logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms




Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi




La grande bufala Brown
Just popping in
Iscritto il:
2006/10/13 15:12
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 1
Livello : 1; EXP : 0
HP : 0 / 0
MP : 0 / 0
Offline
Forse mi aggiungo un po' tardi alla grande discussione nata dal successo del Codice, ma volevo solo aggiungere una piccola notazione, nata dall'aver appena terminato di leggere un libro appena uscito che tratta di materia analoga: Il Codice è diventato un grande best-seller e non è un brutto libro (è un brutto film!) perchè Brown ha un buon senso del ritmo ed è furbo nello scegliere un argomento che, in un periodo di notevole confusione spirituale, attira. Il problema è che dà per verità certe ed assolute teorie che nemmeno i loro autori originari (Baigent e compagni) sono riusciti a dimostrare.
Troppi lettori, senza rendersi conto della complessità del tema e della vastità del dibattito (si veda a proposito qualche sito specializzato tipo http://www.graal.it.tt o altri), hanno preso per una nuova rivelazione quello che è solo un romanzo... Forse da questo nasce il dibattito, nascono le tante polemiche che sono state sollevate e soprattuto nasce la questione del perchè ci si fidi del primo venuto (per quanto buon scrittore) senza mai appofondire i temi... All'inizio pensavo che quella di Brown fosse la scoperta che cambiava la storia, poi mi sono letto un po' di testi a proposito (Makale, Moiraghi, recentemente l'ultimo uscito, di Sudbury, il Graal è dentro di noi) e mi sono accorto che Dan era solo un furbo e che molti altri, prima e dopo di lui, hanno dato versioni ben più convincenti... Ma quanti si sono fermati solo alla lettura del Codice?

Inviato: 2006/10/14 9:17
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: La grande bufala Brown
Home away from home
Iscritto il:
2006/9/17 15:54
Da Roma
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 858
Livello : 26; EXP : 24
HP : 0 / 631
MP : 286 / 24153
Offline
io non ho approfondito gli argomenti trattati da Brown in primis perchè non me ne frega un fico se esiste il Graal, se Maria era sposata con Gesù, è scappata in Francia, ecc, in secundis perchè ho preso subito il libro come un romanzo e quindi come opera di fantasia mescolata con un po' di realtà. Non mi interessava sapere se quello che c'era scritto aveva o meno a che fare con la realtà, ma ero interessato alla storia e la storia devo dire che è ben confezionata, ha tutti gli ingredienti del thriller, fila bene senza intoppi, prende il lettore (il film meno). Brown non sarà un grande scrittore, ma è furbetto, ed ha venduto 70 milioni di copie più tutti i diritti su tutto ciò che viene messo in vendita collegato al romanzo. Chiamalo scemo!

Inviato: 2006/10/14 9:25
_________________
Quando avevamo tutte le risposte ci hanno cambiato le domande
http://machevelodicoafare.spaces.live.com/
http://blog.libero.it/conunabiro/
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: La grande bufala Brown
Just can't stay away
Iscritto il:
2006/7/10 7:20
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 410
Livello : 18; EXP : 83
HP : 0 / 445
MP : 136 / 17312
Offline
Io 'ste cose non le capisco.

Premetto che ho "Il Codice Da Vinci", ma devo ancora legerlo.

Ho invece letto i libri e le ricerche a cui il romanzo si riferisce in quanto da semrpe sono appassionato alla questione dei Cavalieri Templari e del Santo Graal. Le teorie di questi libri, documentate, sono interessantissime e fanno nascere non pochi pensieri.

Cosa non capisco allora?

Che si faccia un polverone simile attorno a un romanzo. Ecco, ripeto "Romanzo".
Io non credo che Dan Brown sia "furbo", direi invece che ha trovato un bello spunto per un suo romanzo e lo ha sfruttato bene!
Ci sono anche dei film in giro sullo stesso tema (Uno per tutti "Revelation"), ma non hanno scatenato nessun putiferio per il semplice fatto che forse non erano fatti così bene da "acchiappare" un buon pubblico.

Quindi... discutiamo, applaudiamo o indignamoci pure per le teorie o per i "saggi" (es. "Il Santo Graal" di M. Baigent, R. Leigh e H. Lincoln - Mondadori), ma prendiamo un romanzo per quello che è: una storia, che può essere avvincente o noiosa, intrigante o meno. Tutto qui.

