logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms




Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



(1) 2 3 4 ... 10 »

Cronache d’un libro poetico (ancora, per ora,) non nato
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2003/12/10 12:54
Da Piacenza
Gruppo:
Utenti Registrati
Libro Bianco
Messaggi: 1917
Livello : 36; EXP : 37
HP : 0 / 884
MP : 639 / 28510
Offline
Bene.

In tardo pomeriggio di un giovedì d’inizio primavera o giù di lì

Ho consegnato
all’ombra dei portici di piazza Duomo, la piazza del vescovado, la piazza della Cattedrale, la piazza del Sacro

Sorseggiando al tavolino d’un bar gelateria un crodino con ghiaccio e fetta d’arancia e qualche patatina

Scambiando chiacchere di passato, presente, ricordi, progetti

Salutando passanti e antiche fiamme riviste per caso, con un sorriso segnato dal tempo e lo sguardo interrogante della figlia al fianco

Ho consegnato
Ad Ivano
Il vecchio Iv
leader del Movimento oggi con i baffi grigi e come allora la giacchetta di velluto
Oggi a mezzo servizio tra Piacenza, nella casa ormai vuota della presenza del babbo, e la casa della sua compagna, a Milano

Ho consegnato
Il dattiloscritto in bozze del mio libro di poesie
Ad Ivano con una pagina, 38 righe a disposizione, per raccontare un passato comune ancora per lui segnato dal suo essere anarchico libertario

E quasi non importa pubblicare e stampare
Importa ed è emozionante, vivere un’avventura, costruire un sogno e forse un libro oppure forse solo emozyoni, emozyoni interiori, emozyoni condivise

Ma intanto aver scelto, aver impaginato, ribattuto, riveduto

Scelto
Un raccoglitore
Con la copertina rossa
Per Ivano

Con la copertina gialla
Per Fausto
Giallo papalino, giallo vaticano
Perché Fausto, assessore comunista degli anni ottanta, l'era del piombo, i giorni della P38, quello della falce quello del martello,
Travolto
da invidie meschine e da bassa politica,
Coinvolto
da vile anonimo in scandalo di licenza di commercio
Abbandonato
nelle mani
dei tempi morti, dei tempi lunghi
d’una giustizia dai tempi eterni,
In attesa
d’una assoluzione
Sette anni
sette anni attesa,
all’ombra del credo ha ritrovato la pace della propria coscienza

E Fausto, con la forfora lasciata dallo stress e qualche recente problema di piastrine da controllare e riequilibrare, vergherà 38 righe in seconda facciata protagonista nello spazio d’una delle 48 facciate oltre copertine

Il piccolo grande Faustone, Faustaccio, Faustino, Faustuccio, al quale io devo la brillante intuizione, il sottotitolo della raccolta, “Canti di lotta, di resistenza, di esistenza”.

Così, direi, vi racconto d’una cronaca d’un sogno vissuto che nasce per un libro (ancora, per ora,) non nato.

Domani, domani, domani si vedrà.



Inviato: 2005/5/4 23:38
_________________
.. Occhi di gatto oltre il finestrino nascosti nell'ombra d'ammaliante cappuccio, Locomotore 740.278 quel treno ha più luci del paese di Pinocchio, suona e incanta la musica di un organino ..(Conte Arzov Von Claudiovic) http://arzaniclaudio.splinder.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Cronache d’un libro poetico (ancora, per ora,) non nato
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2004/4/4 14:33
Da Alcadia
Gruppo:
Utenti Registrati
Libro Bianco
Messaggi: 2416
Livello : 39; EXP : 72
HP : 193 / 968
MP : 805 / 30310
Offline
lo comprerò
lo venderò
lo leggerò
e qualcheparte la imparerò a memoria.

a ricordo di una passeggiata tra i fumetti
scoprendo vicinanze incredibili
oltretempo.



un abbraccio

A.

Inviato: 2005/5/5 8:42
_________________
"Io mi batto solo per quello in cui credo.."
Il mio romanzo: http://www.wolfsrain.it/wolfsrain/marta.pdf
Il mio blog: http://albardellosport.blogspot.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Cronache d’un libro poetico (ancora, per ora,) non nato: c'en est q'un debut!
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2003/12/10 12:54
Da Piacenza
Gruppo:
Utenti Registrati
Libro Bianco
Messaggi: 1917
Livello : 36; EXP : 37
HP : 0 / 884
MP : 639 / 28510
Offline
“la mia adolescenza ha coinciso con “l’adolescenza del mondo” e gran parte della mia generazione voleva dare l’assalto al cielo …”

“ero pieno di certezze e avevo una risposta a tutte le domande che il mondo mi poneva”

“Claudio, di certezze ne aveva meno …”

C’en est q’un debut.

