utenti [Popup]

Link sponsorizzati

© 1999-2017 OZoz.it