logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms




Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



(1) 2 3 4 »

incipit.
Not too shy to talk
Iscritto il:
2004/5/3 12:11
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 100
Livello : 9; EXP : 0
HP : 0 / 200
MP : 33 / 7540
Offline
quella mattina ,davanti al plotone di esecuzione, il colonello Aureliano Buendia, si sarebbe ricordato di quando suo' padre lo porto' a conoscere il ghiaccio...

questo e' l'incipit di c'entanni di solitudine... personalmente lo trovo magnifico e musicalmente perfetto. Qual'e' che ami ..tu?
ps. trovo esagerato anche quello dell'uomo senza qualitaì di musil...provare per credere

ps. sono nuova e non so se gia' c'e' stata questa discussione

Inviato: 2004/5/4 11:10
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: incipit.
Quite a regular
Iscritto il:
2003/10/25 13:30
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 211
Livello : 13; EXP : 55
HP : 0 / 313
MP : 70 / 12315
Offline
incredibile.
Non solo sei nuova, non solo io accedo di volata al forum per postare un messaggio sugli incipit...
Ma lo sai cosa avevo in mente di citare?
Proprio l'inizio di CENT'ANNI DI SOLITUDINE!!!
Diventeremo grandi amiche!


benvenuta,


Annie

ps: per essere pignola al massimo, l'inzio è esattamente così: MOLTI ANNI DOPO, DI FRONTE AL PLOTONE DI ESECUZIONE, IL COLONNELLO AURELIANO BUENDIA SI SAREBBE RICORDATO DI QUEL REMOTO POMERIGGIO IN CUI SUO PADRE LO AVEVA CONDOTTO A CONOSCERE IL GHIACCIO.


Non voglio sembrarti spocchiosa, sia chiaro, ma anch'io come te penso che Marquez abbia scritto l'inizio di un romanzo più bello o almeno tra i più belli, un romanzo che sto leggendo adesso per la prima volta e da cui non riesco a staccare gli occhi!

Inviato: 2004/5/7 13:32
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: incipit.
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2003/10/22 14:25
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 293
Livello : 16; EXP : 1
HP : 0 / 375
MP : 97 / 14732
Offline
Il giorno che Inni Wintrop cercò di suicidarsi, le azioni della Philips erano a 149,60. La quotazione di chiusura della Banca di Amsterdam era di 375 fiorini e l'Unione marittima era scesa a 141,50. La memoria è come un cane, va a sdraiarsi dove le pare. E questo era quel che lui ricordava: le quotazioni, e la luna che si rifletteva nel canale, e che s'era impiccato nel suo gabinetto perchè quel giorno, nella rubrica di astrologia che teneva sul giornale "Het Parool", aveva predetto che sua moglie sarebbe scappata con un altro e che lui, Leone, si sarebbe ucciso.

Cees Noteboom - RITUALI

Inviato: 2004/5/8 2:38
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: incipit.
Home away from home
Iscritto il:
2004/1/13 22:33
Da Firenze
Gruppo:
Utenti Registrati
Libro Bianco
Messaggi: 1790
Livello : 35; EXP : 41
HP : 0 / 860
MP : 596 / 33207
Offline
Scusate: forse avete ragione tutte e due, perchè avete letto due diverse traduzioni del romanzo, può essere?

Inviato: 2004/5/8 8:23
_________________
This gun's for hire
even if we're just dancing in the dark
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: incipit.
Not too shy to talk
Iscritto il:
2004/5/3 12:11
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 100
Livello : 9; EXP : 0
HP : 0 / 200
MP : 33 / 7540
Offline
si... ma quella piu' usata ora e' quella che dice annie. Io l'ho letto a 15 anni ... una vita fa...ma continuo a rileggerlo spesso , annie. Per me un capolavoro, non solo il piu' bell'incipit, ma anche il piu' bel finale, ma non ti dico niente, quando l'hai finito fammelo sapere.
ps. appena posso vi scrivo quello di musil "l'uomo senza qualita'", pero' devo portarmi il libro , perche' non me lo ricordo a emomoria.

Inviato: 2004/5/10 7:53
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: incipit.
Home away from home
Iscritto il:
2004/1/26 15:43
Da Sicilia/Lombardia
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 1001
Livello : 28; EXP : 1
HP : 0 / 675
MP : 333 / 25990
Offline
ho letto cent'anni di solitudine poche settimane fa, ed è un libro bellissimo! L'incipit è eccezionale ("La prima frase è fondamentale. Tutto il libro ne dipende. Ho speso anni per trovare le parole adatte a cent'anni di solitudine". Gabriel Garçia Marquez).

