logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms




Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



« 1 (2)

Re: Acquisto 6 copie antologia + videoclip autore
Just can't stay away
Iscritto il:
2007/7/14 15:58
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 249
Livello : 14; EXP : 75
HP : 0 / 343
MP : 83 / 10467
Offline
>> non demonizzerei in questo modo l'idea dell'e-book
[...]
in sé i surrogati digitali, le imitazioni elettroniche di libri sono utili per vari usi, ma non A PAGAMENTO; i surrogati digitali vanno bene finché non si tenta di metterli A PAGAMENTO, poiché allora innescano tutto un circolo vizioso che va a limitare la vostra libertà


>> dopotutto se ci pensiamo una volta gli uomini scrivevano sulla >> pietra
[...]
poi trovarono il supporto scrittorio ideale e la forma perfetta per gli oggetti da lettura (i libri); il libro di carta è il supporto perfetto per la lettura, la sua tecnologia è molto più avanti di qualsiasi dispositivo di riproduzione per surrogati digitali di libri (che hanno infinite deficienze e incolmabili lacune); ma vogliono far pensare il contrario alla gente perché troppo attirati dal pensiero di non cedere il diritto di possesso dei loro titoli (parole di certi editori)

> si dovrebbe trovare una soluzione ragionevole
[...]
è presto detto: gli editori rinuncino a vendere gli ebook a pagamento e li offrano gratis, come ognuno sa 1 download = 1 nuovo potenziale acquisto; questo sarebbe ragionare; sragionare invece è voler istituire un monopolio digitale per riprodurre la situazione della vita reale, perché cominciano a mettere restrizioni sui surrogati digitali, poi a cancellare i siti dove si mettono i surrogati digitali in condivisione, quindi attaccano i siti di scambio file torrent (in aperta malafede ppoiché essi contengono anche materiale in creative commons, freeware e di pubblico dominio), infine, presa baldanza, si lanciano apertamente e senza più pudore contro i siti di esclusivo materiale freeware e di pubblico dominio (cosa che sta avvenendo in Italia con la lobby che fa le norme e poi le presenta a nome di altre autorità), colpevoli di catalizzare troppo l'attenzione dei navigatori

> per riuscire a far acquistare i file PDF con il vincolo di non poterli > copiare e ridistribuire, ma quale? impostare una chiave di sblocco > del file non servirebbe a niente perché basterebbe distribuire
> anche la chiave, boh... non mi viene in mente altro
[...]
a me invece viene in mente che il martellio del copyrightismo riesce talmente ad alterare la percezione della realtà da far pensaare a tanti ciò che hai scritto più sopra: in primo luogo tu sei un privato cittadino che non deve sentirsi obbligato a difendere i profitti altrui, in secondo luogo non è vero che lo scambio file danneggia il business; basta cavalcarlo invece di avversarlo: l'editore rilascia gratuitamente l'ebook una volta a pagamento e quello, circolando, gli fa da GRATUITO traino pubblicitario per il libro di carta, l'unico che si può vendere

se c'è tutto questo accanimento nell'ebookizzare a pagamento le persone non è per il profitto immediato (tutti gli ebookisti a pagamento sono in forte perdita), ma per arrivare ad avere il MONOPOLIO della proprietà dei titoli librari; espropriando la gente del diritto al possesso e alla rivendita dei libri reali di carta, per ELIMINARE il mercato dell'usato, per spadroneggiare coi prezzi (se un ebook a pagamento vogliono farlo costare 10 volte tanto da un minuto all'altro, POSSONO FARLO! e se la gente ne ha uno streetto bisogno e non esiste copia cartacea, SONO COSTRETTI a SPENDERE 10 volte tanto! Ecco lo scherzetto che si prefigura con l'ebookismo a pagamento, dove tu non hai diritto a possedere ciò per cui paghi

> con il formato digitale puoi fare copia/incolla all'infinito
[...]
per questo COPIARE un surrogato digitale e condividerlo NON È UN FURTO come la retorica copyrightistica martella e insieme è la ragione per cui non si può fare dell'oggetto digitale, copiabile e riproducibile, un commercio uguale a quello che si farebbe di un bene fisico

> e se ti metti dalla parte dei produttori
[...]
perché mi ci dovrei mettere? Mi danno un qualche compenso? Lo stesso ragionamento lo fecero i simpatizzanti del nazismo (vedi il libro I VOLENTEROSI CARNEFICI DI HITLER che si MISERO NEI PANNI delle SS e della GESTAPO a tal punto immedesimandosi da denunziare e fare la spia contribuendo a spedire migliaia di uomini ai campi di concentramento CHE NULLA GLI AVEVANO FATTO; è un meccanismo molto conosciuto e dipende dal potere di SUGGESTIONE esercitato in un caso dal nazionalsocialismo e nell'altro dal copyrightismo eccessivo. Ognuno si guarda gli interessi suoi, gli ebokisti a pagamento non aspirano al GUADAGNO (legittimo) ma al LUCRO SMODATO e al MONOPOLIO UNIVERSALE!

