logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms




Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi




carta stampata o virtuale e-book?
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2003/12/10 12:54
Da Piacenza
Gruppo:
Utenti Registrati
Libro Bianco
Messaggi: 1917
Livello : 36; EXP : 37
HP : 0 / 884
MP : 639 / 41152
Offline
riporto una questione sollevata da fabrizio in un altro post del forum, questione che credo meriti un'attenzione specifica e quindi l'apertura di un dibattito ad hoc

ha scritto fabrizio da Tolentino (più noto agli amici - e magari a qualche nemico - come Nello l'Imperatore) riferendosi all'inserimento di alcune mie poesie in un'Antologia Multimediale ovvero in un cd:

"ho dei dubbi riguardo alla possibile diffusione su cd piuttosto che su carta(opzione, la prima, sicuramente molto molto più economica). mi spiego: se tu volessi organizzare una presentazione della raccolta, come ti organizzeresti? in passato ti sei gestito molto bene in tal senso, se ben ricordo. ora non trovi comunque limitativo il fatto, anche se c'è(giustamente) la soddisfazione di vedere le tue poesie accanto a quelle di autori affermati?
dimmi la tua, perchè l'argomento mi interessa molto. cioè, non so nemmeno se hai intenzione o meno di promuovere la cosa, però per la mia forma mentis rimane molto difficile il pensiero di una lettura sistematica dul monitor... che poi, in definitiva, è stato il discorso che fino a ora ha frenato quello che doveva essere il successo annunciato dell'e-book..."

personalmente sono un conservatore

adoro il fruscio, il profumo, il colore della carta

il formato, il contatto, il ... rapporto fisico e visivo con il libro, con il suo formato, con la sua copertina, con i suoi colori

ho libri in casa in due librerie, libri sul comodino in camera, libri accatastati sotto il comodino, libri impilati di fianco al comodino e nei prossimi giorni acquisterò un apposito mobile per contenerli, libri nella mia dacia in riva al fiume, libri in cantina, libri in cantina da mio padre, libri in garage da mio padre, libri in uno stanzino nel cortile di mio padre, libri in soffitta da mia suocera

eppoi, siamo franchi: hai mai provato a portarti a letto un computer? o sulla sdraia in spiaggia? nello chalet su per i monti?

insomma, sono assolutamente d'accordo con te, non esiste paragone

a prescindere, a priori, in ogni senso il virtuale mi auguro e credo non sostituirà mai la carta stampata

anche se qualche vantaggio c'è

credo non sia difficilissimo realizzare un cd in casa, ad esempio

e masterizzarlo riproducendone copie per amici e conoscenti a costi assolutamente irrisori (un'euro e un minimo di tempo della nostra vita per ogni copia)

è però vero che anche con la carta, se non proprio un libro puoi realizzare piccoli opuscoli andando di fotocopiatura e pinzettatura

certo, in entrambi i casi non è che vai molto lontano, difficilmente puoi uscire dalla sfera di amici e conoscenti

ancor più difficile trovare il modo di proporlo, specie se si tratta di un cd non artigianale ma edito ufficialmente da una casa editrice

intanto semmai ti venisse in mente di riprodurlo puoi essere tacciato di spaccio abusivo di cd altrui, per cui è da escludere

nel mio caso specifico il cd non è che proprio sia regalato, costa al pubblico circa 30 eurozzi che non è cosa da poco

del resto la realizzazione è notevole: su carta corriponderebbe a circa 3-500 pagine ma questo non impedisce al possibile acquirente di riflettere su quello che comunque si rivela un investimento vero e proprio

nelle precedenti occasioni che fabrizio cita, è vero che ho organizzato incontri in libreria nei quali: a) l'oggetto era un invito a conoscere le mie poesie; b) l'invito ha trovato spazio sulla stampa perchè avevo vinto un concorso di poesia; c) i partecipanti, in parte conoscenti in parte curiosi, sono stati invogliati dalla distribuzione preannunciata della raccolta stampata delle poesie partecipanti al concorso suddetto (raccolta della quale avevo avuto un certo numero di copie in quanto vincitore del concorso)

e adesso, col cd antologico multimediale a partecipazione collettiva?

bella domanda

certo potrò contare sull'azione dell'editore

a me, a parte la soddisfazione personale, resta ben poco d'altro da inventare

credo che cercherò e troverò il modo di darne informazione alla stampa locale affinchè ne dia notizia

in modo che sempre di più si diffonda la consapevolezza del fatto che scrivo poesie, che trasmetto messaggi attraverso la forma peotica

in modo da creare le condizioni per l'acquisto del libro stampato su carta i lgiorno che finalmente uscirà

insomma

mettendola su un campo d'erba, carta stampata batte cd virtuale 4 a 0

senza partita, senza storia, senza confronto







Inviato: 2004/10/25 12:34
_________________
.. Occhi di gatto oltre il finestrino nascosti nell'ombra d'ammaliante cappuccio, Locomotore 740.278 quel treno ha più luci del paese di Pinocchio, suona e incanta la musica di un organino ..(Conte Arzov Von Claudiovic) http://arzaniclaudio.splinder.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: carta stampata o virtuale e-book?
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2004/4/4 14:33
Da Alcadia
Gruppo:
Utenti Registrati
Libro Bianco
Messaggi: 2416
Livello : 39; EXP : 72
HP : 0 / 968
MP : 805 / 44149
Offline
ohi arzy se ti può essere utile ho fatto degli studi per il mio lavoro, sull'ebook..
la questione in realtà andrebbe vista in termini che purtroppo sono trascurati dalle fonti di informazione (e dalla distribuzione made in italy con un certo grado di colpevolezza).