Questo è l’inizio della prefazione che oggi Ivano mi ha consegnato.

E l’avventura, come una locomotiva lanciata nella prateria che corre, corre, corre, lungo i binari corre, lanciata verso la destinazione, la stazione dell’illusione

E l’avventura corre, prosegue lungo la sua dritta via.

La dritta, lunga e tortuosa via. The long and waiding road.

Anche Fausto ha consegnato e da giorni mi tampina per due righe da correggere: calma, c’è tempo, bisogna ancora arrivare in bozza.

E Tiziana.

Conosco poco e nulla, Tiziana. Ci diamo del Lei rispettoso di chi poco si conosce. Era moglie di Paolo ma la vita li ha portati su strade diverse. Paolo che era al mio fianco, in quegli anni, lui orientato verso il sindacato, niente alternativa ma più concreto lavoro al fianco del mondo del lavoro, della fabbrica, del proletariato, della classe operaia. Oggi lui, lui operaista, dalla parte di Berlusconi. Che confusione. Ma se ci sta Pannella, che di certo non è conservatore, ci può stare anche Paolo. Dice, e seppur a fatica – ma quanta, tanta - s’ha da capire.

Forse Paolo alla presentazione sarà presente. Tra il pubblico. Certo tra gli invitati. Sul palco comunque ci sarà Tiziana. L’ha deciso Fausto.

Io non conosco Tiziana, ma Fausto dice che recita, a tempo perso recita in una compagnia del paese di provincia della bassa in riva al grande fiume. Si, abbiamo deciso che lei darà lettura dei miei canti e delle mie poesie.

Se n’è complimentato Ivano e lei, lei ovviamente è caduta dal pero, ancora non sa che no, nessun errore di persona, sarà proprio lei la lettora. Stasera Fausto, che ci uscirà a cena, gliene darà novella e domani io medesimo le telefonerò.

E le copertine? Edoardo, incredibile, è partito con il disegno dell’ultima di copertina, quello che sarà il trait d’union con il secondo libro quello che uscirà quando chissà.

Il disegno dell’incappucciato, il disegno delle anime perse in viaggio verso il limbo azzurrognolo.

Si è perso invece per ora Fabrizio, problemi di cuore e dalla punta della penna la china non esce, s’inpappa la mente e la prima di copertina ancora avrà da aspettare.

Aspetta la copertina ed aspetta il primo libro, quello che chissà quando e se uscirà (ma intanto si fa il gioco che lo si fa).

Ed Eugenio, direttore editoriale della piccola casa editrice cooperativa, chiede ad amici che fine ho fatto, che fine ha fatto il progetto editoriale del quale si parlò ed ora sembra essersene persa ogni qualunque qualsivoglia traccia.

Del resto trattasi del libro poetico (ancora, per ora) non nato.

C'en est que le debut!



Inviato: 2005/5/11 17:14
_________________
.. Occhi di gatto oltre il finestrino nascosti nell'ombra d'ammaliante cappuccio, Locomotore 740.278 quel treno ha più luci del paese di Pinocchio, suona e incanta la musica di un organino ..(Conte Arzov Von Claudiovic) http://arzaniclaudio.splinder.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Cronache d’un libro poetico (ancora, per ora,) non nato: c'en est q'un debut!
Home away from home
Iscritto il:
2004/4/4 12:33
Da venezia
Gruppo:
Utenti Registrati
LI 2.0
Libro Bianco
Reazione a Catena
Messaggi: 3123
Livello : 43; EXP : 67
HP : 213 / 1066
MP : 1041 / 33406
Offline
( non nego la difficoltà nel trovare parole adatte )
tramite un giro di spaccio segreto e strettamente veneto riuscirò a procurarmelo anch'io
sicura che ne sarà valsa la pena
felice di leggere e rileggere
quando le parole diventano poesia
...mi turba il discorso di cartelline rosse e analcolici per vecchi anarchici
io che appartengo alla sfera degli anarchici sbarbati che non sanno nulla del movimento
brindo al tuo successo quindi con del vino bianco
sarà un successo in ogni caso

senza

Inviato: 2005/5/11 19:02
_________________
tu non hai una coscienza morale
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Cronache d’un libro poetico (ancora, per ora,) non nato: c'en est q'un debut!
Home away from home
Iscritto il:
2004/1/13 22:33
Da Firenze
Gruppo:
Utenti Registrati
Libro Bianco
Messaggi: 1790
Livello : 35; EXP : 41
HP : 0 / 860
MP : 596 / 27507
Offline
Mamma che emozione Arzy! Lo stai seguendo passo passo come un figlio in crescita...e mi sa che l'effetto è simile.
Congratulazioni fin da ora...nascerà!
(altrimenti, voglio almeno le bozze )


