logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms




Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



(1) 2 3 4 ... 6 »

[Mattatoio n.5] - Una storia di guerra contro la guerra
Daniela
Iscritto il:
2003/1/11 18:31
Gruppo:
webmaster
Messaggi: 2650
Livello : 41; EXP : 11
HP : 200 / 1002
MP : 883 / 42129
Offline
Ecco qui aperta la nuova discussione in cui postare considerazioni, dichiarazioni d'amore, pensieri vari, critiche, e così via sul libro di Vonnegut.

Non ho qui con me il libro, quindi forse non sarò precisa, ma volevo postare un passaggio che a mio avviso aiuta a comprendere perché una vicenda come il bombardamento di Dresda sia stato trattato in un modo così apparentemente bizzarro.

Non c'è nulla d'intelligente da dire su un massacro. Si suppone che tutti siano morti e non abbiano più niente da dire o da pretendere. Dopo un massacro tutto dovrebbe tacere e infatti tutto tace, sempre, tranne gli uccelli. E gli uccelli cosa dicono? Tutto quello che c'è da dire su un massacro, cose come - Puu tii uiit?

Inviato: 2009/11/4 10:46
_________________
Ognun vede quel che tu pari, pochi sentono quel che tu sei. Niccolò Machiavelli
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: [Mattatoio n.5] - Una storia di guerra contro la guerra
Home away from home
Iscritto il:
2009/1/5 13:35
Da Bologna e dintorni
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 960
Livello : 27; EXP : 52
HP : 0 / 663
MP : 320 / 16259
Offline
...e gli interventi di stramma, spirulina e fenice? Mi sembrava che ci fosse già del buon materiale su cui discutere. Specialmente quello di fenice, che aveva elaborato una sorta di scheda generale del libro.

Inviato: 2009/11/4 11:23
_________________
Non è un poeta colui di cui nessuno legge le poesie.

Marco Valerio Marziale
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: [Mattatoio n.5] - Una storia di guerra contro la guerra
Daniela
Iscritto il:
2003/1/11 18:31
Gruppo:
webmaster
Messaggi: 2650
Livello : 41; EXP : 11
HP : 200 / 1002
MP : 883 / 42129
Offline
Come ho già scritto nel vecchio thread, devono solo copiare e incollare i precedenti interventi

Inviato: 2009/11/4 11:30
_________________
Ognun vede quel che tu pari, pochi sentono quel che tu sei. Niccolò Machiavelli
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: [Mattatoio n.5] - Una storia di guerra contro la guerra
Home away from home
Iscritto il:
2009/1/5 13:35
Da Bologna e dintorni
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 960
Livello : 27; EXP : 52
HP : 0 / 663
MP : 320 / 16259
Offline
Ok, allora aspetto.

Inviato: 2009/11/4 11:35
_________________
Non è un poeta colui di cui nessuno legge le poesie.

Marco Valerio Marziale
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: [Mattatoio n.5] - Una storia di guerra contro la guerra
Just can't stay away
Iscritto il:
2007/1/12 23:49
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 245
Livello : 14; EXP : 63
HP : 0 / 340
MP : 81 / 10334
Offline
Leggendo l'intervento di Daniela ho focalizzato una cosa.

Uno dei meriti di questo libro, almeno per me, è avermi fatto scoprire qualcosa di più sul nostro recente passato.
Ho sempre pensato infatti che durante la II Guerra l'evento più catastrofico fosse la bomba atomica sulle città giapponesi. Invece ho scoperto in queste pagine l'orrore del massacro di Dresda, un episodio sottovalutato dalla storia, almeno per come ricordo io di averla studiata.

Tanto che ora mi è venuto pure un po' il desiderio di vedere questa città, intereamnete distrutta e ricostruita così com'era (almeno così mi è stato detto).

I libri talvolta servono anche a questo.

Inviato: 2009/11/4 12:32
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: [Mattatoio n.5] - Una storia di guerra contro la guerra
Just can't stay away
Iscritto il:
2006/1/27 11:22
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 458
Livello : 19; EXP : 83
HP : 0 / 470
MP : 152 / 15595
Offline
Riecco il mio commento.

