logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms




Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



(1) 2 »

S.o.S. diritti d'autore...
Just popping in
Iscritto il:
2003/5/8 11:39
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 6
Livello : 1; EXP : 47
HP : 0 / 11
MP : 2 / 571
Offline
Salve a tutti

io scrivo racconti (alcuni dei quali pubblicati in qui "letture incrociate" ) e vorrei provare a spedirli alle case editrici...
come ci si può tutelare per i diritti d'autore ?
Premetto che di lavoro faccio il musicista quindi conosco abbastanza bene come funziona la S.I.A.E. per i brani musicali e per i testi di canzoni...ma per i racconti non saprei.
Qualcuno sa darmi qualche indicazione ?
Fra l'altro almeno riguardo la musica il mondo dell'editoria è composto da "pescecani" e non è cosa rara vedersi " rubare" brani e testi, e non esiste cosa peggiore credo….!

Inviato: 2004/5/4 13:50
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: S.o.S. diritti d'autore...
Not too shy to talk
Iscritto il:
2004/5/3 12:11
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 100
Livello : 9; EXP : 0
HP : 0 / 200
MP : 33 / 9128
Offline
stesso per iracconti devi depositarli (pagando ovviamente ) e sono protetti per un tot anni.
ps. pero' se vuoi risparmiare qualche soldo c'e' anche un altro metodo : metti il racconto in una bella busta e te lo spedisci.. poi lo tieni chiuso dentro la busta che porta la data di spedizione... importante non aprire la busta... vale come registrazione siae per l' utilizzo da parte di terzi e autenticita' del prodotto e plagio...

Inviato: 2004/5/4 13:59
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: S.o.S. diritti d'autore...
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2004/4/4 14:33
Da Alcadia
Gruppo:
Utenti Registrati
Libro Bianco
Messaggi: 2416
Livello : 39; EXP : 72
HP : 0 / 968
MP : 805 / 44404
Offline
allora ho fatto un corso sul diritto d'autore qui al master con il prof. Zaccaria da me bombardato di domande in merito..
cerco, se posso, di rendrmi utile.

Secondo la Costituzione Italiana il diritto d'autore è un diritto assolutamente tutelato.
Non occorre alcuna iscrizione alla Siae perchè uno sia padrone della propria produzione intellettuale.
La tutella della stessa è intrinseca nella legge di cui nella Carta Costituzionale. Buona idea è condividere quello che si scrive con qualcuno in maniera tale da avvalorare a testimonianza il proprio diritto. Ma è sufficiente questo.
Anche perchè la leggenda della busta è da sconfessare. O meglio, può eventualmente contribuire ad avvalorare il diritto di cui sopra ma la Siae non entra in gioco.
Alla Siae occorre iscriversi (pagando un tot) per essere ASSOCIATI e in quanto tale godere di una serie di effettivi vantaggi. Tuttavia molti scrittori non sono iscritti alla Siae senza per questo rimetterci minimamente.
I vantaggi per esempio sono inerenti al controllo sulla distribuzione.
Ecco a grosse linee la questione si risolve qui.
Non ultimo ci sarebbe da dire che secondo Zaccaria e, sento di condividere il suo pensiero, nel mondo dell'editoria è molto difficile prevedere la felicità di una pubblicazione sul mercato. E l'investimento iniziale rende poco conveniente un furto editoriale. Difficile che da un libro si guadagni tanto da rendere questo malcostume significativo e non episodico.
Comunque ripeto questo concetto importante: il diritto d'autore è sancito e protetto per Costituzione. La Siae non entra in gioco se non come possibile affiliazione (per esempio a controllo della distribuzione).

Spero di essere stato utile.

A.

Inviato: 2004/5/4 14:20
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: S.o.S. diritti d'autore...
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2003/11/6 17:59
Da Pescara - Roma
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 1328
Livello : 31; EXP : 46
HP : 0 / 761
MP : 442 / 35844
Offline
Vorrei chiarirti la questione Siae, non occorre essere iscritti, si può depositare il proprio lavoro pagando circa 100 euro (poco più). Dal momento in cui viene depositato il lavoro è "tutelato" per 5 anni, ma è da chiarire che non si tratta di "diritti d'autore" ma semplicemente di un atto formale che attesta che in tale data lo scritto è stato preso e custodito così come era. E' come se si andasse da un notaio e si facesse un atto formale per specificare che tale lavoro da tale data risulta "ufficialmente" di proprietà di colui che ne rivendica la paternità. Si tratta quindi di "paternità" e non di diritti di autore veri e propri, farlo alla Siae è solo una forma di garanzia in più visto che si tratta di una figura pertinente e riconosciuta.

Spedirlo in busta al proprio indirizzo non è sbagliato, anche lì come timbro postale fa fede la data indicata sul giorno di spedizione, non per niente quando si invia qualcosa ad un concorso qualsiasi si dice che fa fede il timbro ed è importante avere la ricevuta di ritorno (facendo raccomandata+ricevuta).

Tutto ciò però, Siae, spedizione, eccetera, serve solo se prima o poi l'autore o gente che conosce l'autore e ha avuto modo di leggere il libro, scopre un plagio, ovvero un libro identico preso e pubblicato da una casa editrice.