Inviato: 2005/5/11 22:38
_________________
This gun's for hire
even if we're just dancing in the dark
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Cronache d’un libro poetico (ancora, per ora,) non nato: c'en est q'un debut!
La principessa dei Saiyan
Iscritto il:
2003/11/2 22:05
Da Prateria australiana
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 3529
Livello : 45; EXP : 65
HP : 223 / 1116
MP : 1176 / 36327
Offline
Il tuo thread mi ha fatto riflettere e anche un po' commuovere
Mi sono figurata me e le mie amiche tra dieci anni davanti a un crodino (=doppio bourbon )

E ho pensato che questo libro nascituro vorrei leggerlo anch'io

Inviato: 2005/5/12 0:00
_________________
"And in the end the love you take is equal to the love you make."

The Beatles
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Cronache d’un libro poetico (ancora, per ora,) non nato: c'en est q'un debut!
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2003/12/10 12:54
Da Piacenza
Gruppo:
Utenti Registrati
Libro Bianco
Messaggi: 1917
Livello : 36; EXP : 37
HP : 0 / 884
MP : 639 / 28510
Offline
Ed ecco il giorno, un giorno di mezzo tra un timido sole a spuntar tra nubi ormai scariche di pioggia preestiva.
Il giorno di quando a tardo pomeriggio varchi la soglia della piccola casa editrice cooperativa con annessa tipografia.

Orizzonte, sia ben chiaro, nientaltro che locale, la città, qualche libreria di paese, nemmeno tutta la provincia (la copertura totale la garantisce solo la rete delle edicole e il distributore vuole, subito, sull’unghia, un bel versamentone iniziale).

Certo, sulla carta vai in Regione, vai anche oltre attraverso i grandi distributori, ma –e ti avverte lui medesimo, il grande fondatore della casa editrice, cooperativa popolare- son più fanfaluche che altro, fumo negli occhi, si può favoleggiare, basta sapere che in realtà nessuno ti prende sul serio, se sei una piccola casa editrice in cooperativa.

Dunque, si diceva, arriva quel giorno con il tuo dattiloscritto già bello impaginato e relativo floppy-disk.

Nel cuore l’accordo con Tiziana che dunque farà da lettora ufficiale alla presentazione. Basta aver l’accortezza di organizzarsi non prima del 15 giugno perché fino a quella data l’attende la spiaggia, l’attende la riviera. Poi intanto stabilire di quali versi dare lettura. E dipenderà da quel che diranno Ivano e Fausto. E da quel che dirò io.

Insomma, c’è tempo ma occorre cominciare a pensare, ad organizzare.

Calma.

S’attraversa la porta della piccola casa editrice cooperativa.

Catalogo?
Tra i dieci e i venti titoli all’anno.
Arte. Viaggi. Romanzi. Storia. Poesia.
Dimensione locale ma, ogni tanto, qualche colpo a maggior respiro. Riedizione dei Quaderni Piacentini, libretti rossi del maggio del sessantotto. Un volumetto firmato Ada Merini. Una monografia su Braibanti, un caso nazionale.

Loro no.
Per gli altri autori invece parola d’ordine, contributo.

E il libro per ora ancora non nato?
Visto il dattiloscritto, nascono i problemi: ieri, mercoledì, a tardo pomeriggio s’è cominciato a sudare di fronte al grande direttore editoriale.

Mentre sul cellulare arriva un sms. Mara ha ricevuto la comunicazione. Medaglia d'oro e segnalazione d'onore al Lyons Duomo Milano.

E brava la Mara.

Formato 12x16,5 oppure 13x21, in entrambi i casi nessuna illusione di cavarsela con 48 pagine.

Beh, possiamo sfruttare al massimo gli spazi, risparmiare sui caratteri.

Eugenio, direttore editoriale, vecchia conoscenza, mi guarda con malcelata supponenza.
Ad un passo dall’arroganza.

Occupare la pagina finale (tradizionalmente bianca) con il testo anziché con l’indicazione della data di stampa?
Non se ne parla nemmeno.

Numero delle righe per pagina? 35 o 36?
Ma non stiamo a scherzare, la poesia deve respirare.
24 o 25 come limite da non superare.

Carattere dimensione 9 per stare sul compresso?
Sguardo di sufficienza!