> se pensiamo a tutti quei milioni di libri specialistici,
> tecnico-scientifici, informatici, matematici, manuali di ogni sorta,
[...]
che l'ebookismo a pagamento fa sparire dagli scaffali delle biblioteche pubbliche e dalle librerie private (una libreria di libri reali si tramanda, una collezioe di ebook a pagamento può andare persa per sempre per i figli e nipoti se il papà muore infrangendo il lettore, e i figli non conoscono le credenziali dell'account collegato al suo lettore di surrogati digitali (il problema non si pone per gli ebook a pagamento che si scaricano in locale sui comuni pc, ma i pc si possono rompere molto prima dei libri reali di carta che comunque durano secoli), puff... tutto svanito e soldi gettati al vento e conoscenza andata perduta evviva l'analfabetismo di ritorno!

>sarebbe un bene, per il nostro pianeta soprattutto, produrli
> soltanto in formato digitale
[...]
per niente! non hai letto la demistificazione delle bugie messe in giro dagli ebookisti pagamento per avere i tuoi soldi? Non i LIBRI INQUINANO , ma i processi necessari a costruire i lettori di surrogati digitali che devono essere alimentati (= + energia) e più energia vuol dire più inquinamento; i libri di carta che male ti fanno? Guarda che molte delle cartiere hanno le proprie piantagioni e non è vero che i libri uccidono gli alberi: la carta si fa anche dagli stracci, l'argomento albero poverelli è sfruttato dagli ebookisti a pagamento per ingenerare sensi di colpa nella gente

Inviato: 2013/9/24 20:54
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Acquisto 6 copie antologia + videoclip autore
Home away from home
Iscritto il:
2007/3/15 9:39
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 526
Livello : 21; EXP : 14
HP : 0 / 503
MP : 175 / 15814
Offline
sono d'accordo con te su molte cose, non solo nell'editoria stanno cercando in tutti i modi di controllarci e anzi, peggio, di manovrare i nostri desideri e quindi le nostre azioni

solo una cosa non condivido:
> poi trovarono il supporto scrittorio ideale e la forma perfetta per gli oggetti da lettura (i libri); il libro di carta è il supporto perfetto per la lettura, la sua tecnologia è molto più avanti di qualsiasi dispositivo di riproduzione per surrogati digitali di libri (che hanno infinite deficienze e incolmabili lacune)

a parte il discorso di licenze, libertà, monopolio ecc. ecc. tutte cose condivisibili e su cui secondo me bisognerebbe approfondire, quello che proprio non mi piace è questa chiusura totale verso uno strumento che a mio avviso ha già dei vantaggi rispetto al libro di carta e non delle limitazioni o lacune come dici tu, uno tra tutti la possibilità di reperire un'informazione utile con una semplice ricerca (penso ai manuali e libri specialistici), poi anche il risparmio di spazio (penso a un professionista che deve andare a fare una consulenza e ha bisogno di portarsi dietro 5 o 6 libroni), insomma la tua teoria per la quale bisognerebbe continuare a vendere i libri di carta ed, eventualmente, corredarli con le copie digitali per l'utilizzo pratico non regge, a questo punto non ha più senso avere l'originale di carta se poi deve essere solo un sopramobile

Inviato: 2013/9/25 8:37
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Acquisto 6 copie antologia + videoclip autore
Home away from home
Iscritto il:
2007/3/15 9:39
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 526
Livello : 21; EXP : 14
HP : 0 / 503
MP : 175 / 15814
Offline
per tornare in tema

Citazione:

ozoz ha scritto:

Una curiosità: il bando del concorso lo hai trovato su OZoz?


proprio in questo momento ho visto il banner del concorso in questione qua su ozoz

tra l'altro mi hanno ritelefonato, anche se avevo già comunicato di non essere interessato, dicendomi che comunque il concorso va avanti anche se ho deciso di non acquistare il pacchetto... ma non ho capito in che senso... boh, vedremo...

Inviato: 2013/9/27 10:50
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti002
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 38 utente(i) online (24 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 38

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 0
Ieri: 0
Totale: 5343
Ultimi: orcodeibosch

Utenti Online:
Ospiti : 38
Membri : 0
Totale: 38
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2017 OZoz.it