Anche a me ha colpito molto questa frase, tanto che in un altra discussione ho richiamato questo concetto, dicendo però di lasciarlo in sospeso per questo momento.
Non sapendo in che modo avete organizzato le altre LC, sarò alquanto schematica. Non me ne vogliate, ma sono sicura così di non scordare nulla.
Tema: si tratta chiaramente di una storia di guerra-contro la guerra, ci ha tenuto l'autore nello specificarlo nell'introduzione all'opera, quando va a parlare con O'Hare e la moglie storce il naso. Credo sia un bel pretesto per mettere le cose in chiaro sin dall'inzio, chiarire la propria posizione, un bel metodo per farsi accusare e scusarsi sin dalle prime pagine, e lasciare poi solo la lettura della storia.
Stile: è scorevolissimo, facile da leggere, non ho avuto intoppi. Racconta con leggerezza, semplicità e ironia una storia atroce, come può essere il bombardamento di una città, e rende in tal modo la lettura ancora più coinvolegente, e sopratutto la storia vera e non raccontata. Non è artefatto, non è scontato. Mi sono ritrovata a ridere, ed in un libro che parla di guerra non credevo fosse mai possibile!
Circolarità del racconto e varietà dei dettagli, datazione: su questo ho avuto un pò di problemi. Avendolo letto in più batutte per problemi di tempo ( avrei preferito come faccio sempre finirlo in pochissimo, avrei avuto una visione di insieme migliore), mi sono resa perfettamente conto che la storia si chiude così come si era aperta, ma ho dovuto fare uno sforzo di memoria non indifferente e tornare indietro riprendendo alcuni passi. I dettagli sono fondamentali, fanno capire in quale epoca ci si trova, all'epoca in cui aveva si tratta della sua vita tra moglie e optometria, o di dresda, odello zoo di Tralfamadore. La datazione ("si trovò nel..." ) è fondamentale per raccapezzarsi in questo scorrere di immagini, ma neanche così utile per chi (come me) ha scarsa memoria per le date e quindi non ha creato alla fine in mente una mappa del prima-dopo. Ho letto la storia, ma se dovessi mettere in ordine gli eventi come si faceva a scuola (leggi la storia a rovescio, poi fai le vignette ecc) credo che mi fermerei ad un certo punto e dovrei riaprire il libro. Ma non è una storia che chiede di essere messa in ordine, lo so bene. Ma avere una linea degli eventi è il passo migliore per apprezzare poi quando questi sono mescolati.
Argomenti: mi sono sorpresa a leggere un libro che tratta di guerra e di fantascienza, due categorie da cui fuggo senza ombra di dubbio, senza alcuna difficoltà ne pesantezza. Lo stile di Vonnegut permette a chi (come me) non ama particolarmente la fantascienza, gli alieni ecc di apprezzare comunque la freschezza della narrazione, che si condisce ad ogni riga di una ingenuità che trovo semplicemente disarmante, e che non permette di non finire di leggere.
Tratti: mi hanno sorpresa molto i tratti fatti nelle pagien del libro, quei disegni diciamo. Non mi aspettavo una cosa del genere, mi hanno fatto sorridere, hanno confermato l'ingenuità e la freschezza che avevo sentito, e mi hanno ricordato de "Il piccolo principe", il libro della mia infanzia. Decisamente in alcuni tratti sono molto vicini. Perle di saggezza gettate con noncuranza, in uno dalle parole dei Trafamaldoriani, nell altro dalle parole degli uomini che popolano i vari pianeti visitati dal piccolo principe. Ma solo da questo punto di vista e per quanto riguarda i tratti di penna. Quel pizzico di ironia, di ingenuità.
Valutazione finale: nel complesso ho gradito la lettura, mi ha fatto compagnia in un periodo in cui però magari avevo bisogno di qualcosa di un pò più forte, profondo. Mi è piaciuto il modo in cui ha affrontato i temi, come ho detto, se no non credo sarei riuscita ad arrivare alla fine tra guerra e alieni. Sono due temi che mi annoiano generalmente, sopratutto il secondo. Dunque il merito di avermi legata alla lettura. Mi hanno colpito molto alcune frasi, le ho sottolineate, rilette, sentite davvero mie. E mi hanno fatto riflettere tanto. E quando un libro fa riflettere l'esito è decisamente positivo.

