logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms




Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi




La dura vita del piccolo editore
Just can't stay away
Iscritto il:
2004/7/24 15:43
Da L'isola che non c'è
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 405
Livello : 18; EXP : 72
HP : 0 / 443
MP : 135 / 16422
Offline
Eccomi qua. Come promesso, vi aggiorno sulla mia nuova avventura editoriale da editrice.
Stanca, molto, ma felice. Nonostante i tanti "siete pazze" siamo ancora qua, il primo romanzo sta "viaggiando" e il secondo è in stampa proprio in questi giorni.

Il distributore non l'abbiamo ancora trovato, o meglio, i distributori (quelli che distribuiscono, perché ci sono anche quelli che non distribuiscono) ancora non ci vogliono, perché siamo una neonata casa editrice ed evidentemente pensano che dopo due pubblicazioni chiudiamo baracca e burattini. O forse, più semplicemente, preferiscono distribuire grossi editori con tanti titoli, piuttosto che un piccolo editore che per il momento ha solo due romanzi.
Tant'è: forse per il momento è meglio così. Un distributore trattiene il 60-65% del prezzo di copertina, una cifra esagerata e insostenibile per una piccola casa editrice come la nostra che non richiede neanche un centesimo all'autore né lo costringe ad acquistare le copie del proprio libro.
Quindi, per il momento la distribuzione la facciamo noi: braccine, carica e scarica pacchi di libri, macchina, benzina e giriamo la Sardegna per portare i nostri libri.

L'accoglienza è stata davvero calorosa in tutte le librerie indipendenti in cui siamo state (nelle catene no, "ovviamente") e ci sono librai che stanno spingendo il nostro romanzo perché l'hanno letto e apprezzato e hanno fiducia in noi. Altri che lo spingono a prescindere anche senza averlo letto, perché queste due pazze che si mettono quasi il cappio al collo in un periodo di crisi e girano l'isola con i loro libri nello zaino, un po' di simpatia e tenerezza la fanno, diciamocelo.

I lettori sono la nostra forza: se siamo andate in ristampa dopo due mesi dall'uscita (500 copie prima ristampa, 500 alla seconda) è grazie al passaparola del lettori. E non parlo di mamma, nonna, zia, che ai miei parenti le copie gliele ho pure dovute regalare ma parlo di lettori comuni che sono venuti a sapere del libro (non certo dai giornali, visto che ci ignorano bellamente, mentre spesso fanno recensioni di libri di editori a pagamento), l'hanno letto, regalato e consigliato.

Ora sta per uscire il secondo libro e arriva la parte più difficile. L'autrice, infatti, è veneta e non giochiamo più in casa. Faremo una presentazione in Sardegna, poi andremo noi in Veneto e poi, chissà, tutto dipende dai costi dei biglietti ryanair (siamo isolane e isolate e i prezzi sono doppi, per noi). Purtroppo le spese sono tantissime e con quello che guadagniamo dobbiamo pagare tipografia, promozione, ecc.
Certo è che senza una distribuzione nazionale, dovremo faticare il doppio, ma siamo abbastanza testarde e cocciute, tipicamente sarde direi.

Piano piano stiamo iniziando a vendere (sempre grazie al passaparola) anche nel resto d'italia tramite spedizione postale. Uno ci contatta da Bergamo, vuole una copia, gliela spediamo, ci fa il versamento e via, riceverà la copia direttamente a casa. Dispiace solo saltare il libraio, ma purtroppo non sempre (anzi, ahimè, quasi mai) il libraio di Bergamo si prenderà la briga di contattare direttamente Voltalacarta Editrici per richiedere una copia del libro XXX (non mi ricordo se posso fare pubblicità occulta ), se non c'è un distributore di mezzo.
Però a volte succede e allora saltiamo dalla gioia.
Qualche settimana fa una libreria del Friuli ci ha richiesto CINQUE copie e una di Firenze una copia. Per noi è già tantissimo essere riuscite ad attraversare il mare.
Ora, con il secondo libro, voleremo in Veneto e chissà che da lì riusciremo a spiccare il volo anche nei paraggi.

Certo è che se in questo periodo di crisi i lettori e i librai indipendenti promuovessero i piccoli editori indipendenti anziché (solamente) quelli già affermati, allora si smuoverebbe un po' di fondale marino e chissà quante belle conchiglie di madreperla verrebbero fuori.

Nel mio piccolo, da lettrice (squattrinata), quest'anno regalerò solo libri di piccoli editori poco noti: effepi, camelopardus, las vegas, caracò, zandonai, perché se non ci aiutiamo tra piccoli (e squattrinati) nessuno, ma dico NESSUNO, lo farà.