Non solo paghi il contributo, ma stai anche alle regole editoriali.

Non puoi risparmiare, devi seguire le linee grafiche ed editoriali.

350 copie, a occhio 64 pagine, stampa degli inviti a colori, salone a disposizione per la presentazione, distribuzione garantita nelle librerie della provincia (Piacenza, Castello, Fiorenzuola), codice ISBN ma meglio risparmiare sul bollino Siae, entrature nella stampa (ma i giornalisti li conosco anche da solo), fuori provincia vendite via internet, supporto per spedire copie dove seleziono (concorso, riviste, critici) a tariffa editore.

Il tutto? 1000 euro.

Prezzo di copertina? Massimo 8 euro, oltre diventa impopolare, invendibile, non adeguato, poco popolare.

Se lavori con una cooperativa devi tener conto l’aspetto popolare.

Già, ma e il recupero dei costi?
Vendendo.

Tenuto conto che se vendo in libreria se ne vola via almeno il 50% (distributore, libraio).
Se vendo in internet il 10% spetta all’editore (però spedizione compresa).
I
nsomma, due ore e ne esci distrutto.

Lasci floppy-disk e dattiloscritto amorevolmente impaginato, con
prefazione uno
prefazione due
indice
introduzione uno
introduzione due
introduzione tre
introduzione quattro
24 poesie suddivise in 4 sezioni
40 citazioni di commenti e valutazioni.

Fosche nubi s'arrovellavano nel cielo, a mezzanotte di ieri nelle strade della città di pianura m'ha accompagnato Topper a far la pipì -lui-.

Neanche un raggio d'argentea luna.




Inviato: 2005/5/19 18:19
_________________
.. Occhi di gatto oltre il finestrino nascosti nell'ombra d'ammaliante cappuccio, Locomotore 740.278 quel treno ha più luci del paese di Pinocchio, suona e incanta la musica di un organino ..(Conte Arzov Von Claudiovic) http://arzaniclaudio.splinder.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Cronache d’un libro poetico (ancora, per ora,) non nato: c'en est q'un debut!
Home away from home
Iscritto il:
2004/7/4 16:31
Da Roma
Gruppo:
Utenti Registrati
Libro Bianco
Messaggi: 2283
Livello : 38; EXP : 88
HP : 189 / 947
MP : 761 / 28964
Offline
leggo le tue ultima storia

e provo tristezza e disincanto

lunga e tortuosa

la strada del poeta

alla ricerca di una luna

meritata ma birbona

e in quanto femmina

desiderabile e sfuggente...

non mollare la presa Poeta

e con grinta e coraggio

persevera nell'intrapresa via

finchè l'agognato libro

non divenga inchiostro

e carta bianca uso mano

timidamente arroccato

tra le braccia di suo padre

in trepida attesa

di presentarlo al mondo...

e luce sia.





Inviato: 2005/5/19 21:25
_________________
il lupo
dalla sua grotta
di pace eterna
osserva
l'inarrestabile fluire
di vita e tempo...

http://illupocattivo.blogspot.com/
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Cronache d’un libro poetico (ancora, per ora,) non nato: non accenda quel cerino, signor l'editor!!!
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2003/12/10 12:54
Da Piacenza
Gruppo:
Utenti Registrati
Libro Bianco
Messaggi: 1917
Livello : 36; EXP : 37
HP : 0 / 884
MP : 639 / 28510
Offline
Lungo silenzio.
Di lavoro.
Doloroso.

Le bozze consegnate arrivavano a 64 pagine e, per contenere i costi, bisogna tagliare, maledetto direttore editoriale!

Titolo da impostare graficamente, stacchi troppo ampi da pagina 3 a pagina 6, dimensione carattere di pagina 7 come pagina 6.

Note a piè pagina con titolo di richiamo in grassetto, a pagina 10 eliminare due righe di note per aumentare il respiro complessivo e rivedere alcune parole alla poesia (“Poeta”), via inquieta passa balorda, sgraziate prende il posto di spuntate, pedante di poeta al verso 21, questione d’assonanze.

Per “Seduto ad aspettare, all’incrocio, strada statale 45, frazione di Quarto” non c’è spazio per tre pagine, limitare e quindi dolorosamente tagliare, via i versi da 19 a 27 e chi li ha visti li ha visti.

Pagina 18 manca la nota a piè di pagina e a pagina 19, introduzione al paragrafo “Parentesi amorose”, da verificare dimensione carattere e allineatura, via 9 righe, cambiano parole, vietato esondare a pagina 20.

