logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms




Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



« 1 2 (3) 4 5 6 »

Re: Print on demand... che fare?
Just popping in
Iscritto il:
2009/1/29 22:36
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 18
Livello : 2; EXP : 97
HP : 0 / 49
MP : 6 / 1273
Offline
Non per fare il pacificatore... anche perchè è un ruolo che non mi compete, ne mi si addice, ma non vi sembra di esagerare? Il detto vivi e lascia vivere vi lascia indifferenti?
Siamo, come spesso accade, usciti fuori dal seminato, dalla discussione principale, che verteva su i pro e i contro del print on demand...
E' inutile scaricare la propria acredine con commenti offensivi e/o sarcastici.

Una risata (boriosa) seppellirà...

Inviato: 2009/3/20 18:24
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Print on demand... che fare?
Just can't stay away
Iscritto il:
2004/9/19 17:54
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 320
Livello : 16; EXP : 72
HP : 0 / 393
MP : 106 / 15133
Offline
Pubblicare con print on demand? Solo se l'alternativa è la pubblicazione a pagamento.
Considerate che le case editrici devono guadagnarci, quindi le copie vi costerebbero almeno il doppio.

Inviato: 2009/3/21 10:26
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Print on demand... che fare?
Guest_
Mi intrometto nella discussione...

In Italia, sono moltissime le persone che amano scrivere; non tutte, ovviamente, sono capaci ma si iludono di poter diventare, non dico scrittori per professione, ma, almeno, per DILETTO.
Ora, poichè avere l'attenzione di una casa editrice importante è praticamente impossibile(lo so per sentito dire, non ho mai provato), si ricorre ad una casa editrice minore che, a pagamento, si occupa di pubblicare l'opera.

Fin qui, mi pare che non ci sia niente di male...ciascuno è libero di investire il proprio denaro come vuole: c'è chi compra una borsa di Prada, chi si fa fare i massaggi, chi pubblica un libro.

Ciò che, personalmente, non accetto è l'IMPORTANZA attribuita alla pubblicazione a pagamento che, salvo casi rarissimi(tempo fa ho riportato un'intervista ad un'autrice che ha scritto e pubblicato un romanzo, divenuto best seller, a sue spese), non porta molto più in là della modalità "print on demand".

Il fulcro è sempre e solo la distribuzione e la commercializzazione dell'opera che una casa editrice importante assicura al 100%, una piccola casa editrice che pubblica dietro compenso NO.

Poi, sempre a livello personale, ciò che mi inquieta è l'atteggiamento di chi pubblica un lavoro a pagamento e si frgia del TITOLO DI SCRITTORE.

Ma questa è un'altra storia...

Inviato: 2009/3/21 13:49
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Print on demand... che fare?
Just can't stay away
Iscritto il:
2006/7/10 7:20
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 410
Livello : 18; EXP : 83
HP : 0 / 445
MP : 136 / 14818
Offline
..."titolo di scrittore" ...è una onoreficenza?

Boh, scusa Laura, ma "scrittore" per me è solo ...uno che scrive. Punto. Cosa c'è da fregiarsi?
Io faccio foto, sono fotografo.
Io faccio grafica, sono grafico.

Definiamo allora scrittore... E' uno che scrive e basta? E' uno che scrive e lo fa per lavoro? E' uno che trae dallo scrivere il suo sostentamento? E' uno che ha meritato questo "titolo" per honoris causa? O forse è uno che, andando all'opposto, "viene letto" e quindi diffonde in qualche modo il suo scrivere?

Non faccio polemica eh... solo me lo sto chiedendo...

E poi, come sempre, calma ragazzi... come cantava il buon Bennato "sono solo canzonette"!

Inviato: 2009/3/21 19:43
_________________
"...mai avremmo scoperto nuovi mari, senza lasciare le sicure spiagge."
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Print on demand... che fare?
Guest_
mio caro Never,
forse-e ti invidio-non ti è mai capitato di incontrare persone che si fregiando del "titolo" di scrittore come se fosse un'alta carica!

non che non lo sia: essere uno scrittore è una gran cosa...ma non basta pubblicare un libro per vantarsi di essere arrivati o sentirsi al pari di Calvino!

domanda: ti senti uno scrittore perchè scrivi?! basta scrivere correttamente una storia inventata per essere scrittore?! in tal caso, tutti noi siamo scrittori.

non ti sembra azzardato?! se tu fai le foto PER MESTIERE sei un fotografo, altrimenti sei uno cui piace far foto per hobby; se uno si occupa di grafica PER PROFESSIONE, è un grafico; altrimenti è uno che si intende di informatica.

lo scrittore è colui che scrive per mestiere; chi scrive per passione e per diletto è uno scrittore per modo di dire(senza offesa per nessuno).

Inviato: 2009/3/21 20:05
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Print on demand... che fare?
Home away from home
Iscritto il:
2009/1/5 13:35
Da Bologna e dintorni
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 960
Livello : 27; EXP : 52
HP : 0 / 663
MP : 320 / 17208
Offline
Citazione:

Laura ha scritto:
lo scrittore è colui che scrive per mestiere; chi scrive per passione e per diletto è uno scrittore per modo di dire(senza offesa per nessuno).