Ora, io penso questo, siccome anche se plagiassero il tuo lavoro ci vorrebbero una serie infinita di coincidenze per venirlo a sapere e siccome allora il tuo lavoro potrebbe anche essere preso e magari non venire mai pubblicato qui Italia ma magari diventare un caso letterario all'estero, siccome se davvero il tuo scritto vale tanto da spingere un editore a plagiarlo e a smercialo allora preferirebbe assicurarsi l'autore vero e fargli un bel contratto, siccome stiamo nel campo delle ipotesi, io ti dico una bella cosa: se davvero non ti senti tranquillo prendi il tuo scritto e spediscitelo, poi (importante) seleziona tu le case editrici alle quali inviare solo dopo averle contattate ed aver preso informazioni su di esse e in merito ai loro rapporti con gli esordienti.

Io sono un paio di anni che sbatto la testa da editore a editore e qualche dritta potrei dartela, è essenziale però, ribadisco, non prendere e inviare a tutti ma fare prima una seria opera di raccolta dati dalle case editrici piccole a quelle medie e grandi. Meglio miuoversi bene sin dall'inizio onde evitare gli squali e facili prese in giro. Punta a quelle case che non chiedono contributi e scova quelle che un minimo anche se lo chiedono godono comunque di una certa serietà...sono rare ma esistono anche quelle.

Se hai bisogno di piccole dritte chiedi pure.

Massimo.

Inviato: 2004/5/4 15:27
_________________
My soul is painted like the wings of butterflies,
fairy tales of yesterday, will grow but never die,
I can fly, my friends!
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: S.o.S. diritti d'autore...
Webmaster
Iscritto il:
2003/1/11 18:31
Gruppo:
webmaster
Messaggi: 3661
Livello : 46; EXP : 25
HP : 226 / 1131
MP : 1220 / 55953
Offline
Quello della tutela dei diritti d'autore è, a mio modesto avviso, un falso problema.
Se si spedisce ad una casa editrice un romanzo tanto valido da meritare la pubblicazione, l'editore avrà più interesse a mettere sotto contratto l'autore che non a passare il testo a qualcuno della propria scuderia.
Comunque, la storia della busta è inutile perché il solo fatto di avere una busta chiusa con un timbro postale sopra non dimostra niente (potrei spedirmi una busta aperta e poi metterci dentro qualsiasi cosa). Pagare la SIAE o un notaio per depositare un testo di cui non si conoscono le reali potenzialità è troppo oneroso, a mio avviso.
La SIAE, come dice giustamente Solaris, serve solo dopo la pubblicazione per avere la certezza che l'editore pagherà all'autore i diritti per l'effettivo numero di copie vendute.
In conclusione, l'importante, nel caso di plagio, è riuscire a dimostrare che in una certa data il nostro testo era già stato scritto. Come fare? Pubblicarlo su internet può essere un buon mezzo: molte persone potranno testimoniare a favore. Oppure pubblicarlo a proprie spese mediante print on demand (poche copie, spesa contenuta, possibilità di presentarlo agli editori in maniera più interessante).
Ciao
Maurizio

Inviato: 2004/5/4 15:38
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: S.o.S. diritti d'autore...
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2003/11/6 17:59
Da Pescara - Roma
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 1328
Livello : 31; EXP : 46
HP : 0 / 761
MP : 442 / 35844
Offline
Maurizio, ti correggo, pardon, sullo spedirsi lo scritto la busta aperta è ovvio che non serve a nulla se poi a casa ci metto quello mi pare, l'unico modo per farla valere infatti, mi scuso per non aver specificato, è fare apporre dei timbri postali con data proprio sulla chiusura della busta(più timbri) dall'impiegato stesso della posta.
In questo modo infatti è certo che da quella data non sarà stato possibile aprire e usare l'involucro a proprio piacere visto che poi i timbri (metà da una parte e metà dall'altra) non coinciderebbero più in modo perfetto come fatto prima a busta chiusa.
Ma concordo sul non crearsi troppi problemi e sul fatto che (come già ho detto) se davvero il libro vale allora l'editore avrà molto interesse ad accaparrarsi l'utore e non a raggirarlo.

Massimo.