Pagina 27 no liguaggio, occorre una enne e attenzione alla spaziatura

“Le donne di Mortizza (lungo il grande fiume, zona golenale)” vanno a pagina 30 e sono le regine dell’intera collezione, va riservata una pagina intera di rimandi e richiami. Non me ne frega un sacrosanto c…. se non si usa! Semprechè ovviamente ossequiosamente rivolgendomi a Lei illustrissimo, cortesissimo, illuminatissimo signor direttore editoriale Sua eccellenza eminentissima Padrone e Signore della collana letteraria. Sacrosanto? Intendevo canto Sua eccellenza. Non me ne frega un sacrosanto canto, mai più avrei osato pensare ad altro, Sua eccellenza anzi mi scusi per la e intendevo Sua Eccellenza. Non me ne frega un sacrosanto canto anche perché effettivamente io sono stonato, Sua Maestà, giuro, ho le prove, numerosi testimoni, lo giuro. Sì, la ringrazio della Sua comprensione e clemenza. Riprendiamo da capo, cancelli dove ritiene giusto cancellare, s’immagini, si figuri.

Improponibile per “Zingaro, nomade, handicappato, solo slavo” la riserva di tre facciate, o si elimina – ma è un peccato dato il gran significato – o si ristruttura, vita nuova metrica nuova, diventa prosa poetica e in una facciata deve stare. Anche per non eliminare “Concludendo, le donne”, eliminazione vietata da Fausto che in prefazione l’ha richiamata.

Attenzione a pagina 32 il professor Vitali, critico letterario citato a piè di pagina, non si chiama Alberto ma Gabrio.

Ancora spazi da eliminare o correggere sia a pagina 34 che 35 mentre vanno riequilibrati i versi tra 38 e 39.

Ultimo paragrafo, il quarto, “Peace & love”, a pagina 50 l’eliminazione degli stacchi consentirebbe di recuperare spazio onde contenere le pagine, da tre a due,

Ed infine l’indice e sì, ho capito, le ultime due facciate bianche, fa stile doveroso anche se si getta spazio utile. Sì, sì, ho capito, mi adeguo, lì ci vuole il riferimento del mese di stampa. Mi scusi, signor direttore editoriale.

E insomma a quanto siamo arrivati? 24 poesie, in 4 paragrafi, 2 le introduzioni, 2 pagine di indice, 2 pagine bianche come Lei ha voluto, totale 56 facciate.

Ma che fatica, che impresa improba!

Non sapevo che per fare il poeta occorresse uno studio da ingegnere architetto.

Al prossimo libro starò più attento, mi applicherò meglio, studierò architettura del ponteggio.

No, no, giuro che non la sto prendendo per i fondelli.

No, la prego, non getti tutto nel cestino, … non accenda quel cerino, la supplico …

_____________________________



(evviva evviva del direttore editoriale cantiamo la gloria nell'alto dei cieli

ma spenga la prego del sacro foco del cerin la capocchia prima che divenga ardente la pira e tutto il manoscritto in fumo se ne volga via)


Inviato: 2005/6/4 12:04
_________________
.. Occhi di gatto oltre il finestrino nascosti nell'ombra d'ammaliante cappuccio, Locomotore 740.278 quel treno ha più luci del paese di Pinocchio, suona e incanta la musica di un organino ..(Conte Arzov Von Claudiovic) http://arzaniclaudio.splinder.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Cronache d’un libro poetico (ancora, per ora,) non nato: non accenda quel cerino, signor l'editor!!!
Home away from home
Iscritto il:
2004/4/4 12:33
Da venezia
Gruppo:
Utenti Registrati
LI 2.0
Libro Bianco
Reazione a Catena
Messaggi: 3123
Livello : 43; EXP : 67
HP : 213 / 1066
MP : 1041 / 33406
Offline
giuro: sono profondamenteimpressionataespaventata
non sapevo che un non poeta potesse correggere uno che lo è
ringrazio la volta che mi sono iscritta al liceo artistico statale
ed il mio professore di geometriche che mi concederà il 7 anche quest'anno sebbene abbia consegnato una tavola in meno ( smarrita nel deposito ACTV da un mio compagno )
con questa prospettiva nessuno potrà toccare i miei lavori
ho quindi più possibilità?

senza

Inviato: 2005/6/5 16:43
_________________
tu non hai una coscienza morale
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Messaggi sul Forum011
Discussioni sul Forum011
Iscritti015
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 23 utente(i) online (7 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 23

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 0
Ieri: 2
Totale: 5182
Ultimi: YuukiSachi

Utenti Online:
Ospiti : 23
Membri : 0
Totale: 23
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2014 OZoz.it - P.I. 02878050737