Scusate la solita logorrea, è che scrivo ogni due mesi ma quando scrivo scrivo! :D

Inviato: 2011/12/13 23:08
_________________
Alcuni dicono che quando è detta,
la parola muore.
Io dico invece che proprio quel giorno
comincia a vivere.

Emily Dickinson
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: La dura vita del piccolo editore
Just can't stay away
Iscritto il:
2007/7/14 15:58
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 249
Livello : 14; EXP : 75
HP : 0 / 343
MP : 83 / 9760
Offline
dovreste inserire una scheda sul libro, nel vostro sito, e un comodo bottone per acquistarlo on line

esistono programmi come questi:
http://blog.joocode.com/ecommerce/16- ... n-source-per-le-commerce/

16 varianti gratuite per gestire acquisti e ordini on line

Inviato: 2011/12/14 18:48
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: La dura vita del piccolo editore
Home away from home
Iscritto il:
2009/1/5 13:35
Da Bologna e dintorni
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 960
Livello : 27; EXP : 52
HP : 0 / 663
MP : 320 / 15946
Offline
Quindi siete alla 2^ ristampa?
La prima tiratura di quant'era?

Inviato: 2011/12/15 10:07
_________________
Non è un poeta colui di cui nessuno legge le poesie.

Marco Valerio Marziale
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: La dura vita del piccolo editore
Just can't stay away
Iscritto il:
2004/7/24 15:43
Da L'isola che non c'è
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 405
Livello : 18; EXP : 72
HP : 0 / 443
MP : 135 / 16422
Offline
Sì, Armandillo: ci stiamo lavorando. E' che siamo impegnatissime su tutti i fronti (la casa editrice siamo io e la mia socia, la mia socia ed io ), quindi non abbiamo ancora avuto il tempo di inserire uno spazio 'shop' sul sito, anche perché c'è tutta una trafila burocratica non indifferente.

Sì, Panzer: niente grandi numeri, ma per essere una microscopica casa editrice per noi è già tanto. 500 copie alla prima ristampa e 500 alla seconda.

Inviato: 2011/12/15 15:30
_________________
Alcuni dicono che quando è detta,
la parola muore.
Io dico invece che proprio quel giorno
comincia a vivere.

Emily Dickinson
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re:
Just popping in
Iscritto il:
2011/12/12 18:50
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 1
Livello : 1; EXP : 0
HP : 0 / 0
MP : 0 / 0
Offline

Inviato: 2011/12/15 15:35
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: La dura vita del piccolo editore
Just can't stay away
Iscritto il:
2007/7/14 15:58
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 249
Livello : 14; EXP : 75
HP : 0 / 343
MP : 83 / 9760
Offline
avete per caso fondato una srl per la casa editrice?, così per sapere

Inviato: 2011/12/24 17:45
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: La dura vita del piccolo editore
Just popping in
Iscritto il:
2011/8/18 11:08
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 23
Livello : 3; EXP : 52
HP : 0 / 63
MP : 7 / 1035
Offline
Non è poco... beh, i sardi sono cocciuti e questa è una grande forza che smuove pure le montagne.
Da lettore/scrittore e promotore di me stesso, non posso che approvare questo vostro impegno, che spero possa portarci a collaborare. (non a caso ho spedito due libri in lettura a voi).
Purtroppo i collaboratori costano e voi non ve lo potete permettere... ma ci sono molti canali gratuiti su internet che posso aiutare.
Vi seguo con interesse e ammirazione (anche con un po' di invidia visto che avrei voluto aprire anch'io una mia casa editrice... :)

Inviato: 2011/12/29 10:50
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: La dura vita del piccolo editore
Just popping in
Iscritto il:
2011/9/25 10:25
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 46
Livello : 5; EXP : 59
HP : 0 / 114
MP : 15 / 1850
Offline
Ciao,
e' un'esperienza interessante e temeraria; ho visitato anche il sito (in costruzione).
Giulia vi seguiro' in questo viaggio, un po' di sana invidia e un po' di ammirazione.
Se avete bisogno di un qualche aiuto (io vivo in Puglia), chiedete pure; certo io - come voi, agli inizi - non ho esperienze nel settore, ma sara' per solidarieta' o per il solo piacere di operare nella galassia libraria,....presente! ))
Enzo

Inviato: 2012/6/6 9:31
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
News002
Iscritti2019
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 34 utente(i) online (23 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 34

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 2
Ieri: 4
Totale: 5346
Ultimi: TillyWenz

Utenti Online:
Ospiti : 34
Membri : 0
Totale: 34
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2015 OZoz.it - P.I. 02878050737