gli ebook non sono pensati come alternativi ai libri ma sostanzialmente non si affermano perchè richiederebbero qualcosa di cui si parla poco:
produzioni specifiche;
supporti tecnologici.

il primo punto è figlio del secondo.

in sostanza l'ebook non è pensato semplicemente come n file distribuito online o offline bensì come un prodotto da esser fruito su interfacce ed harware realizzate appositamente e con una serie di obiettivi che non sono quello di sostituire la lettura.

l'ebook in sostanza non è..mai esistito in italia.
in quanto non si è praticamente mai distribuito il supporto tecnologico perchè venisse reso fruibile (tant'è che la proposta del ministero - di scaricare i libri di testo - su cui ho lavorato in maniera ufficiale, ha fatto ridere i polli e terrorizzato le case editrici).

l'ebook in realtà subisce l'equivoco che da anni tormenta il multimediale: interpretando quest'ultimo come somma di media (film usato per insegnare storia o messa a disposizione di cdrom come inutili orpelli di libri insostituibili ecc.) se ne tralascia la fondamentale esigenza di prender coscienza, formare, elaborare, partecipare all'elaborazione di quello che è un vero e proprio linguaggio di per sè.
il testo pensato per un libro non può essere trasportato semplicemente su supporto digitale.
non va, non funziona ed è difficile immaginare perchè uno dovrebbe portarsi a letto un computer invece del caro libro.
invece ciò cui si dispone l'innovazione multimediale di cui l'ebook è un'articolazione, è un'esperienza diversa dalla lettura: è un esperienza immersiva e interattiva in senso stretto (in senso lato qualsiasi lettura è interattiva intendiamoci, ma in questo caso si tratta di reazioni vere e proprie del prodotto che si modella oggettivamente agli stimoli dell'utente).
Ciò che maggiormente comporta il multimediale è l'immersività che ad esso è conferita quando il prodotto è frutto di progettazione ad hoc. musica immagine parola diventano un unico strumento disponibile ad una creatività da pensarsi come tale già in sede di progettazione.

in questo senso l'ebook della divina commedia per fare un esempio,
sarà possibile ma dovrà essere pensato in sede di progettazione come un prodotto multimediale per la fruizione immersiva o tuttal più per la ricerca sperimentale che dall'immersività (e dalla perseguita interazione naturale) può trarre nuove potenzialità di applicazione delle tecnologie, assolutamente però a posteriori di uno studio che permetta l'acquisizione dei termini, delle dinamiche, dei limiti e delle prospettive che un linguaggio sì di giovane elaborazione presenta.

è importante e concludo,
che di questo si parli soprattutto agli insegnanti perchè pare che la fruizione del multimediale sia ad ogni modo lenta ma progressiva.
non va temuta ma studiata, preparata e pensata come un linguaggio dalle potenzialità enormi.



se trovo i riferimenti bibliografici che ho utilizzato e qualcuno ne volesse disporre cercherò di renderli disponibili..ma non ci giurerei in tempi brevi..perdonatemi ma già ho ceduto alla tentazione di rispondere e l'ufficio..reclama la mia anima e il mio corpo!!!!


A.




Inviato: 2004/10/25 13:05
_________________
"Io mi batto solo per quello in cui credo.."
Il mio romanzo: http://www.wolfsrain.it/wolfsrain/marta.pdf
Il mio blog: http://albardellosport.blogspot.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: carta stampata o virtuale e-book?
Home away from home
Iscritto il:
2003/10/21 20:10
Da Veneto
Gruppo:
Utenti Registrati
LI 2.0
Libro Bianco
Reazione a Catena
Messaggi: 2896
Livello : 42; EXP : 48
HP : 0 / 1037
MP : 965 / 48680
Offline
X quanto mi riguarda, mi piace di +, mi concentro meglio e tutto sulla carta.
Certo che un e-book, tramite internet, è di grandissima diffusione (e violazione di diritti, in caso di grande successo, che quindi non mi potrà riguardare).

Inviato: 2004/10/25 16:14
_________________
Un uomo saggio disse una volta: "Quando arrivi all'ultima pagina, chiudi il libro".
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti021157
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 55 utente(i) online (39 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 55

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 0
Ieri: 22
Totale: 5802
Ultimi: DixieDevan

Utenti Online:
Ospiti : 55
Membri : 0
Totale: 55
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2017 OZoz.it