Allora in Italia gli scrittori saranno 4 o 5 (dati di vendite alla mano), tutti gli altri hanno un altro mestiere perché non ci potrebbero campare col venduto.

Inviato: 2009/3/21 20:31
_________________
Non è un poeta colui di cui nessuno legge le poesie.

Marco Valerio Marziale
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Print on demand... che fare?
Just popping in
Iscritto il:
2009/2/14 16:34
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 41
Livello : 5; EXP : 19
HP : 0 / 104
MP : 13 / 2688
Offline
A parte che non credo si sia offeso qualcuno...
Ma cosa cambia?
Scrittore....... ? Mi piace la citazione di Marziale che chiude gli interventi di Panzer... Non è poeta colui di cui nessuno legge le poesie... Magari non è scrittore colui di cui nessuno legge gli ... scritti?
Un mestiere deve produrre... quell'immenso calderone di olio per friggere l'aria dal quale si ricava l'inchiostro ogni tanto produce qualcosa?informazione? cultura? emozioni?
allora è mestiere... altrimenti lo scrittore non serve a nulla.
Quindi rallegratevi! Siamo tutti scrittori!!! Qualcuno magari lo è stato per due o tre righe fortunate altri per interi romanzi...
Perchè non crederci... in fondo non cambia nulla.

Inviato: 2009/3/21 21:14
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Print on demand... che fare?
Just can't stay away
Iscritto il:
2006/7/10 7:20
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 410
Livello : 18; EXP : 83
HP : 0 / 445
MP : 136 / 14818
Offline
Quoto Panzer.
Definire "mestiere" lo scrivere è abbastanza ...difficile.
Con un mestiere ci vivi, lo fai (almeno) otto ore al giorno e poi ci mangi e paghi l'affitto.

Prima ho posto delle domande, ora ti dico come la penso io.

Io non mi considero uno scrittore.
Ma se un giorno ciò che scrivo sarà letto e apprezzato da un "certo-indefinibile" numero di persone che (magari) mi inviterà a continuare il mio scrivere, allora, forse, mi sentirò "scrittore".
Questo indipendentemente dal vivere con ciò che scrivo o dall'aver pagato del denaro per pubblicarlo.
Credo che un pittore che fa un quadro e lo appende sopra il suo letto non possa definirsi "pittore" finché il suo quadro non è visto apprezzato da qualcun altro.
E' forse meno "pittore" se paga una sala per esporre i suoi quadri?

Laura: non invidiarmi... persone che si fregiano di quel "titolo", meritatamente o no, qui dentro è pieno.
Essere scrittore non credo sia una "gran cosa" ...è "una cosa".
Io pubblico fotografie... vendo quadri... mi definisco fotografo/grafico/illustratore non solo perché questo mi permette di vivere, ma soprattutto perché ho qualcuno che "gode" di quello che faccio e per fortuna me lo fa sapere. Ma non per questo mi ritengo "qualcuno".
Una "gran cosa" è il poter diffondere i propri sogni, illustrare le proprie visioni, potendo condividerle con qualcun altro, potendo suscitare con questi sogni e queste visioni delle "emozioni", dei sentimenti.
Ma questa "gran cosa" è a mio avviso qualcosa di fantasticamente intimo e personale, che scalda il cuore, che ti fa sorridere prima di spegnere la luce quando vai a dormire e che MAI dovrebbe dare adito a qualcuno di sentirsi "migliore" di un altro.

Inviato: 2009/3/21 21:21
_________________
"...mai avremmo scoperto nuovi mari, senza lasciare le sicure spiagge."
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Print on demand... che fare?
Just can't stay away
Iscritto il:
2006/7/10 7:20
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 410
Livello : 18; EXP : 83
HP : 0 / 445
MP : 136 / 14818
Offline
P.S... ehm.. Laura... grafica e informatica son due cose ben diverse eh
Io di informatica ne so quasi nulla...

Inviato: 2009/3/21 21:24
_________________
"...mai avremmo scoperto nuovi mari, senza lasciare le sicure spiagge."
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Print on demand... che fare?
Quite a regular
Iscritto il:
2007/5/17 17:24
Da Liguria
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 174
Livello : 12; EXP : 24
HP : 0 / 281
MP : 58 / 8644
Offline
Dice Laura: "Lo scrittore è colui che scrive per mestiere; chi scrive per passione e per diletto è uno scrittore per modo di dire".
Ne consegue che la discriminante fra l'essere o il non essere scrittori è il reddito che dai propri scritti si trae.
Se così fosse Giuseppe Tomasi di Lampedusa non sarebbe da considerare uno scrittore perché il suo Gattopardo fu pubblicato solo dopo la sua morte. Oppure si può credere che Omero (a meno di non considerarlo "uno scrittore per modo di dire") visse grazie ai proventi della sua Iliade e della sua Odissea?

Inviato: 2009/3/21 22:01
_________________
"Dobbiamo andare e non fermarci finché non siamo arrivati".
"Dove andiamo?"
"Non lo so, ma dobbiamo andare".
Jack Kerouac
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
News002
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 44 utente(i) online (28 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 44

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 0
Ieri: 0
Totale: 5341
Ultimi: marcolongo

Utenti Online:
Ospiti : 44
Membri : 0
Totale: 44
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2017 OZoz.it