"Molti anni dopo, di fronte al plotone di esecuzione, il colonnello Aureliano Buendìa si sarebbe ricordato di quel remoto pomeriggio in cui suo padre lo aveva condotto a conoscere il ghiaccio."

Inviato: 2004/5/17 18:58
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


adesso l'ho letto
Quite a regular
Iscritto il:
2003/10/25 13:30
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 211
Livello : 13; EXP : 55
HP : 0 / 313
MP : 70 / 12315
Offline
Ragazzi, ho finito ieri di leggere CENT'ANNI.
Un capolavoro.
Incrdibile come Marquez sia riuscito a raccontare cent'anni in maniera tanto scorrevole, tanto poetica da far sembrare reali anche dolci assurdità come la salita al cielo di Remedios La bella, le pergamene del gitano Melquiades che preannunciavano il destino della famiglia Buendia...
E i personaggi, come Ursula, Amaranta, Rebeca che mangiava i calcinacci...
Il sesso e la morte descritti come qualcosa di prosaico e al tempo stesso irreale e naturalissimo...
Insomma, un Nobel strameritato.
Dovrò in ogni caso rileggerlo, perchè dopo un pò ho perso il filo con tutti quegli Aureliani e quegli Arcadi...
Chi avesse una specie di albero genealogico della famiglia Buendia me lo faccia avere SUBITOOOO!!!


Ciiiiiaaaaooooo


Annie

Inviato: 2004/5/21 13:40
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: adesso l'ho letto
Home away from home
Iscritto il:
2004/1/26 15:43
Da Sicilia/Lombardia
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 1001
Livello : 28; EXP : 1
HP : 0 / 675
MP : 333 / 25990
Offline
Mi dispiace, ma non ho l'albero genealogico. Comunque ti consiglio di leggere "Vivere per raccontarla", la prima autobiografia di Marquez, per due motivi:

- conoscere meglio quest'autore straordinario,
- scoprire da dove vengono certi suoi personaggi (per esempio, Amaranta che muore il giorno dopo aver finito il suo sudario o Rebeca che mangiava la terra).

Inviato: 2004/5/21 18:59
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: incipit.
Daniela
Iscritto il:
2003/1/11 18:31
Gruppo:
webmaster
Messaggi: 2650
Livello : 41; EXP : 11
HP : 200 / 1002
MP : 883 / 41648
Offline
Ho molto amato Cent'anni di solitudine, anche se il ripetersi di generazione in generazione degli stessi nomi mi ha fatto perdere un paio di volte il filo della narrazione: che confusione, ragazzi!
Quei personaggi così bizzarri, le loro storie, quel modo di scrivere così immediato... mi avete fatto venire il desiderio di rileggerlo

Comunque per restare in tema, l'incipit più bello che io abbia mai letto è quello di Moby Dick:

"Chiamatemi Ismaele. Alcuni anni fa non importa esattamente quanti avendo in tasca poco denaro, o forse non avendone affatto, e non avendo nulla di particolare che mi trattenesse a terra, pensai di andarmene un poco per mare, a vedere la parte del mondo coperta dalle acque."

Soprattutto quel "chiamatemi Ismaele"... mi fa venire i brividi! Semplice e diretto. Il libro poi, è straordinario. E' vero che non c'è un solo personaggio femminile di rilievo, o una storia d'amore, che tutto si svolge in mare sulla baleniera Pequod dando molto spazio alla vita di bordo e ai riti della pesca, ma si tratta di un grandioso affresco dell'uomo, della sua dura e quotidiana lotta contro l'inconoscibile.
Se non vi spaventa troppo la mole di questo leviatano, leggetelo

Inviato: 2004/5/22 17:20
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: incipit.
Not too shy to talk
Iscritto il:
2004/5/3 12:11
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 100
Livello : 9; EXP : 0
HP : 0 / 200
MP : 33 / 7540
Offline
vivere per raccontarla e' veramente un libro che ho amato coem pochi (considerando il fatto che in generale ogni opera del grande garko mi e'piaciuta). Penso che per un qualsiasi aspirante scrittore leggere la storia dei suoi inizi e' quantomeno illuminante...

bellissimo concordo l'inizio di moby dick anche a me era rimasto impresso quel chiamatemi ismaele

ps. chi ricorda invece la frase tradotta , da non mi ricordo quale aureliano (l'ultimo in vita), che all'ultima pagina di cent'anni chiude la storia dei buendia. Fantastica non credete?

Inviato: 2004/5/24 13:11
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
News001
Iscritti3217
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 35 utente(i) online (26 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 35

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 3
Ieri: 7
Totale: 5346
Ultimi: TillyWenz

Utenti Online:
Ospiti : 35
Membri : 0
Totale: 35
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2015 OZoz.it - P.I. 02878050737