Inviato: 2006/10/14 9:49
_________________
"...mai avremmo scoperto nuovi mari, senza lasciare le sicure spiagge."
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: La grande bufala Brown
Home away from home
Iscritto il:
2006/9/17 15:54
Da Roma
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 858
Livello : 26; EXP : 24
HP : 0 / 631
MP : 286 / 24153
Offline
forse mi sono espresso male con furbetto, volevo dire che è un decente scrittore che è stato abile nel mescolare una serie di cose mezze verità e mezze bugie e nel "sapersi vendere" ed ha tirato fuori un romanzo che (anche grazie al battage fatto dalla casa editrice) ha venduto tanto. Per il resto ripeto, bello o brutto che sia è un romanzo e basta.

Inviato: 2006/10/14 9:57
_________________
Quando avevamo tutte le risposte ci hanno cambiato le domande
http://machevelodicoafare.spaces.live.com/
http://blog.libero.it/conunabiro/
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: La grande bufala Brown
Home away from home
Iscritto il:
2005/6/12 20:05
Da Firenze
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 570
Livello : 21; EXP : 93
HP : 0 / 523
MP : 190 / 21960
Offline
Anch'io ho letto il libro di Brown e mi è piaciuto.
Fermo restando il fatto assodato che non penso sia un grandissimo scrittore o un maestro, è riuscito comunque a creare un ROMANZO che ti fa venir voglia di leggere fino alla fine, e non è poco.
Non discuto sulla qualità del film...
Quando ho letto il "codice", mi è venuta voglia di vedere cos'altro avesse scritto 'sto benedetto Brown, così mi sono cercato gli atri suoi romanzi e me li sono letti in inglese prima che venissero tradotti in italiano sulla scia del successo del "codice".

Mi sono letto "Deception Point" (La verità del ghiaccio... le traduzioni a volte...?)

Poi "Angels and Demons" stavolta tradotto bene.

Poi "Digital Fortress"

Quello che ho capito di Brown è che riesce comunque a creare trame di sicuro effetto ed interessanti abbastanza da farti venire voglia di finire il libro.
Se è furbo? Penso di si, ma non esiste nessuno al mondo che scrive per non essere letto e se ci scappano dei bei guadagni non ci si sputa sopra.
Per me bisogna smettere di sparare a zero su una persona che ha scritto solo dei romanzi.

Ciao

Inviato: 2006/10/14 10:23
_________________
Nome E Cognome
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: La grande bufala Brown
Just can't stay away
Iscritto il:
2004/9/19 17:54
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 320
Livello : 16; EXP : 72
HP : 0 / 393
MP : 106 / 17331
Offline
La letteratura è sempre finzione anche quando dice la verità (perché anche la verità è romanzata). Però trovo che Dan Brown ha saputo raccontarla talmente bene la sua verità che si è meritato 35 milioni di lettori. Beato lui!

Inviato: 2006/10/14 18:14
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: La grande bufala Brown
Not too shy to talk
Iscritto il:
2006/10/5 14:33
Da Campobasso/Potenza
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 94
Livello : 8; EXP : 68
HP : 0 / 192
MP : 31 / 7322
Offline
Ovviamente tanti si saranno fermati alla mera lettura del codice...penso qualcuno tristemente abbia accettato il contenuto del testo di Brown come una sorta di dogma...altri si saranno gustati il thriller mozzafiato...
o meglio il fattoide mozzafiato e...addio tristezza...
Sicuramente in molti avrà acceso la lucerna della conoscenza...
Allora è scattata l'informazione...
La consultazione della Bibbia...
La lettura del libro"I segreti del codice "di Burstein...

E lì chi non le ha trovate prima...
ha trovato le verità...attese.

Inviato: 2006/10/14 23:38
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: La grande bufala Brown
Home away from home
Iscritto il:
2003/10/24 18:34
Da alla periferia di nessun centro
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 1250
Livello : 30; EXP : 70
HP : 0 / 742
MP : 416 / 34709
Offline

Non l'ho letto. Ma persone di cui mi fido hanno detto che scorre bene...ma poco più. Per me potrebbe anche essersi inventato tutto- e poco cambierebbe. é un furbetto- nel senso che ha detto Maigret.


Ed è un romanzo, appunto. Non un saggio.


Mi ricordo che rimasi perplesso quando la chiesa si indignò per il film. Ma dicono che io sia un mangiapreti...



(non è vero che sono un mangiapreti. Come ha detto Daniele Boccardi: "Non conosco bene Dio, ma non mi piacciono coloro che si fanno pregare.")


Inviato: 2006/10/16 0:19
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti711181
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 64 utente(i) online (42 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 64

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 7
Ieri: 26
Totale: 5683
Ultimi: IsiahThorn

Utenti Online:
Ospiti : 64
Membri : 0
Totale: 64
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2017 OZoz.it