"Uno dei principali effetti della guerra è, in fondo, che la gente è scoraggiata dal farsi personaggio."
"E' ora che io muoia un pò, e poi ritorni a vivere"
"Prenda la vita momento per momento e vedrà che siamo, tutti, insetti in un blocco d’ambra." ( conversazione tra alieno e Billy).
"Se sapete tuttp questo (come finirà la terra) non c è qualche sistema per prevenirlo?"... "L'ha sempre premuto e lo premerà sempre. Noi lo lasceremo sempre fare. Il momento è strutturato così".
"C è una cosa che i terresti potrebbero imparare a fare, se davvero di sforzassero: ignorare i brutti momenti e concentrarsi su quelli buoni"
Così va la vita..

Inviato: 2009/11/4 14:52
_________________
...
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: [Mattatoio n.5] - Una storia di guerra contro la guerra
Just can't stay away
Iscritto il:
2006/1/27 11:22
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 458
Livello : 19; EXP : 83
HP : 0 / 470
MP : 152 / 15595
Offline
Aggiungerei:
“Dio mi conceda la serenità di accettare le cose che non posso cambiare, il coraggio di cambiare quelle che posso e la saggezza di comprendere sempre la differenza”
Di grande profondità..

Inviato: 2009/11/4 15:31
_________________
...
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: [Mattatoio n.5] - Una storia di guerra contro la guerra
Just can't stay away
Iscritto il:
2007/1/12 23:49
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 245
Livello : 14; EXP : 63
HP : 0 / 340
MP : 81 / 10334
Offline
Ciao fenice!
L'ultima frase che hai citato è un tormentone
L'ho sentita citare in molti film...
Chissà se è un Vonnegut original, oppure no

Inviato: 2009/11/5 10:56
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: [Mattatoio n.5] - Una storia di guerra contro la guerra
Just can't stay away
Iscritto il:
2006/1/27 11:22
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 458
Livello : 19; EXP : 83
HP : 0 / 470
MP : 152 / 15595
Offline
Ciao spirulina, ho fatto anche io un paio di ricerche, e molti la collegano a C. Frederich Oetinger, filosofo e teologo, mistico medievale tedesco. Ho trovato anche che, come dici tu, è presente molto spesso, ad esempio nel film "L'erba di grace" e in un libro di stephen king, "Le notti di salem".
In ogni modo, Vonnegut la incide su un medaglione appeso al collo dell'attrice, dicendo che riportava appunto questa preghiera.

Inviato: 2009/11/5 11:31
_________________
...
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: [Mattatoio n.5] - Una storia di guerra contro la guerra
Guest_
Condivido...questo romanzo racconta un episodio storico realmente accaduto, estremamente drammatico; come si scrive nel titolo di questo thread, si tratta di una stori di guerra scritta da un testimone, suo mlgrado, forse, protagonista e personaggio. Abbiamo letto un romanzo che prende le mosse da un massacro, come riporta Daniela; un evento luttuoso sul cui, in effetti, eccezion fatta per la cronaca storiografica che si studia sui libri, non c'è molto da dire...Un massacro non si presta ad un riflessone intelligente o una dissertazione brillante: si presenta agli occi per quello che è...un'assenza di vita, brutalmente spazzata via dall violenza. Per definizione, rispetto alla morte, ogni parola, ogni commento, risulta superfluo, per non dire inopportuno.
E il dettaglio degli uccelli, gli unici spettatori che osano commentare, senza, peraltro, aver niente da dire, colpisce proprio per l'inutilità rispetto all'evento centrale.

Inviato: 2009/11/5 12:53
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
News001
Iscritti005
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 17 utente(i) online (10 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 17

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 0
Ieri: 1
Totale: 5322
Ultimi: Ronconi

Utenti Online:
Ospiti : 17
Membri : 0
Totale: 17
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2015 OZoz.it - P.I. 02878050737