logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms




Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



« 1 2 3 (4) 5 6 »

Re: Print on demand... che fare?
Just popping in
Iscritto il:
2009/1/29 22:36
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 18
Livello : 2; EXP : 97
HP : 0 / 49
MP : 6 / 1567
Offline
Qualcuno, in un film di cui non ricordo il titolo (o in un libro? Mah!), ha detto che se quando ti alzi la prima cosa a cui pensi è scrivere, allora sei uno scrittore... Come dire che la passione val più di mille titoli nobiliari di blasonate casate letterarie. Condivisibile, non vi pare?

Inviato: 2009/3/21 22:21
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Print on demand... che fare?
Quite a regular
Iscritto il:
2007/5/17 17:24
Da Liguria
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 174
Livello : 12; EXP : 24
HP : 0 / 281
MP : 58 / 10316
Offline
Sì, direi di sì.

Inviato: 2009/3/21 22:40
_________________
"Dobbiamo andare e non fermarci finché non siamo arrivati".
"Dove andiamo?"
"Non lo so, ma dobbiamo andare".
Jack Kerouac
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Print on demand... che fare?
Just can't stay away
Iscritto il:
2006/7/10 7:20
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 410
Livello : 18; EXP : 83
HP : 0 / 445
MP : 136 / 17469
Offline
No, io questo non lo condivido.
Resto dell'idea che sia il tuo pubblico a decretare se tu sia uno scrittore o meno. A mio avviso, se scrivi dalla mattina alla sera, ma lo sai solo tu, sei solo uno che scrive dalla mattina alla sera.
Come il foto amatore di cui parlava Laura.

(...il film era forse "Sister Act"?)

P.S. Ci sono "foto amatori" (come anche in tutte le altre arti) che fanno cose da fare invidia a "professionisti": come mai rimangono "amatori"?

Inviato: 2009/3/22 7:35
_________________
"...mai avremmo scoperto nuovi mari, senza lasciare le sicure spiagge."
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Print on demand... che fare?
Guest_
p.s forse perchè non hanno interesse a diventare famosi o non si impegnano o non cercano i canali giusti o, semplicemente, perchè sono sfortunati.

Inviato: 2009/3/22 11:06
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Print on demand... che fare?
Home away from home
Iscritto il:
2009/1/5 13:35
Da Bologna e dintorni
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 960
Livello : 27; EXP : 52
HP : 0 / 663
MP : 320 / 21150
Offline
C'è gente a cui basta fare "gli sboroni" nella loro piccola realtà. Oppure trastullarsi con gli amici dicendo... chissà dove potevo arrivare... sarei arrivato certamente a diventare qualcuno se solo mi ci fossi messo d'impegno.

Eppure si atteggiano come fossero arrivati a qualcosa e si sentono più grandi dei Grandi.

Inviato: 2009/3/22 13:56
_________________
Non è un poeta colui di cui nessuno legge le poesie.

Marco Valerio Marziale
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Print on demand... che fare?
Quite a regular
Iscritto il:
2007/5/17 17:24
Da Liguria
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 174
Livello : 12; EXP : 24
HP : 0 / 281
MP : 58 / 10316
Offline
Toh, che bello, per una volta non mi trovo d'accordo con Never.
Secondo me infatti non è il pubblico a decretare se sono uno scrittore o no. Il pubblico può solo decretare se sono uno scrittore buono, uno scrittore mediocre o uno scrittore (a pagamento) pessimo.
Questo con tutte le riserve del caso perché se tu scrivi un libro oggettivamente valido, ma l'editore non lo promuove, tu non conosci alcun giornalista che ti dia una mano con una recensione, il distributore lo distribuisce male, il libraio non lo piazza nelle vetrine, è ovvio che il libro non di venda e quindi non abbia un buon pubblico. Resta però il fatto che il libro è "oggettivamente" buono e che quindi tu sei e puoi considerarti uno scrittore.

Inviato: 2009/3/22 17:31
_________________
"Dobbiamo andare e non fermarci finché non siamo arrivati".
"Dove andiamo?"
"Non lo so, ma dobbiamo andare".
Jack Kerouac
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Print on demand... che fare?
Just popping in
Iscritto il:
2009/2/25 13:13
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 19
Livello : 3; EXP : 9
HP : 0 / 52
MP : 6 / 1646
Offline
Il mercato non è la misura di un bel niente, se no Moccia, Fabio Volo o uno qualunque dei comici di Zelig, sarebbero fra i più grandi scrittori di questo e forse di quell'altro secolo. Uno deve essere uno scrittore al di là di ogni ragionevole dubbio, nel senso che se ti chiedi se sia o no uno scrittore, quasi certamente non lo è. Diverso è il discorso per altre attività, se uno è un architetto o medico perché si è laureato, lo sarà sempre, anche se non farà mai niente di buono, gli spetta di diritto quel titolo, per legge. Uno è fotografo anche se c'ha uno di quei negozietti scassati con scritto sulla vetrina " si fanno servizi per i matrimoni", un grafico anche se fa l'insegna del negozio sotto casa, tu puoi dire quello per me non è un... lui lo è al di là del tuo ragionevole dubbio. Lo scrittore no, se uno lo è stai sicuro che te n'accorgi.

Inviato: 2009/3/22 18:29
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Print on demand... che fare?
Guest_
sì, via, allora qui siamo tutti scrittori.


ma che dite?!!!

Inviato: 2009/3/22 20:25
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Print on demand... che fare?
Home away from home
Iscritto il:
2004/11/4 15:10
Da El pueblo de los fragoliñas
Gruppo:
bannato
Messaggi: 778
Livello : 25; EXP : 16
HP : 0 / 604
MP : 259 / 26626
Offline
Citazione:

shadow ha scritto:
Il pubblico può solo decretare se sono uno scrittore buono, uno scrittore mediocre o uno scrittore (a pagamento) pessimo.


Al massimo il pubblico può decretare il tuo successo commerciale. Che è cosa diversa dall'essere scrittori buoni, mediocri o pessimi.
Solo il tempo (e con tutte le riserve del caso) potrà dire chi è o non è.

Inviato: 2009/3/22 20:31
_________________
"Se la smetteste di spedire romanzi a caso..."
OZOZ
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Print on demand... che fare?
Just popping in
Iscritto il:
2009/1/29 22:36
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 18
Livello : 2; EXP : 97
HP : 0 / 49
MP : 6 / 1567
Offline
Concordo. A tal proposito aggiungerei che uno scrittore degno di tale appellativo è (secondo me) chi riesce ad essere testimone del proprio tempo, e a dare forma e senso a eventi di poco conto. Come il poeta, vede tutto e sceglie l'essenziale.
Certo non è semplice reggere alla prova del tempo, restare ancorati ai propri giorni ed essere "universali", essere credibili al di fuori del proprio contesto, della propria epoca... forse è questo a distinguere gli scrittori per diletto, quelli da un'estate al mare, da quelli di cui conservi le parole come gemme calde, roba capace d'illuminare giornate buie, e menti intorpidite dalla quotidianità... gli Artisti.

Inviato: 2009/3/22 20:52
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti3935485
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 21 utente(i) online (9 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 21

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 39
Ieri: 79
Totale: 6179
Ultimi: Georgetta7

Utenti Online:
Ospiti : 21
Membri : 0
Totale: 21
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2017 OZoz.it