Inviato: 2004/5/4 15:54
_________________
My soul is painted like the wings of butterflies,
fairy tales of yesterday, will grow but never die,
I can fly, my friends!
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: S.o.S. diritti d'autore...
Home away from home
Iscritto il:
2003/10/21 0:53
Da vercelli
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 550
Livello : 21; EXP : 57
HP : 0 / 514
MP : 183 / 24283
Offline
Punto primo: difficile si verifichi un plagio; semmai: è più facile che qualcuno possa "rubare" un spunto. Ma in fondo in fondo anche gli scrittori rubano (vi consiglio un film: Sotto falso nome).
Comunque ho un'esperienza in proposito. Ho pubblicato un libro e, proprio lo stesso mese in cui il libro uscì, in tv si vide uno spot pubblicitario con una scenetta molto ma molto simile a una pagina del (mio libro).
Naturalemente la prendo male.
Poi succede che per quello spot c'è un'accusa di plagio: da parte di un giovane regista....
Però: il mio libro è uscito nel 2002, a dicembre. Ma a casa ho una busta, sigillata, con il manoscritto che appunto mi ero spedito, e una data, precisa: gennaio 1996 (quando, per la cronaca, il regista che dice di essere la vittima del plagio non era ancora un regista...).
Naturalmente mi sono informato: avvocati e case editrici. Mi hanno detto di tenermi la busta, così potrò dimostrare di non essere stato io a copiare. Qualcuno, per la verità, mi ha anche detto di sbattermene le palle. In ogni caso ho saputo - l'ho saputo poi, purtroppo - che sarei stato tutelato se fossi stato iscritto alla siae.
bene, nonostante quanto mi è successo non mi sono iscritto alla siae e non prendo precauzioni. Credo che quello che è avvenuto a me sia una cosa rara.
Certo, qualcuno - probabilmente: la certezza mica ce l'ho - mi ha rubato qualcosa. Un qualcosa, però, che avevo rubato anch'io, insomma una storiella.
Autospedirsi una busta col manoscritto quindi serve, come dice xamav, e non serve, come dice massimo. Dal momento che un po' serve, meglio farlo: si sa mai nella vita. Se succede che invece di una pagina vi rubano un libro intero... be' andate a vedere Sotto falso nome, con Daniel Auteuil e Greta Scacchi.
remobassini

Inviato: 2004/5/4 17:08
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: S.o.S. diritti d'autore...
Home away from home
Iscritto il:
2003/10/21 0:53
Da vercelli
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 550
Livello : 21; EXP : 57
HP : 0 / 514
MP : 183 / 24283
Offline
erroraccio: sono recidivo. Spedire il manoscritto serve, come dice Xamav (che di nome fa Massimo) e non serve, come dice invece Maurizio (Ozoz).

Inviato: 2004/5/4 17:11
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: S.o.S. diritti d'autore...
Just popping in
Iscritto il:
2003/5/8 11:39
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 6
Livello : 1; EXP : 47
HP : 0 / 11
MP : 2 / 571
Offline
Grazie mille a tutti!
mi avete chiarito le idee su molti punti...
cmq a quanto ho capito o almeno x quanto è stato detto qui sulla SIAE non funziona affatto come per la musica.
Innanzitutto bisogna pagare l'iscrizione la prima volta e poi una quota annua che cmq non è molto alta, fatto ciò puoi spedire tutte le trascrizioni dei brani e i testi che vuoi senza pagare nulla e cmq sei tutelato a vita...anzi a dire il vero il diritto d'autore decade dopo 70 anni e l'opera diventa di pubblico dominio... .
Quindi se uno decidesse di farsi tutelare dalla SIAE x degli scritti...la domanda è :
è possibile mandare gli scritti completi come fossero il testo o la trascrizione di una canzone alle stesse condizioni...cioè senza ulteriori spese e essere tutelati "a vita"(a patto di essere iscritti naturalmente)...in teoria ogni opera artistica dovrebbe essere trattata nella stessa maniera dalla SIAE...


p.s.
non è che creda che i miei racconti siano talmente interessanti che tutti farebbero a gara x rubarli....nientafatto,solo che da musicista ne ho viste molte di queste cose...e cmq quello che scrivo ha molto valore x me...anche se SOLO X ME !

Salve a tutti

io scrivo racconti (alcuni dei quali pubblicati in qui "letture incrociate" ) e vorrei provare a spedirli alle case editrici...
come ci si può tutelare per i diritti d'autore ?
Premetto che di lavoro faccio il musicista quindi conosco abbastanza bene come funziona la S.I.A.E. per i brani musicali e per i testi di canzoni...ma per i racconti non saprei.
Qualcuno sa darmi qualche indicazione ?
Fra l'altro almeno riguardo la musica il mondo dell'editoria è composto da "pescecani" e non è cosa rara vedersi " rubare" brani e testi, e non esiste cosa peggiore credo….!

Inviato: 2004/5/5 13:40
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: S.o.S. diritti d'autore...
Home away from home
Iscritto il:
2003/10/21 20:10
Da Veneto
Gruppo:
Utenti Registrati
LI 2.0
Libro Bianco
Reazione a Catena
Messaggi: 2896
Livello : 42; EXP : 48
HP : 0 / 1037
MP : 965 / 48945
Offline
Grazie anche da parte mia, visto che non avevo la + pallida idea di come tutelare i miei miseri scritti.
Domandina che sorge spontanea: si può dire lo stesso della musica? Prendere un cd con le mie canzoni e autospedirselo può tutelarmi?

Inviato: 2004/5/5 13:46
_________________
Un uomo saggio disse una volta: "Quando arrivi all'ultima pagina, chiudi il libro".
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti969677
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 65 utente(i) online (38 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 65

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 9
Ieri: 92
Totale: 6345
Ultimi: MarlaWorth

Utenti Online:
Ospiti : 65
Membri : 0
Totale: 65
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2017 OZoz.it